Biblioteca elegante - Festivaletteratura 2016

Biblioteca elegante - Festivaletteratura 2016

 

     

L'avventura della moda italiana tra Otto e Novecento costituisce tuttora una delle più riuscite sinergie tra industria, arti visive, design e letteratura prodotte nel nostro paese. Non v'è avanguardia o corrente artistica che non abbia offerto il proprio contributo creativo all'affermazione dello stile in tutto il mondo, e la letteratura non è stata meno generosa. Autori come Giacomo Leopardi, Guido Gozzano, Alberto Arbasino, Gabriele D'Annunzio, Irene Brin e molti altri hanno dedicato pagine tutt'altro che occasionali ad abiti e accessori, sarti e buone maniere. Allestita in uno spazio da sfilate, la biblioteca elegante di Festivaletteratura 2016 ha messo a disposizione del pubblico oltre trecento volumi grazie alla collaborazione della Rete Bibliotecaria Mantovana e della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. 

Racconti a mezze maniche, favole sgargianti, romanzi dal taglio classico adatti a tutte le stagioni: una biblioteca tematica, quattro interventi ad hoc di Francesca Piani, Stefania Ricci, Elvira Seminara, Hans Tuzzi, una serie di pubbliche letture in piazza curate dalla Compagnia della Lettura e la preziosissima bibliografia a opera di Luca Scarlini.

 

La biblioteca era elegante fin da subito, dall'inizio, tra ospiti, addetti ai lavori e curiosi, ma è diventata addirittura elegantissima quando è passata una suora, disegnatrice di stoffe, che ha segnalato come anche il lato mistico dell'abito e del monaco fossero ben spiegati.nel progetto. Insomma una bella avventura tra libri di haute couture. (Luca Scarlini, curatore)

 

Il trattamento cosmetico era un po’ comico, i tempi spietati, gli allestimenti folli, come ogni sfilata degna di questo nome. D’altronde i vestiti di carta erano davvero memorabili e a fine passerella si può dirlo: la biblioteca elegante avrebbe fatto innamorare chiunque, anche il più restio ad abiti e mode, perché tra scarpe, corsetti, necessaire da viaggio e altre frivolezze d’antan continua a bruciare un’irresistibile libertà. (Salvatore Satta, Festivaletteratura)

Catalogo della Biblioteca elegante - Sezione adulti

Catalogo della Biblioteca elegante - Sezione ragazzi