Creato il 04/01/2016 12:33pm da sisovest01

Trovati 2583 documenti.

Mostra parametri
La scoperta dell'universo. I misteri del cosmo alla luce della teoria dell'informazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Seife, Charles - Migliori, Andrea

La scoperta dell'universo. I misteri del cosmo alla luce della teoria dell'informazione

Bollati Boringhieri, 15/03/2011

Abstract: Con la sua capacità di rendere accessibile anche la scienza più all'avanguardia, Charles Seife ci spiega in che modo la teoria dell'informazione è diventata la scienza cruciale dei nostri tempi. Nata con la decifrazione del codice Enigma nella Seconda Guerra mondiale e cresciuta con la rivoluzione dei computer, oggi la teoria dell'informazione è all'avanguardia della fisica teorica. Non solo. Le leggi dell'informazione stanno incominciando a rivelare le risposte ad alcune delle più importanti domande della scienza e stanno dando ai fisici un modo per comprendere i misteri più oscuri sui quali l'umanità abbia mai riflettuto.

Historia y evolución de la Inteligencia Artificial
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Casella, Marco

Historia y evolución de la Inteligencia Artificial

01/04/2015

Abstract: Este libro, dividido en diecinueve capítulos, dauna visión histórica de la ciencia de los " ordenadores inteligentes ".

La CEP prima della CEP
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cignoni, Giovanni A. (a cura di) - Gadducci, Fabio (a cura di)

La CEP prima della CEP

Pisa University Press Srl, 08/04/2014

Abstract: Nel novembre del 2011 Pisa ha festeggiato i cinquanta anni dalla inaugurazione della Calcolatrice Elettronica Pisana (la famosa CEP), risultato finale di una felice collaborazione fra istituzioni di ricerca (oltre all'Università, l'INFN e il CNR), finanziatori pubblici (le province dell'Area Vasta) e imprenditori privati (Adriano Olivetti). Oltre a una mostra sul tema allestita al Museo degli Strumenti per il Calcolo, le celebrazioni hanno incluso un convegno dedicato alla storia dell'Informatica in Italia. Il volume contiene le relazioni presentate in quell'occasione, che spaziano dalla ricostruzione delle prime iniziative sulle calcolatrici elettroniche a Roma e a Pisa allo sviluppo dei corsi di studio e delle attività di ricerca nell'ateneo pisano e nell'area del CNR, per terminare affrontando tematiche legate alla didattica e alla divulgazione. In appendice agli atti, il volume offre una ricostruzione puntuale delle vicende del progetto che ha portato alla realizzazione della CEP. Tale ricostruzione è basata sulla documentazione storica che, in originale, è stata protagonista della mostra, e svela numerosi dettagli inediti, in particolare sulla Macchina Ridotta, il primo calcolatore progettato e costruito in Italia: quella "CEP prima della CEP" che ha dato il titolo alla mostra e al convegno.

L'uomo digitale. Oltre il dualismo tecnologico
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giammarco, Enrico

L'uomo digitale. Oltre il dualismo tecnologico

Frenico, 19/12/2013

Abstract: La Rivoluzione Digitale si sta compiendo, e la Tecnologia è oramai ovunque. Nei servizi, nella comunicazione, nella nostra Vita. Internet e dispositivi come smartphone e tablet hanno inciso enormemente nelle nostre esistenze, donandoci opportunità prima inimmaginabili, travalicando vincoli, gerarchie e costrizioni, donandoci la reale e concreta speranza di un mondo meno iniquo. La nostra vita ne ha tratto benefici più che evidenti. E' anche un po' subdola, la nostra vita digitale. Sembra silente, sullo sfondo della nostra quotidianità, ma è sempre pronta a tornare in primo piano, a farci pesare il legame. Basta poco, l'attimo di una vibrazione, di uno squillo, di un LED colorato che s'illumina sul tavolo. Quanto tempo passa prima di andare a leggere quella notifica? L'invasione della vita digitale nei confronti di quella reale è iniziata da qualche anno, e ci ha colti del tutto impreparati, sedotti dai byte accattivanti, dalla possibilità di dissimulare noi stessi, di far emergere solo gli aspetti positivi, di creare un personaggio nuovo, seppur dotato della nostra immagine e del nostro nome. Una Tecnologia attiva e predittiva spinge l'essere umano al disimpegno, ed alla delega. Il disimpegno è un demonio tentatore, per noi uomini. Ci trascina verso la pigrizia relazionale, al non sforzarci troppo. Valutiamo attentamente quel che deleghiamo, e quanto spesso lo facciamo. Un conto è farsi suggerire un ristorante, un altro farsi indicare un possibile match caratteriale con una persona che incrociamo al semaforo. Su due visioni così antitetiche è in corso da tempo un dibattito serrato tra entusiasti e scettici. C'è chi è disposto a delegare tutto sull'altare della tecnologia, e chi rimane legate ad un passatismo dai toni apocalittici. Che ne sarà dell'essere umano? Come sarà l'uomo digitale? Nessuno sembra mai porsi questa domanda. Tutti impegnati a disegnare lo scenario, nessuno affronta quesiti sul protagonista. Eppure molto di come vivremo questa transazione, dall'ottimizzazione dei vantaggi alla minimizzazione dei disagi, dipenderà da chi terrà il timone nell'ultima fase della traversata. Enrico Giammarco è nato a Roma nel 1978. Ingegnere, blogger, ex-giornalista, da sempre la sua anima umanistica e quella tecnologica continuano a lottare. Nella difficoltà di introdurre la cultura digitale in Italia, nell'urgenza di non ridurre la tecnologia ad un mero gadget a cui delegare la nostra identità. Finché c'è lotta, c'è speranza. Potete leggerlo su enricogiammarco.com, la sua "casa", e ospite su vari blog.

9 algoritmi che hanno cambiato il futuro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

MacCormick, John

9 algoritmi che hanno cambiato il futuro

Apogeo, 28/12/2012

Abstract: Quotidianamente, senza pensarci troppo, con i nostri strumenti tecnologici (potenti computer o eleganti dispositivi mobili), facciamo cose che possiamo definire straordinarie: cerchiamo in rete; archiviamo dati; facciamo acquisti; trasmettiamo informazioni confidenziali; comprimiamo i file di grandi dimensioni. Se siamo diventati così bravi lo dobbiamo ad alcune idee fondamentali che sono state sviluppate nel XX secolo e che prendono la forma di algoritmi: ricette precise che specificano sequenze di passi da compiere per risolvere un problema. Senza un algoritmo come PageRank, Google non saprebbe classificare le pagine web ogni volta che effettuiamo una ricerca; senza algoritmi come quelli della crittografia a chiave pubblica, Amazon o eBay non potrebbero eseguire transazioni sicure; senza gli algoritmi di compressione le comunicazioni via cellulare o chat consumerebbero così tanta banda da risultare farraginose se non impossibili... L'autore ci introduce e ci guida alla scoperta delle idee che "fanno funzionare" il nostro mondo digitale aprendo l'imperscrutabile, e geniale, scatola nera che abbiamo a portata delle nostre dita. Possiamo vedere nel futuro solo per un piccolo tratto, ma possiamo pure vedere che in questo piccolo tratto c'è molto da fare. Alan Turing

Il cervello universale. La nuova frontiera delle connessioni tra uomini e computer
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nicolelis, Miguel

Il cervello universale. La nuova frontiera delle connessioni tra uomini e computer

Bollati Boringhieri, 24/01/2013

Abstract: Miguel Nicolelis lo aveva promesso: il calcio d'inizio dei mondiali in Brasile, nel 2014, lo avrebbe tirato un ragazzo paraplegico grazie a un esoscheletro controllato dal suo pensiero. E così è stato. Quella che sembrerebbe fantascienza è stata invece il frutto più avanzato di oltre trent'anni di ricerche che hanno avuto come obiettivo la connessione del cervello umano con le interfacce dei computer. Il percorso per arrivare a questo risultato è stato lungo e ha radici che affondano negli esperimenti di Luigi Galvani sull'elettricità animale e negli studi sulle cellule cerebrali condotti da Santiago Ramón y Cajal. Questo libro è il racconto stupefacente di un'idea che ha attraversato un secolo di medicina e che, finalmente, inizia a realizzarsi.

La nuova era digitale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schmidt, Eric - Cohen, Jared - Merlini, Roberto - Carozzi, Manuela - Katerinov, Ilaria

La nuova era digitale

Etas, 28/08/2013

Abstract: Eric Schmidt è uno dei grandi leader della Silicon Valley, CEO di Google dal 2001 al 2011 e ora Presidente esecutivo della società. Jared Cohen dirige Google Ideas ed è stato consigliere per la tecnologia dei segretari di Stato Condoleezza Rice e Hillary Clinton. Dal loro incontro nasce La nuova era digitale in cui, da un punto di osservazione unico, condividono il loro pensiero su alcune delle questioni più calde del futuro tecnologico globale. Chi avrà più potere domani, i cittadini o lo Stato? La tecnologia faciliterà il terrorismo o lo ostacolerà? Qual è la relazione tra privacy e sicurezza, e quanta riservatezza dovremo cedere per essere parte della nuova era? In che modo cambiano la guerra, la diplomazia, le proteste sociali e l'economia quando tutti sono connessi? Con la fiducia e lo sguardo lucido dei visionari, Schmidt e Cohen ci invitano a guardare avanti e a essere consapevoli di ciò che ci attende, rivelando i drammatici sviluppi – buoni e cattivi – che stanno già trasformando il mondo a mano a mano che i progressi tecnologici e le nostre identità virtuali diventano sempre più reali. Nel suo viaggio tra le opportunità del futuro, il lettore incontrerà ora un professionista urbano che si reca al lavoro con la sua auto senza guidatore, partecipa ai meeting via ologramma e programma a voce i suoi robot domestici, ora una pescatrice del Congo che usa il suo cellulare per soddisfare in tempo reale la clientela. Poi gruppi di dissidenti, che possono creare "Stati virtuali" per liberare le minoranze oppresse, e autocrazie tecnologiche (ma anche democrazie) che sfruttano i dispositivi mobili dei cittadini per esercitare una sorveglianza sempre più ubiquitaria. Lungo la strada, molti incontri con figure internazionali – tra cui Julian Assange, Henry Kissinger e presidenti e primi ministri di Paesi di tutto il mondo. Pragmatico e a un tempo fonte di ispirazione, il libro delinea con precisione le promesse e i pericoli dei prossimi decenni ed è una lettura imprescindibile per capire come cambierà la vita delle persone, delle imprese e degli Stati.

Tecnologismi. Posologia e precauzioni per l'uso dei social network
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sideri, Massimo

Tecnologismi. Posologia e precauzioni per l'uso dei social network

Sonzogno, 18/09/2013

Abstract: I social network sono ormai il nuovo ansiolitico nazionale. Con ironia e una scrittura brillante, Massimo Sideri spiega come preservare il proprio io di fronte al conformismo della rivoluzione digitale. Twitter, Facebook e Google+ hanno conquistato un ruolo importante nelle nostre vite e grazie a tablet e smartphone ci seguono ovunque. Ma esistono una posologia ideale da seguire, delle indicazioni terapeutiche e, proprio come per i farmaci, delle precauzioni d'uso? Come combattere il rischio di dipendenza? Cosa fare di fronte alla comparsa dei primi segni di una crisi da defollowing su Twitter o davanti a una sindrome da ipertrofia sociale sullo stimolatore sessuale Facebook? Proprio come gli antibiotici, se prese con precauzione, le tecnologie hanno un effetto rivoluzionario sulla vita dell'uomo: googolare alla ricerca del nome da dare al proprio figlio, poter ascoltare tutta la musica del mondo in streaming per soli 9,99 euro al mese (il costo di un unico cd) o poter dire la propria sul flusso continuo e informe dei social network sono ormai diritti inalienabili. E chi vi abdica rischia di perdere la cittadinanza dell'era post-tecnologica.

Capra e calcoli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Malvaldi, Marco - Leporini, Dino

Capra e calcoli

Laterza, 21/05/2014

Abstract: Per capire realmente quanto profonda e autentica sia la nostra conoscenza, e i suoi limiti, è molto più utile insegnare a uno stupido che non dialogare con un genio. E il computer, per sua stessa natura, è stupido. Senza il motore a scoppio non ci sarebbero le autoambulanze ma nemmeno gli incidenti stradali. Il doppio lato della medaglia vale per qualsiasi frutto dell'ingegno umano. Ogni avanzamento tecnologico, che spesso nasce per risolvere un problema, altrettanto spesso è il punto di partenza di altri grattacapi. Per il computer non è diverso. Marco Malvaldi e Dino Leporini raccontano l'origine, lo sviluppo, i problemi che un computer è in grado di risolvere, la sua mostruosa velocità, le conseguenze del suo utilizzo. A volte i risultati sono meravigliosi, come la possibilità di prevedere il tempo atmosferico o di salvare vite umane attraverso la progettazione di veicoli sempre più sicuri. Altre volte, come è facile immaginare, i risultati sono disastrosi, tragici o semplicemente ridicoli: dalla crisi economica statunitense del 2009 al prezzo di 24 milioni di dollari richiesto da un rivenditore online per un testo universitario sulle abitudini delle mosche. Ma le questioni non finiscono qui. È possibile immaginare che un computer possa intuire? È in grado di capire quando scherziamo o potrà mai sviluppare una coscienza? Domande meno scontate di quanto potrebbe sembrare…

Scienza delle reti. Con aggiornamento online
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Caldarelli, Guido - Catanzaro, Michele

Scienza delle reti. Con aggiornamento online

EGEA, 29/04/2016

Abstract: Che cosa accomuna Facebook e l'influenza? Pixel: la risposta a ogni esigenza di sapere.

Dialogo tra una lavatrice e un tostapane. Come Internet delle cose cambierà l'economia e la nostra vita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Matteo, Gabriele - Temporelli, M. (a cura di)

Dialogo tra una lavatrice e un tostapane. Come Internet delle cose cambierà l'economia e la nostra vita

Hoepli, 14/10/2015

Abstract: Impareremo a convivere con miliardi di sensori. Sapremo controllare la salute dagli smartwatch allacciati ai polsi, saremo avvisati quando si libera un parcheggio in città, saremo guidati dalla nostra auto al distributore di benzina più vicino. Nei supermercati i prodotti ci racconteranno la loro origine, gli eventuali allergeni contenuti e il footprint ambientale. Sono alcuni spunti offerti da questo libro. Un viaggio dentro il nuovo mondo costituito da 50 miliardi di oggetti connessi, 14 trilioni di dollari di giro d'affari, incrementi del PIL tra l'1 e il 2%, e nascita di nuovi posti di lavoro, con aziende alla ricerca di data scientist. Questa rivoluzione IOT (Internet Of Things) riguarda tutti ed è per l'Italia un'occasione unica per sanare l'annoso digital divide. Per scoprire come, questo volume affronta casi reali e propone interviste ai protagonisti del cambiamento.

9 algoritmi che hanno cambiato il futuro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

MacCormick, John

9 algoritmi che hanno cambiato il futuro

Apogeo Education, 09/09/2015

Abstract: Quotidianamente, senza pensarci troppo, con i nostri strumenti tecnologici (potenti computer o eleganti dispositivi mobili), facciamo cose che possiamo definire straordinarie: cerchiamo in rete; archiviamo dati; facciamo acquisti; trasmettiamo informazioni confidenziali; comprimiamo i file di grandi dimensioni. Se siamo diventati così bravi lo dobbiamo ad alcune idee fondamentali che sono state sviluppate nel XX secolo e che prendono la forma di algoritmi: ricette precise che specificano sequenze di passi da compiere per risolvere un problema. Senza un algoritmo come PageRank, Google non saprebbe classificare le pagine web ogni volta che effettuiamo una ricerca; senza algoritmi come quelli della crittografia a chiave pubblica, Amazon o eBay non potrebbero eseguire transazioni sicure; senza gli algoritmi di compressione le comunicazioni via cellulare o chat consumerebbero così tanta banda da risultare farraginose se non impossibili... L'autore ci introduce e ci guida alla scoperta delle idee che "fanno funzionare" il nostro mondo digitale aprendo l'imperscrutabile, e geniale, scatola nera che abbiamo a portata delle nostre dita. Possiamo vedere nel futuro solo per un piccolo tratto, ma possiamo pure vedere che in questo piccolo tratto c'è molto da fare. Alan Turing

Singolarità. Con che velocità arriverà il futuro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Orban, David - Temporelli, M. (a cura di)

Singolarità. Con che velocità arriverà il futuro

Hoepli, 28/10/2015

Abstract: Da quando l'uomo si è affacciato sul pianeta, con un impatto sempre più ampio e profondo sulla sua evoluzione, ci si chiede se rappresenta un elemento unico e irripetibile. La sua intelligenza potrà essere replicata? E se questo avvenisse, sarà una novità sconvolgente, pari alla discontinuità dell'arrivo dell'uomo? Che cosa succederà all'umanità? Sono domande diventate oggetto di studio nella Silicon Valley, dove è nata la Singularity University. La singolarità tecnologica è il momento in cui l'intelligenza artificiale potrebbe prendere il sopravvento. Previsto per 20-30 anni da oggi, per molti esperti è uno dei momenti più promettenti ma anche più pericolosi della storia dell'umanità. Questo libro espone in modo accessibile quali sono le conseguenze dell'accelerazione del cambiamento tecnologico esponenziale e come le intelligenze artificiali cambieranno molte, forse tutte, le regole che guidano la nostra conoscenza del mondo.

Fisica sociale. Come si propagano le buone idee
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pentland, Alex

Fisica sociale. Come si propagano le buone idee

EGEA, 08/06/2015

Abstract: Se la rivoluzione dei big data ha un genio che la presiede, questi è certamente Alex Pentland. In anni di esperimenti innovativi ha distillato scoperte che oggi spalancano le porte di un campo scientifico completamente nuovo: la fisica sociale. La fisica sociale si occupa del flusso delle idee e di come le reti sociali le diffondano e le trasformino in comportamenti. Finora le ricerche dei sociologi sono dipese da set di dati limitati e da indagini che ci dicono ciò che le persone dichiarano circa i propri pensieri e comportamenti, piuttosto che ciò che veramente pensano e fanno. Siamo rimasti ancorati all'uso di categorie quali le classi sociali o il mercato. In realtà, gli esseri umani rispondono in modo molto più potente a stimoli sociali che implichino la gratificazione degli altri e rafforzino i legami, invece che a stimoli che implichino solo il loro proprio interesse economico. Pentland conduce i lettori oltre la soglia della più importante rivoluzione nello studio del comportamento sociale, verso un modo completamente nuovo di guardare alla vita stessa.

La realtà in gioco
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

McGonigal, Jane

La realtà in gioco

Apogeo_University, 29/11/2011

Abstract: Dove si trova, nel mondo reale, quella sensazione di essere davvero vivi, concentrati e impegnati, che si prova invece quando si gioca? Dove stanno il senso di forza, di tensione eroica verso un obiettivo, di comunità? C'è qualcosa che non va nella realtà. Contrariamente agli ambienti virtuali progettati con cura, il mondo reale non ci motiva con altrettanta efficacia, non offre vere sfide, non è stato ideato per massimizzare il nostro potenziale o per renderci felici. Che cosa succederebbe se usassimo tutto quello che sappiamo sulla progettazione di giochi per sistemare quello che non va nella realtà? Se cominciassimo a vivere le nostre vite reali da giocatori, conducessimo le nostre attività economiche e le nostre comunità come progettisti di giochi e pensassimo alla risoluzione dei problemi reali come teorici dei videogame? Proposta sconcertante, forse, ma anche molto stimolante: l'autrice, tra i maggiori esperti mondiali di game design, argomenta e discute a fondo questa idea, fornendo al contempo una brillante introduzione allo studio teorico dei giochi: come funzionano, perché ci attirano così tanto e che cosa possono fare per noi nelle nostre vite reali.

Io digitale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Falistocco, Gabriele - Giacomello, Marco - Pilla, Fiorenzo

Io digitale

Ledizioni, 18/12/2014

Abstract: Quale influenza esercita l'universo digitale sulla nostra vita quotidiana? Come può un algoritmo di ricerva decidere, al nostro posto, ciò che desideriamo o non desideriamo conoscere? Cos'è il diritto all'oblio?Sono solo alcune delle domande a cui questo libro prova a fornire una risposta esauriente e, al tempo stesso, accessibile.Basandosi su un attento lavoro di analisi e ricerca, gli autori esaminano i differenti aspetti che contribuiscono a comporre l'identità digitale, il riflesso grazie al quale ciascuno di noi assume autonomia e forma nel contesto immateriale della rete.

Capra e calcoli. L'eterna lotta tra gli algoritmi e il caos
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Malvaldi, Marco - Leporini, Dino

Capra e calcoli. L'eterna lotta tra gli algoritmi e il caos

Laterza, 05/05/2016

Abstract: Che cosa c'è dietro un computer? Che cosa può fare? Certo, gli algoritmi sono capaci di farci sapere con una buona probabilità se è meglio prendere l'ombrello prima di uscire, ma sono anche capaci di far crollare la borsa di Wall Street per 'eccesso di stupidità'. Marco Malvaldi e Dino Leporini spiegano in modo divertente ed efficace i limiti e i pregi di questi partner ineludibili. "Sette - Corriere della Sera" Dalle montagne russe del valore dei bitcoin al rischio di vedersi il lavoro rubato dai computer, dallo sviluppo dei droni sino ai dilemmi di privacy sui social. Sono problemi aperti con cui siamo sempre più spesso invitati a fare i conti, e che questo libro ha il grande pregio di trattare con un tono scanzonato anche se si sta parlando di complessi strumenti finanziari o di teoria del caos. Marco Motta, "le Scienze" Malvaldi e Leporini riflettono insieme sul rapporto tra modelli e complessità attraverso i due protagonisti più importanti di questa relazione: gli algoritmi e i dispositivi che da questi algoritmi derivano. Ne viene fuori un libro divertente, a tratti esilarante. Marco Pacioni, "il manifesto"

Internet of humans
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Agrò, Leandro

Internet of humans

EGEA, 24/03/2017

Abstract: Progettare sulle reali esigenze e comportamenti di ognuno non è compito riservato ai designer, ma la sfida che attende oggi ogni imprenditore e manager. Una rivoluzione inarrestabile ci pone davanti un futuro sempre più mix di tecnologie e umanità, in cui a sopravvivere saranno aziende, prodotti e servizi in grado di intercettare e soddisfare i bisogni individuali. Internet of Things e tecnologie intelligenti hanno radicalmente cambiato il mondo della progettazione, esaltando la centralità dell'umano: tra interaction design e user experience, il digitale può davvero migliorare le nostre vite, spingendo il design fuori dalla propria comfort zone. Fare design diventa così progettare oggetti storyteller, auto a guida autonoma e creature aumentate dalle molteplici forme.

Perdere tempo su internet
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Goldsmith, Kenneth

Perdere tempo su internet

Einaudi

Abstract: Tutti perdiamo tempo su Internet, arrivando persino a colpevolizzarci per quanto siamo soliti saltabeccare da un sito all'altro. Ma siamo davvero sicuri che stiamo sprecando del tempo? Per Kenneth Goldsmith non è affatto cosí perché, a differenza dei vecchi media, Internet ci obbliga a un coinvolgimento attivo, facendoci diventare piú sociali, piú inventivi, e persino piú produttivi.Goldsmith sviluppa queste sue provocatorie intuizioni sostenendo che le nostre vite digitali stanno rimodellando l'esperienza umana. Quando stiamo "perdendo tempo", in realtà creiamo una cultura della partecipazione, leggiamo e scriviamo di piú, anche se in modo diverso. E mandiamo a gambe all'aria i concetti di autorità e autenticità. Internet ci fa entrare in uno stato intermedio tra l'estrema attenzione e il naturale fluire del subconscio, la condizione ideale per la creatività. Dove tutto ciò ci condurrà è uno dei segreti del XXI secolo ancora tutto da scoprire.Ricco di richiami suggestivi alle esperienze artistiche e letterarie, dai surrealisti ai dadaisti, Perdere tempo su Internet è il manifesto che ci invita a ripensare completamente il nostro rapporto con il web. Un libro per molti versi sovversivo, un'analisi a tutto campo, avvincente e imprevedibile, come Internet del resto.Kenneth Goldsmith .Kenneth Goldsmith è un artista concettuale ed è il primo poeta laureato del Museum of Modern Art - MoMA - di New York. Ha scritto Seven American Deaths and Disasters e la raccolta di saggi Uncreative Writing. Goldsmith insegna alla University of Pennsylvania, dove ha tenuto il controverso corso "Wasting Time on the Internet" che è alla base di questo libro. Vive a New York con l'artista Cheryl Donegan e i due figli.In copertina: elaborazione grafica di Milan Bozic da foto © gabes1976 / iStock.

I media nella tela del ragno - Come la rete ha cambiato il nostro modo di pensare
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schiavo Campo, Piero

I media nella tela del ragno - Come la rete ha cambiato il nostro modo di pensare

Edizioni Imperium, 23/02/2015

Abstract: I media nella tela del ragno - Come la rete ha cambiato il nostro modo di pensare di Piero Schiavo Campo – Edizioni Imperium - collana manuali Alla metà degli anni '90, il mondo si è addormentato nel ventesimo secolo e si è svegliato nel ventunesimo. Il salto temporale era dovuto alla diffusione di massa del World Wide Web, inventato nel 1990 da un oscuro informatico di nome Tim Berners-Lee. In meno di dieci anni il Web si è trasformato da curiosità accademica in uno strumento essenziale per le nostre esistenze. Questo libro è un'introduzione generale a Internet e al Web dal punto di vista storico, tecnologico, sociale e culturale. Nato nel contesto di un corso universitario, si rivolge a tutti coloro che vorrebbero saperne di più sulla Rete delle reti: la sua struttura, il suo significato mediatico, il suo uso come veicolo di conoscenza, il suo valore rivoluzionario rispetto al condizionamento dell'opinione operato dai media tradizionali.