B I B L I O T E C A   D I   A S O L A - L U N E D Ì  2 1  M A R Z O

Chiunque abbia vissuto l’esperienza devastante del bullismo sa quanto deleteria sia, è qualcosa che ti entra dentro e non se ne va mai più. Anche quando pensi di aver dimenticato, di aver accantonato, qualcosa resta nascosto nella tua memoria e ogni tanto esce a ricordarti il dolore, la rabbia, la frustrazione.

Eppure, a volte, a essere più fragili sono proprio i bulli. Sono convinto che non esista, nel periodo dell’adolescenza, un modo giusto e uno sbagliato di essere ragazzi.  Ho conosciuto ragazzi che facevano i bulli solo per nascondere  le proprie insicurezze, gente che attaccava gli altri per negare a se stesso il proprio essere.

L’ultima volta che ho avuto sedici anni parla di questo, di ragazzi e di ragazze, di adolescenze inquiete, di bullismo, paura e vergogna. Ma anche del difficile rapporto fra adulti e ragazzi, dell’incapacità di parlare apertamente di rispetto e sessualità, dell’ipocrisia di certi ambienti. Ho raccontato una storia che spesso viene superata dai fatti di cronaca, lo dovevo a quel ragazzino che ero, quello che si sentiva solo e diverso. Lo devo a tutte le ragazze e i ragazzi che si sentono ancora così.
«Ma così lui non paga! Tutti penseranno che possono fare la stessa cosa perché tanto, alla fine, ne escono senza pagare.»
«Lo so tesoro che sei deluso, ma ormai è troppo tardi. Scusa.»
«Papà mi odia.»
«No che non ti odia.»
«Sì invece, non accetta quello che sono.»
Sua madre lo guarda in silenzio.
«Vuoi parlarne?»
«Tu ti vergogni di me? Per quello che sono?»
«Io mi vergogno di quelli che non capiscono che persona speciale sei, Manuel. Non mi interessa se ti piacciono le ragazze o i ragazzi. In alcuni momenti
sarà più difficile per te, credo, ma le cose stanno cambiando. A me non interessa se sei gay, ok?»
«A papà sì però.»
«Tuo padre ha solo bisogno di tempo.»
Non possono rischiare di finire nei guai per i suoi comportamenti. Ma Spillo non ce la fa, non sopporta più l’immagine di me disteso a terra, cianotico in volto con Ombra che non smette di chiedere a Tony se sono morto, se mi ha ammazzato. La cosa peggiore è non sapere quel che mi è successo dopo. Spillo si chiede di continuo dove io sia finito, che cosa mi sia successo. Non riesce più a sopportare la situazione, nella sua mente rivive quella scena decine di volte al giorno, si chiede se le cose sarebbero andate diversamente se prima di uscire dal bagno mi avesse detto qualcosa. È la perdita che Spillo teme più di ogni altra cosa. Prima sua sorella, poi sua madre. Persino la perdita di un invisibile come me lo angoscia.

M. Buzzi

I L   L I B R O:

 

.

P E R     A P P R O F O N D I R E:

Trovati 199 documenti.

Mostra parametri
Il club dei perdenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Clements, Andrew <1949->

Il club dei perdenti / Andrew Clements ; traduzione di Valentina Daniele

Rizzoli, 2018

Abstract: Se sta leggendo un libro che gli piace, Alec non lo molla, neanche per seguire le lezioni. Così, quando la preside Vance gli dà un ultimatum, “o stai attento in classe oppure…”, si fa venire un’idea. Per non perdere preziose ore di lettura, fonda un club. Un club di cui intende essere l’unico membro. In fondo leggere non è un gioco di squadra e nessuno si iscriverebbe mai a un club che si chiama “dei perdenti”, giusto? Però, man mano che gli altri ragazzi scoprono il suo club, compreso un ex amico diventato bullo e una ragazza che comincia a piacergli, Alec nota una cosa. La vita reale può essere più complicata dei suoi libri preferiti, ma è altrettanto interessante.

La scuola dei dinosauri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gemme, Pierre <1964-> - Pauwels, Jess <illustratore>

La scuola dei dinosauri / Pierre Gemme ; traduzione di Simona Mambrini ; illustrazioni di Jess Pauwels

Piemme, 2018

Abstract: Alla scuola dei dinosauri tutti i compagni prendono in giro il piccolo Diplodoco. Gli dicono: «Lungagnone! Gigante! Sei goffo e sgraziato!». Ma se dietro quel collo lungo lungo si celasse un vero eroe?

Il diario segreto del cuore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Recami, Francesco <1956->

Il diario segreto del cuore / Francesco Recami

Palermo : Sellerio, 2018

La memoria ; 1112

Abstract: Tra i protagonisti che animano la Casa di ringhiera, in questo nuovo episodio la ribalta è per la famiglia Giorgi, composta da: la mamma Donatella, da poco disoccupata e sempre sull'orlo di una crisi di nervi; il figlio maggiore Gianmarco tredicenne svogliato; Margherita undicenne di senno e talento; Claudio, il marito alcolizzato, cacciato di casa e in severa cura detox. Questo nuovo capitolo della storia nera di un condominio di Milano, che vuol essere specchio e lente di ingrandimento del Bel Paese in cui ci troviamo, ci fa conoscere il diario della quasi adolescente Margherita. Tra pensieri e confessioni lei rivela al Diario quello che succede veramente in un anno scolastico, a casa sua e tra i vicini, inserisce le lettere edificanti del padre, qualche racconto morale che le assegna la scuola in cui primeggia: insomma è la struttura del Cuore di Edmondo De Amicis, alternarsi di cronaca e segreti di un'anima fanciulla, pur già provata. Ma un Libro Cuore perfido e politicamente scorretto in cui scorre il neosquallore di Facebook e della prevalente devianza giovanile, tra narcisismi infantili e precoce sfrontatezza sessuale. Quello che succede è che per salvaguardare la figlia Margherita dal bullismo più o meno pedopornografico delle amiche, la madre Donatella si lascerà prendere da un istinto iperprotettivo di vendetta, e si scatenerà sui social, inconsapevole delle conseguenze. La sarabanda che ne deriva serve a Francesco Recami per mettere a fuoco la sua radiografia delle miserie della vita quotidiana nell'era di un mediocre e infelice narcisismo sottoconsumistico. Un teatro tanto più caustico ridicolo e urticante quanto più la vicinanza con cui normalmente li osserviamo rende questi modi di vivere umani e accettabili. Con buona pace del De Amicis.

La vita segreta di un unicorno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mantineo, Corinne <1990->

La vita segreta di un unicorno : romanzo / Corinne Mantineo ; illustrazioni di Martina Riva

[S.l.] : Magazzini Salani, 2018

Abstract: Alice ha undici anni, lunghi capelli rosa e ama gli unicorni. Da quando è alle medie, quattro ragazzini prepotenti non fanno altro che prenderla in giro, denigrando i suoi gusti e le sue passioni. Lei non sa cosa fare per combattere questa spiacevole situazione, finché Pegaso il suo unicorno e peluche preferito - prende incredibilmente vita e la accompagna nel regno di Dream Land. Lì anche Alice è un unicorno! Impara a volare, lancia incantesimi e conosce nuovi fantastici amici. Ma la libertà e la felicità sono doni difficili da conquistare, anche per una magica creatura alata. Età di lettura: da 9 anni.

Io, bullo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Parisi, Giusi <1978->

Io, bullo : da una storia vera / Giusi Parisi

San Dorligo della Valle : Einaudi ragazzi, 2018

Einaudi Ragazzi di oggi

Abstract: Alessandro è un ragazzo di tredici anni che vive in una delle periferie più difficili di Palermo, dove la strada fa da scuola. L'arresto forzato del padre, accusato di omicidio, e il simbolico passaggio del ruolo di capofamiglia a lui segnano il suo modo di relazionarsi con gli amici. Con il grugno sul volto e il pugno chiuso, è sempre pronto ad attaccar briga. Così si è guadagnato il rispetto del quartiere. In classe si sente il padrone e non rispetta le regole. Appoggiato dai suoi amici di sempre, insulta i compagni, specialmente i più deboli, attribuendo loro nomignoli offensivi. Si appropria del materiale scolastico altrui e lo distrugge per puro divertimento. Ha un atteggiamento spaccone e nessuno osa contraddirlo, tranne Caterina, che lo fronteggia senza timore. Un giorno, però, Alessandro mette a repentaglio la vita di un compagno, Danilo, anche se non era sua intenzione. Da questo tragico evento inizia una riflessione su se stesso che gli farà capire molte cose. Una scuola di periferia, una classe problematica, un padre assente, la prepotenza che cresce, gli amici spacconi: tutti gli ingredienti del terreno fertile su cui si sviluppano le dinamiche e il tipico atteggiamento aggressivo del bullo. Età di lettura: da 13 anni.

L'anno in cui imparai a raccontare storie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wolk, Lauren <1956->

L'anno in cui imparai a raccontare storie / Lauren Wolk ; traduzione di Alessandro Peroni

Salani, 2018

Abstract: Ambientato nel 1943, all’ombra delle due guerre, è il racconto di una ragazzina alle prese con situazioni difficili ma vitali: una nuova compagna di classe prepotente e violenta, un incidente gravissimo e un’accusa indegna contro un uomo innocente. Annabelle imparerà a mentire e a dire la verità, perché le decisioni giuste non sono mai facili e non possiamo controllare il nostro destino e quello delle persone che ci sono vicine, a prescindere da quanto ci impegniamo. Imparerà che il senso della giustizia, così vivo quando si è bambini, crescendo va difeso dalla paura, protetto dal dolore, coltivato in ogni gesto di umanità.

Guglielmo è nei guai
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vecchini, Silvia <1975->

Guglielmo è nei guai / Silvia Vecchini ; illustrazioni di Antonio Vincenti

Firenze [etc.] : Giunti, 2018

Colibrìni

Abstract: Guglielmo, un bambino ligio alle regole, è tartassato da Bruno, il bullo della scuola. A casa non è che vada meglio: i suoi genitori sono talmente presi dalle loro cose e distratti, che la sera non si accorgono neppure quando lui se ne va a letto. Vorrebbe tanto un cucciolo che gli facesse compagnia! Una storia per chi segue fin troppo le regole e ha paura di sbagliare, e per chi invece le regole non le segue affatto! Età di lettura: da 6 anni.

Beautiful music
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zadoorian, Michael

Beautiful music / Michael Zadoorian ; traduzione di Claudia Tarolo

Marcos y Marcos, 2018

Abstract: Danny non ha i vestiti giusti, non è sportivo, non è abbastanza figo. Per le ragazze è trasparente, per i bulli del liceo un bersaglio mobile. Suo padre gli ha insegnato a non scappare, a guardare negli occhi l’avversario. Lui ha un’arma che lo rende invulnerabile: il rock fantastico delle radio indipendenti, dei dischi comprati con i suoi risparmi; la musica che lo accompagna sempre nella testa, che gli dà la carica a ogni passo. Danny è sempre triste quando la musica finisce, perché altre cose brutali lo assordano. Una notizia che non vuole ascoltare. Le urla degli scontri razziali che forse a Detroit non finiranno mai. La televisione sempre accesa, il frigorifero vuoto, il perenne mal di testa di sua madre. Ma la professoressa Floyd è così bella che sembra una santa. Gli offre l’occasione che sta aspettando: lavorare alla radio della scuola. Leggerà gli annunci meglio di chiunque al mondo, farà ascoltare Jimi Hendrix, i Led Zeppelin, gli Sly and the Family Stone... Finalmente la sua vita è a una svolta.

Il club dei quattro Ronin
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cola, Alberto <1967->

Il club dei quattro Ronin / Alberto Cola ; illustrazioni di Clarissa Corradin

Milano : Piemme, 2018

Il battello a vapore. Serie arancio ; 181

Abstract: Per Max ambientarsi in una nuova città non è facile. Anche perché i bulli della scuola media Galileo Galilei lo hanno subito preso di mira. Per fortuna, un giorno, Max si imbatte nella palestra del maestro Sakamoto e, grazie al judo, ritrova fiducia in se stesso, ma soprattutto trova tre amici speciali con i quali combattere sia sul tatami che nella vita di tutti i giorni. Età di lettura: da 9 anni.

Gianni Ginocchio e il segreto inconfessabile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Calì, Davide <1972->

Gianni Ginocchio e il segreto inconfessabile / Davide Calì ; illustrazioni di Laura Re

Lapis, 2017

Abstract: No! Gianni Ginocchio no! Chiunque fosse finito in coppia con Gianni avrebbe collezionato gomitate e pizzicotti, sarebbe dovuto andare a recuperare le scarpe nel cortile o si sarebbe trovato le mutande tirate su fino alle orecchie. Avrebbe dovuto sentire sulla faccia la sua fiatella alla liquirizia, sorbirsi gli insulti e aiutarlo in qualche malefatta (o farsi menare). Ma il supplente, questo, non poteva saperlo...

Il bambino con le scarpe rotte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cambara, Rosa - Zanellato, Ilaria <1993->

Il bambino con le scarpe rotte / Rosa Cambara , Ilaria Zanellato

Torino : Gruppo Abele, 2018

I bulbi dei piccoli ; 21

Abstract: Dario sente sempre le risate dei suoi compagni. Proprio non lo lasciano in pace: sono come una zanzara fastidiosa che di giorno gli ronza nelle orecchie e di notte si nasconde dietro il letto! "Il bambino con le scarpe rotte", è così che qualcuno lo chiama a scuola. E loro, i bulli della classe, sono sempre pronti a litigare! Una storia che si apre con un passo incerto e timido, sino a spiegarsi in una corsa di libertà e desiderio di riconoscimento. Oltre i facili giudizi e le etichette che, oggi come ieri, la povertà porta con sé. Età di lettura: da 6 anni.

Il bullismo spiegato ai bambini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Laprovitera, Andrea <1971-> - Mirti <1993->

Il bullismo spiegato ai bambini / testo Andrea Laprovitera ; illustrazioni Mirti

[S.l.] : Becco Giallo, 2018

Abstract: Da un po' di tempo Giorgio a scuola si atteggia da duro prendendosela con Marco, che ora a scuola non ci vuole più andare. Eppure nessuno dei due si era mai comportato in questo modo, anzi erano due bambini gentili e allegri. Ma grazie alla saggezza del giardiniere Alfredo (e alle sue funamboliche mele) i due capiscono che nulla è perduto... Età di lettura: da 7 anni.

Omofobia, bullismo e scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fiorucci, Andrea

Omofobia, bullismo e scuola : atteggiamenti degli insegnanti e sviluppo di pratiche inclusive a sostegno della differenza / Andrea Fiorucci

Erickson, 2018

Abstract: In continuità con il recente Piano Nazionale di Educazione al Rispetto proposto dal Ministero della Pubblica Istruzione, il volume pone l'accento sulla necessità di diffondere a scuola una cultura dell'inclusione e delle differenze, con una specifica attenzione alla prevenzione e al contrasto della stigmatizzazione e della vittimizzazione omofobica. Rimarcando il ruolo chiave svolto dai docenti nella prevenzione e nel contrasto del dilagante fenomeno del bullismo omofobico a scuola, il volume presenta e discute i risultati di una ricerca qualitativa sulle percezioni e sulla progettazione di interventi inclusivi di un gruppo di insegnanti in formazione e in servizio.

Comprendere il bullismo femminile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Comprendere il bullismo femminile : genere, dinamiche relazionali, rappresentazioni / a cura di Giuseppe Burgio

Angeli, 2018

Abstract: Sempre più i mass-media si (pre)occupano del bullismo condotto da ragazze a fronte, però, di una produzione scientifica piuttosto scarsa, tanto nel panorama internazionale quanto - e in modo particolarmente evidente - nel nostro Paese. Questo testo vuole allora rispondere alle esigenze di chi ha finora dovuto limitarsi a cercare su Internet risposte su un fenomeno che appare particolarmente complesso e sfuggente. Il volume adotta un taglio preciso, basato su un'analisi di genere, ritenuto quello potenzialmente più utile per analizzare un tipo di bullismo che è definito e caratterizzato in profondità proprio dal genere di chi lo agisce. Le studiose qui presenti con i loro contributi appartengono sia a differenti correnti teoriche degli studi di genere - dal pensiero della differenza sessuale alle gender theories, fino al queer - sia a diversi settori disciplinari - pedagogia, filosofia, sociologia, didattica... - al fine di provare a costruire non solo una descrizione ma una comprensione multiprospettica del tema, che possa essere utile a insegnanti, genitori e, più in generale, a chi si interroga sulle dinamiche relazionali tra pari a scuola.

Le maschere di Pocacosa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morandini, Claudio <1960->

Le maschere di Pocacosa : romanzo / Claudio Morandini

Milano : Salani, 2018

I caprioli

Abstract: A Remigio, anche se ha dodici anni, le maschere fanno paura. C'è un motivo, però: quando arrivano i giorni di Carnevale, a Pocacosa tutti sembrano impazzire, e nascosti dentro mascheroni spaventosi minacciano, inseguono, distruggono, infieriscono, e sembrano avercela soprattutto con lui, che a scuola è il più bravo. Per proteggersi, Remigio scappa, su per il bosco, verso le cime; lassù, tra le montagne, troverà il modo di rifarsi, ma non subito: perché per tornare preparato deve imparare ad ascoltare i suoni della natura, percepire ogni odore, capire ogni verso degli animali e saper rispondere a tono, rimanere immobile fino a smettere di respirare e diventare invisibile. Ma non si tratta di vendetta, perché Remigio detesta le vendette, soprattutto da quando ha capito quanto sono infantili: la paura non è un'arma da usare contro gli altri, ma una sensazione che tutti dobbiamo provare e controllare... Una storia che profuma di boschi e libertà, che tratta con sensibilità anche il tema del bullismo. Età di lettura: da 9 anni.

La scatola dei bottoni di Gwendy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

King, Stephen <1947-> - Chizmar, Richard <1965->

La scatola dei bottoni di Gwendy / Stephen King, Richard Chizmar ; traduzione di Giovanni Arduino

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2018

Pandora

Abstract: Gwendy Peterson ha dodici anni e vive a Castle Rock, una cittadina piccola e timorata di Dio. È cicciottella e per questo vittima del bullo della scuola, che è riuscito a farla prendere in giro da metà dei compagni. Per sfuggire alla persecuzione, Gwendy corre tutte le mattine sulla Scala del Suicidio (un promontorio sopraelevato che prende il nome da un tragico evento avvenuto anni prima), a costo di arrivare in cima senza fiato. Ha un piano per l'estate: correre tanto da diventare così magra che l'odioso stronzetto non le darà più fastidio. Un giorno, mentre boccheggia per riprendere il respiro, Gwendy è sorpresa da una presenza inaspettata: un singolare uomo in nero. Alto, gli occhi azzurri, un lungo pastrano che fa a pugni con la temperatura canicolare, l'uomo si presenta educatamente: è Mr. Farris, e la osserva da un pezzo. Come tutti i bambini, Gwendy si è sentita mille volte dire di non dare confidenza agli sconosciuti, ma questo sembra davvero speciale, dolce e convincente. E ha un regalo per lei, che è una ragazza tanto coscienziosa e responsabile. Una scatola, la sua scatola. Un bell'oggetto di mogano antico e solido, coperto da una serie di bottoni colorati. Che cosa ottenere premendoli dipende solo da Gwendy. Nel bene e nel male.

Superfifone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dazzani, Marco

Superfifone / Marco Dazzani

Milano : Fabbri, 2018

Like

Abstract: Ben è un disastro: capelli rossi, look da sfigato e tanta fifa addosso. Per uno come lui andare a scuola è un percorso a ostacoli degno di una disciplina olimpica, dove passare inosservati e cercare di non prenderle sono gli unici traguardi all'orizzonte. Un giorno, in fuga dal più bullo dei bulli, si rifugia nello sgabuzzino della scuola: lì, tra scope e secchi putridi, aspetta rassegnato il suo feroce destino, che ha un nome, un cognome, un nutrito fan club e tanta voglia di menare. La porta si apre, mille occhi sono puntati su di lui, la fifa raggiunge vette mai raggiunte prima. Quanto sarebbe bello se la paura all'improvviso si rivelasse un superpotere? Se Ben diventasse il vendicatore mascherato dei deboli e facesse tremare come conigli impauriti i bulli più prepotenti? Ma dai grandi poteri discende una grande responsabilità, diceva un supereroe, e Ben lo impara a proprie spese... Età di lettura: da 9 anni.

Come la luce nei sogni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Predicatori, Paola <1967->

Come la luce nei sogni / Paola Predicatori

Bompiani, 2018

Abstract: È così difficile tornare indietro, dalla grande città alla provincia, a quarantasette anni, senza lavoro, e ritrovarsi a vivere in un garage adattato a casa. Tiziano è risucchiato indietro, verso il passato, da un vuoto esistenziale che lo ammala e che non riesce a colmare. Il solo a stargli vicino, in un modo silenzioso e istintivo, è Gioele, il nipote: un ragazzo intrappolato in una medietà rabbiosa, che subisce senza reagire le vessazioni del bullo da manuale finché, animato dal senso di una resistenza accanita che avverte nello zio, si ribellerà, pronto a sopportare le conseguenze dei suoi no. E' da Gioele che ascoltiamo a posteriori questo racconto di vite che cercano un senso: da una parte Tiziano, che ritrova l'equilibrio nel lavoro manuale e in un amore a sorpresa; dall'altra Gioele, avido di modelli non banali.

Fuoco resta con me
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Araldi, Elena - De Luna, Lara <pseudonimo>

Fuoco resta con me / Elena Araldi, Lara De Luna

Baldini+Castoldi, 2018

Abstract: Satine è bellissima, popolare, sportiva, vincente, e sta insieme a Nico, il più desiderato del liceo. Ma dentro di sé comincia a sentire che non può fidarsi davvero di nessuno: non del suo ragazzo, non della sua presunta migliore amica e certamente non di sua madre, sempre pronta a giudicarla. Carola è introversa, sognatrice, emotiva, e fa di tutto per passare inosservata. Il suo unico amico è sempre stato suo padre, ma adesso lei ha un segreto troppo grande, inconfessabile, che la sta allontanando anche da lui. Due così non sono mai state amiche, e non potranno mai esserlo, giusto? Invece, in una notte di inizio estate, mentre i loro compagni si scatenano per festeggiare la fine della scuola, succede qualcosa che cambia le vite di Carola e Satine per sempre. All'improvviso, le due ragazze si ritrovano complici e alleate: non possono e non vogliono tornare a casa, davanti a loro c'è solo la fuga. Comincia così un'incredibile avventura on the road che le porta a mettere in gioco e in discussione tutto quello che hanno e che credevano di essere. Dietro un'apparente sicurezza possono nascondersi dolcezza e fragilità; un aspetto anonimo può mascherare un'anima forte e luminosa; la vera amicizia, quella più forte di ogni cosa, può nascere nelle situazioni più inaspettate. I sogni, le paure, il desiderio d'amore, ma anche la cattiveria dei coetanei, il cyberbullismo, le difficoltà nel rapporto con gli adulti: insieme alle sue indimenticabili protagoniste, "Fuoco resta con me" ci porta nel viaggio intenso, emozionante e a volte terribile per diventare grandi.

#cisonoanchio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sommacampagna, Monica

#cisonoanchio : nel buio di questa notte non mi aspetto di trovare luce : e invece... / Monica Sommacampagna

Gabrielli, 2018

Abstract: Asia è una ragazzina di 13 anni che vive dai nonni. Non va bene a scuola ed è chiusa in un mondo tutto suo. Un giorno, quando perde la connessione stabilita attraverso la chat via Telegram con il suo unico amico cinese Cheng si mette in testa che sia scomparso. Sarà vero? Attraverso ASKfm, un social popolare dove si commettono anche atti di cyberbullismo Asia maturerà un atteggiamento online che cambierà molte situazioni dolorose nel suo mondo reale. Lasciando poco spazio alle fantasie e, in particolar modo, alle paure.