Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Rosmarino - Brigitte Minne

Bello, finalmente una nuova fiaba come si deve! Ironia, niente buonismi o perbenismi, niente morale necessaria sul finale. Leggetela e, per i colleghi: acquistatela per le vostre biblioteche!

Quella peste di Sophie - Contessa di Ségur

Ironico, scorrevole, divertente.
Una bimbetta di 4 anni, Sophie, e il suo compagno di giochi nonché cugino di 5, Paul. Lei irrequieta e disubbidiente, lui buono e bravo, ma incapace di ostacolare in alcun modo le bizzarrie della bambina. Sophie impara sbagliando perché, come tutti i bambini di 4 anni, capisce di averne combinata una delle sue quando oramai è troppo tardi. La mamma a volte la punisce, a volte crede che il rimorso della bimba per le sue malefatte sia sufficiente.
Un libro in cui la morale c'è ma non si vede (o per lo meno non se ne sente il peso didascalico come in certi libri per l'infanzia - e non solo! - dai quali siamo sommersi!). Io mi sono divertita leggendolo e lo proporrò alla Scuola Primaria. I capitoli piuttosto brevi lo rendono agevole anche per quei giovani lettori che non amano avvicinarsi a libri troppo lunghi. Lo consiglio anche ai colleghi bibliotecari: da inserire tra gli acquisti!

Non e' il paese che sognavo - Carlo Azeglio Ciampi

"Quando un popolo è politicamente malato, di solito ringiovanisce se stesso e ritrova, alla fine, lo spirito che aveva lentamente perduto per riscoprire e conservare la sua potenza. La civiltà deve le sue più alte conquiste proprio alle epoche di debolezza politica" Friedrich Nietzche; Umano troppo umano.

"Alzatevi all'alba per conoscere il miracolo del risveglio quotidiano della natura...dovrete mantenere lo sguardo alto e sentire l'energia dell'aria pungente del nuovo mattino"
La Patria è una comunione di liberi e d'uguali affratellati in concordia di lavori verso un unico fine. La Patria non è un aggregato, è un associazione.
" Vi sono periodi di crisi di trapasso in cui viviamo nello scontento e nell'indecisione, tra una vecchia routine che più non ci appaga e che addirittura ci ripugna, e una prospettiva nuova che non ci offre ancora una solida presa. Sono periodi in cui è ingrato vivere, per coloro che vogliono vivere da uomini, cioè da artefici del proprio avvenire" Guido De Ruggiero, 1946
Ciò che conta per essere felici non è il benessere acquisito ma lo stato d'animo di vivere con la speranza e la certezza che si progredisce, che si va avanti.
Sii ambizioso, scommetti sulla tua vita e sul tuo talento, mettiti alla prova.
" Senza educazione voi non potete scegliere giustamente fra il bene e il male; non potete acquistar coscienza dei vostri diritti, non potete ottenere quella partecipazione nella vita politica senza la quale non riuscirete a emanciparvi; non potete definire a voi stessi la vostra missione. L'educazione è il pane delle vostre anime" Giuseppe Mazzini