Trovati 14365 documenti.

Mostra parametri
Dipingere per sentirsi bene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Haines, Jean

Dipingere per sentirsi bene / Jean Haines

Il Castello, 2020

Abstract: Dall'istante in cui comincerete a dipingere, umore e atteggiamento cambieranno in meglio. La pittura è un'attività arricchente, stimolante e gratificante, che vi aiuterà a vedere il lato positivo di ogni situazione. Seguite l'artista Jean Haines in un viaggio emozionante: con ciascuna pennellata scoprirete come superare le sfide e vedere le cose da una nuova prospettiva. Pieno di divertenti esercizi, questo libro vi aprirà la strada dell'arte. Scoprite l'effetto stimolante e di miglioramento dell'umore della pittura. Cominciate a dedicarvi a una passione che trasformerà la vostra vita.

L'arte contemporanea
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Godfrey, Tony

L'arte contemporanea : un panorama globale / Tony Godfrey ; traduzione di Chiara Stangalino

Einaudi, 2020

Abstract: Una inconsueta introduzione alla storia dell'arte su scala mondiale, dal 1960 ad oggi. L’arte contemporanea è spesso provocatoria, può sconcertare o divertire, destare perplessità e talvolta scandalizzare. Cosa significa? È davvero arte? E poi, perché è cosí cara? I libri che cercano risposte a queste domande non mancano, ma spesso lasciano il lettore confuso, sopraffatto da un linguaggio impenetrabile o sviato da argomentazioni faziose. Attento al lavoro di artisti di tutto il mondo, appartenenti a culture e tradizioni diversissime, sempre vivace nello stile, il libro di Tony Godfrey vuol essere una guida originale per orientarsi nella storia dell’arte degli ultimi quarant’anni. L’autore è convinto che per capire l’arte contemporanea sia necessario saper ascoltare molte voci: di critici, teorici, curatori, collezionisti, ma anche degli stessi artisti e del pubblico. L’analisi si struttura intorno a sequenze di svolte creative e accese discussioni su cosa sia o dovrebbe essere l’arte, contestualizza e seleziona le opere piú rappresentative dei principali artisti oggi in attività dalle Americhe all’Estremo Oriente, fornendo un’interessante e accessibile introduzione a un tema pieno di fascino e fonte di continue sorprese ed emozioni. «Abbiamo tutti un’idea di cosa si intende per stile tardo di un pittore: Tiziano, Rembrandt, Guston e altri ce ne hanno offerto validi esempi. Ma cosa possiamo dire degli artisti che lavorano con le installazioni, la fotografia o la performance? Come raggiungono uno stile maturo? Durante la Biennale di Bangkok del 2018 mi sono avventurato in un grande centro commerciale e vedendo l’enorme installazione di Yayoi Kusama, Pumpkins, mi sono chiesto se rappresentasse il suo stile tardo. Certo, era spettacolare! Ma il concetto di “stile” pare inappropriato per la mania ossessiva di Kusama di coprire il mondo di pois. Quello che è cambiato è l’atteggiamento e la comprensione del pubblico nei confronti del suo lavoro: tra le altre cose, la gente è impressionata dalla sua costanza, e oggi fa la fila in tutto il mondo per entrare nelle sue Infinity Mirror Rooms, nonostante non siano poi cosí diverse da quella che realizzò piú di cinquant’anni fa, anche se la tecnologia è molto migliorata».

Pittura e committenza in Lombardia tra Due e Trecento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Novelli, Santina

Pittura e committenza in Lombardia tra Due e Trecento : l'ascesa di una signoria e la genesi di un linguaggio / Santina Novelli

Viella, 2020

Abstract: Questo libro affronta il problema della genesi e dei caratteri del linguaggio pittorico lombardo prima del decisivo soggiorno milanese di Giotto (1335-1336) e del suo allievo Stefano. Vi si svolge un racconto che prende le mosse dal ciclo di affreschi che nella rocca di Angera celebra la vittoria di Ottone Visconti a Desio e si conclude con la prima decorazione del tiburio della chiesa abbaziale cistercense di Chiaravalle Milanese al tempo della signoria di Azzone Visconti. Il periodo della non scontata affermazione viscontea è ripercorso grazie a una selezione di opere dislocate lungo un tracciato regionale che risale la via Francigena da Parma a Lodi a Varese e che da lì si sposta a Como e Bergamo. Di volta in volta l'analisi delle testimonianze artistiche e quella dei loro contesti di committenza hanno permesso di ricostruire una trama di relazioni politiche e culturali largamente inedita e di tratteggiare uno spaccato storico nel quale finalmente emergono le figure dei protagonista

Un artista chiamato Banksy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un artista chiamato Banksy

SAGEP, 2020

Abstract: Originario di Bristol, il celeberrimo quanto misterioso writer anglosassone è considerato uno dei maggiori esponenti della Street Art. A pochi giorni di distanza dalla sua ultima creazione, Game Changer, opera donata al General Hospital di Southampton in cui è raffigurato un bambino che ai tradizionali supereroi preferisce una bambola vestita da infermiera, Ferrara gli rende omaggio con la mostra Un artista chiamato Banksy, curata da Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa, prodotta e organizzata dall'Associazione Culturale MetaMorfosi. L'esposizione si compone di oltre 100 opere dell'artista britannico, tra cui alcuni dipinti, serigrafie e numerosi stencil. Oltre a questi, il pubblico avrà l'occasione di ammirare anche alcuni oggetti installativi e memorabilia. Il catalogo della mostra rappresenta anche una monografia su uno degli artisti più discussi e, al tempo stesso, ammirati del nuovo millennio. Da Dismaland print a Love Is In The Air, da Barcode a Monkey Queen, da Girl with Balloon a Mickey Snake, il lettore avrà la possibilità di intraprendere un lungo viaggio attraverso la rivoluzionaria e originale poetica del writer inglese senza identità.

Caravaggio tra naturalismo e realismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Casati, Alessandra

Caravaggio tra naturalismo e realismo : un percorso nella critica attraverso le mostre, 1922-1951 / Alessandra Casati

Mimesis, 2020

Abstract: La figura e l'opera di Caravaggio sono state oggetto, nel corso del XIX e del XX secolo, di molteplici revisioni e riletture, a partire dalle accuse di trivialità rivolte al pittore da Bellori sino alla sua progressiva rivalutazione, agli inizi del Novecento, da parte di studiosi italiani e stranieri. Occasioni di verifica e indagine storico-critica, ma anche momenti di esaltazione collettiva furono le mostre: dalla grande esposizione fiorentina del 1922, dedicata alla pittura italiana del Seicento e Settecento, per giungere alla mostra monografica di Milano del 1951, curata da Roberto Longhi. Questo libro approfondisce mezzo secolo di dibattiti, revisioni attributive, scontri, sia nel campo degli specialisti sia sul fronte, sinora meno indagato, della militanza e della ricezione del pubblico.

L'arte del falso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Charney, Noah <1979->

L'arte del falso / Noah Charney ; traduzione di Irene Inserra e Marcella Mancini

Johan & Levi, 2020

Abstract: È il 1947 e Han van Meegeren è sotto processo per alto tradimento: accusato di aver venduto durante la guerra un pezzo del patrimonio culturale olandese al gerarca nazista Hermann Göring, rischia l'esecuzione capitale. Il "Vermeer" in questione l'ha dipinto lui, ma nessuno gli crede. Per dimostrarlo, gli viene chiesto di eseguirne una copia lì, seduta stante. La risposta sprezzante di van Meegeren non si fa attendere: «In tutta la mia carriera non ho mai dipinto una copia! Ma vi dipingerò un nuovo Vermeer. Vi dipingerò un capolavoro!». Le motivazioni che spingono una mano così ingegnosa a commettere questo genere di crimine sono le più svariate, ma il livore nei confronti dell'establishment artistico o la sfida verso i cosiddetti occhi esperti sono un motore di gran lunga più potente della mera speculazione. Se imitare le opere dei grandi maestri è stata per lungo tempo una consuetudine, alcuni hanno continuato a farlo per semplice diletto o per il gusto di provocare, con l'autocompiacimento tipico di chi si misura con i giganti della storia dell'arte. Noah Charney ci scorta in un'avventurosa spedizione tra storia, psicologia e scienza, alla scoperta dei drammi e degli intrighi che circondano le vicende dei più famosi falsi d'arte: dalle "copie non originali" di Dürer a opera di Marcantonio Raimondi alla coppa in oro del maestro orafo Reinhold Vasters finita al Metropolitan con la firma di Benvenuto Cellini, fino alle imprese di Wolfgang Beltracchi, vero e proprio mago della truffa che ha prodotto una quantità incalcolabile di capolavori contraffatti diventando addirittura protagonista di un documentario di successo. Il pubblico, del resto, rimane sempre affascinato da questi loschi personaggi, tanto che i criminali spesso passano per eroi. Dotati di un fascino oscuro, consumati dalla hybris di riscrivere la storia, i falsari creano inganni perfetti per dimostrare di essere geniali. E in molti casi lo sono davvero.

Sandro Botticelli, 1445-1510
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Daverio, Philippe <1949-2020>

Sandro Botticelli, 1445-1510

Corriere della sera, 2020

Abstract: La monografia ripercorre vita e opere di Sandro Botticelli. Il saggio di Daverio offre la chiave di lettura per conoscere e capire a fondo l'artista, in un viaggio alla scoperta dei suoi capolavori.

Claude Monet, 1840-1926
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Daverio, Philippe <1949-2020>

Claude Monet, 1840-1926

Corriere della sera, 2020

Abstract: La monografia ripercorre vita e opere di Claude Monet. Il saggio di Daverio offre la chiave di lettura per conoscere e capire a fondo l'artista, in un viaggio alla scoperta dei suoi capolavori.

La biblioteca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Campbell, James W. P. <architetto>

La biblioteca : una storia mondiale / James W. P. Campbell ; fotografie di Will Pryce ; traduzione di Luigi Giacone e Chiara Veltri

Einaudi, 2020

Abstract: Le biblioteche non sono soltanto degli spazi in cui si conservano e custodiscono libri. Nel corso dei secoli, i progetti dei più grandi edifici destinati a questo scopo hanno voluto esaltare il momento della lettura e l'importanza dell'apprendimento. Indipendentemente dalla loro appartenenza a un singolo individuo, a un'istituzione o perfino a un'intera nazione, le biblioteche sono diventate simboli di cultura, luoghi di scambio e incontro, istituzioni che preservano e tramandano il sapere. Questo libro intende esporre la storia completa dell'evoluzione di tali edifici, dalle prime biblioteche dell'antica Mesopotamia alle biblioteche perdute delle civiltà classiche, dalle biblioteche monastiche del Medioevo a quelle sontuose in stile rococò, fino ad arrivare alle biblioteche monumentali del mondo moderno. Il volume, tra narrazione e ricerca fotografica, vuole sia chiarire in che modo lo sviluppo delle biblioteche illustri il mutevole rapporto del genere umano nei confronti della parola scritta, sia dimostrare che le biblioteche, in tutto il mondo e in ogni epoca storica, siano sempre state ben di più di meri depositi polverosi di documenti, divenendo piuttosto simboli attivi di cultura e civilt

Raffaello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raffaello : la vita, l'arte, l'eredità di un genio / a cura di Anna Cerboni Baiardi

White Star, 2020

Abstract: A cinquecento anni dalla sua morte, questo prestigioso volume di grande formato ripercorre la vita e l'opera di Raffaello, mettendo in luce non soltanto lo straordinario genio artistico, ma anche aspetti meno noti della personalità del grande maestro, che dimostrò nella sua carriera doti imprenditoriali sorprendentemente moderne: dalla gestione di una rete flessibile di collaboratori fino all'uso di antesignani strumenti di marketing. Un intero capitolo è infatti dedicato alle incisioni che Raffaello utilizzava per promuovere le sue opere. Un punto di vista originale su un genio indiscusso.

Van Gogh
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Van Gogh : Girasoli / con un testo di Philippe Daverio

Corriere della sera : La Gazzetta dello sport, 2020

I Trecento anni della chiesa di San Michele Arcangelo in Castel Goffredo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I Trecento anni della chiesa di San Michele Arcangelo in Castel Goffredo : 1720-2020 / a cura di Barbara D'Attoma ; con un contributo di Alberto Crosato

Associazione San Michele, 2020

Appunti d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tabai, Lisa - Telo, Massimo - Milazzo, Alfio

Appunti d'arte : conversazioni sugli affreschi di Palazzo Gonzaga-Acerbi / Lisa Tabai, Massimo Telò, Alfio Milazzo

Comune di Castel Goffredo, 2020

Arte e catechesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garini, Michele <1980->

Arte e catechesi : Il ciclo di Romanino della Cattedrale di Asola / Michele Garini

Gilgamesh, 2020

Abstract: Non esiste chiesa che non custodisca delle opere d'arte. Spesso trascurate, poco valorizzate e sconosciute agli stessi fedeli che la frequentano. È dalla considerazione di questo immenso patrimonio che nasce l'intuizione del libro: approcciare l'arte sacra come strumento di evangelizzazione, catechesi e annuncio cristiano. La sua potenza estetica, simbolica ed evocativa, infatti, rivela quello che le parole non riescono a comunicare. Ma non ci si ferma alla teoria. Una solida base storica e metodologica apre a una concreta applicazione pratica. La rilettura catechistica del ciclo realizzato nel XVI secolo dal pittore bresciano Girolamo Romanino sul pulpito e sull'organo della Cattedrale di Asola (Mantova). Una rappresentazione compiuta e, allo stesso tempo, aperta e sempre nuova della storia della salvezza scritta da Dio con gli uomini.

Van Gogh
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Goldin, Marco <1961->

Van Gogh : l'autobiografia mai scritta / Marco Goldin

La Nave di Teseo, 2020

Abstract: "Van Gogh non era pazzo. Si è avvicinato al sole, prima cercandolo, poi fuggendone via. Vi è rimasto impigliato, con un filo che mai più ha districato, stringendolo nella mano. Fino a quella spiga di grano rimasta nella tasca della sua giacca, sotto il cielo di Auvers, prima di sera. Accanto a un covone. Sotto le stelle del firmamento. Van Gogh non era pazzo. Ha camminato danzando sulla vita, come sul filo mai interrotto di un vulcano. E lapilli e piccoli falò e notti e stelle. E apparizioni e misteri. Ha creato con la disciplina della sua anima un mondo inarrivabile, il mondo di un eroe. Colui che arriva a toccare il sole e poi riesce a raccontarne il fuoco e il calore, la luce che abbaglia. E quella luce la fa diventare colore. Un colore che nessuno mai aveva dipinto così prima. E mai nessuno ha dipinto poi. Questo libro racconta la vita e l'opera di Van Gogh facendo continuo riferimento alle sue lettere, che diventano quindi non solo l'occasione per lo svolgimento di una vera e propria trama, ma anche il riferimento assoluto pagina dopo pagina. Quasi come fosse Van Gogh, almeno in alcuni capitoli, a raccontarsi, in una sorta di autobiografia che non ha mai scritto. La vita si intreccia con l'opera e ugualmente l'opera entra nella vita." (Marco Goldin)

Guida completa alla pittura ad acquarello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scott, Marylin

Guida completa alla pittura ad acquarello : un manuale indispensabile per l'artista principiante / Marylin Scott

7. ed.

Il Castello, 2020

Abstract: Apprendete l'arte della pittura ad acquarello con questo manuale conciso ed esauriente. Oltre 100 dimostrazioni passo passo vi insegneranno a dipingere un'ampia varietà di soggetti, fra cui paesaggi, costruzioni, persone e nature morte. Imparate le tecniche principali della pittura ad acquarello, dalla composizione alle pennellate, dalle sfumature agli effetti speciali come i puntini e le velature.

I Madonnari nel cuore di grazie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I Madonnari nel cuore di grazie : ex voto 2020 / a cura di Paola Artoni, Paolo Bertelli ; fotografie di Marina Tomasi

Universitas Studiorum, 2020

Banksy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dogheria, Duccio <1976->

Banksy / Duccio Dogheria

Giunti, 2020

Abstract: Lo scopo della Street Art è quello di trasformare un angolo di città in un terreno di confronto e riflessione su temi sociali ed esistenziali. In questo senso si può affermare che il più noto, efficace, controverso e dibattuto protagonista del genere è Banksy (Bristol 1974). Come per Elena Ferrante, fama e incertezza sull’identità anagrafica possono felicemente coesistere. La vera identità di Banksy, al di là delle molte illazioni, non è nota. Resta la sua capacità di far parlare di sé attraverso le proprie opere. Graffiti eseguiti con lo stencil sparsi in mezzo mondo – dal muro che separa Cisgiordania e Israele a Venezia, a New York – diffondono le sue immagini che, in modo chiaro e leggibile a chiunque, parlano di violenza urbana, ingiustizie sociali, guerre, libertà violate, consumismo. Sempre con una vena di ironia e con una particolare capacità di adattare il messaggio al supporto, facendolo diventare parte dell’opera stessa.

Un minuto d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Collu, Daniela <1982->

Un minuto d'arte / Daniela Collu

Vallardi, 2020

Abstract: Perché tutti pensano che per apprezzare l'arte siano necessari paroloni incomprensibili o libri pallosissimi? Daniela Collu vuole dimostrarci che non è così. Storica dell'arte per formazione e conduttrice radiotelevisiva per professione, ci invita a una passeggiata tra 60 opere, artisti e monumenti fondamentali, facendoci scoprire che si può godere della bellezza senza soggezione e persino con divertimento e ironia. Partendo dalla sua rubrica instagram #1minutodarte, ci fa osservare l'arte imparando a porci delle domande, come se fosse un delitto irrisolto. Scopriremo che le risposte possono essere sorprendenti, acute, geniali, a volte di un'ironia e una libertà mai incontrate prima. E se l'arte contemporanea ci concede il lusso del rebus, ci stupiremo a ritrovare lo stesso gioco di significati nascosti, slittamenti e misteri nell'arte antica, nel Medioevo e nel Rinascimento, nelle pale d'altare e nei ritratti con le damine e il levriero afghano impeccabilmente in posa. Raccontando aneddoti scemi ed elargendo informazioni preziosissime, Un minuto d'arte ci insegna a usare curiosità e senso critico, a costruirci i nostri strumenti per osservare il bello, regalandoci la granitica certezza che la creatività ci salverà tutti. Quando il MoMA è lontano ma la voglia di Les demoiselles d'Avignon prende il sopravvento, ecco un libro ricco di immagini e tutto da leggere, per guardare all'arte con occhi nuovi e ricordarci che la bellezza è un'esperienza che può cambiarci la vita.

Figure
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Falcinelli, Riccardo <1973->

Figure : come funzionano le immagini dal Rinascimento a Instagram / Riccardo Falcinelli

Einaudi, 2020

Abstract: Perché alcune immagini diventano famose e altre no, perché ci catturano, stupiscono, ipnotizzano: come funzionano? Figure ci accompagna nella bottega di pittori, fotografi, registi, da Raffaello a Stanley Kubrick, rivoluzionando il nostro modo di guardare. Spesso, davanti a un quadro, tendiamo a domandarci che cosa significhi, o quali fossero gli intenti del pittore, o come si collochi nell’epoca in cui è stato realizzato: ma cosí la storia dell’arte rischia di essere una spiegazione solo di storia, anziché di arte. Riccardo Falcinelli adotta un paradigma completamente diverso. Invece di cercare il «significato» delle immagini, entra nel loro ingranaggio, le tratta non come simboli da decifrare, bensí come meccanismi da smontare, ci spiega in che modo sono state progettate e costruite, e perché. Scritto con piglio affabulatorio e avvincente, che conferma Falcinelli come uno dei migliori saggisti italiani, Figure è un libro per chi vuole capire le immagini, ma anche per chi vuole inventarle.