Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Arte

Trovati 12664 documenti.

Mostra parametri
Gillo Dorfles
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Francione, Fabio <1966->

Gillo Dorfles : vivere il presente osservando il futuro : annotazioni e divagazioni per un libro in divenire / Fabio Francione

Mimesis, 2021

Abstract: "La storia non ha quasi mai un andamento rettilineo, non solo per chi ne è il protagonista, ma per chi ne valuta gli accadimenti dall'esterno in un secondo tempo. È per questo, anzi, che molto spesso i dati storici ci sorprendono a posteriori e ci chiediamo come mai non corrispondano a quel processo che a noi sembrerebbe il più legittimo. Ma, se questo è il caso più comune, tuttavia, ci sono dei casi che vanno al di là della normale procedura che a noi sembrerebbe una ragionevole successione dei fatti; e spesso questa accidentalità è proprio quello che cambia inaspettatamente il procedere degli eventi. Ne abbiamo molti esempi sotto gli occhi; e del resto basta leggere attentamente un testo storico, senza pregiudizi 'di parte', per scoprire una quantità di contraddizioni che rendono più affascinante la vicenda storica."

Tavolette lignee
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bosoni, Alessandro

Le tavolette lignee da soffitto del MuVi di Viadana / fotografie di Alessandro Bosoni

[Viadana : Fondazione Daniele Ponchiroli, 2021]

Il potere o la vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fusini, Nadia <1946->

Il potere o la vita / Nadia Fusini

Il Mulino, 2021

Abstract: Un doppio ritratto, un affascinante enigma: i due ambasciatori, protagonisti di questo quadro, ci fissano con sguardo pensoso, diretto e al tempo stesso interiore. Ci affascina l'inquietante e indefinibile aria di mistero dei loro occhi seri, gravi, assorti in qualche segreto pensiero. Questo dipinto di Hans Holbein il Giovane mette in scena un'ossessione particolarmente forte nella corte scintillante di Enrico VIII, quella del potere e del comando, rivelandone il lato più oscuro. Cos'è quell'oggetto-macchia, lì in basso, che ingombra la scena? Un inciampo per lo sguardo, un pozzo di tenebra, a ricordarci la debolezza e la caducità della vita umana.

Renzo Piano & Renzo Piano Building Workshop
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ciccarelli, Lorenzo <1987->

Renzo Piano & Renzo Piano Building Workshop / Lorenzo Ciccarelli

Giunti, 2021

Abstract: Monografia su Renzo Piano ed il Renzo Piano Building Workshop.

Simmetrie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Veneziani, Jacopo <1995?->

Simmetrie : osservare l'arte di ieri con lo sguardo di oggi / Jacopo Veneziani

Rizzoli, 2021

Abstract: La prospettiva di Masaccio può svelarci le ragioni profonde dei tagli di Fontana? I paesaggi sconfinati di Friedrich potrebbero essere una chiave di lettura della pittura di Rothko? È possibile che artisti così lontani abbiano un fondamento comune? Il futuro delle immagini del passato è nel nostro sguardo di osservatori del XXI secolo.

Utrillo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tazartes, Maurizia <storica e critica d'arte>

Utrillo / Maurizia Tazartes

Giunti, 2021

Abstract: La figura e l'opera di Maurice Utrillo, nato nel 1883 a Montmartre da padre ignoto. Ci sono varie ipotesi, in merito, tutte nell’ambito degli artisti del tempo; finché nel 1891 un pittore catalano, Miquel Utrillo, ne assume la paternità e gli dà il cognome. La madre è Suzanne Valadon, modella e pittrice essa stessa. È lei che gli insegna a dipingere, e Maurice raggiunge una certa notorietà. Ancora giovanissimo manifesta però i segni di un’infermità mentale che lo condizionerà per tutta la sua esistenza, così come la dipendenza dall’alcol. Restano i suoi colorati e poetici paesaggi urbani, tema quasi esclusivo della pittura di Utrillo, svoltasi fino alla metà del secolo scorso lontana da ogni tentazione di avanguardia.

Dante e le arti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bussagli, Marco <1957->

Dante e le arti / Marco Bussagli

Giunti, 2021

La seconda ora d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Tomaso <1971->

La seconda ora d'arte / Tomaso Montanari

Einaudi, 2021

Abstract: Un viaggio alla scoperta di cento opere fondamentali, per imparare attraverso la bellezza a essere persone più umane e cittadini più consapevoli.

Arte a parte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pericoli, Tullio <1936->

Arte a parte / Tullio Pericoli

Adelphi, 2021

Abstract: Un quaderno di riflessioni sul mestiere, un abbecedario molto personale, un tentativo di autobiografia. E molto altro. Da qualche anno Tullio Pericoli conduce su se stesso, nel suo studio, una serie di curiosi esperimenti, di cui poi racconta i risultati in forma di libro. L'ultimo - questo - è per certi versi il più audace. Si trattava infatti di mettere alla prova gli occhi della fronte (come li chiama Pericoli) e gli occhi della mente, chiedendo ai primi di controllare tutto quello che la mano al lavoro faceva, e intanto ai secondi di addentrarsi nei «corridoi bui del cervello», riportando tutto quello che di inusuale gli accadesse di notare. I risultati della ricerca sono tanti quante sono le pagine di questo libro. In alcuni i lettori riconosceranno l'autore, ma altri hanno sorpreso lui per primo, spingendolo ad esempio a modi nuovi di vedere la pittura. Modi che Pericoli tenta di mettere definitivamente a fuoco anche per la via che gli è più naturale - ridisegnando cioè a matita le opere di alcuni suoi spiriti guida, da Morandi a Saenredam, alla ricerca dei loro segreti.

Hals
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pescio, Claudio <1953->

Hals / Claudio Pescio

Giunti, 2021

Abstract: Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d’oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d’animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.

Hogarth
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Senise, Luigi <1967->

Hogarth / Luigi Senise

Giunti, 2021

Abstract: L'autore ripercorre la vita e l'opera dell'incisore e pittore londinese William Hogarth (1697-1764), artista particolarmente legato al mondo del teatro e della letteratura, con una propria collocazione originale nel panorama artistico inglese.

Ruthart
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carl Borromäus Andreas Ruthart : un pittore mitteleuropeo fra Milano, Venezia, Firenze, Roma, L'Aquila e Napoli / a cura di Gianluca Bocchi, Ulisse Bocchi

Parma : Grafiche Step, [2020]

Santa Caterina di Concordia 1520-2020
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Santa Caterina di Concordia 1520-2020 : un "monasterio", una chiesa, una comunità / a cura di Enzo Ghidoni e Mauro Calzolari

Gruppo Studi Bassa Modenese, 2020

Abstract: Il volume presenta le vicende del monastero agostiniano di S. Caterina di Concordia (Modena) dalle origini alla soppressione del 1769 e la successiva trasformazione del complesso religioso in chiesa sussidio di cura della parrocchiale di Concordia. Un'ampia sezione è riservata alla trascrizione delle fonti documentarie inedite.

La Cappella Sistina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Forcellino, Antonio <1955->

La Cappella Sistina : racconto di un capolavoro / Antonio Forcellino

Laterza, 2020

Abstract: La Cappella Sistina è uno dei luoghi più celebri al mondo. È il capolavoro che segna il passaggio dalla bottega rinascimentale al trionfo del genio creativo moderno. Quello in cui l'opera d'arte inizia a essere riconosciuta come prodotto di puro ingegno. Quello attraverso cui la politica realizza pienamente il potenziale comunicativo e propagandistico dell'arte. È qui che papa Sisto IV, per fronteggiare l'insidia alla sua guida spirituale posta da Maometto II, inaugura un'impresa artistica che sarà un manifesto della legittimità papale: la decorazione della cappella più importante della cristianità. Un vero e proprio consorzio di maestri realizza la decorazione della parte inferiore della Sistina. Il risultato è uniforme, quasi fosse l'opera di una sola mano; è la massima espressione della maestria delle botteghe toscane del Quattrocento. Anni dopo, nel 1505, papa Giulio II - nipote di Sisto IV - imprime una svolta. Sedotto dal talento prodigioso di un ragazzo fiorentino, lo chiama a Roma. È Michelangelo Buonarroti, che sarà poi scelto per decorare la volta della Sistina. Nel suo rivoluzionario lavoro, Michelangelo si stacca da ogni tradizione precedente e segna una svolta nel mondo dell'arte. Antonio Forcellino ci fa vivere il prodigio del cantiere della Cappella Sistina, ricostruendo le vicende dei protagonisti che l'hanno voluta e realizzata - i pontefici e gli artisti - e la storia materiale di questo straordinario capolavoro.

Il tempo sospeso delle immagini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scarpellini, Attilio

Il tempo sospeso delle immagini / Attilio Scarpellini ; prefazione di Antonella Anedda

Mimesis, 2020

Abstract: Ogni immagine, diceva György Lukács, è di questo mondo e il suo sguardo brilla per la gioia di esistere. Riprodurre e rappresentare la vita in un'immagine è uno dei più antichi dispositivi sentimentali per trattenere la presenza reale dei corpi dal loro svanire attraverso il tempo. Dalla video-arte di Bill Viola risalendo fino alla pittura di Masolino da Panicale o del Pontormo, da un racconto di Borges sulla creazione artistica al teatro, e dal teatro alla fotografia, queste tre riflessioni, nate in tre diversi laboratori di pensiero, interrogano la capacità dell'immagine contemporanea di produrre una rottura estatica e di aprire uno stato di sospensione nel flusso "cronovoro" di una realtà sempre più estetizzata e spettacolarizzata. Per scoprire che dentro l'immagine il tempo dello spettatore non ha esattamente la stessa direzione che fuori da essa e che l'arte può ancora, malgrado tutto, salvarci e trasformare la vita.

Dipingere per sentirsi bene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Haines, Jean

Dipingere per sentirsi bene / Jean Haines

Il Castello, 2020

Abstract: Dall'istante in cui comincerete a dipingere, umore e atteggiamento cambieranno in meglio. La pittura è un'attività arricchente, stimolante e gratificante, che vi aiuterà a vedere il lato positivo di ogni situazione. Seguite l'artista Jean Haines in un viaggio emozionante: con ciascuna pennellata scoprirete come superare le sfide e vedere le cose da una nuova prospettiva. Pieno di divertenti esercizi, questo libro vi aprirà la strada dell'arte. Scoprite l'effetto stimolante e di miglioramento dell'umore della pittura. Cominciate a dedicarvi a una passione che trasformerà la vostra vita.

Pittura e committenza in Lombardia tra Due e Trecento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Novelli, Santina

Pittura e committenza in Lombardia tra Due e Trecento : l'ascesa di una signoria e la genesi di un linguaggio / Santina Novelli

Viella, 2020

Abstract: Questo libro affronta il problema della genesi e dei caratteri del linguaggio pittorico lombardo prima del decisivo soggiorno milanese di Giotto (1335-1336) e del suo allievo Stefano. Vi si svolge un racconto che prende le mosse dal ciclo di affreschi che nella rocca di Angera celebra la vittoria di Ottone Visconti a Desio e si conclude con la prima decorazione del tiburio della chiesa abbaziale cistercense di Chiaravalle Milanese al tempo della signoria di Azzone Visconti. Il periodo della non scontata affermazione viscontea è ripercorso grazie a una selezione di opere dislocate lungo un tracciato regionale che risale la via Francigena da Parma a Lodi a Varese e che da lì si sposta a Como e Bergamo. Di volta in volta l'analisi delle testimonianze artistiche e quella dei loro contesti di committenza hanno permesso di ricostruire una trama di relazioni politiche e culturali largamente inedita e di tratteggiare uno spaccato storico nel quale finalmente emergono le figure dei protagonista

Un artista chiamato Banksy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un artista chiamato Banksy

SAGEP, 2020

Abstract: Originario di Bristol, il celeberrimo quanto misterioso writer anglosassone è considerato uno dei maggiori esponenti della Street Art. A pochi giorni di distanza dalla sua ultima creazione, Game Changer, opera donata al General Hospital di Southampton in cui è raffigurato un bambino che ai tradizionali supereroi preferisce una bambola vestita da infermiera, Ferrara gli rende omaggio con la mostra Un artista chiamato Banksy, curata da Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa, prodotta e organizzata dall'Associazione Culturale MetaMorfosi. L'esposizione si compone di oltre 100 opere dell'artista britannico, tra cui alcuni dipinti, serigrafie e numerosi stencil. Oltre a questi, il pubblico avrà l'occasione di ammirare anche alcuni oggetti installativi e memorabilia. Il catalogo della mostra rappresenta anche una monografia su uno degli artisti più discussi e, al tempo stesso, ammirati del nuovo millennio. Da Dismaland print a Love Is In The Air, da Barcode a Monkey Queen, da Girl with Balloon a Mickey Snake, il lettore avrà la possibilità di intraprendere un lungo viaggio attraverso la rivoluzionaria e originale poetica del writer inglese senza identità.

Caravaggio tra naturalismo e realismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Casati, Alessandra

Caravaggio tra naturalismo e realismo : un percorso nella critica attraverso le mostre, 1922-1951 / Alessandra Casati

Mimesis, 2020

Abstract: La figura e l'opera di Caravaggio sono state oggetto, nel corso del XIX e del XX secolo, di molteplici revisioni e riletture, a partire dalle accuse di trivialità rivolte al pittore da Bellori sino alla sua progressiva rivalutazione, agli inizi del Novecento, da parte di studiosi italiani e stranieri. Occasioni di verifica e indagine storico-critica, ma anche momenti di esaltazione collettiva furono le mostre: dalla grande esposizione fiorentina del 1922, dedicata alla pittura italiana del Seicento e Settecento, per giungere alla mostra monografica di Milano del 1951, curata da Roberto Longhi. Questo libro approfondisce mezzo secolo di dibattiti, revisioni attributive, scontri, sia nel campo degli specialisti sia sul fronte, sinora meno indagato, della militanza e della ricezione del pubblico.

L'arte del falso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Charney, Noah <1979->

L'arte del falso / Noah Charney ; traduzione di Irene Inserra e Marcella Mancini

Johan & Levi, 2020

Abstract: È il 1947 e Han van Meegeren è sotto processo per alto tradimento: accusato di aver venduto durante la guerra un pezzo del patrimonio culturale olandese al gerarca nazista Hermann Göring, rischia l'esecuzione capitale. Il "Vermeer" in questione l'ha dipinto lui, ma nessuno gli crede. Per dimostrarlo, gli viene chiesto di eseguirne una copia lì, seduta stante. La risposta sprezzante di van Meegeren non si fa attendere: «In tutta la mia carriera non ho mai dipinto una copia! Ma vi dipingerò un nuovo Vermeer. Vi dipingerò un capolavoro!». Le motivazioni che spingono una mano così ingegnosa a commettere questo genere di crimine sono le più svariate, ma il livore nei confronti dell'establishment artistico o la sfida verso i cosiddetti occhi esperti sono un motore di gran lunga più potente della mera speculazione. Se imitare le opere dei grandi maestri è stata per lungo tempo una consuetudine, alcuni hanno continuato a farlo per semplice diletto o per il gusto di provocare, con l'autocompiacimento tipico di chi si misura con i giganti della storia dell'arte. Noah Charney ci scorta in un'avventurosa spedizione tra storia, psicologia e scienza, alla scoperta dei drammi e degli intrighi che circondano le vicende dei più famosi falsi d'arte: dalle "copie non originali" di Dürer a opera di Marcantonio Raimondi alla coppa in oro del maestro orafo Reinhold Vasters finita al Metropolitan con la firma di Benvenuto Cellini, fino alle imprese di Wolfgang Beltracchi, vero e proprio mago della truffa che ha prodotto una quantità incalcolabile di capolavori contraffatti diventando addirittura protagonista di un documentario di successo. Il pubblico, del resto, rimane sempre affascinato da questi loschi personaggi, tanto che i criminali spesso passano per eroi. Dotati di un fascino oscuro, consumati dalla hybris di riscrivere la storia, i falsari creano inganni perfetti per dimostrare di essere geniali. E in molti casi lo sono davvero.