Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Architettura

Trovati 724 documenti.

Mostra parametri
Architettura in quarantena
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nicolin, Pierluigi

Architettura in quarantena / Pierluigi Nicolin

Milano : Skira, 2020

Skira paperbacks

Abstract: Una riflessione sul futuro dell'architettura dopo il periodo di quaratena. «In questo diario dei giorni della quarantena ho descritto alcuni fatti nuovi e imprevisti che di certo ci indurranno a fare delle riflessioni approfondite sulle prospettive dell'architettura e, uscendo da questa reclusione forzata, a chiederci perché sembra che il normale diventi straordinario. Il clamoroso evento di piazza San Pietro - la preghiera solitaria di papa Francesco sul sagrato della basilica - ha imposto una riconsiderazione sui luoghi altri, luoghi investiti da una particolare inversione dei rapporti usuali, le cosiddette "eterotopie" che, si dice, sarebbero il frutto di un pensiero sin troppo intellettualistico. La nozione di eterotopia formulata negli anni sessanta e considerata sinora come una semplice distorsione postmoderna della città, in effetti, si è imposta in una maniera del tutto imprevista come una nozione generale.» (l'autore)

Fare resilienza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mezzi, Pietro <1954->

Fare resilienza : strategie per adattare città e comunità agli shock climatici e sociali, in Italia e nel mondo / Pietro Mezzi

Altreconomia, 2020

Abstract: Siamo in un'epoca di "cambiamenti shock", climatici, economici e sociali, con conseguenze sempre più gravi per città e comunità. Come far fronte a uragani, siccità, pandemie e alle disuguaglianze che portano con sé? Che cos'è la resilienza? È la capacità di un sistema - un organismo, una città, una comunità, un'azienda, una foresta o un sistema socio-economico - di adattarsi e innovarsi dopo avere subìto un impatto, che sia di origine naturale o antropica. Questo libro spiega con esempi da tutto il mondo, in particolare da Europa - Italia compresa - e Stati Uniti, in che modo architetti, urbanisti, esperti di mitigazione climatica, sindaci, reti e comunità in transizione abbiano affrontato in modo "resiliente" e innovativo gli shock provocati dal climate change ma non solo. Il libro affronta il rapporto tra architettura ed emergenza climatica, il tema della progettazione di spazi e infrastrutture ad hoc e quello della forestazione urbana. Con i preziosi contributi di studiosi come Stefano Caserini del Politecnico di Milano e Giorgio Vacchiano dell'Università Statale di Milano e con le interviste a Pietro Trabucchi, psicologo dello sport ed esperto di resilienza e Piero Pelizzaro, Chief resilient officer. Interventi di architetti, urbanisti e paesaggisti, tra cui Mario Cucinella, Allfonso Femia, Andrea Arcidiacono, Andreas Kipar, Stig Lennart Andersson. Foto di copertina del fotografo Gideon Mendel. Con foto e rendering dei progetti.

Prontuario tecnico urbanistico amministrativo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ceccarelli, Alberto Fabio

Prontuario tecnico urbanistico amministrativo : per la preparazione all'esame di abilitazione alle professioni di architetto, pianificatore, paesaggista, conservatore sez. A-sez. B, ingegnere civile-edile, geometra, perito edile, per concorsi da tecnico negli Enti locali, e per la professione : con oltre 160 particolari costruttivi aggiornati alle nuove norme sul risparmio energetico / Alberto Fabio Ceccarelli

7. ed.

Maggioli, 2015

Abstract: La quinta edizione del Prontuario tecnico urbanistico amministrativo, pur conservando inalterate le caratteristiche di chiarezza ed esaustività che ne hanno assicurato la fortuna, presenta numerose novità. Il volume tiene conto delle ultime novità legislative (tra cui L. 164/2014, L. 114/2014, L. 23/2014): ciò ha determinato la revisione delle parti relative al T.U. Edilizia, al Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, al Codice Ambiente, al T.U. Espropri, oltre a specifici aggiornamenti al Codice Appalti e alla normativa in evoluzione relativa al risparmio energetico e al nuovo Attestato di prestazione energetica (APE). Particolare cura è stata dedicata alle prove per architetti sez. B, con esemplificazioni di progetti di ristrutturazione, e parti più propriamente legate agli elementi tecnico-descrittivi ed estimativi. È stata introdotta la nuova metodologia di calcolo per il predimensionamento strutturale relativa agli stati limite ultimi, rivedendo del tutto l'argomento rispetto alle precedenti edizioni. È stato riscritto il capitolo sugli ordini professionali e sui relativi onorari, alla luce del D.P.R. 137/2012, del D.M. 140/2012 e del D.M. 143/2013. Nella parte tecnologica sono stati realizzati approfondimenti, oltre ad aver mantenuto particolari costruttivi, aggiornati alle norme sul risparmio energetico. Il testo è arricchito di una esauriente sezione sulla struttura organizzativa degli enti locali e sul diritto amministrativo.

Progetto e racconto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Olmo, Carlo <1944->

Progetto e racconto : l'architettura e le sue storie / Carlo Olmo

Donzelli, 2020

Abstract: Perché le storie dell'architettura moderna passano in pochi anni da grandi affreschi a indagini per specialisti? Perché lo storico dell'architettura viveva il suo lavoro come impegno intellettuale che si esercitava non solo negli archivi, ma anche alla radio, nei circoli sindacali e politici, in definitiva in comunità più allargate, e oggi si accontenta di una riconoscibilità quasi tra adepti? Perché il nodo che arrovellava gli storici era la funzione di quella scrittura mentre oggi è la difesa di una professione, delle sue regole interne, del riconoscimento che altri storici possono tributare al lavoro di ricerca storiografica? L'architettura pone a chi la voglia indagare questioni complesse, a partire dall'incipit: quali sono le fonti di questa storia. I disegni, i cantieri, le opere costruite, gli usi? È una storia che si scontra con i problemi più delicati per chi esercita il mestiere dello storico: le grandi architetture, così come quelle quotidiane, sono esempi straordinari di anacronismo che le catastrofi rendono espliciti, come nel caso dell'incendio della cattedrale di Notre-Dame. Ma la storia dell'architettura è anche una storia dei limiti, delle scansioni temporali, dei protagonisti delle vicende giuridiche e politiche. Esistono valori, credenze, modelli che siano europei o universali, locali o nazionali? È la storia dell'architettura a contribuire a definire patrimoni, icone, valori che si vorrebbe appartenessero a un'umanità oggi davvero ardua da definire. Quello dello storico dell'architettura è un mestiere che entra nella vita quotidiana dei cittadini, e, insieme, è un mestiere chiamato a definire gli scenari, gli immaginari, le stesse retoriche del mondo in cui viviamo. L'architettura e le sue storie sono parte del nostro modo di abitare la città, di viaggiare e conoscere la diversità, di pensare il futuro. Il libro vuole offrire non solo l'occasione di una riflessione sulle storie, ma anche di una possibile verifica sul modo in cui poi la storia si scrive, scegliendo quattro esempi, che toccano temi tra i più delicati di questa straordinaria materia.

La storia che r(esiste)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ribera, Federica <architetto> - Cucco, Pasquale <1988- >

La storia che r(esiste) : approcci alla conservazione e valorizzazione dei ruderi / Federica Ribera, Pasquale Cucco ; presentazione di Giovanni Carbonara

FrancoAngeli, 2019

Abstract: Il volume raccoglie riflessioni ideali e operative sul tema della rovina, nei suoi aspetti storico-culturali, di conservazione e valorizzazione. La rovina non è pura massa amorfa abbandonata ai margini della modernità, ma è materia sempre nuova, nella forma e nell'immagine, che, pur nella sua incompletezza, è detentrice di valori immortali, divenendo di volta in volta monito, insegnamento e ispirazione. I ruderi diventano così vere e proprie opere che, oltre a resistere, esistono autonomamente in una rinnovata essenza ed immagine. Il tema ha sedotto la scienza e la fantascienza, la fotografia, il cinema, la pittura, la letteratura e le molte altre arti che hanno prodotto infinite rappresentazioni estetiche, alimentando il fascino dell'incompiuto, del vetusto e del frammento, continuamente in tensione tra le forze della natura e quelle della struttura. È una storia che rimanda al tempo che scorre e al suo inesorabile processo di distruzione ma che, contemporaneamente, evoca in ogni istante l'immortalità della materia e del suo creatore

Adriano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carandini, Andrea <1937-> - Papi, Emanuele <1959->

Adriano : Roma e Atene / Andrea Carandini, Emanuele Papi

UTET, 2019

Abstract: Nel pantheon degli imperatori romani che la storiografia antica ci ha tramandato, Adriano è una figura eccezionale, così esuberante e poliedrica da ispirare i romanzieri e sfidare gli studiosi, anche a distanza di quasi due millenni. Di origine ispanica, pupillo di Traiano, appassionato di musica e poesia, filosofo, mecenate e perfino astrologo, secondo Andrea Carandini ed Emanuele Papi Adriano fu soprattutto un imperatore "architetto": un princeps illuminato e smisuratamente ambizioso, che, pur senza promuovere nuove grandi conquiste, concepì il potere come un instancabile moto progettuale e costruttivo destinato a imprimere segni profondissimi sulla fisionomia del mondo romano. Se la vita di Adriano fu un viaggio continuo da un confine all'altro dell'impero, due città ne costituiscono però i sicuri capisaldi: in nessun altro luogo la sua opera trasformatrice è riconoscibile come a Roma e ad Atene. In questo libro Carandini e Papi, tra i massimi conoscitori della storia antica di queste due città, mettono finalmente a disposizione del lettore un'inedita, duplice mappa della monumentale eredità che questo imperatore ci ha lasciato. Dal Pantheon all'Hadrianeum, dal Sepulcrum - trasformato nei secoli in Castel Sant'Angelo - al sarcofago imperiale riadattato in fonte battesimale barocco, passando per templi e biblioteche, archi trionfali e basiliche, terme e anfiteatri: ciascun sito archeologico è indagato alla luce delle scoperte più innovative e ricostruito nel dettaglio con l'aiuto di minuziose tavole grafiche. Nel racconto, storia e architettura si fondono per rievocare anche la vita e i personaggi che hanno abitato quei luoghi: la poco amata moglie di Adriano, Vibia Sabina, e l'amato Antinoo, e alcune figure finora rimaste in ombra come Plotina - la moglie di Traiano che fece adottare il futuro principe dal marito già morto, garantendogli così una discussa successione - o la suocera Augusta Salonina Matidia.

Giulio Romano a Mantova
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giulio Romano a Mantova / a cura di Dario Barbera

Electa, 2019

L'architetto come intellettuale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Biraghi, Marco <1959->

L'architetto come intellettuale / Marco Biraghi

Einaudi, 2019

Abstract: Una riflessione sul ruolo dell'architetto nella società contemporanea. Chi è l’architetto oggi? Nella quasi totalità dei casi, è un professionista il cui mestiere consiste fondamentalmente nel soddisfare, con un impegno e una competenza variabili da individuo a individuo, le richieste della committenza, senza tuttavia alcuna capacità o ambizione di proporre, della città e della società in cui vive, una visione complessiva, e soprattutto critica. Che non sempre sia stato cosí lo testimonia una tradizione che, da Leon Battista Alberti a Aldo Rossi, ha visto spesso l’architetto rivestire il ruolo dell’intellettuale: non soltanto quello di ideatore di edifici ma anche quello di autore di «interpretazioni del mondo», in grado, se non immediatamente di modificarlo, almeno di metterlo in discussione. Nel corso della storia gli architetti sono stati via via consiglieri, propositori, pensatori, sognatori, utopisti. Da qualche decennio a questa parte, però, qualcosa sembra mutato: questi ruoli sembrano non appartenere piú ai compiti – e all’orizzonte d’interesse – dell’architetto. Da intellettuale operante a mero esecutore di progetti (per quanto complessi e impegnativi questi possano essere), la traiettoria segna un’involuzione evidente. Alcuni interrogativi s’impongono a questo punto: esiste ancora, nel panorama odierno, qualche architetto erede di quella nobile tradizione? E inoltre: serve ancora l’architetto intellettuale nella società attuale? E servirà in futuro?

Architetture straordinarie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bennett, Oliver <1950->

Architetture straordinarie : le costruzioni più sensazionali del mondo e i luoghi dove vederle / [Oliver Bennett]

EDT : Lonely Planet, 2019

Abstract: Le più spettacolari opere ideate e costruite dall’uomo in tutto il mondo. Grattacieli che si spingono sempre più in alto, siti archeologici avvolti dalle foreste, complessi alberghieri originali e chiese scolpite nella roccia: oltre 100 luoghi con informazioni, cartine e fotografie. Con mappa per spuntare le destinazioni visitate.

Atlantide
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Piano, Carlo <1965-> - Piano, Renzo <1937->

Atlantide : viaggio alla ricerca della bellezza / Carlo e Renzo Piano

Milano : Feltrinelli, 2019

Fuochi

Abstract: Da Genova a Itaca, un viaggio intimo alla ricerca della città perfetta e una riflessione sul senso del costruire. "Ci vuole un'intera vita, anche lunga se ti riesce, per imparare, capire, raccogliere tutto assieme. Magari per fare un edificio in cui mettere i desideri della gente, l'invenzione del costruttore e la poesia degli spazi. E, per poterlo fare, bisogna aver conosciuto tanta gente, aver camminato per molti luoghi in silenzio. Bisogna aver viaggiato, sofferto, letto tante pagine, aver avuto molti amici e forse aver rubato loro qualche idea." Comincia un giorno di fine estate al porto di Genova (latitudine 44°25'35" Nord, longitudine 8°54'54" Est), a pochi passi dallo studio di Punta Nave, il lungo viaggio per mare di Renzo Piano e suo figlio Carlo. A guidarli è un desiderio ancestrale, come molti esploratori prima di loro: salpare e prendere il largo alla ricerca di Atlantide. Atlantide è la città perfetta, perché ospita una società perfetta. Questa è la sua bellezza, preziosa e inafferrabile. Renzo Piano, con gli occhi di chi sa misurare la terra ma anche le infinite geometrie del mare, ritorna nei luoghi in cui ha costruito le sue opere, tasselli nella ricerca infinita e necessaria della perfezione. Naviga con suo figlio nel mezzo del Pacifico, sulle rive del Tamigi e della Senna, raggiunge Atene, il Golden Gate Park di San Francisco e la Baia di Osaka. Cercando la bellezza, trova l'imperfezione che ogni progetto porta con sé. Allora non resta che continuare il viaggio.

Romanico cremonese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Milanesi, Giorgio <docente di iconografia medievale>

Romanico cremonese : le chiese dell'antica Diocesi di Cremona / Giorgio Milanesi

SAP, 2018

Abstract: Cremona, come noto, è una delle poche città italiane che possono vantare la conservazione di un patrimonio culturale di epoca medievale di altissimo livello: la Cattedrale, il Battistero, molte chiese e torri urbane, ma anche due palazzi pubblici e decine di strutture private celate sotto una veste moderna in buona parte ancora da studiare. Il territorio diocesano, questo è meno noto, è ugualmente ricco di testimonianze medievali ed è su questa piccola galassia di sopravvivenze circoscritte tra l’ XI e la metà del XIII secolo che Giorgio Milanesi ha ricostruito la trama del romanico cremonese esterno alla città attraverso trentacinque edifici che afferivano al territorio della antica diocesi. Una perlustrazione pressoché a tappeto ha portato alla scoperta di inedite emergenze e cicli pittorici e ha inevitabilmente determinato una rilettura di edifici e immagini, anche noti, come la parrocchiale di Rivolta d’Adda, i mosaici di Pieve Terzagni o i campanili di Voltido e Pieve d’Olmi.

Architettura e democrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Settis, Salvatore <1941->

Architettura e democrazia : paesaggio, città, diritti civili / Salvatore Settis

Torino : Einaudi, 2017

Vele ; 126

Abstract: Dove corre il confine fra «paesaggio» e «città»? E come giudicare o indirizzare gli interventi sull'uno e sull'altra, o la continua crescita delle periferie? Devono prevalere i valori estetici (un paesaggio da guardare) o quelli etici (un paesaggio da vivere)? L'architetto è il mero esecutore dei voleri del committente, anche quando vadano contro l'interesse della collettività, o deve mostrarsi attento al bene comune? Sfidare i confini difficili fra città e paesaggio, decostruire i feticci di un neomodernismo conformista (il grattacielo e la megalopoli) e le sue conseguenze (i nuovi ghetti urbani) vuol dire tentare il recupero della dimensione sociale e comunitaria dell'architettura. In un paesaggio inteso come teatro della democrazia, l'impegno etico dell'architetto può contribuire al pieno esercizio dei diritti civili. Diritto alla città, diritto alla natura, diritto alla cultura meritano questa scommessa sul nostro futuro.

Le forme del museo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Beccu, Michele <1952-> - Menghini, Anna Bruna <1960-> - Zattera, Ariella <1942->

Le forme del museo : ragionamenti ed esercizi didattici = Architectural shapes of museums : reasoning and learning exercises / Michele Beccu, Anna Bruna Menghini, Ariella Zattera

Gangemi, 2016

Abstract: Questo è un libro di ragionamenti architettonici, che come tutti quelli sull'insegnamento della progettazione/composizione, segna l''eterno ritorno dell'uguale' che costringe ogni generazione di docenti a misurarsi con l'infinità circolare del tempo per impadronirsi del tema e farlo proprio. La maniera specifica con cui Zattera, Beccu e Menghini hanno scelto di percorrere questo cammino, è stata quella di individuare esempi significativi di musei di diversi autori ed epoche, interpretandoli con le categorie proprie del progetto d'architettura, e costruendo con essi possibili itinerari tematici e formali.

L'esperienza dell'architettura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plummer, Henry <1946->

L'esperienza dell'architettura / Henry Plummer

Torino : Einaudi, 2016

Abstract: Per Henry Plummer l'architettura non è semplicemente una cosa che guardiamo da lontano o di cui ci serviamo per necessità pratiche, ma il catalizzatore della nostra autentica esistenza di esseri viventi che agiscono in armonia con il mondo. Dalle scale scavate a mano nei villaggi greci alle passerelle lasciate libere di fluttuare, dai raffinati luoghi usati nelle processioni nel Rinascimento in Italia alla magistrale manipolazione delle forme di Frank Lloyd Wright, ogni volta abbiamo a che fare con esperienze molto diverse, di passaggio da un livello a quello successivo, ognuna delle quali influenza la nostra esperienza dello spazio. Integrando sapientemente testo e immagine, ogni capitolo si concentra su un aspetto diverso delle nostre interazioni quotidiane con l'architettura, prendendo in considerazione scale, pavimenti, percorsi, spazi interni, percezione e prospettiva, e il rapporto tra un edificio e l'ambiente circostante. Un volume che si indirizza non solo agli architetti e ai designer impegnati nell'ideazione di nuovi spazi, ma soprattutto a coloro che cercano di comprendere meglio il loro posto nel mondo per come è stato e viene costruito dagli uomini.

Creatività e trasformazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Augé, Marc <1935-> - Gregotti, Vittorio <1927->

Creatività e trasformazione / Marc Augè, Vittorio Gregotti ; a cura di Michele Roda

Milano : Christian Marinotti Edizioni, 2016

Abstract: Il volume ha l'obiettivo di indagare alcuni temi simbolo dell'epoca contemporanea attraverso il confronto e lo scambio tra due figure chiave del Novecento che, pur da ambiti disciplinari diversi, propongono chiavi di lettura di grande attualità rispetto alla trasformazione dei territori. La modificazione incessante dei paesaggi e dei luoghi è il riflesso dell'enorme rivoluzione culturale che il mondo occidentale sta vivendo da alcuni decenni e che Marc Auge e Vittorio Gregotti inquadrano come il risultato della nascita e dello sviluppo di alcuni fenomeni socioeconomici: globalizzazione, crisi, creatività, nuovo concetto di natura. Marc Auge (antropologo francese, "inventore" del concetto di non-luogo) e Vittorio Gregotti (l'emblema dell'architetto, di cultura profondamente italiana, con realizzazioni e progetti in tutto il mondo) hanno caratterizzato gran parte del Novecento europeo introducendo chiavi di lettura e paradigmi che ancora oggi permettono di interpretare la complessa realtà che ci circonda. I loro contributi, complementari in campi disciplinari contigui ed interagenti, hanno influenzato generazioni di architetti e progettisti, continuando ancora oggi ad avere una profonda influenza su coloro che sono chiamati a trasformare creativamente i territori.

Andare per teatri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fano, Nicola <giornalista, storico del teatro, autore teatrale>

Andare per teatri / Nicola Fano

Bologna : Il Mulino, 2016

Ritrovare L'Italia

Abstract: L'Italia è forse l'unico paese occidentale che ospiti teatri di ogni epoca: vederli equivale a ripercorrere l'intera storia del teatro. Mirabili teatri greci come quello di Siracusa e altrettanto ben conservati teatri romani, teatri rinascimentali come l'Olimpico di Vicenza e il teatro di Sabbioneta, teatri barocchi come La Pergola di Firenze, magnifiche sale settecentesche, dal Teatro Argentina a Roma alla Scala a Milano. Non mancano miriadi di teatrini di Palazzo e splendidi teatri novecenteschi, dal liberty puro dello Jovinelli di Roma ai numerosi teatri multifunzionali odierni. Fregi, piante delle sale, macchinari d'epoca, foyer e camerini recano traccia delle società che quei luoghi hanno frequentato condividendone l'immaginario.

L'eclettico razionalismo a Pegognaga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'eclettico razionalismo a Pegognaga : eredità architettoniche nel''Oltrepò mantovano / a cura di Francesco Muto ; con le immagini di Marco Lachi

Mantova : Tre lune, 2015

Atlante dei classici padani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Atlante dei classici padani

Brescia : Krisis Publishing, 2015

San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese : storia, architettura e contesto figurativo di una chiesa abbaziale romanica / a cura di Fabio Scirea

Mantova : SAP Società archeologica, 2015

Abstract: Nei secoli centrali del Medioevo l'abbazia di San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese giocò un ruolo di primo piano nel quadro politico-religioso dei territori di confine fra Brescia, Mantova e Cremona. A compensare le lacunosi fonti scritte soccorre una straordinaria fonte materiale: l'imponente chiesa romanica con i resti del suo decoro dipinto e musivo, riemerso sotto la coltre barocca nel corso del restauro diretto da Ilaria Toesca (1977-1984). In virtù di una ricerca interdisciplinare che ha coinvolto archeologi, storici, storici dell'arte e filologi, il volume indaga l'edificio in più direzioni allo scopo di offrirne una visione contestuale.

Empatia degli spazi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mallgrave, Harry Francis <1947->

Empatia degli spazi : architettura e neuroscienze / Harry Francis Mallgrave ; prefazione di Vittorio Gallese

Milano : Cortina, 2015

Abstract: Gli edifici sono spesso considerati oggetti stravaganti piuttosto che elementi palpabili cui i nostri corpi e i nostri sistemi neurologici sono inestricabilmente connessi. Ma come Mallgrave ci spiega in questo volume, l'architettura non è un'astrazione concettuale bensì una pratica incarnata, e lo spazio architettonico si costituisce primariamente attraverso un'esperienza emotiva e multisensoriale. Se le più avanzate scoperte scientifiche promettono benefici in ambito biologico o psicologico, queste stesse scoperte hanno anche la potenzialità di migliorare i nostri ambienti costruiti. Discutendo le implicazioni delle neuroscienze per la progettazione architettonica, l'autore ci invita a indirizzare la nostra attenzione a coloro per i quali progettiamo: le persone che abitano gli edifici che costruiamo. Prefazione di Vittorio Gallese.