Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Cina (Repubblica Popolare Cinese)
× Lingue Latino
× Nomi Demetrio, Duccio <1945->
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Educazione
× Editore Franco Angeli <casa editrice>

Trovati 40 documenti.

Mostra parametri
L'educatore emozionale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Buccolo, Maria <docente di didattica generale>

L'educatore emozionale : percorsi di alfabetizzazione emotiva per tutta la vita / Maria Buccolo

2. ed. riveduta e ampliata

Angeli, 2019

Abstract: Per la sua originalità nel presentare il tema dell'educazione emotiva sotto diversi punti di vista, il libro risulterà utile a educatori, insegnanti, studiosi e laureandi in Scienze della Formazione, Psicologia e Servizio Sociale, educatori professionali, formatori aziendali, operatori del sociale, genitori e tutte le persone interessate all'esplorazione del mondo emotivo, poiché ciascuno di noi è l'educatore emozionale di se stesso. Muovendo da una riflessione generale sull'educazione dalla prima infanzia alla senilità, il volume analizza il concetto di emozione come strumento di conoscenza al fine di elaborare una strategia educativa di "gestione delle emozioni" in chiave pedagogica, didattica ed educativa. Dopo una prima parte volta a tracciare una ricognizione delle teorie e i modelli della pedagogia delle emozioni in integrato dialogo con le altre discipline, la parte centrale dell'opera si focalizza sulla figura dell'educatore emozionale come professionista della crescita educativa: un professionista che, operando con "l'altro in formazione", deve essere a sua volta solidamente formato sugli aspetti relazionali ed emotivi nei processi formativi. L'ultima parte del volume raccoglie, infine, esempi pratici di gestione delle emozioni a scuola, in ambito lavorativo e nella terza età, corredati da schede applicative on line che guidano l'educatore all'azione e lo orientano nel complesso mondo delle emozioni in tutte le fasi della vita (0-100 anni). Il testo, per la sua originalità nel presentare il tema dell'educazione emotiva, risulterà utile a educatori, insegnanti di ogni ordine e grado e assistenti sociali in formazione e in servizio, a educatori professionali, formatori aziendali, operatori del terzo settore, genitori e a quanti siano interessati all'esplorazione del mondo emotivo: poiché ciascuno di noi è l'educatore emozionale di sé stesso.

Le più piccole cose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guerra, Monica <1969->

Le più piccole cose : l'esplorazione come esperienza educativa / Monica Guerra

Angeli, 2019

Abstract: Esplorare è uno dei modi possibili per esercitare un'educazione che intende rinnovarsi, impegnandosi a tenere in dialogo individui, oggetti e contesti, mettendo al centro le domande anziché le risposte, non temendo l'approfondimento ma anzi riconoscendolo come una delle possibilità per contrastare sia l'accumulo nozionistico che la semplificazione contenutistica, e privilegiando allo stesso tempo una forma rispettosa del procedere di ciascuno attraverso la condivisione della ricerca, su ogni cosa, anche la più piccola. Il testo, muovendo dal concetto di esperienza deweynamente inteso, indaga il tema dell'esplorazione fino a declinarlo come una esperienza educativa, che qui ha le sue radici all'incrocio tra una pedagogia in fermento, strutturalmente e permanentemente, e un'arte vitale e affacciata sul mondo, come è quella, assunta a riferimento, dei lavori di Keri Smith. La proposta che ne emerge può riguardare ogni oggetto o questione, ogni luogo dell'educazione, formale e informale, e ogni possibilità di educare ed educarsi, essendo volta a coltivare un habitus esplorativo, cioè un'attitudine permanente alla ricerca. Educare nell'esperienza, come educare nell'esplorazione, è in tal senso credere che ciascuno sia portatore di domande proprie e significative, in grado di interrogare le cose e il mondo. È credere nell'uomo, nell'uomo bambino e nell'uomo adulto, nella loro possibilità e capacità di ricerca. È credere che il compito di chi educa sia innanzitutto quello di fidarsi, del bambino e dell'uomo che già ci sono. Ma è anche credere nella potenza delle cose, credere che quello che è in esse sia interrogazione e contemporaneamente sapere, rendendo loro onore permettendo di essere, in sé e nello sguardo di chi le incontra.

Fuori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fuori : suggestioni nell'incontro tra educazione e natura / a cura di Monica Guerra ; presentazione di Cheryl Charles

Angeli, 2015

Abstract: Pensare a un'educazione naturale, intesa sia come educazione che individua nel fuori una dimensione privilegiata delle esperienze di apprendimento, sia come educazione che si propone di essere vicina e congeniale alle modalità di ricercare e conoscere di bambini e ragazzi, è questione pedagogica di rilievo. Su questo sfondo, il testo si propone di offrire alcune riflessioni sul rapporto tra bambini e natura e sulle sue potenzialità educative e didattiche. La discussione è affidata al contributo di pedagogisti, educatori, studiosi ed esperti di differenti ambiti disciplinari che, a partire da una parola chiave, propongono un approfondimento dal proprio osservatorio di ricerca ed esperienza, esplorando le molte possibilità che il binomio educazione-natura offre. Il quadro che si compone, a un tempo ricorsivo e poliedrico, mette in luce le diverse questioni che intercorrono nell'incontro con il mondo, trasversali alla più ampia esperienza di vita e di apprendimento.

Autismo e bisogni educativi speciali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Autismo e bisogni educativi speciali : approcci proattivi basati sull'evidenza per un'inclusione efficace / a cura di Marco Pontis

2. ed

Milano : Angeli, 2015

La ricerca empirica in educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Robasto, Daniela <docente universitario>

La ricerca empirica in educazione : esempi e buone pratiche / Daniela Robasto

Angeli, 2014

Abstract: Fare ricerca in ambito educativo - ma non solo - richiede al ricercatore la padronanza di specifiche competenze di ricerca, che non è possibile acquisire con il solo studio della letteratura di riferimento. La grande scommessa consiste proprio nel passare dalla teoria alla ricerca sul campo, con tutte le sfumature, le contraddizioni e le variabili, non sempre controllabili, che tale passaggio, soprattutto in ambito educativo, porta con sé. Questo lavoro si prefigge di accompagnare lo studioso alle prime armi nel compiere tale salto senza perdere di vista il rigore e la scrupolosità proprie di una ricerca scientifica. Con un richiamo costante alla teoria, l'autrice propone molteplici esempi di applicazione di strategie di ricerca in ambito educativo, sottolineando le buone pratiche, ma anche i possibili errori e le inesattezze che potrebbero inficiare la validità e l'attendibilità di una ricerca rendendone inutili, o addirittura fuorvianti, i risultati.

Riconoscersi sulla soglia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Crotti, Monica - Crotti, Monica

Riconoscersi sulla soglia : pensare la vulnerabilità per costruire la relazione educativa / Monica Crotti

Milano : Angeli, 2013

Abstract: L'adulto che accetta la sfida dell'educativo si scopre mai come oggi vulnerabile, trovandosi a costruire su terreni resi fragili dalla mancanza di futuro e attraverso una relazione generazionale debole e sfilacciata. Eppure, proprio la comune vulnerabilità abitata da adulti e bambini può essere il luogo dove riconoscersi, può rappresentare la soglia da cui volgere lo sguardo verso percorsi di prossimità. Il tempo della crisi può diventare fertile solo se la vulnerabilità, la caratteristica della natura umana, volge al legame e alla creatività. L'educabilità, riletta alla luce della vulnerabilità, chiede adulti impegnati nell'educazione. Ma chi è l'adulto oggi? Come si diventa adulti? La ricerca intende considerare la relazione adulto-bambino senza indulgere nell'emergenza come questione improvvisa cui porre rimedio, osservandola invece come apertura verso ciò che emerge dall'umanità e quindi attenzione alle risorse da valorizzare ed esprimere in pienezza. Nell'ultima parte del volume, si guarderà perciò alla vulnerabilità non come impotenza, bensì in-potenza, ossia opportunità per sostenere la potenzialità educativa adulta. È un percorso che vuole scandagliare gli aspetti di odierna vulnerabilità tra le generazioni, sollecitando la riflessione personale su alcune caratteristiche rimaste in controluce e su competenza e capacità dell'adulto generatore ed educatore, sotterranee alla cultura dominante.

Fenomenologia dell'educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caronia, Letizia

Fenomenologia dell'educazione : intenzionalita', cultura e conoscenza in pedagogia / Letizia Caronia ; presentazione di Luigina Mortari

Milano : Angeli, 2011

Abstract: A partire dalla metà del '900, la pedagogia fenomenologica si è affermata come quadro di riferimento rilevante per gli studi e le ricerche in educazione. Questo volume ne attraversa la genesi, lo sviluppo e le nozioni cardine mettendone in luce l'intima storicità, le aporie, le zone d'ombra ma anche la straordinaria attualità di alcune categorie per pensare la pratica e la ricerca in educazione. Fenomenologia dell'educazione affronta alcune questioni cruciali per tutti coloro che, a diverso titolo, sono impegnati nella ricerca e nella prassi educativa. Attraverso esempi reali e fittizi, il lettore scopre che alcune questioni puramente filosofiche hanno degli impatti cruciali sulle pratiche educative quotidiane e che anche la più innocua delle pratiche di ricerca - la descrizione - può avere risvolti normativi e dare origine a modi diversi di pensare e di agire. Il prezzo che una fenomenologia dell'educazione paga a quella condanna al senso di cui parlava Merleau-Ponty, è la corrosione della terra firma su cui radicare le pratiche educative. L'antidoto avanzato dalla pedagogia fenomenologica non è un insieme di rinnovate e malcelate certezze ma l'appello alla responsabilità epistemica e all'accountability in educazione. Scegliamo sempre le premesse a partire dalle quali pensiamo e dove c'è scelta c'è responsabilità. Questo libro è un invito ad assumere la reponsabilità insita nel pensare, una responsabilità invisibile ma non meno cruciale di quella propria dell'agire.

Generare luoghi di integrazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Generare luoghi di integrazione : modelli di buone pratiche in Italia e all'estero / a cura di Donatella Bramanti

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Sempre più le agenzie scolastiche si confrontano con la sfida della multiculturalità. Molto è stato messo in atto in questi anni sia in ciascun ambito scolastico, sia a livello di reti territoriali. Siamo quindi a un punto in cui appare particolarmente interessante identificare quelle reti che hanno dimostrato di saper promuovere la collaborazione culturale ed educativa tra famiglie, istituzioni scolastiche, organizzazioni di privato-sociale ed enti locali. Questa rete può essere immaginata come una casa comune in grado di aumentare le chance di convivenza e di integrazione socio-culturale dei giovani stranieri e di offrire una prospettiva sinergica ai diversi soggetti che interagiscono nello stesso territorio. Il volume propone una ricostruzione a tutto tondo delle buone pratiche, in grado di generare luoghi di integrazione, sia in Regione Lombardia che in ambito extraregionale e internazionale. I risultati proposti sono l'esito di una partnership tra l'Università Cattolica di Milano e Diesse Lombardia, nell'ambito della Sovvenzione Globale Learning Week. Questa sinergia ha consentito di arrivare all.elaborazione di indicazioni operative (Linee guida) per la promozione e sviluppo di nuovi interventi nel campo dell'intercultura. Il testo, per le sue caratteristiche di analiticità e ricchezza delle esperienze analizzate, si rivolge sia a operatori della scuola sia dei servizi territoriali, sia a coloro che hanno funzioni di coordina-mento e di programmazione.

L'educazione delle bambine nella Grecia antica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Seveso, Gabriella

L'educazione delle bambine nella Grecia antica / Gabriella Seveso

Milano : Angeli, [2010]

Abstract: La storia dell'educazione delle bambine è stata per lungo tempo occultata all'interno di ricostruzioni o di descrizioni neutre di tempi e di modalità di crescita indifferenziati rispetto ai maschi; solo recentemente è stato possibile, invece, considerare la specificità che ha caratterizzato le pratiche educative e le rappresentazioni ideali rivolte alle bambine. l presente volume propone un'analisi di testimonianze letterarie, artistiche, figurative che mettono in luce come proprio la cultura greca abbia messo in atto una sistematizzazione delle pratiche, degli ideali, delle finalità educative rivolte alle bambine: collocate, infatti, per definizione oltre il limite della normalità e della civiltà, esse sono state destinatarie di ideali formativi segnati dalla dimensione del silenzio, dalla cancellazione della corporeità, dal mancato riconoscimento dell'autorevolezza delle relazioni al femminile, dall'esclusione dallo spazio pubblico e in particolare dai percorsi di istruzione formalizzata. Tali caratteristiche hanno dato luogo a stereotipi, latenze, caratteristiche che, filtrate attraverso la cultura romana e quella giudaico-cristiana, si sono rivelate estremamente durature nel corso dei secoli e che ancor oggi costituiscono problematiche sulle quali riflettere con attenzione.

Crescere toccando
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gargiulo, Maria Luisa - Dadone, Valter

Crescere toccando : aiutare il bambino con deficit visivo attraverso il gioco sonoro : uno strumento per educatori e terapisti / Maria Luisa Gargiulo, Valter Dadone

Milano : Angeli, 2009

Abstract: Uno strumento utile per tutti coloro che, per motivi personali o professionali, intendono affinare le loro conoscenze e competenze operative nel settore della minorazione visiva, in particolare per ciò che riguarda i bambini ipovedenti e non vedenti, anche con minorazioni aggiuntive. I musicoterapisti che intendono operare in questo campo potranno trovare specifiche indicazioni ed esempi pratici sulle necessarie integrazioni e modificazioni alla metodologia operativa. Inoltre, il testo può essere utilizzato da educatori, psicologi, psicomotricisti, logopedisti e da tutti coloro i quali, svolgendo attività di tipo educativo o riabilitativo in questo campo, intendono affinare le proprie capacità di relazione e interazione e le proprie competenze in tema di utilizzo del gioco sonoro. Vengono indicati criteri per progettare e valutare l'accessibilità e la fruibilità extravisiva di differenti spazi di vita. Il testo è inoltre corredato da schede di approfondimento, utili strumenti operativi per affrontare importanti aspetti e quesiti ricorrenti.

Foucault come educatore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Foucault come educatore : spazio, tempo, corpo e cura nei dispositivi pedagogici / a cura di Francesco Cappa ; postfazione di Alessandro Mariani ; testi di Piero Barone ... [et al.]

Milano : Angeli, c2009

Abstract: Che cos'è un dispositivo pedagogico? Cosa significa pensare la formazione come un dispositivo? Quali conseguenze ha sulla teoria e sulle pratiche formative ripensare lo spazio, il tempo, il corpo e la cura come dimensioni fondamentali dell'esperienza? Qual è la posizione del soggetto, che forma e che si forma, rispetto a questo dispositivo? Il discorso che fa fronte a queste interrogazioni ha un debito verso il pensiero di Michel Foucault. Questa ricerca, però, non è guidata dalla domanda: che cosa ha detto veramente Foucault rispetto alla teoria della formazione? Qual è l'implicito pedagogico della sua riflessione? Piuttosto si tratta di chiedersi, a partire dal campo di forze aperto dall'esperienza formativa, che cosa Foucault ci ha aiutato a pensare e che cosa ha cambiato del nostro modo di agire.

Il disagio educativo al nido e alla scuola dell'infanzia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nicolodi, Giuseppe <psicologo>

Il disagio educativo al nido e alla scuola dell'infanzia / Giuseppe Nicolodi

Milano : Angeli, c2008

Abstract: Il disagio che il bambino esprime nelle istituzioni educative della prima infanzia è un sintomo, ovvero un messaggio lanciato dal bambino in difficoltà nei confronti delle persone importanti per lui, la sua insegnante alla scuola dell'infanzia e la sua educatrice al nido. Per questo, più che il disagio infantile in sé, questo libro affronta programmaticamente il disagio educativo: il disagio degli adulti nel rispondere al disagio del bambino. Utilizzando la lente dei Contenitori Educativi, il volume analizza in modo dettagliato le singole manifestazioni comportamentali attraverso le quali si manifestano le varie forme di disagio del bambino alla scuola dell'infanzia e al nido, e fornisce i principali elementi per la realizzazione di strategie educative adeguate. Si tratta di strategie che nulla hanno d'estraneo al normale fare scuola, ma che, per essere attualizzate da parte degli adulti, implicano l'attivazione di un adeguato spazio mentale e di una disponibilità alla crescita professionale e personale, come si conviene a chi si occupa di educazione nella prima infanzia. Il libro è particolarmente indicato per tutte le persone che, per esigenze diverse, sono in costante contatto con l'infanzia e le sue fatiche evolutive, e che intendono riflettere sulle proprie fatiche educative.

Ragazzi immigrati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

D'Ignazi, Paola

Ragazzi immigrati : l'esperienza scolastica degli adolescenti attraverso l'intervista biografica / Paola D'Ignazi

Milano : F. Angeli, [2008]

Abstract: Il volume propone una lettura critica delle questioni connesse al percorso d'istruzione/formazione degli alunni stranieri attraverso un'indagine esplorativa sulle percezioni scolastiche di adolescenti immigrati di prima e seconda generazione, evidenziando aspetti problematici che difficilmente emergono nelle interazioni educative. La prima parte, proponendo un quadro di riferimento teorico e metodologico, affronta il tema della ricerca qualitativa in educazione e sottolinea la specificità del metodo biografico, lo strumento adottato per conoscere in modo più approfondito la realtà complessa della popolazione scolastica immigrata. Partendo dall'assunto che, qualora si trascurino le condizioni d'origine e la storia dell'alunno straniero, si corre il rischio di averne una visione parziale ed etnocentrica, la seconda parte prende in esame i racconti biografici di alunni ed ex alunni immigrati, in età compresa tra i 15 e i 21 anni, utilizzando tre assi interpretativi: la diversità delle storie di vita, la percezione di sé tra due culture, le percezioni scolastiche.

Non piu soli nel disagio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Non piu soli nel disagio : strategie di sopravvivenza nella scuola che cambia / Marco Lodi ... [et al.]

Milano : Angeli, [2005]

Abstract: Oggi, nella scuola, accanto a ragazzi che vivono più o meno serenamente i normali problemi dell'adolescenza, si presentano altri in situazione di disagio psichico o sociale anche grave, di grave malattia organica, di rilevante differenziazione culturale o di svantaggio. Questo lavoro nasce dall'intento di tradurre un'esperienza educativa autentica e diretta in un complesso di riflessioni, stimoli, indicazioni, suggerimenti, utili a chi opera nella scuola o con la scuola: insegnanti, dirigenti scolastici, psicologi, neuropsichiatri infantili, assistenti sociali, operatori dei servizi, educatori, genitori.

Marek a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pagani, Camilla - Robustelli, Francesco

Marek a scuola : gli insegnanti e l'inserimento degli alunni stranieri nella scuola italiana / Camilla Pagani, Francesco Robustelli

Milano : Angeli, c2005

Abstract: Negli ultimi anni l'Italia è stata sede di un'intensa immigrazione. Questo naturalmente ha creato molti problemi, anche perché, a differenza di altri paesi europei, si è trattato di un fenomeno nuovo per l'Italia. Questo libro presenta i risultati di una ricerca sugli atteggiamenti degli insegnanti italiani nei riguardi del problema dell'inserimento nelle scuole dei bambini e degli adolescenti immigrati.

...E Nikolaj va a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Miliotti, Anna Genni <1950->

...E Nikolaj va a scuola : adozione e successo scolastico / Anna Genni Miliotti

Milano : F. Angeli, 2005

Abstract: Nikolaj viene dall'Ucraina è un bambino adottato di 6 anni e frequenta la scuola elementare. Lì incontra Sheffali, Pedro e tanti altri bambini adottati, che arrivano da Cile, India, Brasile, Russia ed anche Italia, tutti con lo stesso problema: come ottenere un felice inserimento scolastico ed un'ottima pagella? Questo testo rappresenta un utile strumento per i genitori, spesso alla ricerca di soluzioni che aiutino i figli a superare disagi come questi e ad ottenere un meritato successo scolastico; ma anche per gli insegnanti, per aiutarli a comprendere meglio la realtà dell'adozione. Il libro offre un quadro esauriente ed aggiornato delle strategie didattiche corrette per rispondere alle specifiche esigenze del bambino adottato.

Scienza dell'educazione, scuola e disabilita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scienza dell'educazione, scuola e disabilita' / a cura di Maura Gelati, Giovanni Genovesi

Milano : Angeli, [2005]

Abstract: Il volume affronta tre aspetti paradigmatici del discorso sulla formazione: la scienza dell'educazione, la scuola e il problema della disabilità. Di essi si fa il punto nel modo più chiaro possibile, attraverso contributi di ricercatori del gruppo di lavoro sui problemi dell'educazione che fa capo alla rivista Ricerche Pedagogiche. Ogni autore ha argomentato il discorso, dando al lettore una serie di suggestioni e di supporti informativi e, soprattutto, logici che gli permettano di approfondirne l'analisi.

Ripensare le competenze trasversali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rey, Bernard

Ripensare le competenze trasversali / Bernard Rey ; prefazione di Pier Giovanni Bresciani ; traduzione, intervista e appendice bibliografica a cura di Roberto Frega

Rist

Milano : Angeli, c2003 (stampa 2005)

La cura educativa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Palmieri, Cristina

La cura educativa : riflessioni ed esperienze tra le pieghe dell'educare / Cristina Plamieri

4. ed

Milano : Angeli, 2003

Una scuola oltre le parole, comunicare senza barriere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Favia, Maria Luisa

Una scuola oltre le parole, comunicare senza barriere : famiglia e istituzioni di fronte alla sordita' / Maria Luisa Favia ; presentazione di Virginia Volterra

Milano : Angeli, 2003