Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Cina (Repubblica Popolare Cinese)
× Lingue Latino
× Nomi Demetrio, Duccio <1945->
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Educazione

Trovati 866 documenti.

Mostra parametri
Scuole, lavoro!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malavasi, Pierluigi <1962->

Scuole, lavoro! : la sfida educativa dell'alternanza / Pierluigi Malavasi

Milano : VP, 2017

Punti

Abstract: Far fiorire le scuole per generare lavoro creativo, libero e solidale: questa è la pedagogia che percorre il libro, un'alleanza per dare risposta a tanti giovani che si trovano in situazione di disagio e di esclusione, che non lavorano e non studiano. Sulla scia dell'innovazione legislativa che prevede l'alternanza scuola-lavoro, la sfida è di accendere il desiderio di imparare e l'avventura di insegnare. Nel curricolo del secondo ciclo di istruzione, includere moduli in cui gli allievi possano svolgere esperienze in contesti lavorativi reali presenta un carattere piuttosto inedito per la realtà italiana, richiede culture e scelte progettuali e organizzative non scontate nella nostra tradizione. Tra scetticismo e speranze, carenze organizzative e riscatto sociale, l'alternanza scuola-lavoro rappresenta uno degli ambiti più promettenti dove attuare progetti per il miglioramento effettivo delle istituzioni scolastiche e del mondo del lavoro, coinvolgendo famiglie, associazioni e imprese. Sapere e saper fare insieme per spezzare le catene della precarietà, dello sfruttamento, della disoccupazione. Cambiare la scuola, cambiare il lavoro!

Neuroscienze affettive ed educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Immordino-Yang, Mary Helen <1971->

Neuroscienze affettive ed educazione / Mary Helen Immordino-Yang ; prefazione di Howard Gardner ; postfazione di Antonio Damasio ; edizione italiana a cura di Antonella Marchetti

Milano : Cortina, 2017

Psicologia dell'educazione ; 13

Abstract: Mary Helen Immordino-Yang, in questo testo innovativo, presenta i risultati di un lavoro decennale che rivoluziona la teoria e la pratica educativa, arricchendo la nostra comprensione del legame tra emozioni e apprendimento. Interpretando i risultati neuroscientiflci in termini significativi per gli insegnanti, l'autrice presenta due idee semplici ma profonde: la prima è che le emozioni sono potenti motivatori dell'apprendimento, perché attivano meccanismi cerebrali sviluppatisi per garantire la sopravvivenza; la seconda riguarda il fatto che il pensiero e l'apprendimento significativo sono intrinsecamente emotivi, perché pensiamo profondamente solo alle cose che ci stanno a cuore. Queste intuizioni suggeriscono che, per motivare gli studenti, per creare una comprensione profonda e assicurare che le esperienze vissute in ambito educativo siano trasferite in abilità e opportunità di lavoro nel mondo reale, gli insegnanti devono far leva sugli aspetti emotivi dell'apprendimento.

Come leggere la dislessia e i DSA
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Come leggere la dislessia e i DSA : guida rapida : conoscere per intervenire nella scuola secondaria di primo grado / a cura di Giacomo Stella, Luca Grandi, Marcella Peroni

Giunti EDU, 2017

Abstract: La prima guida base per gli insegnanti capace di tradurre in pratica quotidiana le direttive della recente Legge sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). Una guida pratica con un impianto metodologico in 3 tappe: conoscere per intervenire; come fare; cosa fare. La guida contiene schede operative, tabelle e mappe compensative da stampare, alcuni modelli di Piano Didattico Personalizzato e la documentazione di riferimento.

La valutazione delle azioni educative
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hadji, Charles

La valutazione delle azioni educative / Charles Hadji ; premessa di Pier Cesare Rivoltella

Brescia : ELS La scuola, 2017

Didattica ; 47

Abstract: Nell'ambito dell'azione sociale, e in particolare nel mondo della scuola, valutare costituisce un'esigenza imprescindibile. A tal punto che in questi ultimi anni si è imposta un'autentica frenesia valutativa. Ma si ha sempre una chiara consapevolezza di che cosa comporti l'attività di valutazione, dal triplice punto di vista dei fini, delle modalità e della deontologia? Perché la valutazione non avvenga nel segno di facili illusioni (e quindi della delusione), è urgente mettere ordine nelle idee e dare un senso alla prassi. Nel momento in cui gli istituti scolastici diventano sempre più autonomi, o si moltiplicano e si diversificano le azioni educative (progetti educativi d'istituto, interventi didattici ed educativi integrativi), e in cui si lanciano operazioni di ampio respiro (flessibilità dei curricoli, percorsi di apprendimento personalizzati...), è necessario proporre un quadro capace di aiutare i protagonisti della scuola (dirigenti, insegnanti, genitori) a valutare in maniera pertinente. Vale a dire mettere davvero la valutazione al servizio dell'azione educativa. «È questa valutazione, la valutazione formatrice, che il libro di Hadji profeticamente propone in anticipo di oltre trentanni rispetto al dibattito e alla normativa attuale della scuola. I vantaggi di questo modo di lavorare sono indiscutibili» (P.C. Rivoltella).

Insegnare la libertà a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Insegnare la libertà a scuola : proposte educative per rendere impensabile la violenza maschile sulle donne / a cura di Mariella Pasinati

Carocci, 2017

Abstract: Oggi da molte parti si riconosce la necessità che la scuola si faccia protagonista del cambiamento indispensabile per affrontare il grave problema della violenza maschile sulle donne, segno evidente dell'incapacità degli uomini di misurarsi con la libertà femminile. Perché le giovani generazioni possano cominciare a sperimentare forme di convivenza civile e non violenta fra i sessi è però essenziale un agire educativo non episodico, ma capace di modificare l'assetto su cui tale violenza trova il suo fondamento: una cultura centrata su un unico soggetto, il maschile. La prima mossa per il cambiamento culturale che renderà inviolabile il corpo femminile e impensabile la violenza degli uomini passa, infatti, per l'inviolabilità delle menti delle donne. Occorre allora scompaginare l'intero impianto pedagogico e le discipline insegnate; valorizzare la presenza femminile nella cultura e nella storia; cercare modi non neutri per interpretare saperi e società; trovare nuovi linguaggi per raccontare uomini e donne, al di là degli stereotipi; utilizzare un linguaggio sessuato, rispettoso dei due soggetti. Da tale responsabilità pedagogica è nato il corso triennale di formazione docenti promosso dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia con la Biblioteca delle donne e centro di consulenza legale UDIPALERMO. Questo libro ne ricompone i contributi teorici e una selezione delle progettazioni didattiche e dei lavori svolti nelle classi, esempi originali di un agire educativo fondato sulle pratiche trasformatrici delle donne.

Il metodo Montessori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poussin, Charlotte <educatrice>

Il metodo Montessori : per crescere tuo figlio da 0 a 3 anni e aiutarlo a essere se stesso / Charlotte Poussin

Firenze : Demetra, 2017

Abstract: La pedagogia Montessori, diffusa in oltre 20.000 scuole nel mondo, mette al suo centro il bambino come essere unico, lo sostiene, lo stimola a esprimere le sue potenzialità e lo aiuta a conquistare autonomia e fiducia in é stesso. Questo libro, semplice e chiaro, è una vera e propria guida al metodo Montessori. Si concentra sui primi tre anni di vita del bambino, descrive gli stadi dello sviluppo e i bisogni del piccolo, offre consigli pratici e propone più di 100 attività da fare a casa, oltre alle testimonianze dirette di molti educatori montessoriani.

Emozioniamoci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Emozioniamoci : educazione emotiva in classe (12-17 anni) / Valerie Moretti (a cura di)

Trento : Erickson, 2017

Abstract: L'apprendimento delle cosiddette life skills nei bambini e nei ragazzi è indispensabile al fine di gestire le relazioni con gli altri, favorire il benessere e la salute e prevenire comportamenti a rischio. I preadolescenti e gli adolescenti vivono un'età particolare, caratterizzata da emozioni contrastanti, ansie e difficoltà, durante la quale è più che mai fondamentale l'aiuto di un adulto che sappia comprenderli e aiutarli. Il manuale, diretto a tutti gli operatori della scuola e alle famiglie, si propone come strumento efficace nel promuovere e incentivare un apprendimento attivo delle abilità e competenze necessarie nella crescita di ogni individuo.

Educare allo sviluppo sostenibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Educare allo sviluppo sostenibile : pensare il futuro, agire oggi / Urs Kocher (a cura di)

Trento : Centro studi Erickson, 2017

Le guide

Abstract: Con sviluppo sostenibile si intende «il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri». Si tratta, in sostanza, di trovare soluzioni che permettano un buono sviluppo economico, tenendo contemporaneamente alta l'attenzione sulla salvaguardia dell'ambiente. Ma come portare in classe i complessi e importanti temi dello sviluppo sostenibile, al di là di luoghi comuni e di concetti interessanti ma distanti dalla vita quotidiana? Questo volume, forte dell'esperienza di un ampio progetto pluriennale nazionale iniziato un decennio fa, contiene diverse proposte didattiche — singole lezioni, unità didattiche, e anche progetti di istituto — che aiutano i docenti ad avvicinare da protagonisti i propri alunni allo sviluppo sostenibile. L'attenzione è posta sulle relazioni tra la scienza e la vita quotidiana nel capire, rispettare e proteggere l'ambiente e la salute, a partire da azioni concrete che permettono ai ragazzi di fare qualcosa in prima persona.

Montessori 6-12 anni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Porta, Claudia <1975->

Montessori 6-12 anni : per gli anni della scuola / Claudia Porta

Roma : Gallucci, 2017

Indispensalibri

Abstract: Nella fascia di età compresa tra i 6 e i 12 anni il bambino si apre al mondo che lo circonda. Animato da una curiosità innata, assorbe conoscenze e competenze con uno sforzo minimo. Attraverso la proposta di attività adatte alla sua età e ai suoi interessi, possiamo dunque aiutarlo a trarre il massimo profitto dalle capacità che la natura ha messo a sua disposizione. Questo manuale presenta attività ed esercizi sotto forma di gioco che potranno affiancare e integrare il programma scolastico tradizionale, oltre a tante idee creative per imparare divertendosi.

Educare alla meraviglia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fox, Matthew <1940->

Educare alla meraviglia : reinventare la scuola, reinventare l'umano / Matthew Fox ; prefazione di Antonio Chiara Scardicchio ; traduzione di Gianluigi Gugliermetto

Molfetta : La meridiana, 2017

Partenze

Abstract: Questo libro di Matthew Fox è un vero e proprio manifesto che sconvolge e reindirizza le ragioni per cui si educa. Come sosteneva Heschel - citato da Fox quasi a premessa del testo - "non è vero che imparare serve a vivere, perché imparare è vivere". Per questo, assumendo che l'educazione sta attraversando ovunque e da tempo un profondo momento di crisi, la chiave suggerita da Fox è reinventare il vivere su questa Terra, e vivere questo come un processo continuo di apprendimento. È importante assumere come principi nella lettura di questo libro che l'educazione non riguarda i bambini ma gli adulti, non è esclusiva della scuola ma è importante che la scuola insegni il gusto e la gioia, l'utilità e l'efficacia di vivere la vita come apprendimento. Che cioè educhi allo stupore di cui la modernità non si è occupata molto fino ad ora, dedicandosi più ad addomesticarlo che a ravvivarlo, più a sfruttarlo che ad apprezzarlo. Un'educazione scolastica così impegnata ha reso l'educazione stessa una fatica e un peso invece che occasione e opportunità per chiunque di espandersi e crescere e, soprattutto, meravigliarsi di continuo. La capacità di "ricevere" questa modalità di vivere in apprendimento è più viva nei bambini di quanto lo sia negli adulti. Per questa ragione le pagine del libro si rivolgono agli adulti perché re-imparino la meraviglia e lo stupore ad essa connesso. Perché se lo faranno loro anche il sistema educativo potrà farlo.

Non è colpa dei bambini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Novara, Daniele <1957->

Non è colpa dei bambini : perché la scuola sta rinunciando a educare i nostri figli e come dobbiamo rimediare : subito / Daniele Novara

Milano : BUR Rizzoli, 2017

BUR. Parenting

Abstract: Negli ultimi quindici anni gli adulti che hanno avuto a che fare con il mondo dell'infanzia, insegnanti o genitori, hanno dovuto confrontarsi in modo graduale ma inesorabile con una crescente terminologia medico-psichiatrica: disturbi dell'attenzione, autismo, dislessia, discalculia... Le certificazioni sono aumentate in maniera esponenziale e molti bambini - che un tempo sarebbero stati indicati come turbolenti, indisciplinati, in difficoltà - oggi hanno una diagnosi precisa. Eppure, ci racconta qui Novara per la prima volta, i conti non tornano: le diagnosi italiane eccedono la media di qualunque nazione, e l'accelerazione con la quale crescono nelle nostre scuole non è in linea con le statistiche internazionali. Cosa sta succedendo? Con le competenze di esperto dell'educazione, e l'apprensione di un osservatore empatico del mondo scolastico, Novara ci propone una risposta semplice e sconvolgente: stiamo sostituendo la psichiatria all'educazione. In una scuola, e in una società, che sta abbandonando una delle sue missioni fondamentali - crescere le nuove generazioni - è diventato perversamente più semplice definire malato un bambino che non riusciamo a educare. In queste pagine, ricche di dati chiari e di esperienze sul campo, Daniele Novara ci porta alla scoperta di un sistema che troppo spesso preferisce la terapia all'educazione. Ma ci mostra anche, attraverso percorsi già sperimentati, come sia possibile opporsi a questa deriva, recuperando la missione primaria delle famiglie e dei docenti. Un libro forte e necessario, che non colpevolizza nessuna categoria ma al contrario chiama tutti, genitori, insegnanti e anche medici, terapeuti e funzionari, a un lavoro comune per recuperare il senso vero dell'educare, tracciando una linea netta tra malattia e cattiva educazione, per ridare ai bambini la scuola, e la società, di cui hanno bisogno.

Educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garelli, Franco <1945->

Educazione / Franco Garelli

Bologna : Il mulino, 2017

Parole controtempo

Abstract: Educare oggi si può? Qual è il senso di questa parola in una società sempre più plurale? L'espressione "educazione" evoca vissuti e convinzioni disparate: per alcuni un peso di cui disfarsi o un'emergenza cui far fronte, per altri la risorsa senza la quale qualsiasi gruppo è destinato prima o poi a sgretolarsi. Educare è solo una tecnica e una costruzione di competenze? E che ruolo attribuiamo oggi agli ammonimenti e alle "prediche" piuttosto che ai modelli e all'esempio? Un problema che attraversa la famiglia, la scuola, le associazioni del tempo libero e le relazioni di lavoro, e che chiama sempre in causa la questione dei valori. Un libro ottimista e oltre i luoghi comuni, in cui si crede che anche per le generazioni dell'era virtuale lo scambio diretto tra le persone - adulti-giovani, maestro-allievo - sia qualcosa di insostituibile.

Disturbi di apprendimento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Danelli, Maria Vittoria <pedagogista>

Disturbi di apprendimento : cosa sono? : come si interviene? / Maria Vittoria Danelli

Cinisello Balsamo : San Paolo, 2017

Psicologia con l'anima

Abstract: Cosa sono i Disturbi dell'Apprendimento (DSA e altro)? E, soprattutto, come riconoscerli? C'è qualche 'campanello d'allarme' cui i genitori possono prestare attenzione? Il volume risponde a questi quesiti ma non si ferma qui. Suo obiettivo principale, infatti, è 'conoscere per agire', perché indica a chi rivolgersi per diagnosticare un DSA e offre suggerimenti concreti per prevenire, aiutare e lavorare con i bambini che hanno la dislessia, la disortografia, la disgrafia, la discalculia, disturbi dell'attenzione e del linguaggio. 'Conoscere per agire' è l'obiettivo che porterà il lettore, attraverso una lettura appassionata, a capire qual è il modo migliore per relazionarsi con i bambini che hanno DSA e qual è la strada migliore per aiutarli a superare le loro difficoltà. Questo libro è rivolto dunque ai genitori, perché possano capire maggiormente, e agli insegnanti, perché possano intervenire più efficacemente. Ma è dedicato soprattutto ai bambini e a quel bambino che ancora non è stato 'capito', perché quel bambino non 'è' un DSA ma 'ha' un DSA e potrà trovare un metodo di studio, strumenti e strategie per raggiungere i suoi obiettivi. Come tutti gli altri bambini.

La speciale saggezza dei genitori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montessori, Maria <1870-1952>

La speciale saggezza dei genitori / Maria Montessori ; introduzione di Vittorino Andreoli

Garzanti, 2017

Abstract: Un bambino non è adulto in miniatura, né un contenitore vuoto da riempire a nostro piacimento, ma un universo misterioso pieno di forza. Diventa ciò che ama, e assorbe l'ambiente intorno a sé per trasformarsi armonicamente nel suo futuro. Gli adulti che lo circondano, e primi fra tutti i genitori, hanno così il compito, delicato e insieme meraviglioso, di lasciarlo libero di maturare, rispecchiando e riconoscendo la sua natura, accompagnando il suo cammino alla conquista dell'indipendenza. Il pensiero di Maria Montessori raccolto in queste pagine, ancora oggi all'avanguardia, parla di rispetto, di amore, di dignità, affinché le nuove madri e i nuovi padri non vedano nei loro figli la copia incompleta di sé stessi, ma ascoltino e assecondino il ritmo della loro esistenza, incantati dal loro fiorire.

EroStudente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lo Storto, Giovanni

EroStudente : il desiderio di prendere il largo / Giovanni Lo Storto ; con un testo di Jean- Paul Fitoussi

Soveria Mannelli : Rubbettino, 2017

Abstract: Il mondo è cambiato e i nostri occhi ne sono testimoni entusiasti. È cambiato il modo in cui comunichiamo, in cui acquistiamo, in cui interagiamo più in generale. È cambiato tutto, ma inspiegabilmente la formazione è rimasta a un secolo fa. I giovani, oggi, sono molto diversi da quelli delle generazioni precedenti. Sono ancor più di nativi digitali. Gli strumenti di formazione tradizionali non bastano più per loro che sono pronti a essere apprendisti e apprenditori più che semplici studenti, a toccare con mano il sapere e a ricercare da soli le risposte alle loro domande. In un orizzonte estremamente largo di informazioni e di nozioni non sono più sufficienti una, due o tre dimensioni di apprendimento in una traiettoria formativa. Occorre massimizzare ogni volta, in tutte le occasioni possibili, tutto l'apprendimento possibile. Renderlo inclusivo, ampio, largo. Largo, ma non ingombrante. Agilmente largo, sorprendentemente ricco. Sappiamo già che ci formeremo per tutta la vita. Ora abbiamo bisogno di pratica, di visione, di emozione e desiderio di apprendimento. Abbiamo bisogno di un modello formativo che, come il progetto dell'alternanza scuola-lavoro, unisca la formazione teorica all'esperienza pratica. Il lifelong learning si completa ed evolve in lite largelearning nel senso di un apprendimento il più ricco, il più ampio, il più largo possibile. Che si allarga per ospitare nuove opportunità e diventa fonte generosa di crescita. Questo libro vuole offrire la prospettiva di una formazione più ampia, tanto teorica quanto pratica, che riscopre le abilità ancora poco esplorate degli studenti, dando voce agli stessi ragazzi che l'hanno sperimentata sulla loro pelle. Si sono abituati all'umanità, alla lentezza e all'incontro con la diversità, che è forse un allenamento tra i più difficili per l'essere umano. Con un testo di Jean-Paul Fitoussi.

Tutti i banchi sono uguali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raimo, Christian <1975->

Tutti i banchi sono uguali : la scuola e l'uguaglianza che non c'è / Christian Raimo

Torino : Eianudi, 2017

Passaggi Einaudi

Abstract: Spesso si dice che la scuola deve servire per immettere i ragazzi nella società. Non è così: serve invece a immaginare una società che ancora non conosciamo. Spesso si dice che i ragazzi devono imparare a essere se stessi; devono invece imparare a diventare se stessi. Non bisogna isolare ciò che avviene in classe da ciò che avviene fuori, o peggio, rendere funzionale il lavoro in classe alle ideologie del mondo non scolastico. Quattro sono i fuochi centrali del discorso sull'educazione oggi: valutazione, qualità della formazione, rapporto tra mondo della scuola e del lavoro e infine uguaglianza. Temi legati da una visione politica nel senso pieno del termine: non si può parlare di scuola senza pensare alla cittadinanza del futuro. Occorre recuperare la centralità della scuola: di fronte alla crisi delle altre agenzie educative è rimasta il luogo dove esercitare l'uguaglianza. Uguaglianza che è il baluardo capace di resistere alle ideologie individualiste e all'elogio della competizione.

Le difficoltà di apprendimento a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cornoldi, Cesare <1947->

Le difficoltà di apprendimento a scuola / Cesare Cornoldi

3. ed. aggiornata

Bologna : Il mulino, 2017

Farsi un'idea ; 36

Abstract: Il percorso scolastico può trasformarsi in una corsa a ostacoli, soprattutto in presenza di una dislessia, di difficoltà nella scrittura, in matematica o nella comprensione dei testi. Quali sono i disturbi non-verbali dell’apprendimento? Genitori e insegnanti sono spesso incerti e confusi di fronte a questi problemi. Il libro parte da casi esemplificativi e fornisce indicazioni utili per distinguere tra difficoltà generiche e disturbi specifici, e per orientarsi nelle iniziative concrete da intraprendere affinché ogni inciampo non diventi una caduta.

A scuola con la mindfulness
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vigilante, Antonio <1971->

A scuola con la mindfulness / Antonio Vigilante

Firenze : Terra nuova, 2017

Genitori e figli

Abstract: Cinque secoli prima di Cristo Siddhartha Gautama, il Buddha storico, ha elaborato un sistema di meditazione (vipassana) basato sull'analisi di sé stessi, del proprio corpo e dei contenuti mentali. Negli anni Settanta il medico statunitense Jon Kabat-Zinn ne ha tratto un protocollo scientifico per la cura dello stress. È nata così la mindfulness, una pratica che ha rivoluzionato il mondo della psicoterapia. Questo libro suggerisce che l'introduzione della mindfulness nelle scuole, associata alla pratica occidentale del dialogo filosofico, rappresenta l'occasione per un cambiamento di paradigma in campo educativo. La mindfulness può essere uno strumento efficace per affrontare problemi sempre più diffusi nelle nostre scuole, come violenza e bullismo, disattenzione, difficoltà di concentrazione, burnout dei docenti. Per Vigilante, tuttavia, essa attua tutte le sue potenzialità solo se inserita in un progetto educativo più complesso. L'Educazione Basata sulla Consapevolezza (EBAC) Umanistica proposta dall'autore è un programma di formazione che, attraverso la ricerca interiore e il dialogo con gli altri, intende approfondire la consapevolezza come sapere di sé (dimensione esistenziale), sapere dell'altro (dimensione etica), coscienza dei problemi comuni (dimensione politica). Il libro è completato da una guida pratica, con esercizi pensati appositamente per studenti e insegnanti.

Maleducati o educati male?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Milani, Isabella <insegnante>

Maleducati o educati male? / Isabella Milani

Milano : Vallardi, 2017

Abstract: Il nuovo libro della professoressa Milani è indirizzato a tutti quelli che a vario titolo educano i bambini e i ragazzi: i genitori, in modo particolare, e poi gli insegnanti, gli educatori, gli adulti in generale. La trattazione prende le mosse dagli interrogativi che ogni educatore dovrebbe porsi. Esiste oggi un problema dell'educazione? Chi sono i responsabili? Come possiamo risolverlo? L'autrice osserva che se molti ragazzi non sono in grado di porsi degli obiettivi e di impegnarsi per raggiungerli, la responsabilità è di una società che prima li spinge a diventare consumisti, immaturi, prepotenti, per poi criticarli perché sono cresciuti esattamente a quel modo. Nella sua carriera più che trentennale la professoressa Milani ha constatato spesso che i genitori, pur convinti di agire per il bene dei figli, inconsapevolmente li danneggiano iperproteggendoli e deresponsabilizzandoli. Genitori e insegnanti, che hanno il compito di educare lo stesso bambino, sono oggi divisi da un muro di incomprensioni che si può abbattere solo se ognuno conosce le ragioni e le difficoltà dell'altro, perché l'incomprensione nasce dalla mancanza di conoscenza reciproca.

Il metodo Montessori a casa e a scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poussin, Charlotte <educatrice>

Il metodo Montessori a casa e a scuola / Charlotte Poussin

Milano : Red!, 2017

Abstract: La pedagogia Montessori considera il bambino non come un futuro adulto che deve essere modellato, ma come una persona intesa globalmente, da accompagnare nel suo percorso di crescita con profondo rispetto. Per questo incentiva l'autonomia, favorendo l'autostima e offrendo al bambino la possibilità di progredire al proprio ritmo, scegliendo le attività che predilige. Questo libro presenta chiaramente e semplicemente la pedagogia Montessori: la sua storia, la sua teoria e la sua pratica, a scuola come in casa. L'educatrice Charlotte Poussin ci fa partecipi della sua esperienza per aiutarci a capire e a vivere questo metodo con i bambini. Ci fa prendere coscienza dell'importanza del nostro atteggiamento di educatori per incarnare ciò che noi desideriamo trasmettere; ci insegna a mettere il bambino al centro della riflessione sull'educazione, a porre l'accento sull'osservazione, la comunicazione e l'amorevolezza per accompagnarlo sul cammino del suo sviluppo.