Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Cina (Repubblica Popolare Cinese)
× Lingue Latino
× Nomi Demetrio, Duccio <1945->
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Educazione
× Nomi Hayden, Torey L. <1951->

Trovati 18 documenti.

Mostra parametri
I bambini di Torey Hayden
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Marlowe, Michael J.

I bambini di Torey Hayden / Torey L. Hayden e Michael J. Marlowe ; traduzione di Davide Cavagna

[Milano] : Corbaccio, 2012

Abstract: Per anni Torey Hayden ha insegnato in classi speciali e a bambini difficili: da questa sua esperienza sono nati alcuni fra i suoi racconti più belli, come Una bambina. In questo libro, la Hayden insieme a Mike Marlowe, professore universitario che si occupa di formazione degli insegnanti, analizza quello che col tempo è diventato un vero e proprio metodo di insegnamento. Torey Hayden si rifà alle sue storie e le utilizza per inquadrare le relazioni con i ragazzi. Insegnanti, studenti, genitori e figli ritroveranno negli esempi contenuti tutta l'umanità e la passione che la Hayden ha profuso nei suoi libri e uno strumento fondamentale per impostare un rapporto basato sull'amore, sulla comprensione e sul rispetto reciproci, fra adulti e ragazzi - difficili, problematici - ma anche semplicemente ragazzi.

Una bambina e gli spettri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina e gli spettri / Torey L. Hayden ; traduzione di Piero Cavallari

Milano : TEA, 2012

Abstract: Torey Hayden, psicopatologa infantile, dopo tanti anni di casi difficili credeva di essere pronta a tutto, ma non era preparata all'incontro con Jadie, una bambina colpita da mutismo elettivo e completamente chiusa nel suo dolore. Alle origini di tanta sofferenza si celava una realtà sconvolgente: violenze sessuali, abusi emotivi, culti satanici. Solo grazie a tutta la sua esperienza, unita all'amore e alla dolcezza, Torey Hayden ha saputo aiutare la piccola Jadie ad affrontare la sua tremenda realtà e a incamminarsi verso la salvezza.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Pieraccini

16. ed

[Milano] : Corbaccio, 2012

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.

Bambini del silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Bambini del silenzio / Torey L. Hayden ; traduzione di Valeria Galassi

Milano : TEA, 2007

Abstract: Che cos'hanno in comune un bambino di quattro anni biondo e sorridente, figlio e nipote amatissimo e di famiglia più che benestante, e una bambina di nove anni ricoverata in un ospedale psichiatrico in seguito a terribili abusi? A un primo sguardo, una sola cosa: Torey Hayden, la maestra dei miracoli, che si trova a occuparsi dei due casi nello stesso periodo. Grazie alla sua straordinaria capacità di vedere i problemi dei bambini attraverso i loro occhi, Torey riuscirà ancora una volta a scavare oltre l'apparenza, per scoprire come anche nelle famiglie più privilegiate si possano nascondere terribili segreti e per mostrare a tutti come anche nelle situazioni più disperate ci possa essere spazio per la speranza e il riscatto. La dedizione, la disponibilità, l'umanità e la competenza sono le sue armi, e la storia di questi due bambini in difficoltà che tornano alla vita ce le mostra in tutta la loro miracolosa forza ed efficacia.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

15. ed.

Corbaccio, 2006

Una bambina bellissima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina bellissima / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : TEA, 2005

Abstract: Venus ha sei anni ed è una degli otto bambini di una famiglia famosa per le sue difficoltà e per gli episodi di violenza. Venus non parla e non reagisce: a occuparsi di lei con molta dedizione è la sorella maggiore Wanda che è ritardata. Con il tempo e molto coraggio Torey Hayden scoprirà che in realtà Wanda è la madre di Dorothy e riuscirà a stabilire un rapporto con la bambina. Le sue capacità di insegnante unite alla grande forza dell'amore riusciranno ancora una volta nel miracolo.

Bambini del silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Bambini del silenzio / Torey L. Hayden ; traduzione di Valeria Galassi

Milano : Corbaccio, [2004]

Abstract: Che cos'hanno in comune un bambino di quattro anni biondo e sorridente, figlio e nipote amatissimo di una ricca famiglia, e una bambina di nove anni in cura in ospedale psichiatrico perché chiaramente disturbata in seguito a terribili abusi? Solo una cosa: la maestra dei miracoli che si trova a occuparsi di entrambi nello stesso periodo. Ma come sempre l'apparenza inganna e anche nella famiglia più privilegiata si possono nascondere terribili segreti, così come anche nella situazione più disperata c'è spazio per speranza e riscatto.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : Tea, 2003

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.

Una di loro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una di loro / Torey L. Hayden ; traduzione di Elisa Frontori

Milano : TEA, 2002

Abstract: Comincia un nuovo anno scolastico per Torey Hayden che dovrà occuparsi di una serie di casi molto difficile: due sorelline irlandesi scioccate dagli orrori della guerra; il loro cuginetto testimone del suicidio del padre; Dirkie che conosce solo la vita dell'orfanatrofio; Mariana, otto anni, aggressiva e sessualmente precoce; Leslie, sette anni, chiusa nel suo mondo e incapace di relazionarsi con l'esterno. Inaspettatamente giunge in classe un'alunna in più: la mamma di Leslie che, entrata ufficialmente come aiutante, dopo un inizio molto conflittuale, si appoggia a Torey Hayden perché l'aiuti a risolvere i suoi numerosissimi problemi.

Una bambina bellissima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina bellissima / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : Corbaccio, [2001]

Abstract: Venus ha sei anni ed è una degli otto bambini di una famiglia famosa per le sue difficoltà e per gli episodi di violenza. Venus non parla e non reagisce: a occuparsi di lei con molta dedizione è la sorella maggiore Wanda che è ritardata. Con il tempo e molto coraggio Torey Hayden scoprirà che in realtà Wanda è la madre di Dorothy e riuscirà a stabilire un rapporto con la bambina. Le sue capacità di insengnante unite alla grande forza dell'amore riusciranno ancora una volta nel miracolo.

Figli di nessuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Figli di nessuno / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : : TEA, 2000

Abstract: Un bambino di sette anni che non parla se non per ripetere le previsioni del tempo; una bambina con un trauma cranico causatole dal padre; un violento bambino di dieci anni che ha visto la matrigna uccidere suo padre; una dodicenne espulsa da scuola perché incinta: quattro casi di cui nessuno aveva voluto occuparsi. Nessuno aveva cercato di capirli e di aiutarli ad affrontare la vita. Ma l'autrice di questo libro, la maestra dei miracoli, si fa carico di situazioni considerate disperate e offre ai suoi bambini fiducia, amore e soprattutto speranza. Il libro considera l'orrenda realtà dei bambini maltrattati, ma anche le possibilità di recupero che la psicologia la sensibilità e l'amore possono aprire.

Figli di nessuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Figli di nessuno / Torey L. Hayden

Milano : SuperPocket, [2000]

Una bambina e gli spettri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina e gli spettri / Torey L. Hayden ; traduzione di Piero Cavallari

Milano : TEA, 1998

Abstract: Torey Hayden, psicopatologa infantile, dopo tanti anni di casi difficili credeva di essere pronta a tutto, ma non era preparata all'incontro con Jadie, una bambina colpita da mutismo elettivo e completamente chiusa nel suo dolore. Alle origini di tanta sofferenza si celava una realtà sconvolgente: violenze sessuali, abusi emotivi, culti satanici. Solo grazie a tutta la sua esperienza, unita all'amore e alla dolcezza, Torey Hayden ha saputo aiutare la piccola Jadie ad affrontare la sua tremenda realtà e a incamminarsi verso la salvezza.

Una di loro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una di loro / Torey L. Hayden ; traduzione di Elisa Frontori

Milano : Corbaccio, [1998]

Abstract: Ancora una volta Torey Hayden si trova ad affrontare una classe di bambini difficili. Due sorelline irlandesi traumatizzate dagli orrori della guerra, il loro cuginetto che è stato testimone del suicidio del padre, l'undicenne Dirkie che conosce solo la vita di un orfanotrofio, l'eccitabile Marianna, otto anni, aggressiva e sessualmente precoce e Leslie, sette anni, forse quella con maggiori problemi, totalmente chiusa nel suo mondo, incapace di comunicare con l'esterno. Ma di questa classe così disastrata entra a far parte, ufficialmente come aiutante, anche la mamma di uno dei bambini, una giovane donna che, dopo un inizio molto conflittuale, si appoggia alla Hayden perché l'aiuti a risolvere i suoi numerosi problemi.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden

Milano : Superpocket, 1998

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.

Figli di nessuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Figli di nessuno / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : Corbaccio, [1997]

Abstract: Un bambino di sette anni che non sa parlare se non per ripetere le previsioni del tempo e le parole degli altri, un'incantevole bambina di sette anni che non sa nè leggere nè scrivere a causa di un trauma cranico causatole dal padre, un violento bambino di dieci anni che ha visto la matrigna uccidere suo padre e suo fratello e che passa da una famiglia all'altra, una timidissima dodicenne espulsa dalla scuola perché incinta... Nessuno, se non la maestra dei miracoli, aveva voluto occuparsi di loro. Nessuno aveva cercato di capirli e di aiutarli ad affrontare la vita. Un libro struggente nel quale Torey Hayden intende mettere di fronte all'orrenda realtà dei bambini maltrattati.

Una bambina e gli spettri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina e gli spettri / Torey L. Hayden

Milano : Corbaccio, [1994]

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden

Milano : Corbaccio, 1993

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.