Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Cina (Repubblica Popolare Cinese)
× Lingue Latino
× Nomi Demetrio, Duccio <1945->
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Educazione
× Soggetto Bambini disadattati

Trovati 54 documenti.

Mostra parametri
Il bambino terribile e la scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aucouturier, Bernard <1934->

Il bambino terribile e la scuola : proposte educative e pedagogiche / Bernard Aucouturier

Milano : Cortina Raffaello, 2015

Abstract: Chi è il bambino terribile? Che cosa può consentire di entrare in relazione con lui senza essere sopraffatti e di conseguenza sopraffarlo? Che cosa significa essere d'aiuto, in quanto insegnanti e educatori, di fronte a un bambino agitato, aggressivo, addirittura violento? Bernard Aucouturier, uno dei massimi teorici della psico-motricità si occupa qui dei disturbi di comportamento e delle difficoltà di apprendimento dei bambini difficili da gestire nell'ambito scolastico, che restano ai margini della scuola e faticano a raggiungere lo statuto di allievi. L'osservazione e un lungo lavoro con questi "bambini terribili" ha portato l'autore a proporre risposte educative e pedagogiche ispirate alla pratica psicomotoria e alle sue strategie di rassicurazione profonda tramite il corpo e il linguaggio. Una riflessione che si rivolge a tutte le figure educative che si occupano di infanzia, interrogandole sul senso profondo da attribuire alla scuola di domani.

I bambini di Torey Hayden
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Marlowe, Michael J.

I bambini di Torey Hayden / Torey L. Hayden e Michael J. Marlowe ; traduzione di Davide Cavagna

[Milano] : Corbaccio, 2012

Abstract: Per anni Torey Hayden ha insegnato in classi speciali e a bambini difficili: da questa sua esperienza sono nati alcuni fra i suoi racconti più belli, come Una bambina. In questo libro, la Hayden insieme a Mike Marlowe, professore universitario che si occupa di formazione degli insegnanti, analizza quello che col tempo è diventato un vero e proprio metodo di insegnamento. Torey Hayden si rifà alle sue storie e le utilizza per inquadrare le relazioni con i ragazzi. Insegnanti, studenti, genitori e figli ritroveranno negli esempi contenuti tutta l'umanità e la passione che la Hayden ha profuso nei suoi libri e uno strumento fondamentale per impostare un rapporto basato sull'amore, sulla comprensione e sul rispetto reciproci, fra adulti e ragazzi - difficili, problematici - ma anche semplicemente ragazzi.

Una bambina e gli spettri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina e gli spettri / Torey L. Hayden ; traduzione di Piero Cavallari

Milano : TEA, 2012

Abstract: Torey Hayden, psicopatologa infantile, dopo tanti anni di casi difficili credeva di essere pronta a tutto, ma non era preparata all'incontro con Jadie, una bambina colpita da mutismo elettivo e completamente chiusa nel suo dolore. Alle origini di tanta sofferenza si celava una realtà sconvolgente: violenze sessuali, abusi emotivi, culti satanici. Solo grazie a tutta la sua esperienza, unita all'amore e alla dolcezza, Torey Hayden ha saputo aiutare la piccola Jadie ad affrontare la sua tremenda realtà e a incamminarsi verso la salvezza.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Pieraccini

16. ed

[Milano] : Corbaccio, 2012

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.

Il disagio educativo al nido e alla scuola dell'infanzia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nicolodi, Giuseppe <psicologo>

Il disagio educativo al nido e alla scuola dell'infanzia / Giuseppe Nicolodi

Milano : Angeli, c2008

Abstract: Il disagio che il bambino esprime nelle istituzioni educative della prima infanzia è un sintomo, ovvero un messaggio lanciato dal bambino in difficoltà nei confronti delle persone importanti per lui, la sua insegnante alla scuola dell'infanzia e la sua educatrice al nido. Per questo, più che il disagio infantile in sé, questo libro affronta programmaticamente il disagio educativo: il disagio degli adulti nel rispondere al disagio del bambino. Utilizzando la lente dei Contenitori Educativi, il volume analizza in modo dettagliato le singole manifestazioni comportamentali attraverso le quali si manifestano le varie forme di disagio del bambino alla scuola dell'infanzia e al nido, e fornisce i principali elementi per la realizzazione di strategie educative adeguate. Si tratta di strategie che nulla hanno d'estraneo al normale fare scuola, ma che, per essere attualizzate da parte degli adulti, implicano l'attivazione di un adeguato spazio mentale e di una disponibilità alla crescita professionale e personale, come si conviene a chi si occupa di educazione nella prima infanzia. Il libro è particolarmente indicato per tutte le persone che, per esigenze diverse, sono in costante contatto con l'infanzia e le sue fatiche evolutive, e che intendono riflettere sulle proprie fatiche educative.

Bambini del silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Bambini del silenzio / Torey L. Hayden ; traduzione di Valeria Galassi

Milano : TEA, 2007

Abstract: Che cos'hanno in comune un bambino di quattro anni biondo e sorridente, figlio e nipote amatissimo e di famiglia più che benestante, e una bambina di nove anni ricoverata in un ospedale psichiatrico in seguito a terribili abusi? A un primo sguardo, una sola cosa: Torey Hayden, la maestra dei miracoli, che si trova a occuparsi dei due casi nello stesso periodo. Grazie alla sua straordinaria capacità di vedere i problemi dei bambini attraverso i loro occhi, Torey riuscirà ancora una volta a scavare oltre l'apparenza, per scoprire come anche nelle famiglie più privilegiate si possano nascondere terribili segreti e per mostrare a tutti come anche nelle situazioni più disperate ci possa essere spazio per la speranza e il riscatto. La dedizione, la disponibilità, l'umanità e la competenza sono le sue armi, e la storia di questi due bambini in difficoltà che tornano alla vita ce le mostra in tutta la loro miracolosa forza ed efficacia.

Bambini a disagio nel nido e nella scuola dell'Infanzia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ongari, Barbara - Tomasi, Francesca <1971-> - Zoccatelli, Barbara

Bambini a disagio nel nido e nella scuola dell'Infanzia : un percorso di formazione all'osservazione e all'intervento individualizzato / Barbara Ongari, Francesca Tomasi, Barbara Zoccatelli

Azzano San Paolo : Junior, 2007

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

15. ed.

Corbaccio, 2006

Classi difficili
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Landini, Bianca Maria - Tordelli, Maria Cristina

Classi difficili : unita' di apprendimento cooperativo e disagio educativo / Bianca Maria Landini, Maria Cristina Tordelli

Roma : Carocci Faber, 2006

Abstract: Come integrare il ragazzo in difficoltà, l'extracomunitario, l'allievo eccellente, la bambina timida, che convivono nella stessa classe creando, per ciascuno, un percorso personalizzato che conduca tutti alla meta? Il testo, nato da anni di esperienza didattica, tenta di risolvere questi problemi e si rivolge ai docenti di materie letterarie della scuola dell'obbligo. Tratta in maniera approfondita le ragioni del disagio, le teorie per affrontarlo, la più recente normativa in materia di integrazione. Si propongono esperienze maturate nella scuola, nate da un ideale di integrazione totale e di personalizzazione degli apprendimenti, capace di coinvolgere gli alunni e gli insegnanti in modo interdisciplinare.

La speciale normalita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ianes, Dario <1955->

La speciale normalita' : strategie di integrazione e inclusione per le disabilita' e i Bisogni Educativi Speciali / Dario Ianes

Gardolo (Tn) : Erickson,[2006]

Abstract: Per realizzare una buona qualità dell'integrazione scolastica degli alunni con disabilità e un'efficace azione inclusiva per i molti alunni più con bisogni educativi speciali vi è la necessità di rendere sempre più speciale la normalità del far scuola tutti i giorni. La normalità della didattica e dei problemi educativi e formativi va decisamente arricchita di strategie efficaci e aspetti tecnici che provengono dalla pedagogia speciale (special education) e dalla psicologia dell'educazione. In questo modo, per l'alunno disabile o con bisogni educativi speciali è la normalità del relazionarsi e dell'imparare con tutti gli altri alunni, che gli dà identità, appartenenza, sicurezza, autostima.

Bisogni educativi speciali e inclusione
0 0 0
Monografie

Ianes, Dario <1955->

Bisogni educativi speciali e inclusione : software gestionale per l'identificazione dei bisogni educativi speciali (BES) e per la programmazione delle risorse per l'inclusione / Dario Ianes

Gardolo di Trento : Erickson, c2006

Abstract: La scuola sente la necessità di valutare equamente i bisogni educativi speciali, per rendersi conto del carico complessivo a cui sono sottoposte le classi. Di fronte a questa valutazione, la scuola individua e progetta risorse per l'inclusione, per poter cioè rispondere in modo individualizzato ed efficace ai bisogni educativi speciali. Nel testo viene illustrata una sequenza metodologica per attivare tutte le risorse possibili (che non sono soltanto gli insegnanti di sostegno) secondo i principi della speciale normalità e con il supporto continuo di esempi applicativi di buone prassi.

Una bambina bellissima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina bellissima / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : TEA, 2005

Abstract: Venus ha sei anni ed è una degli otto bambini di una famiglia famosa per le sue difficoltà e per gli episodi di violenza. Venus non parla e non reagisce: a occuparsi di lei con molta dedizione è la sorella maggiore Wanda che è ritardata. Con il tempo e molto coraggio Torey Hayden scoprirà che in realtà Wanda è la madre di Dorothy e riuscirà a stabilire un rapporto con la bambina. Le sue capacità di insegnante unite alla grande forza dell'amore riusciranno ancora una volta nel miracolo.

Bambini del silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Bambini del silenzio / Torey L. Hayden ; traduzione di Valeria Galassi

Milano : Corbaccio, [2004]

Abstract: Che cos'hanno in comune un bambino di quattro anni biondo e sorridente, figlio e nipote amatissimo di una ricca famiglia, e una bambina di nove anni in cura in ospedale psichiatrico perché chiaramente disturbata in seguito a terribili abusi? Solo una cosa: la maestra dei miracoli che si trova a occuparsi di entrambi nello stesso periodo. Ma come sempre l'apparenza inganna e anche nella famiglia più privilegiata si possono nascondere terribili segreti, così come anche nella situazione più disperata c'è spazio per speranza e riscatto.

Bullismo: le azioni efficaci della scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bullismo: le azioni efficaci della scuola : percorsi italiani alla prevenzione e all'intervento / Ersilia Menesini (a cura di)

Trento : Erickson, [2003]

Abstract: Capita sempre più spesso di sentir parlare di bullismo in relazione a gravi fatti di cronaca in cui sono coinvolti adolescenti. Ormai si sa cos’è il bullismo, e se ne sono individuate le varie cause, psicologiche, socili e culturali. Ma cosa si può fare in ambito scolastico per evitare che i più diffusi disagi emotivi e psicologici dell’età adolescenziale si trasformino in comportamenti violenti e socialmente pericolosi? Il libro si propone di rispondere a questi interrogativi, basandosi sulla conoscenza teorica ed empirica del fenomeno e fornendo allo stesso tempo utili e importanti suggerimenti su come affrontarlo, elaborando una “via italiana” alla prevenzione e all’intervento. L’obiettivo che ci si prefigge è quello di presentare degli strumenti destinati ad insegnanti, psicologi e quanti si trovano a dover affrontare queste tematiche. Nei capitoli vengono descritti vari percorsi di lavoro e si propongono diversi approcci, da quelli più strettamente curricolari a quelli più innovativi, volti a potenziare le risorse dei ragazzi attraverso un processo di progressiva responsabilizzazione dei ruoli di aiuto o di supporto tra pari. Le attività proposte sono particolarmente efficaci, in quanto frutto di una sperimentazione decennale, svolta in diverse scuole italiane.Una guida pratica, un utile strumento per conoscere e prevenire il bullismo, oltre che per approfondire le tecniche di intervento, in modo da favorire un clima di convivenza e rispetto reciproco.

L'alunno iperattivo in classe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Di Pietro, Mario - Filoramo, Giorgio - Bassi, Elena, psicologa clinica

L'alunno iperattivo in classe : problemi di comportamento e strategie educative / Mario di Pietro, Elena Bassi e Giorgio Filoramo

Rist

Gardolo di Trento : Erickson, c2001 (stampa 2003)

Abstract: Problemi di comportamento e strategie educative.

Manuale di pedagogia della marginalita' e della devianza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Izzo, Domenico - Mannucci, Andrea - Mancaniello, Maria Rita

Manuale di pedagogia della marginalita' e della devianza / Domenico Izzo, Andrea Mannucci, Maria Rita Mancaniello

Pisa : ETS, [2003]

Abstract: Negli ultimi anni la ricerca e lo studio delle problematiche dell'emarginazione sociale si trovano spesso al centro dei processi formativi. È sempre più necessario definire modelli e metodi di intervento specifici, utili per comprendere i meccanismi sociali che alimentano la costruzione del disagio, le peculiari esigenze psicologiche dei devianti, i processi rieducativi da offrire. Il manuale nasce per offrire a educatori, formatori, insegnanti e a quanti altri operano in campo socio-formativo, uno strumento di conoscenza delle più recenti ricerche e dei più significativi studi sulle tematiche della marginalità e della devianza e sulle metodologie pedagogiche attualmente utilizzate nel campo della prevenzione e dell'intervento.

Una bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951-> - Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : Tea, 2003

Abstract: In questi bambini c'è di più. C'è il coraggio. Mentre la sera siamo davanti al telegiornale, a sentire di nuove, emozionanti conquiste in qualche terra lontana, perdiamo i veri drammi che si vivono intorno a noi. È un peccato, perché lì c'è più coraggio che da ogni altra parte. Alcuni di quei bambini vivono con tali incubi e tali ossessioni, nella loro testa, che ogni movimento si carica di straordinario terrore. Alcuni vivono a contatto con una violenza e una perversione che le parole non possono descrivere. Ad alcuni non viene nemmeno concessa la dignità che si concede agli animali. Alcuni vivono senza speranza. Eppure resistono. Quasi tutti accettano la loro vita, non conoscendo altro modo di vivere. Questo libro racconta di una sola bambina. Non è stato scritto per evocare pietà. Ne per elogiare un'insegnante. E neppure per deprimere quelli che hanno trovato pace nel non sapere. Questo libro è una risposta a chi mi chiede se non è frustrante lavorare con i malati di mente. È un'ode all'animo umano, perché questa ragazzina è come tutti i miei bambini. Come tutti noi. È una sopravvissuta.

Introduzione alla pedagogia speciale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trisciuzzi, Leonardo <psicopedagogista> - Fratini, Carlo - Galanti, Maria Antonella

Introduzione alla pedagogia speciale / Leonardo Trisciuzzi, Carlo Fratini, Maria Antonella Galanti

Roma ; Bari : Laterza, 2003

Abstract: Attualmente la pedagogia speciale, sia sul versante teorico sia nella formazione degli insegnanti - e non solo di quelli di sostegno più direttamente interessati - ha assunto una posizione rilevante nell'ambito delle Scienze della formazione. La presenza in classe di alunni diversamente abili - da quelli che venivano definiti super, alle più diversificate sfumature di alunni difficili - sollecita e socialmente impone un intervento educativo.

Una di loro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una di loro / Torey L. Hayden ; traduzione di Elisa Frontori

Milano : TEA, 2002

Abstract: Comincia un nuovo anno scolastico per Torey Hayden che dovrà occuparsi di una serie di casi molto difficile: due sorelline irlandesi scioccate dagli orrori della guerra; il loro cuginetto testimone del suicidio del padre; Dirkie che conosce solo la vita dell'orfanatrofio; Mariana, otto anni, aggressiva e sessualmente precoce; Leslie, sette anni, chiusa nel suo mondo e incapace di relazionarsi con l'esterno. Inaspettatamente giunge in classe un'alunna in più: la mamma di Leslie che, entrata ufficialmente come aiutante, dopo un inizio molto conflittuale, si appoggia a Torey Hayden perché l'aiuti a risolvere i suoi numerosissimi problemi.

Una bambina bellissima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hayden, Torey L. <1951->

Una bambina bellissima / Torey L. Hayden ; traduzione di Silvia Piraccini

Milano : Corbaccio, [2001]

Abstract: Venus ha sei anni ed è una degli otto bambini di una famiglia famosa per le sue difficoltà e per gli episodi di violenza. Venus non parla e non reagisce: a occuparsi di lei con molta dedizione è la sorella maggiore Wanda che è ritardata. Con il tempo e molto coraggio Torey Hayden scoprirà che in realtà Wanda è la madre di Dorothy e riuscirà a stabilire un rapporto con la bambina. Le sue capacità di insengnante unite alla grande forza dell'amore riusciranno ancora una volta nel miracolo.