Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Cina (Repubblica Popolare Cinese)
× Lingue Latino
× Soggetto Pace
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Educazione

Trovati 823 documenti.

Mostra parametri
Alzare lo sguardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tamaro, Susanna <1957->

Alzare lo sguardo : il diritto di crescere, il dovere di educare / Susanna Tamaro

Milano : Solferino, 2019

I Solferini

Abstract: Nel Paese dei balocchi in cui viviamo risuona un unico imperativo: «Lascia perdere!». La memoria e il rigore, l'impegno e l'etica sono fatiche inutili. Le molte realtà straordinarie della scuola e dell'impegno sociale, così come le famiglie, sono costrette a nuotare come salmoni contro la corrente della crisi economica, dell'arroganza al potere, del disprezzo verso i saperi. Eppure a venire oggi alla ribalta non sono solo bambini-erba, senza forma e senza senso del limite, né solo ragazzi-risacca, trasportati dalle maree di qualche vizio o disagio. Sono anzi i giovani stessi, con l'impegno delle loro battaglie e dei loro ideali, a mostrarci che non tutto è perduto. Il punto di partenza di questa appassionata lettera a un'insegnante sono le emergenze del tempo presente, ma la forza dell'appello di Susanna Tamaro va ben al di là, ponendo questioni fondamentali per ricomporre la nostra convivenza. Di quale sapere abbiamo bisogno per essere in grado di affrontare la vita? Come tornare a comunicare ai bambini l'amore per le domande e la passione per la ricerca delle risposte? Cosa stanno cercando di dirci i ragazzi che oggi scendono in piazza in difesa del futuro di tutti? Forse al cuore di un nuovo patto possibile tra le generazioni c'è la riscoperta di un concetto rivoluzionario: l'anima. Tornare a nutrirla è la condizione per ricominciare a cambiare il mondo: per una volta, in meglio.

Fare la differenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ghigi, Rossella <docente di sociologia>

Fare la differenza : educazione di genere dalla prima infanzia all'età adulta / Rossella Ghigi

Bologna : Il mulino, 2019

Farsi un'idea ; 273

Abstract: In una scuola dell’infanzia vengono proposte bambole ai bambini e camion giocattolo alle bambine. In una primaria si parla di famiglie con due papà e due mamme. In una secondaria si realizza un documentario sulle persone transgender: esperienze educative sul tema del genere si stanno moltiplicando nel nostro paese, alimentando accesi dibattiti tra insegnanti, educatori, genitori e amministratori pubblici, oltre che sulla stampa. Ma cosa si intende esattamente per educazione di genere? Quali sono le ragioni dei sostenitori e quelle degli oppositori? È davvero una novità? Una cosa è certa: disfare la disuguaglianza significa davvero fare la differenza

La prova orale del concorso per Insegnante di sostegno infanzia e primaria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La prova orale del concorso per Insegnante di sostegno infanzia e primaria : manuale per la preparazione al colloquio di natura didattico-metodologica / a cura di Cristina D'Agostino

Simone, 2019

Abstract: Per superare la prova orale del concorso per insegnante di sostegno per i posti nella scuola dell'infanzia e primaria, occorre dimostrare di essere in grado di applicare nella pratica didattica le conoscenze teoriche. Il testo, pertanto, è stato strutturato in modo da comprendere le nozioni teoriche di progettazione e programmazione didattica, nonché tracce ed esempi di attività didattiche per affrontare con consapevolezza il colloquio. Il manuale si articola nelle seguenti parti: parte prima, Inclusione e didattica: si affrontano le tematiche concernenti la normativa sull'integrazione, i bisogni educativi speciali, le tipologie di disabilità e gli interventi didattici, la didattica per i bisogni di tutti e di ciascuno, le tecnologie per l'inclusione, il Pei e i principi fondamentali della progettazione inclusiva. Parte seconda, La progettazione di attività didattiche per la prova orale: dopo aver trattato nella prima parte degli aspetti teorico-pratici della didattica, qui si passa a illustrare la progettazione di attività di sostegno agli allievi con disabilità, ossia di quella particolare attività che l'insegnante è chiamato a svolgere nel corso della prova orale. Parte terza, Il colloquio e l'accertamento delle competenze linguistiche e informatiche: il colloquio del concorso per docenti di sostegno della scuola dell'infanzia e primaria presuppone l'accertamento anche delle competenze linguistiche e informatiche del candidato. A tal fine, in questa parte vengono presentate alcune delle domande rivolte dalle commissioni in sede di colloquio, con le relative risposte in inglese, un glossario in lingua con i termini più usati nella didattica e, infine, alcune brevi schede grammaticali (presenti nelle espansioni online al volume). Analogamente per le competenze informatiche. Conclude la trattazione una sintetica guida all'uso di PowerPoint funzionale alla realizzazione di una presentazione con slide dell'attività didattica oggetto della prova orale (un modello base personalizzabile di presentazione .ppt è fornito tra le espansioni online).

Via dalla pazza classe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Affinati, Eraldo <1956->

Via dalla pazza classe : educare per vivere / Eraldo Affinati

Milano : Mondadori, 2019

Strade blu

Abstract: Cosa significa educare? Il difficile momento di trasformazione sociale e culturale che stiamo attraversando sembra impedire a genitori e insegnanti di rispondere a questa domanda. Si tratta tuttavia di una questione decisiva per provare a comprendere i tanti cambiamenti in corso. Partendo dalla testimonianza delle scuole Penny Wirton per l'insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati, Eraldo Affinati racconta la storia di una nuova esperienza didattica dove ci si guarda negli occhi, sedendo allo stesso tavolo, senza classi e senza voti, in una relazione d'amicizia e simpatia. Nel suo diario personale e pubblico, in cui s'intrecciano la dimensione pedagogica e letteraria, troveremo una riflessione su temi cruciali: la responsabilità di chi viene chiamato a formare i ragazzi, i viaggi della speranza mischiati a quelli della morte, i fantasmi della Shoah, la natura equivoca della nuova libertà digitale, gli adulti fragili, il rischio delle parole gratuite e delegittimate, la potenza del vero volontariato, il nodo spinoso del giudizio e della valutazione, il possibile inganno della risposta esatta e il valore paradossale di quella sbagliata. Insegnare, scrivere e parlare chiamano in causa il nostro modo di stare insieme e ci spingono a ripensare un'idea dell'Europa. Guidato dai maestri che hanno segnato il suo percorso umano e culturale, da Lev Tolstoj a Dietrich Bonhoeffer, da Michel de Certaud a don Lorenzo Milani, da Silvio D'Arzo a Mario Rigoni Stern, lo scrittore ci consegna, nello stile lirico e speculativo a lui più congeniale, il referto implacabile della crisi etica che stiamo vivendo. Ma in questo libro formula anche un'importante scommessa sul futuro, non teorica bensì militante, invitandoci a puntare tutto sulla capacità di rinascita degli adolescenti italiani che insegnano la nostra lingua ai loro coetanei provenienti da ogni parte del mondo.

Insegnanti felici cambiano il mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Thích Nhât Hanh <1926-> - Weare, Katherine <1950->

Insegnanti felici cambiano il mondo : una guida per coltivare la consapevolezza nell’educazione / Thich Nhat Hanh e Katherine Weare ; prefazione di Jon Kabat-Zinn ; traduzione di Andrea Libero Carbone

Firenze : Terra nuova, 2018

Ricerca interiore

Abstract: Il talento più grande di un insegnante, ci ricorda Thich Nhat Hanh, è quello di «essere felice». La buona notizia è che «la felicità è un'abitudine che ognuno di noi può imparare». Grazie all'arte di trasformare le difficoltà e coltivare la felicità nella vita quotidiana, ogni insegnante può offrire benefici immediati a se stesso, ai colleghi e agli studenti. Solo se un insegnate è felice può aiutare i suoi studenti a trovare la felicità: ecco perché questo libro propone delle pratiche di consapevolezza che possono aiutare gli educatori e i loro studenti a sviluppare una maggiore sintonia con se stessi e con gli altri, acquistando così la capacità di ridurre le proprie tensioni e sviluppare fiducia, compassione, concentrazione e gioia, sul piano sia personale che collettivo. Scritto insieme all'insegnante inglese Katherine Weare, questo volume è il primo manuale che riassume in un unico testo gli insegnamenti di Thich Nhat Hanh e della comunità di Plum Village sulla mindfulness nella scuola e nel processo educativo in generale. Adottando un punto di vista pratico, privo di connotazioni religiose o confessionali, gli autori offrono ispirazione e guida agli educatori che operano a tutti i livelli di istruzione, dall'infanzia all'università. Prefazione di Jon Kabat-Zinn.

Educare l'umanità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Froebel, Friedrich Wilhelm August <1782-1852>

Educare l'umanità / Friedrich Fröbel ; a cura di Fulvio De Giorgi e Massimo Grazzini

Brescia : Scholé, 2018

Maestri ; 31

Abstract: La cifra ermeneutica di questa raccolta di scritti di Friedrich Fröbel (1782-1852) sta nell'individuazione di un 'filo rosso' che percorre, almeno dal 1821, l'intera esperienza dell'educatore e pedagogista tedesco e che si può schematizzare nella sequenza: il Progetto (educare tutta l'umanità), la Via e il Mezzo (la religione cristiana), i Tempi (tutta la vita), il Fine (una felicità paradisiaca già sulla Terra e, poi, la gloria del Cielo, con Gesù fratello universale). In tal senso, è opportuno sottolineare - come chiave storica per capire la pedagogia dell'inventore dei Giardini d'infanzia (Kindergarten) - l'aspirazione all'educazione continua di tutto il genere umano, in tutti i tempi e in tutti i luoghi, senza distinzioni di età, sesso, popolo, religione, condizione sociale.

Outdoor education: prospettive teoriche e buone pratiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Outdoor education: prospettive teoriche e buone pratiche / a cura di Roberto Farné, Alessandro Bortolotti e Marcella Terrusi

Carocci, 2018

Abstract: Con Outdoor Education (OE) si intendono le teorie e le pratiche dell'orientamento pedagogico che valorizza lo spazio esterno nelle sue diverse configurazioni come ambiente di apprendimento e di benessere educativo. L'OE emerge a livello internazionale sulla base dei frequenti indicatori di disagio e di malessere prodotti dalla "società del benessere". Tra questi, la progressiva espropriazione, a partire dall'infanzia, delle esperienze effettuate a diretto contatto con l'ambiente, soprattutto naturale, e i danni psicofisici causati dalla sedentarietà connessa alla persistente "reclusione" negli spazi scolastici e domestici. L'OE propone un cambiamento nel modo di pensare e di fare educazione grazie al quale l'adulto per primo scopre e allarga gli orizzonti e le potenzialità della propria professione. Il libro offre una varietà di contributi in cui si uniscono riflessioni teoriche e linee di intervento, quadri di ricerca e suggestioni culturali a sostegno dell'or non come "moda" educativa, ma come modo di fare educazione a cui è necessario essere formati, come insegnanti e pedagogisti, educatori sociali e dell'infanzia.

Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Psicologia dello sviluppo e dell'educazione / a cura di Simona Caravita, Luca Milani, Daniela Traficante

Bologna : Il mulino, 2018

Manuali. Psicologia

Abstract: Questo manuale offre una prospettiva ampia sullo sviluppo dell’individuo, in cui la trattazione delle ricerche e delle teorie prodotte sui processi di sviluppo motorio, emotivo, affettivo, cognitivo, comunicativo-linguistico, morale e sociale tiene conto della complessità dei diversi contesti di crescita: da quelli tradizionali, come la scuola e la famiglia, alle comunità virtuali, in cui stanno emergendo modalità e processi nuovi di comunicazione e di apprendimento, funzionali e disfunzionali.

Training metacognitivo per la disabilità intellettiva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Celentano, Silvia <psicologa e educatrice> - Antonietti, Alessandro

Training metacognitivo per la disabilità intellettiva : potenziare la comprensione e l'autoregolazione nei contesti quotidiani / Silvia Celentano, Alessandro Antonietti

Erickson, 2018

Abstract: Molte azioni quotidiane, come prendere un autobus, orientarsi per strada o prepararsi per un compito, possono rivelarsi difficoltose per quei bambini e ragazzi con disabilità intellettiva che faticano a comprendere le richieste dell’ambiente esterno, a stabilire l’ordine e le cause degli eventi e ad estendere a situazioni nuove le strategie apprese in un contesto. Il training qui proposto intende supportare e potenziare la capacità di comprensione attraverso un approccio metacognitivo, che permette di affrontare le esperienze quotidiane con maggiore consapevolezza, autoregolazione emotiva e autonomia. Si compone di 12 «indagini» da risolvere, suddivise in quattro tipologie: ordine delle sequenze; relazione causa-effetto; indagini predittive; indagini retrospettive. Pensato per essere usato in ambito scolastico, riabilitativo e familiare, il training si rivolge principalmente a ragazzi dai 10 ai 16 anni con disabilità intellettiva lieve o funzionamento intellettivo limite, ma può risultare utile anche per disturbi più severi oppure per bambini che, pur non presentando deficit cognitivi, necessitano di migliorare le proprie strategie metacognitive per far fronte alle piccole e grandi sfide di ogni giorno.

Vinci la dislessia con il metodo Genio in 21 giorni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Martini, Giulia <esperta di apprendimento strategico>

Vinci la dislessia con il metodo Genio in 21 giorni / Giulia Martini ; prefazione di Massimo De Donno

Milano : Sperling & Kupfer, 2018

I grilli

Abstract: «Se hai scoperto da poco che tuo figlio è dislessico e non sai cosa fare o se lo sai da anni e cerchi di aiutarlo ma ti sembra sempre di fare la cosa sbagliata, se hai paura per il suo futuro e ti senti impotente, questo libro è per te. Non disperare, c'è una soluzione. Mi occupo da anni di apprendimento e sono dislessica. In queste pagine voglio farti conoscere la dislessia da un'altra prospettiva, non quella di una minaccia per la felicità di tuo figlio e per il vostro rapporto, ma quella di un'occasione per crescere insieme. Non troverai definizioni complesse o giri di parole, sarò molto concreta nell'esporti il mio punto di vista e tutto ciò che ho sperimentato su me stessa e sul metodo che ho seguito in questi anni con centinaia di ragazzi: un approccio che valorizza le caratteristiche, le doti e il potenziale di tuo figlio e una serie di semplici strumenti che ottimizzano e velocizzano il suo modo di leggere, studiare e apprendere. Potrai eliminare, una volta per tutte, le etichette e le emozioni negative che si porta addosso e che gli impediscono di credere in se stesso. Questo manuale ti servirà per: liberarti dal senso di colpa; comprendere quali comportamenti evitare nella relazione con tuo figlio; individuare e correggere gli errori; conoscere tecniche e strategie che aiuteranno tuo figlio a imparare, a fare i compiti e a ritrovare fiducia ed entusiasmo. Leggendo le testimonianze di tanti ragazzi e genitori potrai farti un'idea di come sia possibile gestire la dislessia, di quanto rapidi e importanti siano i miglioramenti, di come il metodo Genio in 21 giorni trasformi l'apprendimento in una straordinaria esperienza.»

Come sono diventata una mamma Montessori e ho trovato la felicità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tébar, Cristina

Come sono diventata una mamma Montessori e ho trovato la felicità / Cristina Tébar ; traduzione di Stefania Cherchi

Garzanti, 2018

Abstract: Il metodo creato da Maria Montessori è molto più che un sistema pedagogico: è un modo di vivere oltre che di insegnare. Ma come riuscire a stimolare il potenziale dei bambini anche tra le pareti domestiche e nella vita quotidiana oltre che a scuola? Grazie all’aiuto di Cristina Tébar, agli esempi e ai racconti personali della sua esperienza di madre e di educatrice, possiamo oggi scoprire cosa significa diventare una «mamma Montessori»: quali accorgimenti seguire, in che modo organizzare la casa, come superare i momenti difficili. Attraverso una mappa di consigli chiara e accurata, si riuscirà così finalmente a dare fiducia alle enormi potenzialità creatrici dell’intera famiglia, per far crescere bambini autonomi, indipendenti, capaci di pensare. E per essere quindi, sempre più, dei genitori felici.

Parlarsi con rispetto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schöllmann, Evelyn - Schöllmann, Sven

Parlarsi con rispetto : 10 moduli per educare alla comunicazione non violenta nella scuola primaria / Evelyn Schöllmann e Sven Schöllmann

Trento : Erickson, 2018

I materiali

Abstract: Tutti i bambini si trovano spesso coinvolti in piccoli conflitti con i compagni, senza avere gli strumenti per affrontarli in modo adeguato. È dunque importante sostenerli fin dalle prime classi della scuola primaria, aiutandoli ad apprendere modi comunicativi empatici e rispettosi dell'altro e favorire così la "comunicazione non violenta»". Diffusa dagli anni Sessanta da Marshall Rosenberg, la comunicazione non violenta (CNV) promuove il cosiddetto "linguaggio della giraffa", assertivo ed empatico, in contrapposizione con il "linguaggio del lupo". E proprio su queste basi è stato costruito il percorso didattico di "Parlarsi con rispetto", che propone 10 moduli con attività e carte-gioco illustrate (in allegato), giochi e momenti di riflessione individuale e collettiva. In particolare: facciamo conoscenza con il lupo e con la giraffa; diventiamo anche noi lupo e giraffa; impariamo il linguaggio del lupo e quello della giraffa; impariamo a esprimere le emozioni; impariamo a parlare delle emozioni; le nostre emozioni e i nostri bisogni sono legati tra loro; i nostri bisogni, chiave della risoluzione dei conflitti; risolvere i conflitti passo dopo passo; esprimere richieste e desideri; dire grazie. Uno strumento per facilitare la lettura di emozioni e bisogni e per comunicare in maniera efficace e senza conflitti.

Da solo, io!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Honegger Fresco, Grazia <pedagogista>

Da solo, io! : il progetto pedagogico di Maria Montessori da 0 a 3 anni / Grazia Honegger Fresco

Molfetta : La meridiana, 2018

Partenze

Abstract: Ci sono libri che nascono con il preciso intento di lasciare una traccia il più possibile completa e ordinata di un pensiero educativo che a distanza di tempo corre il rischio di essere propagandato per sintesi e slogan. Questo libro nasce con l'intenzione di ricostruire il lavoro di Adele Costa Gnocchi che di Maria Montessori è stata interprete fedele, acuta e geniale. Raccoglie memorie e indicazioni precise del suo lavoro creativo e si sofferma volutamente sui primi tre anni, offrendo ai lettori la possibilità di attraversare il concetto di educazione dalla nascita come aiuto alla vita, sul cui significato Adele Costa Gnocchi ha lavorato e sperimentato, impostato e declinato il pensiero di Maria Montessori. Sostenere il diritto del bambino al "rispetto", fare in modo che questo non sia parola vuota, di comodo, ma correttamente impostare un approccio educativo montessoriano fin dall'attesa è quanto queste pagine fanno declinando il pensiero di Maria Montessori e raccogliendo esperienze sperimentabili ancora oggi. Un libro per educatori, genitori, insegnanti affascinati dalla possibilità di un progetto pedagogico basato sull'osservazione, sulla fiducia nelle forze naturali dei bambini e dei ragazzi, in un ambiente liberante, senza banchi, né premi, né voti, come sosteneva la Montessori. Non dal dire al fare, ma dal fare al riflettere, dal dedurre al provare ancora, indicava Maria Montessori. Una via scomoda perché non consente ricette, però una via onesta, fonte di benessere per bambini e per adulti. E di questa onestà il libro è sintesi e provocazione per chiunque abbia voglia e bisogno di cominciare da subito a educare i bambini rispettandoli per quello che sono e non per come li vorremmo noi.

ADHD: strumenti e strategie per la gestione in classe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barkley, Russell A. <1949->

ADHD: strumenti e strategie per la gestione in classe / Russell A. Barkley ; edizione italiana a cura di Gianluca Daffi ; traduzione di Gabriele Lo Iacono

Trento : Erickson, 2018

I materiali

Abstract: Russell Barkley, esperto internazionale di ADHD, svolge da più di 40 anni attività clinica con migliaia di studenti, insegnanti e scuole, per creare risorse e metodologie operative efficaci da usare con bambini e adolescenti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività. In particolare, questo volume è il primo che si rivolge direttamente agli insegnanti, con più di 100 strategie evidence-based per aiutarli a migliorare l'apprendimento e il comportamento degli alunni con ADHD. Non limitandosi a descrivere quali sono i problemi scolastici causati dal disturbo, ma spiegando perché compaiono e quali fattori li provocano, Barkley individua gli strumenti più risolutivi da adottare in ogni differente contesto di classe per: valutare correttamente i comportamenti problematici; usare le ricompense per potenziare i comportamenti positivi; migliorare l'autoconsapevolezza; pianificare le attività scolastiche.

L'asilo nel bosco
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manes, Emilio <pseudonimo collettivo>

L'asilo nel bosco : un nuovo paradigma educativo / Emilio Manes

Nuova ed.

Tlon, 2018

Abstract: L'asilo nel bosco è un progetto pedagogico rivolto ai bambini dai 2 ai 6 anni che si propone di rispondere ai loro bisogni attraverso una quotidianità scolastica che si svolge quasi per intero all'aria aperta. Nell'asilo nel bosco la classe, intesa come spazio chiuso e sempre uguale, scompare e lascia il posto all'ambiente esterno ricco di stimoli. Così facendo i bambini 'imparano facendo' attraverso diverse esperienze che stimolano la curiosità, l'immaginazione, l'autonomia e la creatività. Dall'esperienza concreta di Ostia - finita su Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano e persino in televisione - un nuovo paradigma educativo in grado di rivoluzionare la vita dei bambini. Prati, boschi e ruscelli al posto dell'aula, la regole della natura a fare da maestre, sassi, pigne, foglie e pezzetti di legno invece dei giocattoli preconfezionati e dei libri, per stimolare le facoltà immaginative dei bimbi e modellare la realtà costruendola e inventandola a loro piacimento.

BES e DSA nella scuola dell'infanzia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Centra, Rita <psicologa>

BES e DSA nella scuola dell'infanzia : difficoltà e disturbi evolutivi specifici: cosa osservare e come intervenire : attività ludiche per rafforzare i preequisiti di lettura, scrittura e calcolo / Rita Centra

Firenze : Giunti EDU, 2018

Guide psicoeducative

Abstract: Una guida operativa che spiega come individuare alcuni rilevanti Bisogni Educativi Speciali, compresi i "campanelli d'allarme" dei DSA, e illustra quali sono i Disturbi Evolutivi Specifici, suggerendo come intervenire attraverso attività che rafforzano i prerequisiti di lettura, scrittura e calcolo. La guida è suddivisa in due aree tematiche: I Disturbi Specifici dell'Apprendimento: dà indicazioni per individuare eventuali segnali predittivi attraverso l'osservazione dei bambini durante il gioco e le varie attività, orientando l'attenzione sui processi di apprendimento nell'ambito delle abilità linguistiche, cognitive e percettivo-motorie. Contiene molti giochi di potenziamento organizzati in tre percorsi - fonologico, logico-matematico e grafo-motorio - utili a rafforzare le abilità risultate poco sviluppate. Propone alcune strategie di facilitazione che favoriscono l'apprendimento e la capacità di concentrazione; Altri Disturbi Evolutivi Specifici: di ciascun disturbo viene fornita una sintetica descrizione, viene spiegato come si può procedere per un'osservazione attenta a cogliere alcuni segnali di allarme nei contesti educativi e come intervenire attraverso strategie e attività didattiche mirate. I Disturbi Evolutivi Specifici affrontati sono i seguenti: Disturbi del linguaggio; Mutismo selettivo (cioè bambini che smettono di parlare in alcuni contesti); Disprassia (difficoltà o ritardo nella coordinazione motoria); Funzionamento intellettivo limite (difficoltà cognitive lievi); ADHD in forma lieve; Autismo lieve.

Scuole, lavoro!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malavasi, Pierluigi <1962->

Scuole, lavoro! : la sfida educativa dell'alternanza / Pierluigi Malavasi

Milano : VP, 2017

Punti

Abstract: Far fiorire le scuole per generare lavoro creativo, libero e solidale: questa è la pedagogia che percorre il libro, un'alleanza per dare risposta a tanti giovani che si trovano in situazione di disagio e di esclusione, che non lavorano e non studiano. Sulla scia dell'innovazione legislativa che prevede l'alternanza scuola-lavoro, la sfida è di accendere il desiderio di imparare e l'avventura di insegnare. Nel curricolo del secondo ciclo di istruzione, includere moduli in cui gli allievi possano svolgere esperienze in contesti lavorativi reali presenta un carattere piuttosto inedito per la realtà italiana, richiede culture e scelte progettuali e organizzative non scontate nella nostra tradizione. Tra scetticismo e speranze, carenze organizzative e riscatto sociale, l'alternanza scuola-lavoro rappresenta uno degli ambiti più promettenti dove attuare progetti per il miglioramento effettivo delle istituzioni scolastiche e del mondo del lavoro, coinvolgendo famiglie, associazioni e imprese. Sapere e saper fare insieme per spezzare le catene della precarietà, dello sfruttamento, della disoccupazione. Cambiare la scuola, cambiare il lavoro!

Neuroscienze affettive ed educazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Immordino-Yang, Mary Helen <1971->

Neuroscienze affettive ed educazione / Mary Helen Immordino-Yang ; prefazione di Howard Gardner ; postfazione di Antonio Damasio ; edizione italiana a cura di Antonella Marchetti

Milano : Cortina, 2017

Psicologia dell'educazione ; 13

Abstract: Mary Helen Immordino-Yang, in questo testo innovativo, presenta i risultati di un lavoro decennale che rivoluziona la teoria e la pratica educativa, arricchendo la nostra comprensione del legame tra emozioni e apprendimento. Interpretando i risultati neuroscientiflci in termini significativi per gli insegnanti, l'autrice presenta due idee semplici ma profonde: la prima è che le emozioni sono potenti motivatori dell'apprendimento, perché attivano meccanismi cerebrali sviluppatisi per garantire la sopravvivenza; la seconda riguarda il fatto che il pensiero e l'apprendimento significativo sono intrinsecamente emotivi, perché pensiamo profondamente solo alle cose che ci stanno a cuore. Queste intuizioni suggeriscono che, per motivare gli studenti, per creare una comprensione profonda e assicurare che le esperienze vissute in ambito educativo siano trasferite in abilità e opportunità di lavoro nel mondo reale, gli insegnanti devono far leva sugli aspetti emotivi dell'apprendimento.

Come leggere la dislessia e i DSA
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Come leggere la dislessia e i DSA : guida rapida : conoscere per intervenire nella scuola secondaria di primo grado / a cura di Giacomo Stella, Luca Grandi, Marcella Peroni

Giunti EDU, 2017

Abstract: La prima guida base per gli insegnanti capace di tradurre in pratica quotidiana le direttive della recente Legge sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). Una guida pratica con un impianto metodologico in 3 tappe: conoscere per intervenire; come fare; cosa fare. La guida contiene schede operative, tabelle e mappe compensative da stampare, alcuni modelli di Piano Didattico Personalizzato e la documentazione di riferimento.

La valutazione delle azioni educative
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hadji, Charles

La valutazione delle azioni educative / Charles Hadji ; premessa di Pier Cesare Rivoltella

Brescia : ELS La scuola, 2017

Didattica ; 47

Abstract: Nell'ambito dell'azione sociale, e in particolare nel mondo della scuola, valutare costituisce un'esigenza imprescindibile. A tal punto che in questi ultimi anni si è imposta un'autentica frenesia valutativa. Ma si ha sempre una chiara consapevolezza di che cosa comporti l'attività di valutazione, dal triplice punto di vista dei fini, delle modalità e della deontologia? Perché la valutazione non avvenga nel segno di facili illusioni (e quindi della delusione), è urgente mettere ordine nelle idee e dare un senso alla prassi. Nel momento in cui gli istituti scolastici diventano sempre più autonomi, o si moltiplicano e si diversificano le azioni educative (progetti educativi d'istituto, interventi didattici ed educativi integrativi), e in cui si lanciano operazioni di ampio respiro (flessibilità dei curricoli, percorsi di apprendimento personalizzati...), è necessario proporre un quadro capace di aiutare i protagonisti della scuola (dirigenti, insegnanti, genitori) a valutare in maniera pertinente. Vale a dire mettere davvero la valutazione al servizio dell'azione educativa. «È questa valutazione, la valutazione formatrice, che il libro di Hadji profeticamente propone in anticipo di oltre trentanni rispetto al dibattito e alla normativa attuale della scuola. I vantaggi di questo modo di lavorare sono indiscutibili» (P.C. Rivoltella).