Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Genere Testo non letterario
× Nomi Atlante Linguistico dei Laghi d'Italia
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto IT

Trovati 468 documenti.

Mostra parametri
Di che genere sei?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Di che genere sei? : prevenire il bullismo sessista e omotransfobico / a cura di Beatrice Gusmano, Tiziana Mangarella ; con i contributi di Dario Abrescia ... [et al.]

Molfetta : La meridiana, 2014

Abstract: Chi può dire chi si deve amare? Chi ha il diritto di negare l'identità di qualcun altro o qualcun'altra? Chi stabilisce come ci si debba mostrare, come ci si debba vestire, quale tipo di vita e di relazioni desiderare? Agli insegnanti viene sempre più chiesto di adeguare gli apprendimenti, di formare competenze, di preparare le risorse umane da spendere in un futuribile mercato del lavoro, mentre, nel frattempo, rischia di scivolare sullo sfondo la centralità dei ragazzi come persone impegnate a gestire, troppo spesso in solitudine, il proprio sviluppo, elaborare le proprie rappresentazioni di femminilità e maschilità e, attraverso queste, definire la qualità delle relazioni con se stessi e con i coetanei. La dimensione relazionale resta un terreno irrinunciabile d'impegno per gli educatori, e ancor più la dimensione delle relazioni tra generi, così come l'approccio con i diversi orientamenti sessuali. Questo denso e ricco manuale intende fornire molto più che una necessaria cornice teorica. Offre anche concreti strumenti di analisi degli stereotipi di genere e, soprattutto, un variegato repertorio di strumenti operativi per agire in contesti educativi con adolescenti. Incrociando una lettura interdisciplinare, introduce a percorsi d'aula per prevenire e contrastare le discriminazioni sessiste e il bullismo omotransfobico, in tutte le possibili declinazioni.

Eccetera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sidoti, Beniamino <1970->

Eccetera : giocare con le storie per viverle, capirle, cambiarle insieme : nuove proposte di scrittura creativa e animazione alla lettura / Beniamino Sidoti

Molfetta : La meridiana, 2013

Abstract: Il metodo che sta dietro questi giochi si collega a un'intuizione di fondo, che rimette insieme lettura e scrittura, creazione e fruizione di una storia. Ascoltare, leggere una storia, significa anche viverla, abitarla come un racconto in atto. Così ci diventiamo contemporaneamente autori e lettori: stiamo in una zona di mezzo che è, che può essere, quella del gioco. Cittadini di una storia.

Alunni con BES
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alunni con BES : bisogni educativi speciali : indicazioni operative per promuovere l'inclusione scolastica sulla base della DM 27/12/2012 e della CM n. 8, 6/3/2013 / Dario Ianes, Sofia Cramerotti (a cura di)

Gardolo : Erickson, 2013

Abstract: Le recenti disposizioni ministeriali sugli alunni con bisogni educativi speciali (BES) hanno suscitato nella scuola italiana un ampio dibattito, in cui si intrecciano perplessità, convinzioni positive e tante domande. Perché il concetto di bisogno educativo speciale è un passo avanti nella direzione dell'equità e di una scuola più inclusiva? Come costruire un Piano Didattico Personalizzato efficace e fattibile? Come far diventare la didattica della classe maggiormente inclusiva per tutti gli alunni? Come coinvolgere tutte le componenti dell'istituzione scolastica per costruire un Piano per l'Inclusività reale e non retorico? Abbiamo cercato di mettere a fuoco questi temi con l'aiuto di vari colleghi esperti, articolando il volume in due sezioni: prima parte, i punti chiave della DM 27/12/2012 della CM. N. 8 6/3/2013; seconda parte, approcci metodologici per una classe inclusiva.

Il museo multiculturale più piccolo del mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maggioli editore <Santarcangelo di Romagna>

Il museo multiculturale più piccolo del mondo / [a cura di Lucio Fontana] ; con un saggio di Giuseppe Chigiotti

Santarcangelo di Romagna : Maggioli, 2013

Anch'io vado a scuola!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bolaffio, Raffaella <1977->

Anch'io vado a scuola! / Raffaella Bolaffio

[San Dorligo della Valle] : Emme, 2013

Abstract: Che emozione, il primo giorno di scuola! La nuova scuola è tutta da scoprire: le aule grandi e luminose, la biblioteca piena di bellissimi libri, la palestra con le pertiche e i grandi materassi, il bidello che è gentile e conosce i nomi di tutti i bambini, la maestra che sa insegnare un sacco di cose, la segretaria nel suo ufficio... ma soprattutto i nuovi compagni! Andare a scuola è davvero bellissimo! Età di lettura: da 6 anni.

Imparo a scrivere in stampatello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fanti, Roberta

Imparo a scrivere in stampatello / Roberta Fanti

Casalecchio di Reno : Edizioni del borgo, stampa 2012

Abstract: Questo volume è dedicato all'apprendimento della scrittura in stampatello maiuscolo e minuscolo. Si tratta di un validissimo e utilissimo sussidio per aiutare il bambino a comprendere tutti i segreti di questo tipo di scrittura. Età di lettura: da 5 anni.

Economia felice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carzan, Carlo <1967-> - Scalco, Sonia <1973->

Economia felice : educare i bambini a uno stile di vita consapevole / Carlo Carzan, Sonia Scalco

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Cos'è l'economia? Domanda difficile. La risposta diventa più semplice, anche per i bambini, se scopriamo come l'economia abbia a che fare con le cose che usiamo per giocare e per vivere. Il libro, corredato di riflessioni e attività pratiche per educatori, insegnanti, bibliotecari, genitori, nasce come un percorso educativo per nuove pratiche di uno stile di vita consapevole. Un kit di attività per giocare con bambini e ragazzi, per riflettere insieme, fare crescere la consapevolezza che il futuro di questo pianeta è nelle loro mani.

Con gusto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marconi, Sara <1972-> - Mele, Francesco

Con gusto : educare alla felicita' attraverso il cibo / Sara Marconi, Francesco Mele ; attivita' a cura di Anna Marlena Buscemi ; prefazione di Carlo Petrini

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Questo libro fin dal sottotitolo, contiene tre parole chiave, educare, cibo e felicità; per fortuna sono strettamente legate tra di loro, e per fortuna c'è chi le pratica coscienziosamente, le studia, trova i collegamenti, s'ingegna consegnandoci preziosi manuali come quello che avete tra le mani. Un concentrato di filosofia, economia, consigli, buone pratiche e regole di comportamento che si traduce in semplici ma efficaci giochi educativi per i ragazzi. Il cibo è uno strumento fondamentale per educare ed educarsi. S'impara a mangiare, a conoscere meglio i nostri alimenti. Ma immediatamente questa conoscenza si allarga, sconfina nell'economia, nella storia, nella geografia, nella politica, nella botanica e zoologia, nell'agronomia. Insegnare il cibo e insegnare attraverso il cibo dovrebbero essere le cose più immediate, facili, diffuse. Ma, anche se da un po' di anni qualcosa si sta muovendo, non è ancora così, soprattutto nelle scuole. Non si tratta soltanto di fare dei corsi e mettersi seduti a un banco: si tratta di essere curiosi sempre, conoscere le persone che stanno dietro al nostro cibo, i luoghi dove esso si coltiva e alleva, come viene trasformato e perché, chi lo vende e dove. Un rinascimento che parte dalla centralità del cibo nelle nostre vite: chi lo fa o lo insegna è e diventa continuamente una persona migliore e tutto il mondo ne beneficia. (dalla Prefazione di Carlo Petrini)

Alunni speciali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Infantino, Aminta Patrizia

Alunni speciali : apprendere l'inclusione a scuola / Aminta Patrizia Infantino

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: In ogni classe sono inseriti ragazzi che hanno bisogno di essere integrati attraverso una didattica speciale adeguata ai loro bisogni speciali. Questo diventa un'opportunità se i docenti trasformano i bisogni speciali del singolo in un'occasione di crescita per tutta la classe attraverso la sperimentazione di innovative tecniche attive d'insegnamento. Dalla solita e ripetitiva lezione frontale alle tecniche cooperative che permettono sia di scoprire la potenza del cervello del gruppo che di sperimentare tutti i talenti che i ragazzi possiedono. È il salto qualitativo tra l'integrazione, l'inclusione e l'interazione. Questo libro è un invito a lasciarsi catturare dal piacere dell'educazione in una scuola finalmente cooperativa dove a vincere non è il primo che alza la mano ma colui che aiuta l'altro ad alzarla. Vince chi ha le emozioni chiare più che le idee. Vince chi è felice di non essere l'unico ad essere felice. Vince chi è capace di risvegliare in sé il rispetto e la dignità. Vincono gli insegnanti che sanno lasciare un segno. Vince chi educa tirando fuori dall'altro il miglior sé stesso possibile. Vince chi sa ascoltare. Vince chi ha i mezzi per educare e li sa mettere al servizio degli altri. Questo libro è destinato a quelle guide, genitori ma soprattutto insegnanti, che cercano di trasformare le sofferenze in una forza dirompente, comprendendo che la diversità o il trauma possono rappresentare un trampolino di lancio per la propria realizzazione.

Testi per tutte le teste
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossini, Patrizia

Testi per tutte le teste : metodo didattico per apprendere l'uso della lingua italiana / Patrizia Rossini

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: C'è chi con il tempo e la buona volontà, per tentativi ed errori, riesce ad impostare un metodo d'insegnamento, ma spesso si tende a proporre contenuti o modalità di apprendimento legati al vecchio concetto di programma da svolgere. Quanti partono dal metodo di apprendimento e non organizzano il lavoro a partire dall'alunno in carne ed ossa e non quello descritto dai testi teorici? Il metodo qui presentato è collaudato sul campo con risultati ottimi. Sono rari i casi di bambini che non nascono con competenze innate, eppure con un percorso personalizzato possono raggiungere livelli insperati. Il corso di formazione di lingua italiana proposto si svolge attraverso numerosi spunti operativi piuttosto che con le consuete ricette precostituite. Va considerato come un sostegno ai docenti, vuole essere un metodo d'insegnamento/apprendimento che faccia cambiare il punto di vista dell'insegnante suggerendogli di mettere al centro gli alunni con le proprie peculiarità, capacità e attitudini.

Keiron:  gioco e formazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Keiron: gioco e formazione : didattica divertente e training efficace : insegnare divertendo e divertendosi / a cura di Domenico Di Giorgio, Marco Alberto Donadoni ; prefazione di Emanuele Vietina ; postfazione di Paolo Fasce

Molfetta : La Meridiana, 2012

Abstract: Kéiron, o Chirone come diciamo noi italiani moderni, è un centauro metà uomo e metà cavallo. Sta a rappresentare la via per conoscere se stessi capendo dove la complessità del nostro essere prende forma, cioè si fa comportamento. Il potere di Chirone è un potere maieutico che si dispiega anche in senso morale, facendo nascere le persone alla consapevolezza attraverso l'insegnamento e l'esempio. Insomma, Chirone segnala il bisogno di un maestro che insegni la via del discernimento e della conoscenza di se stessi, come un moderno Socrate. O, come si dice oggi un coach, un counselor, un mentore, un facilitatore o come volete voi. Il manuale che state sfogliando vuole essere proprio questo: una guida agile e pratica, con esempi e riferimenti, per chi considera il gioco come uno strumento didattico dalle incredibili potenzialità, che tutt'ora viene sottovalutato da molti formatori, forse influenzati dalle associazioni correnti tra gioco e altri concetti negativi (roba da bambini, svago rovinafamiglie...). Il gioco, in realtà, è uno strumento formidabile e anche divertente. Può sembrarvi strano, un po' come un centauro; ma se a seguire Chirone si può crescere diventando come Achille, beh, allora forse vale la pena almeno provarlo...

Crescere col corpo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Diana, Rossella

Crescere col corpo : educare gli adolescenti alla corporeita' / Rossella Diana

Molfetta : La Meridiana, 2012

Abstract: Il corpo come merce, come oggetto da manipolare, alterare, esibire. Soprattutto i più giovani stanno crescendo in una cultura che li sollecita continuamente a respingere i tratti della propria corporeità che non rispondono ai canoni estetici. E quelli che non ci stanno spesso adulterano il proprio corpo, lo sfregiano, anche solo per trasgredire. Crescere col corpo è un manuale che nasce dalla sfida della risposta culturale da dare al fenomeno dell'abuso del corpo. Infatti, si discute moltissimo di questa emergenza ma senza mettere in campo interventi educativi strutturati, senza una consapevole scelta pedagogica e una didattica specifica. Questo manuale, rivolto agli educatori che operano con preadolescenti e adolescenti, offre piste di lavoro che pongono al centro il corpo, vissuto come veicolo privilegiato per la conquista dell'identità personale e sociale, espressione di un paradigma educativo che considera ciascuna persona protagonista della propria crescita. Ogni capitolo sviluppa due ambiti di ricerca e offre all'educatore un repertorio variegato di attività, per ciascuna delle quali sono indicati gli obiettivi, lo svolgimento e le domande per il feedback, cioè la reazione ad uno specifico stimolo. Agli educatori è affidato il compito di facilitare e sostenere il processo di crescita autonomo di ciascuno. Oltre a condurre il gioco, programmando, selezionando, proponendo, devono sapersi mettere in gioco, partecipando in prima persona al percorso.

Il teatro bambino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Valera, Anna - Penati, Carla

Il teatro bambino : itinerari formativi per l'infanzia / Anna Valera, Carla Penati

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Oggi c'è ancora bisogno di far uscire dal banco il corpo del bambino e di ridare alla sua mente la possibilità di pensare, immaginare, progettare; di ritornare a giocare al teatro accogliendo le sue regole di ascolto, partecipazione, autocontrollo. Di rendere insomma il bambino protagonista dell'esperienza scolastica, che è suo diritto vivere come persona libera, consapevole, felice.

Educare il cuore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Polito, Mario <1950->

Educare il cuore : strategie per una comunita' che si prende cura delle nuove generazioni / Mario Polito

[Nuova ed.]

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Perché a scuola si deve formare solo la mente e non il cuore? Può essere autentica l'educazione che trascura la consapevolezza di sé, l'empatia, la solidarietà? No. Non dall'ignoranza sul teorema di Pitagora o sulla legge fondamentale della chimica nascono le guerre ma dalla mancanza di sensibilità, giustizia, relazioni positive. Questo libro lancia una sfida provocatoria rivolta alle famiglie, come luogo di crescita emotiva comunitaria, e alla scuola, come comunità di apprendimento: rovesciare il luogo comune secondo il quale la scuola non si deve interessare ai bisogni del cuore. Una scuola estranea alla dinamica emozionale non serve alla vita. Non serve all'umanità. Semplicemente è inutile.

Matematica al volo in quinta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bortolato, Camillo <1953->

Matematica al volo in quinta : calcolo e risoluzione di problemi con il metodo analogico / Camillo Bortolato

Trento : Erickson, 2012

Abstract: Matematica al volo in quinta rappresenta la continuazione de La linea del 20, La linea del 100, La linea del 1000 e di Matematica al volo in quarta e completa la serie di manuali operativi rivolti alla scuola primaria. Con i suoi oltre 430 esercizi, che presentano le caratteristiche tipiche del Metodo Analogico, il volume si propone di sviluppare e potenziare il programma convenzionale di quinta, oltre a suggerire una serie di attività di preparazione alla scuola secondaria di primo grado. La sua chiarezza e immediatezza, l'esiguità delle spiegazioni e le esercitazioni quasi del tutto autocorrettive consentono all'insegnante di attuare una didattica individualizzata, di gruppo o di classe, e assicurano a ogni alunno un apprendimento soddisfacente e risultati sorprendenti con il minimo dispendio di energie. Rivolto a tutti i bambini, anche quelli che in passato non hanno mai utilizzato gli strumenti del Metodo Analogico, il testo è particolarmente indicato per gli alunni con difficoltà.

Salvare gli innocenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fofi, Goffredo <1937->

Salvare gli innocenti : una pedagogia per i tempi di crisi / Goffredo Fofi

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Il lavoro di educatore, che non può partire che da una vocazione, comporta doveri che assumono coloriture diverse a seconda che si operi in tempo di pace, di guerra o di crisi: modi diversi di vedere il proprio lavoro e modi diversi di compierlo, di operare. La domanda che dovrebbero porsi gli educatori è sul peso che in questa crisi così vasta e profonda può avere l'educazione, o meglio, una co-educazione comunitaria e collettiva, e che tipo di scuola potrebbe ancora avere utilità e senso. Che cosa possiamo fare, noi singoli, meglio se membri di un gruppo, per ritrovare un cammino che porti da qulche parte dove minore sia l'ingiustizia e maggiore la collaborazione tra le persone di buona volontà, e dove si stimoli e pratichi l'intelligenza delle soluzioni.

A scuola con le emozioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

A scuola con le emozioni : un nuovo dialogo educativo / a cura di Paola Scalari ; con i contributi di F. Berto ... [et al.]

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: La scuola sta vivendo una fase complicata, contraddittoria, emergenziale. Tutti, più o meno, sono scontenti di come funziona. Ognuno, tanto o poco, si prodiga per cambiarla. La scuola, infatti, saturata da problematiche sociali, rischia di smarrire il suo compito di luogo deputato all'apprendimento se al suo interno non convergono prestazioni sociali e psicologiche che, con continuità, l'affianchino nella cura dei giovani. L'arrivo in massa degli alunni stranieri l'ha messa di fronte alla diversità non solo culturale, ma anche linguistica e relazionale. L'aumento dei ragazzi difficili l'ha sottoposta a scenari dove violenza, bullismo, rivalità hanno affossato il valore dei legami sociali e umani che connotano negativamente il gruppo classe. La pluralità degli stili educativi l'ha resa impopolare tra madri e padri che, stanchi e demotivati, molte volte non hanno la forza di allearsi con gli insegnanti. La frequente mancanza di formazione nei professionisti dell'insegnamento ha reso sterile, meccanico, burocratico un fare scuola che è poco gradito sia agli alunni che ai loro genitori. La noia impera perché non circolano emozioni. Per contrastare questa triste indifferenza, queste pagine raccolgono spunti che ridanno vitalità alla vita della classe. In comune i docenti, pedagogisti, consulenti, psicoterapeuti ed esperti che hanno contribuito alla stesura del testo, testimoniano la convinzione che sia necessario incrementare, promuovere, salvaguardare la scuola.

Nido d'infanzia 5
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nido d'infanzia 5 : prospettive di ricerca e spunti per la formazione / Barbara Ongari e Francesca Tomasi (a cura di)

Gardolo di Trento : Erickson, 2012

Abstract: Obiettivo del volume è proporre a tutti gli adulti che si occupano dell'accudimento di bambini nei primi tre anni di vita spunti per ripensare le proprie pratiche quotidiane alla luce delle conclusioni delle ricerche più recenti, al fine di favorire prassi educative connesse alle evidenze scientifiche. Genitori, educatori di nidi e di servizi integrativi e di supporto alla genitorialità, ma anche educatori professionali e sanitari, assistenti sociali, coordinatori di servizi e responsabili delle politiche sociali vi possono trovare indicazioni operative e gestionali importanti per ripensare i propri interventi in chiave innovativa, nonché strumenti osservativi e valutativi facilmente spendibili nel lavoro di ogni giorno. La prospettiva che unisce trasversalmente tutti i contributi di ricerca/formazione è la consapevolezza dell'importanza di realizzare contesti di crescita ecologici, che rappresentino reali spazi di incontro e di co-costruzione di saperi tra adulti e bambini, tra educatori e genitori, tra professionisti in ambito educativo, sociale e sanitario, tra culture e linguaggi diversi, al fine di affrontare le sfide della società futura.

Ascolta il mio suono
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carminati, Armida - Dorini, Marzia

Ascolta il mio suono : giochi sonori per la prima infanzia / Armida Carminati, Marzia Dorini

Molfetta : La meridiana, 2012

Abstract: Sin dal grembo materno i bambini imparano ad ascoltare le voci esterne. Dopo la nascita, poi, sanno riconoscere le voci consuete e produrre suoni (gorgoglii, lallazioni) che diventano spesso un modo per esprimere il proprio sé e richiamare l'attenzione dell'adulto sul loro bisogno. Il suono diventa una vera e propria forma di comunicazione. E l'ascolto un'esplorazione dell'ambiente. Eppure, questa esplorazione non è affatto agevolata. Gli ambienti di vita sono spesso caratterizzati da caos e confusione: telefonini, tv, clacson, urla degli adulti. È importante, quindi, costruire contesti nei quali i bambini possano esplorare i suoni educativi e stimolanti. Ecco allora il percorso proposto in queste pagine, che non richiede materiali particolari se non qualche strumento musicale e oggetti costruiti. Ascolta il mio suono suggerisce le esperienze che si possono fare con i bambini dei nidi, degli spazi gioco e dei centri prima infanzia. In queste tipologie di servizi è importante strutturare un tempo e uno spazio perché, sollecitando nei bambini la scoperta del proprio udito, si liberi la loro creatività. Creare contesti stimolanti di ascolto ma anche di sperimentazione di suoni, mettendo al centro il bambino e la sua competenza di scelta, significa, per l'adulto educatore, non pianificare ma vivere la proposta pedagogica nell'esperienza diretta, unica ed esclusiva, con i bambini. Solo così si scopre che l'autonomia del bambino e la consapevolezza educativa dell'adulto possono arricchirsi.

I consigli dei ragazzi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I consigli dei ragazzi : esperienze e metodi di educazione alla cittadinanza attiva / a cura di Nicola Iannacone, Ulderico Maggi ; con interventi di Marcello Archetti [et al.]

Molfetta : La Meridiana, 2012

Abstract: Molti pensano che i Consigli dei Ragazzi siano dei giochi di simulazione attraverso cui imparare, in modo ludico, come funziona un'amministrazione comunale e come si governa una città. Invece no. Piuttosto sono dei veri e propri laboratori di educazione alla cittadinanza attiva. Quando un Consiglio funziona bene, i ragazzi che vi partecipano (votati dai compagni o semplicemente sorteggiati tra coloro che si sono dichiarati interessati o si sono resi disponibili) in primo luogo giocano, imparano a stare insieme, realizzano ricerche, studiano e approfondiscono i nodi e le questioni, individuano risorse, riconoscono problemi e si adoperano per comprenderne le cause e immaginare soluzioni. Vi è chi promuove attività nelle quali gruppi di bambini possono adottare e prendersi cura di un fazzoletto di città, per gestirlo e riqualificarlo, o chi sceglie la strada della progettazione partecipata in cui i ragazzi collaborano con i tecnici, urbanisti e architetti, alla definizione di una proposta di sistemazione o di riqualificazione di uno spazio urbano. Altri si impegnano, invece, sul versante delle consulte, mentre altri ancora organizzano iniziative quali vigili bambini ed esperienze simili.