Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Albanese
× Data 2016
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Giulio Einaudi editore <Torino>

Trovati 8 documenti.

Mostra parametri
Sal
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kitson, Mick <giornalista e insegnante di inglese>

Sal / Mick Kitson ; traduzione di Norman Gobetti

Einaudi, 2018

Abstract: Nell'ultimo anno, Sal ha imparato molte cose. Sa come accendere un fuoco, scuoiare un coniglio, costruire un arco. Sa come proteggere la sorellina Pepa da quello che il mondo ha fatto a lei. Con il ritmo incalzante dell'avventura, una storia vera e struggente che racconta il tramonto dell'infanzia, l'amore tra due sorelle e il potere della natura di curare persino le ferite piú profonde. Sal ha pensato a tutto. Il coltello da caccia e gli scarponcini li ha comprati su Amazon con le carte di credito rubate. Ha preparato il kit del pronto soccorso, studiato le mappe delle foreste scozzesi e passato ore a guardare corsi di sopravvivenza su YouTube. Adesso è pronta. Sal ha tredici anni, sua sorella Pepa solo dieci: due bambine che del mondo sanno già troppo. La mattina in cui scappano di casa si lasciano alle spalle una madre alcolizzata, un patrigno violento e un omicidio. Fuggono dalla brutalità quotidiana per trovare quiete e rifugio nei boschi, dove vivono in una capanna e si nutrono di tutto quello che riescono a cacciare. Premere il grilletto non è quasi mai un problema: in natura la violenza è all'ordine del giorno, una questione di vita o di morte. Quando si è soli nella foresta, il pragmatismo è l'unico antidoto alle crisi di panico, mette a tacere i fantasmi del passato, impedisce al terrore di avere la meglio. Perché Sal è in grado di sopravvivere in condizioni estreme, ma non ha idea di come vivere una vita normale. Un romanzo vero e struggente sull'amore tra sorelle, in cui alla lingua concreta del manuale di istruzioni si mescola quella fulminea di Twitter e Snapchat e quella familiare e dolcissima delle storie sussurrate davanti al fuoco.

La condanna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Holt, Anne <1958->

La condanna / Anne Holt ; traduzione di Margherita Podestà Heir

Torino : Einaudi, 2018

Einaudi. Stile libero big

Abstract: Dina ha solo tre anni quando viene investita da una macchina. Poco dopo, sua madre muore in maniera sospetta e il padre di Dina, Jonas, viene condannato per il suo omicidio. Quindici anni dopo, nel 2016, il detective Henrik Holme deve occuparsi di quello che è ormai un cold case. Sembra un fascicolo come tanti tra quelli finiti nel tempo sulla sua scrivania, ma fin da subito qualcosa non quadra, nell'arresto e nel processo di Jonas. Così, Holme prova a convincere la donna che gli ha insegnato il mestiere, Hanne Wilhelmsen, che Jonas potrebbe essere stato vittima di un errore giudiziario. Insieme, i due investigatori non ci metteranno molto a scoprire che le cose sono molto più complesse di quanto non appaiano a prima vista e che quello di Jonas è legato a un recente, supposto caso di suicidio. Si è davvero trattato di un errore giudiziario? Un innocente è stato davvero condannato? È quanto Hanne e Henrik devono scoprire.

Corpus Christi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Johnston, Bret Anthony <1971->

Corpus Christi / Bret Anthony Johnston ; traduzione di Federica Aceto

Torino : Einaudi, 2018

Einaudi. Stile libero big

Abstract: A Corpus Christi, Texas, c'è quell'aria carica di elettricità che precede le tempeste. E genitori, figli e amanti che provano a restare in piedi, nonostante tutto. Un banale incidente d'auto avvicina due sconosciuti accomunati, a loro insaputa, dalla convivenza con la follia. Un hurricane party riunisce una coppia separata da una perdita troppo, troppo grande. Un figlio rimette insieme i pezzi del legame con sua madre nel corso della malattia di lei. Un uomo, ormai adulto, ricorda la rabbia esplosiva e capricciosa del padre. Sono racconti che non hanno paura di confrontarsi con l'assenza e il dolore, quelli di Corpus Christi. Ma in ciascuno di essi è possibile imbattersi in un istante di grazia: un gesto, un frammento di paesaggio, le parole scelte per un commiato. Per questo, mentre mettono a nudo gli esseri umani che narrano, lasciano, arrivati all'ultima pagina, un inatteso, profondo senso di pace.

Quel fantastico peggior anno della mia vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Andrews, Jesse <1982->

Quel fantastico peggior anno della mia vita / Jesse Andrews ; traduzione di Alessandra Sarchi

Torino : Einaudi, 2015

Abstract: Il primo giorno di scuola, per Greg, è stato anche meglio del previsto. Stavolta, se non altro, nessuno gli ha spremuto le bustine di senape sulla testa. II suo buonumore, però, dura poco. Il tempo che la madre torni a casa e gli spieghi che la sua compagna Rachel è ammalata e che lui dovrà starle vicino. Per uno come Greg, il nerd più asociale della scuola, non poteva esserci notizia peggiore. La sola consolazione è che con lui ci sarà pure il suo amico Earl. Insieme decideranno di girare un film per lei. Un film che avrà un'unica, devotissima fan.

Kafka sulla spiaggia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Murakami, Haruki <1949->

Kafka sulla spiaggia / Murakami Haruki ; traduzione dal giapponese di Giorgio Amitrano

Torino : Einaudi, 2015

Super ET

Abstract: Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l'ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti allo stesso luogo, Taka-matsu, nel Sud del Giappone. Il ragazzo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico, e dalla sua profezia, che riecheggia quella di Edipo. Il vecchio, Nakata, fugge invece dalla scena di un delitto sconvolgente nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Abbandonata la sua vita tranquilla e fantastica, fatta di piccole abitudini quotidiane e rallegrata da animate conversazioni con i gatti, dei quali parla e capisce la lingua, parte per il Sud. Nel corso del viaggio, Nakata scopre di essere chiamato a svolgere un compito, anche a prezzo della propria vita. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell'incomprensibile schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino. Diversi personaggi affiancano i due protagonisti: Hoshino, un giovane camionista di irresistibile simpatia; l'affascinante signora Saeki, ferma nel ricordo di un passato lontano; ?shima, l'androgino custode di una biblioteca; una splendida prostituta che fa sesso citando Hegel; e poi i gatti, che sovente rubano la scena agli umani. E infine Kafka. "Uno spirito solitario che vaga lungo la riva dell'assurdo".

Il figlio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Meyer, Philipp <1974->

Il figlio / Philipp Meyer ; traduzione di Cristiana Mennella

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: Il figlio ripercorre centocinquant'anni di storia, dai raid dei Comanche nell'Ottocento al boom petrolifero del ventesimo secolo, attraverso le vicende della famiglia McCollough. Tre generazioni, tre personaggi intrecciano le loro voci in una narrazione che è al contempo affresco epico e ritratto intimo: Eli, il colonnello, né indiano né bianco, né civilizzato né selvaggio, che scoprirà di non appartenere ad altri che a se stesso; Peter, colto e riflessivo, che nelle pagine del suo diario fa i conti con il passato violento del padre; e infine Jeannie, nipote di Peter, figura straordinaria di donna sola e fortissima. Grazie a lei i McCollough conosceranno la ricchezza e il potere, ma anche lo spettro terrorizzante della fine. Un romanzo spietato, violento, intensissimo, che mette a nudo le radici più oscure dell'Occidente e dell'animo umano, attraversando il tempo come se fosse una terra inesplorata, una nuova wililderness su cui incombe un futuro apocalittico.

L'arte di correre
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Murakami, Haruki <1949->

L'arte di correre / Murakami Haruki ; traduzione di Antonietta Pastore

Torino : Einaudi, [2009]

Abstract: Quando, nel 1981, Murakami chiuse Peter Cat, il jazz bar che aveva gestito nei precedenti sette anni, per dedicarsi solo alla scrittura, ritenne che fosse anche giunto il momento di cambiare radicalmente abitudini di vita: decise di smettere di fumare sessanta sigarette al giorno, e - poiché scrivere è notoriamente un lavoro sedentario e Murakami per natura tenderebbe verso una certa pinguedine - di mettersi a correre. Da allora, di solito scrive quattro ore al mattino, poi il pomeriggio corre dieci o più chilometri. Qualche anno più tardi si recò in Grecia dove per la prima volta percorse tutto il tragitto classico della maratona. L'esperienza lo convinse: da allora ha partecipato a ventiquattro di queste competizioni, ma anche a una ultramaratona e a diverse gare di triathlon. Scritto nell'arco di tre anni, L'arte di correre è una riflessione sulle motivazioni che ancora oggi spingono l'ormai sessantenne Murakami a sottoporsi a questa intensa attività fisica che assume il valore di una vera e propria strategia di sopravvivenza. Perché scrivere - sostiene Murakami - è un'attività pericolosa, una perenne lotta con i lati oscuri del proprio essere ed è indispensabile eliminare le tossine che, nell'atto creativo, si determinano nell'animo di uno scrittore. Al tempo stesso, questo insolito libro propone però anche illuminanti squarci sulla corsa in sé, sulle fatiche che essa comporta, sui momenti di debolezza e di esaltazione che chiunque abbia partecipato a una maratona avrà indubbiamente provato.

L' adolescente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dostoevskij, Fëdor Mihajlovic <1821-1881>

L' adolescente / Fëdor Dostoevskij ; traduzione di Eva Amendola Kühn ; prefazione di Angelo Maria Ripellino

Einaudi, 2005

Abstract: Un figlio illegittimo e sensibile (Arkadij Dolgorukij), un padre indifferente e libertino (Versilov), un'educazione opprimente e umiliante, un sogno assurdo (quello di diventare ricco come Rothschild) per il quale si sacrifica ogni cosa salvo vanificare poi il tutto in un attimo di follia, un triste amore impossibile e vergognoso, il rifugiarsi nei meandri del proprio sottosuolo mentale dove, grazie alle farneticazioni del proprio Io, trovare un illusorio riscatto dal fallimento di un'esistenza. Infine l'apparizione di un redentore, Makar, che predicherà un nuovo cristianesimo che sorgerà spontaneamente dal cuore del popolo e riscatterà la Grande Madre Russia.