Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Svizzera
× Lingue Inglese
Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Russo

Trovati 5 documenti.

Mostra parametri
Quasi leggera morte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mandelʹštam, Osip Emilʹevič <1891-1938>

Quasi leggera morte : ottave / Osip Mandel'stam ; a cura di Serena Vitale

Milano : Adelphi, 2017

Abstract: «Chi potrà mai dirci da dove è arrivata fino a noi la divina armonia che chiamiamo "poesia di Mandel'stam"?» si chiedeva Anna Achmatova. Se lo chiederà anche il lettore di queste Ottave, un ciclo di liriche prodigiose nate in gran parte nel novembre 1933, e dunque quasi contemporaneamente al celebre epigramma contro Stalin, «il montanaro del Cremlino», dove parlavano la rabbia e l'orrore del suddito. Solo così, dopo aver pagato il tributo a un presente in cui il potere non si limita ad asservire, ma pretende anche di spiare nelle menti degli schiavi, Mandel's?tam è libero di inoltrarsi nel non-tempo e non-spazio della lirica pura. In un'epoca che promette e celebra il «radioso futuro», le Ottave di Mandel'stam («poesie sulla conoscenza» le definiva) portano il lettore indietro, sempre più indietro, in un universo incorporeo, rarefatto, dove la creazione si sta ancora compiendo - e coincide con la nascita della parola poetica.

Anch'io ho conosciuto l'amore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pasternàk, Borís Leonídovič <1890-1960>

Anch'io ho conosciuto l'amore : poesie 1913-1956 / Boris Pasternak ; a cura di Marilena Rea

Bagno a Ripoli : Passigli, 2016

Passigli poesia

Abstract: Anche se la sua fama più vasta è legata soprattutto al romanzo "Il dottor Zivago", Boris Pasternak (1880-1960) è stato soprattutto un poeta. Proporre dunque una scelta delle poesie d'amore di Pasternak, come fa questo volume, ha una duplice valenza: in primo luogo, la poesia di Pasternak, dopo la fondamentale antologia curata da Angelo Maria Ripellino per l'editore Einaudi, non ha avuto in Italia tutta l'attenzione che merita; in secondo luogo, come bene sanno i lettori de "Il dottor Zivago", il tema amoroso è profondamente radicato nell'ispirazione del grande poeta georgiano, anche se in forma del tutto originale, perché - come sottolinea Marilena Rea nella prefazione - la rivelazione dell'amore in Pasternak è tanto prepotente quanto 'microscopica': "un bouquet di violette, un nasino arricciato, uno sguardo conficcato nel soffitto, una mano sotto la nuca"... Osservava Evgenij Evtusenko che, dopo Puskin, forse nessuno ha sentito la donna quanto Pasternak, elevando nel contempo la sensualità a livello di culto religioso o di grande fato pagano. E in effetti nella poesia di Pasternak tutto si trasforma in un sentimento panico: le immagini dell'amore trascendono in metafore naturali, così come i gesti e i sentimenti degli amanti si fondono con il sentire della natura: "E i giardini, gli acquitrini, i recinti, / e il cosmo che ribolle di bianche / grida - sono solo gradi della passione, / accumulata dal cuore di un uomo".

La pietra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mandelʹštam, Osip Emilʹevič <1891-1938> - Mandelʹštam, Osip Emilʹevič <1891-1938>

La pietra / Osip Mandel'štam ; traduzione e cura di Gianfranco Lauretano

Milano : Il Saggiatore, 2014

Abstract: Nel 1913, quando il mondo intero stava per fare un doppio salto nel vuoto, trascinato dalla guerra mondiale e dalla Rivoluzione, a San Pietroburgo un gruppo di poeti si inseriva autorevolmente nella letteratura russa, rompeva i legami con il simbolismo tra Otto e Novecento, alla ricerca di un realismo autentico e concreto, mosso dalla volontà di raggiungere l'acme delle cose, toccare la loro essenza. Di quel gruppo facevano parte Sergej Gorodeckij, Nikolaj Gumilëv, Anna Achmatova e Osip Mandel'stam. Quello stesso anno Mandel'stam dava alle stampe la sua prima raccolta di versi, La pietra. La sua poesia è intrisa di sentimenti primari, oggetti, viandanti, specchi, dita che scivolano sulla superficie del mondo e sulla carne. I suoi versi sono pietre levigate, limate con tenacia e sapienza. Il suo è un gesto poetico netto, puro, indomabile. È una lingua che si confronta con la natura, la contempla, la ricrea. La pietra viene oggi proposta per la prima volta al lettore italiano. Pubblicarla a più di cento anni dalla sua uscita è rendere giustizia a una figura solenne, oltre che un atto di fede nella letteratura...

Mestiere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cvetaeva, Marina Ivanovna <1892-1941>

Mestiere : [poesie 1921-1922] / Marina Cvetaeva ; a cura di Marilena Rea

Bagno a Ripoli : Passigli, 2014

Il richiamo della poesia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fet-Sensin, Afanasij Afanas'evic

Il richiamo della poesia / Afanasij A. Fet ; a cura di Pia Dusi ; con un saggio introduttivo di Vladimir Zelinski ; foto a colori di Giancarlo Ganzerla

Brescia : Serra Tarantola, 2012