Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2013
Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Arabo

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Il luogo stretto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bayrakdar, Faraj <1951->

Il luogo stretto / Faraj Bayrakdar ; traduzione dall'arabo e cura di Elena Chiti

Roma : Nottetempo, c2016

Abstract: Per la prima volta tradotte in italiano le poesie del siriano Faraj Bayrakdar, attivista letterario, giornalista e politico. Arrestato tre volte dalle autorità siriane, due negli anni Settanta, perché dirigeva una rivista letteraria che promuoveva giovani poeti siriani, e la terza nel 1987 come membro del Partito di Azione Comunista, Faraj Bayrakdar ha passato quasi 14 anni in prigione, quattro nel famigerato carcere del deserto Tadmur, “un regno di morte e follia”. Senza penne o matite, componeva i versi e li mandava a memoria, a volte con l’aiuto dei compagni di cella. “La poesia mi ha aiutato a imprigionare la mia prigione, è stata una difesa attiva.”

Sarà chiamata donna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maramotti, Maria Grazia

Sarà chiamata donna / Maria Grazia Maramotti ; traduzioni di Gabrielle Barfoot e Mahamoud Jaran

Pasian di Prato : Campanotto, 2014

Libers... di scugni là
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zanier, Leonardo

Libers... di scugni là = Liberi... di dover partire = Libres...de dovoir partir = ... / Leonardo Zanier ; traduzione in arabo di Ayad Alabbar

Milano : Effigie, 2012

Abstract: Più che poesie in lingua friulana nella loro declinazione carnica, è un'aspra sintesi della costrizione, della disperazione e della speranza che sono sottese al mondo dell'emigrazione. Scritto da un emigrante figlio di emigranti, il testo viene qui affiancato dalle traduzioni in italiano, arabo e francese. Si vorrebbe in tal modo offrirlo a tutte quelle migliaia di uomini e donne immigrati in Italia da altri mondi, in fuga dalla fame o dalle guerre. E un percorso riconoscibile in quello di molti nostri connazionali, partiti nel secolo scorso in cerca di fortuna lontano dalla propria terra e dai propri cari.