Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Nomi Bauman, Zygmunt <1925-2017>
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Franco Angeli <casa editrice>

Trovati 586 documenti.

Mostra parametri
Navigando a vista
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Navigando a vista : migranti nella crisi economica tra lavoro e disoccupazione / a cura di Devi Sacchetto, Francesca Alice Vianello

Milano : Angeli, 2013

Abstract: Nonostante la lunga crisi economica, rimangono limitate le ricerche che ne indagano le implicazioni per le prospettive di vita e di lavoro degli individui. La ricerca presentata in questo volume si propone di contribuire a ridurre tale carenza conoscitiva a partire da un archivio di 170 interviste in profondità e 435 brevi interviste telefoniche a migranti disoccupati. I saggi di Bruno Anastasia, Vanessa Azzeruoli, Maurizio Gambuzza, Graziano Merotto, Maurizio Rasera, Marco Semenzin e dei curatori ricostruiscono i percorsi migratori e lavorativi, le strategie di risposta alla perdita di occupazione, le modalità di reperimento di un lavoro e di un reddito e, infine, la ridefinizione dei progetti migratori. L'allargamento della precarietà occupazionale, abitativa e finanche esistenziale generato dalla crisi rappresenta una grave regressione nei percorsi di vita delle donne e degli uomini migranti. Il quadro complessivo che emerge è, infatti, quello della diffusione della figura del lavoratore povero, occupato in mansioni scarsamente qualificate. Anche se la crisi economica produce ulteriore frammentazione dei percorsi lavorativi, non mancano i tentativi, in particolare delle donne migranti, di smarcarsi da un destino apparentemente ineluttabile di confinamento nell'ambito familiare oppure in mansioni banalizzate e con salario di sussistenza.

Mostri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mostri : Dracula, King Kong, Alien, Twilight e altre figure dell'immaginario / a cura di Vanni Codeluppi ; con testi di Alberto Abruzzese ... [et al.]

Milano : Angeli, c2013

Abstract: I mostri suscitano da sempre sorpresa e paura, ma, grazie al lavoro creativo della letteratura e del cinema, occupano uno spazio importante anche nelle nostre società. È interessante notare come proprio in queste società, pervase di razionalità ed efficienza, i mostri, tutt'altro che scomparsi, si siano anzi moltiplicati e diffusi. Attraverso gli scritti elaborati da alcuni importanti studiosi italiani - Alberto Abruzzese, Gianni Canova, Guido Ferraro e Peppino Ortoleva - questo testo ne analizza otto, tra i più noti e amati: Frankenstein, Dracula, Tarzan, King Kong, Zombi, Alien, Joker e Twilight. Si disegna così un quadro particolarmente dettagliato grazie al quale il lettore, tra complicità e ribrezzo, timore e attrazione, potrà confrontarsi con le figure più controverse dell'immaginario collettivo contemporaneo.

La gestione dei gruppi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mastromarino, Raffaele

La gestione dei gruppi : le competenze per gestire e facilitare i processi di gruppo / Raffaele Mastromarino

Milano : Angeli, 2013

Abstract: Lavorate con gruppi? Vi siete mai chiesti quali competenze è importante possedere per gestire i processi che si sviluppano in un gruppo? Cosa si può fare per facilitare la crescita personale e professionale dei partecipanti? Se vi siete posti queste domande questo libro può aiutarvi a trovare delle risposte. Il testo è rivolto a professionisti che usano il gruppo per: la formazione; la prevenzione del disagio psicologico; la promozione del benessere e della salute degli individui. Il libro è a carattere teorico e pratico ed è suddiviso in due parti. Nella prima parte viene presentata una breve cornice teorica sullo studio del gruppo, della dinamica di gruppo e per evidenziare come il gruppo favorisce lo sviluppo del Sé dei suoi membri. Nella seconda parte vengono illustrate le competenze per gestire e facilitare i processi di gruppo, suddivise tra quelle riferite al sapere, al saper fare ed al saper essere. Per quanto riguarda il sapere ed il saper fare vengono presentati: gli interventi per gestire le dinamiche di gruppo; le competenze comunicative; le abilità per gestire i problemi ed i conflitti; le competenze utili per trasmettere i contenuti. Per quanto riguarda il saper essere vengono presentate le competenze legate al benessere psicologico di chi conduce il gruppo, evidenziando l'importanza di prendersi cura di sé per prevenire e gestire lo stress.

Il lato oscuro del digitale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Granelli, Andrea <1960->

Il lato oscuro del digitale : breviario per (soprav)vivere nell'era della rete / Andrea Granelli ; prefazione di David Bevilacqua ; postfazione di Antonio Spadaro

Milano : Franco Angeli, 2013

Abstract: La dimensione problematica della rivoluzione digitale - il suo lato oscuro - è oramai un tema ineludibile che va compreso all'interno delle più generali dinamiche dell'evoluzione tecnologica. Questo libro vuole innanzitutto contribuire a leggere il fenomeno nella sua articolazione e complessità per restituirne la ricchezza, l'applicabilità diffusa e anche la sua fascinosità, persino nelle dimensioni più critiche e criticabili. Ma il vero obbiettivo è contribuire a contrastare - non semplicemente riducendolo o esorcizzandolo il crescente sospetto nei confronti delle Rete e delle sue potenti tecnologie e il timore che le sue promesse non possano essere mantenute. Le inesattezze e falsificazioni di Wikipedia, il potere sotterraneo e avvolgente di Google, la fragilità psicologica indotta dagli universi digitali, il finto attivismo politico digitale svelato dall'espressione click-tivism, il diluvio incontenibile della posta elettronica, il pauroso conto energetico dei data centre, i comportamenti scorretti dei nuovi capitani dell'impresa digitale sono solo alcuni dei problemi che stanno emergendo, con sempre maggiore intensità e frequenza. Questo saggio di Granelli si pone come vera e propria guida che ci aiuta a cogliere le peculiarità di questo straordinario ecosistema e a guidarne le logiche progettuali e i processi di adozione, tenendo a bada le sue dimensioni problematiche, che vanno comprese e reindirizzate, e non semplicemente rimosse.

La guerra dei bambini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Antonacci, Francesca - Della_Misericordia, Massimo

La guerra dei bambini : gioco, violenza e rito da una testimonianza rinascimentale / Francesca Antonacci, Massimo Della Misericordia

Milano : Angeli, 2013

Abstract: Nel 2012 presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca gli autori hanno promosso un'innovativa sperimentazione didattica, ideata nel confronto con altri colleghi sulle opportunità e le condizioni del dialogo fra le discipline. Nel corso di due lezioni congiunte hanno analizzato, secondo i rispettivi punti di vista, la testimonianza risalente al 1499 di un gioco di guerra fra bambini, svoltosi entro una ricca cornice rituale e degenerato in una rissa fra adulti. Per lo storico è stata l'occasione di riconsiderare le pratiche di mobilitazione militare collettiva in una comunità di frontiera ancora vive in un'età nota soprattutto per lo sviluppo degli eserciti professionali, il comportamento aggressivo e il conflitto cerimoniale nel tardo medioevo, dal Carnevale ad altre occasioni festive. Alla pedagogista ha offerto l'opportunità per riflettere sui labili confini dell'esperienza ludica e per provocare il senso comune, ma anche la propria tradizione disciplinare, a proposito della violenza oggi negata nella scuola e in famiglia, per questo tanto più a rischio di riemergere pervertita nella vita del bambino. Ne è nato un originale libro rivolto a tutti coloro che sono interessati ad esplorare inaspettate valenze educative, sociali e simboliche del gioco, della violenza e del rito nel presente e nel passato.

Ecomusei, paesaggi e comunita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baratti, Francesco

Ecomusei, paesaggi e comunita' : esperienze, progetti e ricerche nel Salento / Francesco Baratti ; presentazione di Francesco D'Andria

Milano : Angeli, 2012

Abstract: Cosa possiamo fare per conservare in maniera attiva il nostro paesaggio? Quali sono i metodi e gli strumenti che possiamo mettere in campo per attivare processi di produzione sociale del paesaggio? Sono domande a cui si è cercato, con questo lavoro, di dare risposte in maniera concreta descrivendo un proprio percorso per la costruzione di una nuova società paesaggistica in cui cittadini, decisori politici, forze imprenditoriali, operatori culturali e mondo della ricerca invitano gli uni e gli altri a tenere in diverso conto il patrimonio culturale ed il paesaggio che esso esprime. A ciascuno si chiede di svolgere un ruolo attivo per un nuovo modello di sviluppo locale autosostenibile, ma soprattutto si sollecita l'intera popolazione ad assumersi le responsabilità dei beni che le appartengono: il paesaggio, la memoria, i luoghi, i modi di vita degli abitanti, il patrimonio edilizio, la produzione di beni e servizi adattati alle domande e ai bisogni delle persone. Un suggerimento pratico e concreto oltreché teorico per individuare percorsi di ricerca concentrati sulla partecipazione delle comunità per la valorizzazione del proprio patrimonio, affidando agli addetti ai lavori, urbanisti, operatori culturali, architetti, economisti, il compito di farsi interpreti di questa sfida.

Affari e lussuosa sobrieta'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tonelli, Giovanna

Affari e lussuosa sobrieta' : traffici e stili di vita dei negozianti milanesi nel 17. secolo : (1600-1659) / Giovanna Tonelli

Milano : FrancoAngeli, 2012

Abstract: La sede del Museo Poldi Pezzoli, palazzo Durini, palazzo Annoni, palazzo Clerici nel centro di Milano; palazzo Vidoni a Roma, il Battesimo di Gesù del Nuvolone alla Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano, la Strage degli Innocenti di Rubens alla Art Gallery dell'Ontario, Il Nunzio ricevuto in palazzo Ducale della bottega del Canaletto alla National Gallery di Washington, la festa di Cleopatra di Jordaens all'Ermitage sono soltanto alcuni esempi di opere che oggi possiamo ammirare e che rimandano alla Milano secentesca degli affari. Proprietari o committenti di questi beni erano infatti grandi negozianti milanesi del tempo o uomini che dovevano la loro fortuna all'attività di intermediazione commerciale esercitata dai loro avi nel Seicento. Questo studio ricostruisce l'operato economico e delinea il profilo sociale e gli stili di vita di questi grandi negozianti attivi nella Milano dei primi sessant'anni del XVII secolo, quando la capitale della Lombardia spagnola appare avviata ad assumere quella fisionomia di città del terziario più che della produzione, quale era stata sino ad allora, che l'avrebbe caratterizzata nei secoli successivi.

Il guardasigilli del regime
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Simone, Giulia

Il guardasigilli del regime : l'itinerario politico e culturale di Alfredo Rocco / Giulia Simone

Milano : Angeli, 2012

Abstract: Protagonista centrale della costruzione politico-giuridica dello Stato totalitario, Alfredo Rocco offrì al fascismo delle solide basi dottrinarie, che aveva elaborato fin dal tempo in cui era capogruppo del movimento nazionalista a Padova. Una volta nominato ministro, Rocco mise in pratica, attraverso la creazione della legislazione fascista, il proprio pensiero politico, strutturato attorno alla formulazione del principio organicistico già elaborato nel corso degli anni patavini, influenzando profondamente la stessa ideologia fascista. Grazie ad una vasta ricerca condotta su documenti editi ed inediti, rinvenuti in archivi nazionali ed esteri, questa biografia mette in luce la versatilità intellettuale e politica di Alfredo Rocco. Emerge la sua figura di ministro - quella più conosciuta - ma anche di studente, docente, padre di famiglia, militare, politico, giornalista, amministratore di giornali. Il suo percorso politico appare tortuoso, tuttavia la logica che ispira il suo pensiero è chiara: dalla giovanile militanza radicale fino all'attività legislativa, Rocco ha avuto come obiettivo quello di tutelare sempre l'autorità dello Stato, al di sopra di tutto, fino a giungere a sacrificare le libertà del singolo cittadino.

Industria come continuazione della politica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fragiacomo, Paolo

Industria come continuazione della politica : la cantieristica italiana 1861-2011 / Paolo Fragiacomo

Milano : Franco Angeli, 2012

Abstract: La vicenda storica della cantieristica, unico settore di proprietà dello Stato che non è stato possibile privatizzare, può essere interpretata come un caso esemplare per comprendere la parabola discendente delle partecipazioni statali. Per il modo stesso con cui si è formata tra fine '800 e inizio '900, nel contesto dell'affermazione del protezionismo, la cantieristica ha infatti di gran lunga anticipato e incarnato in modo paradigmatico quegli elementi di degenerazione che si sono poi estesi all'intero complesso dell'impresa pubblica, portandolo al collasso. Questo libro costituisce il primo tentativo di sintesi della storia di un'industria che ha rivestito un ruolo di primaria importanza, economico ma anche sociale e persino simbolico, in alcune regioni (Liguria, Venezia Giulia, Campania) e città costiere della penisola. In una visione di lungo periodo, e attraverso un ampio confronto con l'esperienza di altri Paesi, l'analisi è qui condotta seguendo una chiave di lettura esplicita: il rapporto con lo Stato e con la politica, con una particolare attenzione all'interazione tra centro e periferia, per il fortissimo radicamento dei cantieri nei sistemi di potere locale, che sono riusciti a condizionare pesantemente tutti i tentativi di direzione unitaria.

La citta' piu' artigiana d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pellegrino, Anna

La citta' piu' artigiana d'Italia : Firenze 1861-1929 / Anna Pellegrino

Milano : Franco Angeli, 2012

Abstract: Firenze è stata considerata per oltre un secolo, e fin quasi ai nostri giorni, una città artigiana. Questo volume si apre con la proclamazione di Firenze a capitale dell'artigianato italiano in pieno regime fascista: si tratta del punto di arrivo di un artigianato di tipo nuovo, il cui processo di sviluppo è iniziato nel 1861. In tale arco di tempo il ruolo della città viene ridefinito come capitale della lingua e della cultura nel nuovo contesto nazionale, mentre sul piano internazionale si consolida l'idea di Firenze come luogo simbolo della rinascita delle arti e di una nuova cultura borghese dopo i secoli bui dell'alto medioevo. La vocazione artigiana della città si rivela essere l'effetto di un progetto consapevole alla cui elaborazione partecipano sia una parte dell'intellettualità europea, sia le classi dirigenti locali, sia una parte significativa delle classi popolari, attraverso le loro istanze associative e politiche. È all'analisi di questo intreccio di elementi che è dedicato il volume. Percorsi di vita, fortune imprenditoriali, ristrutturazioni urbanistiche, aggregazioni associative, conflitti politici e sociali, compongono la storia del nuovo artigianato urbano fiorentino: caso singolare di una formazione sociale in parte consistente inventata sulla base di dinamiche culturali, ma anche modello economico e sociale da confrontare con quelli di altre capitali europee che hanno avuto uno sviluppo analogo.

Uomini, terre e acque
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Roveda, Enrico

Uomini, terre e acque : studi sull'agricoltura della "Bassa lombarda" tra 15. e 17. secolo / Enrico Roveda

Milano : Franco Angeli, 2012

Abstract: Il volume raccoglie una parte dei molti saggi che Enrico Roveda ha dedicato alla storia agraria della prima età moderna (secoli XV-XVII). Sono saggi scritti nell'arco di circa vent'anni, tra 1979 e 1999, materialmente dispersi nelle sedi più disparate, talvolta di non facile reperibilità, i quali tuttavia, per compattezza di temi e coerenza di metodo, compongono già idealmente un volume, un volume di grande significato per la conoscenza della bassa pianura lombarda fra tardo medioevo e prima età moderna. La Bassa lombarda - con le sue cascine, i bergamini, i fittavoli; con i suoi avanzati metodi di coltivazione e di rotazione agraria; con la stretta integrazione fra agricoltura e allevamento - è la vera protagonista di quasi tutta la raccolta (è inserito, come termine di confronto, un ampio saggio relativo a un'altra regione, sulle proprietà fondiarie dell'arcivescovado di Pisa, del 1984). Né si tratta solo di storia agraria, per la costante attenzione alle relazioni tra aspetti tecnico-economici in senso stretto e quella storia politico-sociale che ha poi preso il sopravvento nelle successive ricerche dell'autore, il quale tuttavia ha continuato a fare di questo suo primo interesse uno dei punti focali di un'intensa attività di insegnante e di organizzatore di ricerche, attraverso seminari, corsi e tesi di laurea.

Storia degli anarchici italiani in eta' giolittiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giulietti, Fabrizio <storico>

Storia degli anarchici italiani in eta' giolittiana / Fabrizio Giulietti ; prefazione di Giampietro Berti

Milano : Angeli, 2012

Abstract: La storiografia sull'anarchismo italiano registra un punto molto positivo e importante grazie al presente lavoro, che colma un vuoto rilevante relativo al movimento anarchico nell'età giolittiana e al primo quindicennio del Novecento. Non che mancassero, ovviamente, specifiche incursioni sul tema, ma esse concernevano singole e settoriali questioni, quali il sindacalismo, l'educazionismo, l'individualismo, la campagna contro la guerra di Libia, la settimana rossa; difettava, invece, un'analisi d'insieme capace di comprendere, con uno sguardo generale, tutta la complessità storica emersa dopo il regicidio da parte di Gaetano Bresci (Monza, 29 luglio 1900) e il successivo indirizzo liberale impresso alla politica italiana da Giolitti. Va specificato, tuttavia, che questo volume è molto di più di un'opera di sintesi. Siamo in presenza, infatti, di un capillare scavo archivistico-bibliografico, che porta alla luce momenti cruciali non soltanto del movimento anarchico ma anche dei conflitti politici e sociali che hanno caratterizzato la storia italiana dalla svolta di fine secolo alla Grande guerra. Tale complessa e articolata ricostruzione è, infine, corredata da un'appendice di documenti archivistici inediti, relativi ai rapporti stilati dagli organi di polizia sul movimento anarchico e su alcune sue singole manifestazioni dal 1904 al 1913.

40 anni di unione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cafaro, Pietro <1953->

40 anni di unione : linee interpretative e materiali per una storia di Confcooperative Lombardia (1970-2010) / Pietro Cafaro ; appendice documentaria a cura di Angelo Robbiati

Milano : Angeli, 2011

Abstract: La Lombardia può essere considerata la patria di quel tessuto cooperativo e di piccola imprenditorialità diffusa che da sempre caratterizza il nostro sistema produttivo la straordinaria storia di Confcooperative Lombardia e dei suoi protagonisti indica la strada per fare in modo che sviluppo economico e solidarietà possano crescere insieme a beneficio di tutti. Dalle pagine del prezioso volume del Professor Pietro Cafaro sui primi quarant'anni di Confcooperative Lombardia, emergono in modo esemplare gli ideali che muovono ancora Confcooperative, in grado nelle sue attività di non guardare solamente al profitto, ma di offrire a tutti gli uomini l'opportunità di realizzare la propria esistenza nel modo più completo. La storia delle grandi tradizioni popolari del nostro Paese è una storia di un movimento continuo dal basso, di uomini e donne appassionati costruttori della società, difensori dei diritti di tutti, inventori di un metodo, quello cooperativo, che ha dato vita alla più singolare anomalia economica che l'.Europa abbia conosciuto. (Dalla Prefazione di Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia.)

Net generation
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tapscott, Don

Net generation : come la generazione digitale sta cambiando il mondo / Don Tapscott

Milano : Angeli, 2011

Abstract: L'autore in questo suo nuovo lavoro di esplorazione del presente e del futuro prossimo, ha intervistato più di 11.000 giovani ed elaborato un'impressionante quantità di dati, restituendo un quadro articolato e complesso della cosiddetta Net Generation. Invece di un gruppo di screenager viziati, incapaci di concentrarsi e del tutto privi di abilità sociali, ha scoperto una comunità di menti brillanti, che ha sviluppato nuovi, rivoluzionari modi di pensare, interagire, lavorare e socializzare. I Net Gener usano la tecnologia in modi prima inimmaginabili. Non si limitano a stare seduti davanti alla televisione, ma partecipano attivamente alla distribuzione dell'intrattenimento e delle informazioni. Per la prima volta nella storia, i giovani sono diventati delle vere e proprie autorità in un campo fondamentale della realtà odierna e stanno modificando ogni ambito della società - dal luogo di lavoro al mondo economico, dalla vita scolastica a quella familiare, dalla cabina elettorale allo Studio Ovale. In Net Generation vi sono suggerimenti e risposte ad alcuni degli interrogativi che più allarmano le generazioni precedenti di fronte a questa rivoluzionaria mentalità: come attirare e coinvolgere i giovani talenti nel mondo del lavoro; come educare i propri figli nell'era digitale; come i giovani e Internet stiano trasformando il concetto di democrazia.

Una provincia operosa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Onger, Sergio <1958->

Una provincia operosa : aspetti dell'economia bresciana tra 18. e 20. secolo / Sergio Onger

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Gli scritti qui raccolti fanno parte di un percorso di studi sull'economia bresciana tra il XVIII e il XX secolo. In ognuno, la focalizzazione sull'ambito locale permette di ricostruire analiticamente processi fortemente connessi e integrati con quanto stava accadendo in altre parti d'Italia e d'Europa. I temi di volta in volta affrontati e che determinano, secondo un ordine cronologico, la successione dei contributi, cambiano anche radicalmente. Dalla navigazione e commercio sul fiume Oglio all'acciaio dell'età napoleonica, dai mestieri sul mercato annonario cittadino alla professione di medico ospedaliero nella Lombardia della Restaurazione, dal dibattito sull'istruzione agraria agli stabilimenti termali della Lombardia orientale, alla parabola della fabbrica di armi Glisenti e dell'industria della pietra di Botticino, tutti concorrono a delineare le dinamiche e i tratti economici strutturali della provincia operosa.

Costruire la fiducia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Romani, Marina

Costruire la fiducia : istituzioni, elite locali e mercato del credito in tre province lombarde (1861-1936) / Marina Romani

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Le banche locali, fondate in epoca postunitaria, hanno rappresentato un potente strumento di diffusione della fiducia. Il graduale estendersi della loro azione ha contribuito alla progressiva istituzionalizzazione del mercato del credito lungamente legato a circuiti informali, o a meccanismi di tipo paternalistico, o a pratiche usurarie. I differenti ambienti sociali ed economici di cui esse erano emanazione plasmarono in maniera originale, e in un contesto normativo fluido, le caratteristiche di ciascun istituto determinandone la differente capacità di incidere sulla realtà circostante. Non c'era nulla di scontato: dopo l'Unità fondare una banca significava raccogliere una sfida e misurarsi con un mondo parzialmente inesplorato, valendosi di una cultura ancora in fieri e di norme operative da costruire passo a passo, procedendo per prove ed errori. Esistevano grandi aspettative, non necessariamente fondate, e gli istituti di credito erano chiamati a compiti non sempre coerenti con gli ineliminabili vincoli di bilancio. L'intento dell'Autrice è quello di riempire di significati l'investimento nell'industria del credito, utilizzando la banca come osservatorio privilegiato di una realtà in fase di trasformazione, e come strumento per gettare criticamente luce sull'assetto creditizio e sulle classi dirigenti di tre province lombarde - Bergamo, Brescia e Mantova - misurandone i successi e gli insuccessi, e con quelli la capacità di intervenire sul territorio.

Nella tempesta dell'adolescenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sampaio, Daniel

Nella tempesta dell'adolescenza : i consigli di un terapeuta della famiglia per superare conflitti e tensioni / Daniel Sampaio

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Figli adolescenti che nemmeno ti ascoltano, o, peggio, che ti ascoltano e ti rispondono male. Ragazzi che fanno finta di essere figli modello e poi scopri che è solo una maschera che nasconde mille insicurezze. Tredicenni persi in Internet o che tornano stralunati alle 5 del mattino. I conflitti sono continui e più o meno gravi: denaro, premi, punizioni, internet, sesso, alcool, droghe. Che fare? La soluzione, sostiene Daniel Sampaio, uno dei promotori della terapia familiare in Europa, non è nel recupero delle misure autoritarie del passato, né nel lasciare crescere i figli per conto loro. Il primo passo fondamentale è smettere di considerare gli adolescenti come esseri in transizione e trattarli come giovani adulti con diritti e doveri. L'adolescenza è l'ultima opportunità che il genitore ha di ri-agganciare i propri figli. Deve quindi fare di tutto per riprendere il rapporto: deve promuovere una vera e propria rivoluzione comunicazionale. E in caso di difficoltà nella negoziazione o in questioni importanti per la salute e la sicurezza dei più giovani, deve essere il genitore a prendere le decisioni più opportune. Una famiglia democratica non è quella in cui la gerarchia si è rovesciata, ma è quella che è formata da un gruppo di persone in cui i più esperti hanno comunque l'ultima parola. Scritto in modo chiaro e accessibile, ricco di esempi e di suggerimenti, questo è un lavoro utile per i genitori, gli educatori e chiunque abbia a che fare con i giovani adulti.

Voci dalla paura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Voci dalla paura : riflessioni e analisi di un'emozione complessa / a cura di Adriana Querze', Luigi Alberto Pini

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Il testo che raccoglie i temi principali del convegno Voci dalla paura, patrocinato dal Comune e dall'Università degli studi di Modena, affronta il tema complesso della paura in modo traversale. La paura infatti ci condiziona nelle scelte e ci accompagna: per questo parlare della paura è necessario. È necessario conoscere gli aspetti biologici e psicologici che la generano e la mantengono o consentono di controllarla. È necessario comprendere come la paura è utilizzata strumentalmente in ambito pubblico: pensiamo alla paura sociale oggi prevalente, quella dello straniero, che domina il dibattito politico e serve a declinare il tema della sicurezza. Ed è necessario comprendere una paura spesso inespressa, quella dei bambini e dei ragazzi, che ci consente di riflettere sui principi di una educazione alla paura: l'unica che può aiutarci a conoscere ed accettare le paure individuali e collettive reinterpretandole come dimensione tipica dell'essere umano nella sua dimensione naturale e culturale.

Gestire e promuovere un territorio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scipioni, Antonio - Mazzi, Anna

Gestire e promuovere un territorio : linee guida, strumenti operativi e casi studio / Antonio Scipioni, Anna Mazzi ; con il contributo di Alessandra Archetti, Daniele Manfroi, Monia Niero

Milano : Angeli, 2011

Abstract: Appare sempre più chiaro come i nuovi modelli di sviluppo dell'economia di un'area si integrino con una nuova cultura che concepisce il territorio come il risultato di un vincente equilibrio tra crescita economica, rispetto dell'ambiente, protezione delle proprie radici, promozione degli individui e qualità della vita. In un mercato competitivo globale, infatti, solo una gestione comune e condivisa tra i soggetti pubblici e privati attivi sul territorio può permettere di realizzare piani di intervento che puntano a risultati eccellenti. Rinnovare il concetto di marchio d'area può in questo contesto rappresentare, a livello europeo, un'interessante risposta alle esigenze sempre più evidenziate da molteplici organizzazioni operanti nei territori. Un marchio d'area sarà di successo se sarà in grado di coniugare le esigenze di management con le prospettive di marketing: in altre parole, se il processo per la sua creazione porterà a progettare modelli di gestione e promozione funzionali alle prospettive di sviluppo locale e a realizzare in concreto quell'idea di governance che anima la sostenibilità locale. I contenuti di questo volume sono il frutto di un'esperienza decennale maturata dal Centro Studi Qualità Ambiente dell'Università di Padova in numerosi progetti di gestione e promozione di diverse località italiane. Le linee guida che qui sono tracciate vogliono essere di supporto a quanti sono impegnati in prima persona nella gestione e nel marketing territoriale.

Pedagogia speciale oltre la scuola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pedagogia speciale oltre la scuola : dimensioni emergenti nel processo di integrazione / a cura di Antonello Mura

Milano : Angeli, 2011

Abstract: A partire dalle ampie e consolidate conoscenze della Pedagogia speciale e con particolare riferimento alle implicazioni pedagogiche connesse alla conoscenza/applicazione dell'ICF (2001) e alla più recente Convenzione Onu (2006), il presente volume individua e affronta le dimensioni emergenti nel processo di integrazione culturale e sociale delle persone interessate da disabilità. Accessibilità, progettazione integrata, vita indipendente, emozioni e sessualità, lavoro e autoimprenditorialità, bioetica e disabilità, problematiche di genere sono alcune delle tematiche che gli autori del testo indagano e che diventano di vitale importanza per la piena realizzazione del soggetto che vive una situazione di disabilità e contestualmente per la più generale emancipazione culturale, civile ed etica della società. Gli argomenti trattati interessano e interrogano ambiti di ricerca finora scarsamente indagati e prospettive disciplinari differenti, ma grazie alla mediazione euristica e connettiva della pedagogia speciale possono essere ricondotti ad unità. All'originalità degli argomenti il curatore associa anche un innovativo format didattico, ogni capitolo è infatti preceduto da un abstract di apertura in lingua inglese ed è seguito da tre discussion point che rappresentano altrettante proposte aperte di lavoro per i ricercatori e gli studenti.