Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2012
× Soggetto Sec. XXI
Includi: tutti i seguenti filtri
× Livello Monografie
× Data 2008
× Materiale A stampa
× Nomi Bonomi, Aldo <1950->

Trovati 2 documenti.

Mostra parametri
Milano ai tempi delle moltitudini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonomi, Aldo <1950->

Milano ai tempi delle moltitudini : vivere, lavorare, produrre nella città infinita / Aldo Bonomi

Milano : Bruno Mondadori, c2008

Abstract: Le grandi città sono da sempre il crogiuolo dei grandi cambiamenti sociali e economici; il luogo in cui si presentano prima e in modo più netto. In Italia Milano è sempre stato il luogo della trasformazione e della modernità per definizione. Ma oggi la vecchia Milano industriale della grande borghesia legata alla città, delle botteghe artigiane, della classe operaia, non c'è più. Tutto è mutato. È emersa una nuova composizione sociale figlia dell'impatto della città con la globalizzazione. La città, la sua composizione sociale, si è scomposta in cinque cerchi produttivi e dei lavori. Questo libro li racconta.

Il rancore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonomi, Aldo <1950->

Il rancore : alle radici del malessere del Nord / Aldo Bonomi

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Sono ormai vent'anni che il Nord, la parte più dinamica e ricca del paese, manifesta in vari modi il proprio disagio. In passato lo ha fatto affidando con forza la delega politica a un partito che esprimeva gli interessi del territorio regionale, la Lega Nord. Oggi invece manifesta il suo rancore con un atteggiamento di sfiducia nel complesso del mondo politico, e in particolare nei confronti dei partiti di centro-sinistra. La politica viene accusata di essere troppo lenta nel risolvere i problemi posti dallo sviluppo produttivo, ma anche di avere un atteggiamento vessatorio, per esempio sulla questione fiscale generale e soprattutto nei confronti del cosiddetto mondo delle partite Iva (ormai circa sette milioni in tutta Italia). Il Nord in realtà si trova di fronte a una sfida importante perché sotto sforzo per poter competere a livello mondiale. Per fare questo, la richiesta è rivolta affinchè la politica tenda a riterritorializzarsi: non ha difatti bisogno di una politica di sorvolo, ma di accompagnamento concreto dei territori in Europa e nel mondo.