Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2012
Includi: tutti i seguenti filtri
× Livello Monografie
× Data 2008
× Soggetto Politica

Trovati 28 documenti.

Mostra parametri
Per chi suona la banana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Travaglio, Marco <1964->

Per chi suona la banana : il suicidio dell'Unione Brancaleone e l'eterno ritorno di Al Tappone / Marco Travaglio

Rist

Milano : Garzanti, 2008 (stampa 2009)

Abstract: Si parte dal marzo del 2007, quando ancora la rubrica di Marco Travaglio sull'Unità si chiamava Uliwood Party, governava, traballando, Romano Prodi. Si arriva al settembre del 2008: la rubrica si chiama Ora d'aria e sgoverna, anzi risgoverna Silvio Berlusconi, riesumato e rianimato dagli errori del centrosinistra. Per chi suona la banana racconta i dodici mesi finali dell'Unione Brancaleone e i primi sei del Berlusconi III. Con cadenza pressoché quotidiana, Travaglio registra fatti e dichiarazioni del teatrino politico-mediatico, richiama i suoi protagonisti alle loro dichiarazioni, denuncia storture e stupidaggini. È la pratica di un giornalismo che ha come linee guida la libertà e l'indipendenza - e infatti gli strali colpiscono imparzialmente a destra e a sinistra. Si tratta in primo luogo di informare, riportando alla memoria il passato e creando nessi illuminanti tra fatti e frasi in apparenza distanti. Per chi suona la banana, finisce per portare alla luce alcune delle dinamiche profonde - e a volte desolanti - della recente storia patria. Solo da qui, tuttavia, solo acquisendo consapevolezza di difetti e storture, è possibile iniziare a cambiare, immaginare un paese e una politica diversi.

Se li conosci li eviti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gomez, Peter <1963-> - Travaglio, Marco <1964->

Se li conosci li eviti / Peter Gomez, Marco Travaglio

Milano : Chiarelettere, 2008

Abstract: La carta d'identità dei nostri rappresentanti e la storia di quello che hanno detto e hanno fatto. Per capire quello che potranno fare. Luogo e data di nascita, curriculum, segni particolari, fedina penale, assenze in parlamento e frasi celebri. Il momento peggiore della nostra vita repubblicana. Un libro che è utile avere come guida non solo al parlamento, ma anche all'Italia sfibrata e stravolta di questi anni. Sono più di 150 politici, vecchi e nuovi. Con una piccola schiera di virtuosi (o quasi) che hanno diritto alla citazione. Sono pochi e si notano di più.

Romeo Romei e il socialismo rurale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Romeo Romei e il socialismo rurale / a cura di Marco Fincardi e Luigi Gualtieri

Felina : La Nuova Tipolito, 2008

Sparlamento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lopapa, Carmelo

Sparlamento / Carmelo Lopapa ; prefazione di Diario Fo e Franca Rame

Milano : Chiarelettere, 2008

Abstract: Il libro fa un'analisi critica del panorama politico e umano del Parlamento: ci sono i nomi illustri di Cesare Previti e Marcelle dell'Utri (Forza Italia), Gianni de Michelis (Psi) e Vincenzo Visco (Ds), condannati in via definitiva per diversi reati, dalla corruzione alle false fatturazioni all'abuso edilizio. Non solo: mogli, fratelli, parenti, ovvero quando la famiglia è assunta in politica, pagati dai cittadini italiani. Tutto questo grazie a quella che l'autore definisce la più scandalosa legge elettorale nella storia della Repubblica, grazie alla quale, per la prima volta, deputati e senatori non sono scelti dai cittadini ma sono nominati dai capi e dalle segreterie dei partiti.

Contro l'etica della verita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zagrebelsky, Gustavo <1943->

Contro l'etica della verita' / Gustavo Zagrebelsky

2. ed

Roma ; Bari : Laterza, 2008

Abstract: La tesi di Zagrebelsky è che la Verità (con la V maiuscola) e la Giustizia (sempre con la G maiuscola) non esistono o, se anche esistessero, sarebbero inconoscibili. Ma non è affatto insensato, anzi è conforme alla natura umana, agire con prove e controprove per avvicinarsi a qualcosa come la verità e la giustizia (con le iniziali minuscole). È pertanto necessario darsi principi e valori d'azione e combattere il nichilismo, a vantaggio del dialogo costruttivo tra tutti i portatori delle diverse visioni della verità e della giustizia. Poiché oggi l'unica e la più potente agenzia della Verità è la Chiesa cattolica, gran parte del libro ne considera e ne analizza le posizioni sui principali temi della vita collettiva, in particolare in materia di diritti civili: famiglia, rapporti tra i sessi, ricerca in campo bio-medico, testamento biologico, eutanasia. L'atteggiamento della Chiesa su questi temi, coinvolgendo i credenti in un obbligo di coscienza rigido che lede la loro autonomia e la loro responsabilità nel campo delle scelte pratiche, impedisce il dialogo onesto, cioè improntato alla reciproca disponibilità ad apprendere, e pone problemi di compatibilità con la democrazia stessa, che presuppone la comune libertà.

Così perdiamo il Nord
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Illy, Riccardo <1955->

Così perdiamo il Nord : come la politica sta tradendo una parte del nostro paese / Riccardo Illy ; a cura di Enzo D'Errico

Milano : Mondadori, 2008

Abstract: Stiamo perdendo il Nord. Lo stiamo perdendo perché questa parte d'Italia è già in Europa. A differenza del resto del Paese, che vive questa condizione come una mera collocazione geografica. Ed essere in Europa significa confrontarsi con un mercato dove i confini sono ormai linee tracciate su una cartina e nulla più. Stiamo perdendo il Nord, perché in molti paesi confinanti le imposte sul reddito d'impresa sono più basse, gli stipendi sono più alti e le grandi opere vengono realizzate, non solo progettate. Non parlo degli Stati Uniti o dell'Australia, ma di nazioni distanti una manciata di chilometri. Ecco perché stiamo perdendo il Nord. Perché il ritmo dello sviluppo andrebbe sostenuto da un apparato amministrativo mille volte più snello e invece siamo costretti a sopportare il giogo di una macchina arrugginita. In questo quadro, la tentazione secessionista rischia di farsi largo sempre più. Non perché esista una natura padana da difendere e valorizzare, ma perché, adesso che il mercato unico europeo marcia a pieno regime la secessione è diventata conveniente sul piano economico. Presidente di uno dei gruppi industriali italiani più noti al mondo, uomo politico e amministratore per anni in Friuli, Illy lancia un allarme destinato a lasciare il segno, forte della sua conoscenza dall'interno dei problemi e dello scontento che serpeggiano in quella parte del paese che con successo sta affrontando la globalizzazione.

La citta' degli uomini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bertinotti, Fausto

La citta' degli uomini : cinque riflessioni in un mondo che cambia / Fausto Bertinotti ; con la collaborazione di Sergio Valzania

Milano : A. Mondadori, 2008

Abstract: Fausto Bertinotti affronta in questo libro i temi cruciali del mondo contemporaneo: la crisi della democrazia, la globalizzazione e la mobilità sociale, la guerra e il terrorismo, le relazioni fra l'Europa e gli Stati Uniti, la funzione della politica nella nostra società e il suo rapporto con l'etica. Le sue posizioni sono chiare e spesso controcorrente, e la sua critica a molti dei luoghi comuni che si sono imposti negli ultimi anni è radicale. A differenza di quanto spesso si sostiene, da qualche decennio a questa parte il tasso di democrazia si è ridotto in modo significativo. Se negli anni Sessanta e Settanta la partecipazione popolare al potere pubblico ha ricevuto la massima spinta propulsiva, oggi si sono affermate - e vanno affermandosi sempre di più - nuove istituzioni, dalla natura sovranazionale e sottratte al controllo dei cittadini, che influenzano pesantemente la vita di ognuno di noi e che, dietro la maschera di una pretesa neutralità tecnica, sono in realtà controllate da poteri forti.

Papponi di stato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poletti, Andrea - Scaglia, Andrea

Papponi di stato : privilegi, guadagni e pigrizie dei signori del Palazzo nel racconto-testimonianza di un deputato / Roberto Poletti, Andrea Scalia

[Milano] : Editoriale Libero, [2008]

Volere volare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Volere volare : giovani e occasioni di cittadinanza / a cura di Giovanni Cattabriga

Bologna : Clueb, [2008]

Il sistema politico italiano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cotta, Maurizio <1947-> - Verzichelli, Luca <docente di scienza politica>

Il sistema politico italiano / Maurizio Cotta, Luca Verzichelli

Bologna : Il mulino, [2008]

Abstract: Questo volume fornisce un panorama completo e aggiornato del sistema politico italiano: una realtà assai interessante per studiosi e osservatori, da sempre frammentata e incapace di esprimere un insieme armonico di istituzioni e prassi politiche efficienti, ma percorsa anche da una ricchissima tradizione storica e culturale, caratterizzata da una grande vulnerabilità ma al tempo stesso da una certa capacità di recupero. Dopo aver fissato i concetti usati nel corso della trattazione, come quelli di sistema politico, attori del sistema politico, studio comparato dei sistemi politici, gli autori ricostruiscono le vicende del nostro sistema politico - caratteri, trasformazioni storiche, configurazioni istituzionali - dando conto dei mutamenti che lo hanno attraversato soprattutto negli ultimi decenni e delle interpretazioni che sono state avanzate circa la natura e le conseguenze di tali dinamiche.

Transpolitica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Susca, Vincenzo - De_Kerckhove, Derrick

Transpolitica : nuovi rapporti di potere e di sapere / Vincenzo Susca, Derrick de Kerckhove

Milano : Apogeo, [2008]

Abstract: Ogni rete di blogger, tribù urbana, comunità virtuale, flash mob o smart mob oscillante tra lo spazio fisico e quello elettronico genera una comunicrazia, la quale si manifesta come la forma di potere liquida della postmodernità instaurata in ogni situazione in cui una comunità vibra all'unisono, in uno stato di comunione, attorno a una comunicazione. Tale configurazione vale e funziona nel tempo e nello spazio in cui si realizza una tale frizione. In questi casi la legge dello stato cede il passo alla legge del gruppo. Ciò fa sì che la sovversione maturata negli interstizi della vita quotidiana, all'ombra della politica o nell'undernet, tragga la sua linfa vitale dalla dimensione simbolica e affettiva ancor prima che politica. Da questa sensibilità transpolitica viene trasformata in rovine la spessa corazza della modernità. Le manifestazioni apparentemente più banali o frivole come Second Life, le chat line, i giochi di ruolo, gli scherzi e le buffonate dei nuovi joker liberano nell'etere i tanti fantasmi che compongono l'immaginario collettivo, e premono affinché esso plasmi la realtà fisica a sua immagine e somiglianza.

Il superleader
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Boni, Federico <docente di sociologia>

Il superleader : fenomenologia mediatica di Silvio Berlusconi / Federico Boni

Roma : Meltemi, [2008]

Abstract: Lo abbiamo visto e lo vediamo dappertutto: sullo schermo televisivo nelle nostre case, sui cartelloni per le strade, sui giornali. Silvio Berlusconi è ovunque: caleidoscopico, seriale, come una fiction televisiva, come un reality show, come l'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica. Questo libro è una sorta di viaggio all'interno di uno dei fenomeni politici e mediatici più interessanti dell'Italia degli ultimi quindici anni (o poco meno): la spettacolarizzazione di Berlusconi. Prendendo in esame testate giornalistiche ed eventi specifici, l'autore indaga le condizioni di produzione e riproduzione di un corpo che è diventato paradigmatico delle più recenti trasformazioni dello scenario politico e mediatico italiano. Dopo aver analizzato le modalità in cui si dipana la fenomenologia di Berlusconi sulla nostra stampa, Boni esplora l'universo femminile che circonda il Cavaliere, universo considerato soprattutto come declinazione femminea del corpo mediale del presidente. Berlusconi è un superleader di massa perché le sue rappresentazioni sono tutte interne alla logica della popular culture, hanno a che fare con le poetiche televisive del reality, della soap, della fiction seriale, del cartoon. Questo viaggio porta dunque dai re taumaturghi medievali alle puntate di South Park e dei Simpson, passando per Stranamore, il Grande Fratello, Nip/Tuck, le soap opera, le telenovelas, E.R. e il Dr. House. Una pop-politica, a cui corrisponde la figura di un pop-Berlusconi.

Iran
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Petrillo, Pier Luigi

Iran / Pier Luigi Petrillo

Bologna : Il mulino, [2008]

Abstract: Il libro descrive il sistema giuridico della Repubblica islamica dell'Iran in riferimento alla sua storia costituzionale, cogliendone i tratti peculiari anche rispetto ad altri ordinamenti islamici. Sistema di governo, forma di stato, rapporto tra potere e cittadini vengono delineati secondo l'assetto conseguente alla rivoluzione del 1979, mettendo in rilievo alcune singolarità, come, ad esempio, il ruolo marginale svolto dal Presidente della Repubblica (cui invece grande spazio dedicano i mass media occidentali), a differenza della Guida Suprema e del Consiglio dei Guardiani. Particolare attenzione è riservata ai rapporti internazionali e alla questione nucleare, nonché alle prospettive di crescita della società iraniana, che può contare sulla ricchezza e diversità del pensiero intellettuale e sulla risorsa costituita dalla gioventù locale.

Il Novecento di Hannah Arendt
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il Novecento di Hannah Arendt : un lessico politico / a cura di Olivia Guaraldo

Verona : Ombre corte, 2008

Abstract: I saggi qui presentati cercano di rispondere in modo originale alla domanda, più volte posta, sulla complessa eredità di Hannah Arendt: che cosa resta di un pensiero che si è instancabilmente speso nel comprendere i fatti e le idee politiche del Novecento, ora che da quel secolo sembriamo irrimediabilmente lontani? II volume si presenta come una sorta di lessico dei termini-chiave del pensiero politico di Arendt, in particolare in relazione alla loro rilevanza con il presente. Un nutrito gruppo di studiosi - da Laura Boella a Judith Butler, da Philippe Mesnard a Frediano Sessi - si confrontano su questioni politiche centrali per il pensiero arendtiano e sintomaticamente cruciali per il nostro presente globale, mettendone a frutto l'eredità attraverso una sua rilettura critica. Termini come campo, paria, terrore, umanità, menzogna, male, sorprendentemente si prestano a una attualizzazione che se da un lato si scosta dall'originale contesto in cui Arendt li aveva pensati, dall'altro può trarre dalle sue intuizioni spunti decisivi per comprendere questioni e dilemmi contemporanei (uno fra tutti, il conflitto israelo-palestinese). Il volume intende offrire al lettore una panoramica critica delle principali questioni politiche del Novecento affrontate dalla pensatrice tedesca e rimaste in qualche modo in secondo piano rispetto alla sua ricezione filosofica.

America in pugno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

George, Susan

America in pugno : come la Destra si è impadronita di istituzioni, cultura, economia / Susan George ; traduzione di Roberta Scafi

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Quando George Bush lascerà la Casa Bianca all'inizio del 2009, gli Stati Uniti torneranno forse alla normalità? Il prossimo presidente potrà governare alla luce di una nuova visione, in grado di far riassumere agli Usa un ruolo positivo nello sviluppo del pianeta? Per Susan George questo non potrà assolutamente succedere, o almeno sarà un percorso difficile e pieno di ostacoli. Da ormai più di trent'anni, infatti, la destra americana è protagonista di una lunga marcia che le ha consentito di conquistare tutte le principali casematte ideologiche del paese: una vera e propria guerra culturale che ha inciso in profondità sui contenuti e le forme del dibattito politico americano. Alla base della sua strategia le cosiddette quattro 'M': money, media, marketing e management, a cui bisognerebbe aggiungere però il senso di missione che ha ispirato ogni atto della politica estera. Il risultato è un'alleanza eterogenea ma non per questo meno formidabile, che comprende fondazioni private, lobby, think-thank specializzati in ogni genere di questioni, un vasto arcipelago di pubblicazioni, tv via cavo religiose, avvocati, organizzazioni politiche con un'immediata capacità di mobilitazione. Chiunque sia, il prossimo presidente degli Stati Uniti non potrà fare a meno di confrontarsi con questa realtà, in cui poco o nulla è rimasto dei valori liberai che avevano ispirato l'epoca dell'affirmative action negli anni sessanta.

Mi rivolto, dunque siamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camus, Albert <1913-1960>

Mi rivolto, dunque siamo : scritti Politici / Albert Camus ; a cura di Vittorio Giacopini

[Milano] : Eleuthera, [2008]

Abstract: In quest'era di acquiescenza mansueta gli scritti di Camus sono un breviario (laico) indispensabile per chi non intende piegarsi al presente e cerca negli altri e dentro di sé - le ragioni di una rivolta necessaria, i no che bisogna inventarsi. Anche dopo il mesto congedo dal grande sogno di una Rivoluzione salvifica, Camus non voleva rassegnarsi a lasciar cadere l'istinto di una ribellione immaginifica. I suoi testi politici libertari sono ancora un modello limpidissimo, persino in un mondo tramortito dal conformismo. Nemico di ogni ideologia, allergico a tutte le religioni, Camus parlava al singolo sapendo che ogni forma di azione collettiva andava (e va) ripensata ed esortandolo a non arrendersi all'individualismo. Mi rivolto, dunque siamo, per l'appunto.

Ve lo do io Beppe Grillo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scanzi, Andrea <1974->

Ve lo do io Beppe Grillo / Andrea Scanzi

Milano : A. Mondadori, 2008

Abstract: Qual è la strada che conduce dal Festival di Sanremo, Pippo Baudo e le battute sul primo Jovanotti al blog www.beppegrillo.it, tra i primi dieci più cliccati al mondo, e alle invettive che terrorizzano i potenti? Perché Grillo è assurto al rango di leader politico possibile? Questo libro è assieme la prima inchiesta su questa anomalia pubblica, un fenomeno nuovo della politica italiana, e la accurata biografia dell'artista genovese. È un'analisi ricca di retroscena e di fatti inediti, comprese tre interviste. Di Andrea Scanzi, che prima da spettatore e poi da giornalista ne ha seguito tutti gli snodi della carriera, ricostruendo la storia di un incursore non allineato, un portatore sano della tracimante indignazione degli italiani. Il libro segue l'intero percorso di Grillo, dagli esordi Rai agli spot pubblicitari, dagli spettacoli teatrali alla fugace carriera cinematografica, focalizzando l'attenzione sulla scoperta della Rete, il linguaggio del blog e il popolo dei gollisti, fino all'esplosione dell'8 settembre a Bologna con le sessantamila persone in piazza e le più di trecentomila firme raccolte in poche ore su proposte di legge moralizzatrici.

Il mostro mite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Simone, Raffaele <1944->

Il mostro mite : perché l'Occidente non va a sinistra / Raffaele Simone

2. rist

Milano : Garzanti, 2008

Abstract: Il dolore, il corpo, la relazione con gli altri, l'istintivo attaccamento alla vita: sono questi i temi dell'ultimo libro di Gina Lagorio, Càpita, una riflessione incalzante sull'esistenza filtrata attraverso l'esperienza della malattia. In queste pagine, le due tonalità maggiori della narrativa di Gina Lagorio - il realismo e l'intimismo - diventano strumento di conoscenza di sé e del mondo. Un'infallibile capacità d'osservazione, un'impietosa analisi della propria carne e della propria anima, il dolore fisico che spinge a una lancinante meditazione, una scrittura sapiente, insieme precisa e straordinariamente evocativa, ricca di echi e risonanze, un'ironia che evita ogni autocommiserazione, fanno di Càpita un libro forte, intenso, il bilancio spietato e poetico di una vita.

Leggere Gandhi a Teheran
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jahanbegloo, Ramin

Leggere Gandhi a Teheran / Ramin Jahanbegloo ; prefazione di Roberto Toscano

Venezia : Marsilio, 2008

Abstract: In queste pagine, inconsuete e insieme attualissime, il filosofo iraniano Ramin Jahanbegloo fornisce una visione originale del Mahatma Gandhi non solo come grande pensatore e leader carismatico della nonviolenza, ma come quel gigante del ventesimo secolo che ha aperto la strada a una versione del pluralismo capace di unire gli elementi più preziosi del pensiero liberale con le tradizioni spirituali e religiose dell'oriente. Aprendo un nuovo campo negli studi gandhiani, questo libro aiuta il lettore a comprendere l'importanza delle idee del padre dell'India moderna per il mondo attuale, anche in occidente, dove mostra la possibilità di aprire una nuova stagione nelle relazioni tra le culture e le civiltà, una stagione carica di promesse per il futuro dell'Iran e delle relazioni tra occidente e mondo islamico. Le pagine di Jahanbegloo sono illuminanti nel mostrarci come le sfide del tempo di Gandhi sono simili alle nostre nella tensione tra religione e politica, tra fondamentalismo e libertà e nel contrasto quotidiano con coloro che sempre vorrebbero seguire la via della violenza e del conflitto, non tra le civiltà, ma tra le intolleranze.

Ideologia e politica nell'Islam
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Campanini, Massimo <1954->

Ideologia e politica nell'Islam : fra utopia e prassi / Massimo Campanini

Bologna : il Mulino, [2008]

Abstract: Il mondo islamico vive oggi una profonda crisi delle istituzioni politiche e appare refrattario alla trasformazione democratica. Ciò può essere in parte attribuito ad alcune caratteristiche del pensiero politico islamico classico. Realizzatosi storicamente sin dall'epoca di Maometto a Medina, lo stato islamico nei secoli successici è stato oggetto di riflessione, cosicché si è sviluppato un rapporto fortemente dialettico fra l'esperienza storica concreta e il lavoro teorico politico sul modello statale islamico. Si è prodotta così una distorsione costante nella visuale politica, che invece di progettare il futuro preferisce ripiegarsi sul passato. Il volume ripercorre questa vicenda politica e culturale, a partire dall'elaborazione della mitologia dell'età dell'oro, attraverso la dottrina per certi versi esemplare di Ibn Khaldun (1332-1406) e fino all'età contemporanea, quando sul tema dell'Islam politico si sono articolate almeno due varianti: il nuovo dibattito sul califfato e la proposta del radicalismo sunnita e sciita. Alla luce di questa ricostruzione, Campanini indica alcune linee di un possibile sviluppo futuro dell'Islam politico.