Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2012
× Soggetto Sec. XXI
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2008
× Materiale A stampa

Trovati 628 documenti.

Mostra parametri
La schiava bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bah, Diaryatou

La schiava bambina / Diaryatou, con la collaborazione di Sylvia Tabet ; traduzione di Raffaella Asni

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: È l'ottobre del 2003. In un monolocale di quindici metri quadri, in un sobborgo alle porte di Parigi, una ragazza infreddolita fissa assente un piccolo televisore. Sullo schermo scorrono le immagini, ma lei non le vede, i suoi occhi sono vuoti, il suo cuore batte ma non sente più nulla. Persino i lividi non le fanno più male. Passano i giorni. Nella dispensa c'è solo pane e latte. E quello che resta di cento euro che - così ha detto partendo il marito della donna - devono durare due mesi. D'un tratto, la ragazza sente una voce. È una voce che potrebbe essere la sua, e racconta la sua stessa vita. Sposata dai genitori a 14 anni a un uomo di trent'anni più vecchio di lei, deportata in Europa dall'Africa per essere stuprata, picchiata e umiliata, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, in un incubo senza fine. Ma la voce di donna che viene dalla televisione racconta anche qualcosa di inimmaginabile: da una vita così si può fuggire. Si può chiedere aiuto, si può scappare. La giovane donna ora sa cosa deve fare. Deve alzarsi, uscire, parlare, piangere, spiegare. E ricominciare a vivere. Solo così potrà ricordare chi è, ritornare al suo villaggio in Guinea, chiudere gli occhi e rivivere i giorni felici con la nonna, che l'ha cresciuta come una vera madre, anche se non ha saputo evitare che le venisse inflitta l'usanza spietata dell'infibulazione. Solo così potrà cercare di curare quelle ferite che urlano tutto il suo dolore.

La ricerca della felicità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gardner, Chris <1954-> - Troupe, Quincy <1939-> - Eichler Rivas, Mim

La ricerca della felicità / Chris Gardner, con Quincy Troupe e Mim Eichler Rivas

Fandango, 2008

Abstract: Dal ghetto nero di Milwaukee fino a Wall Street, la vita di Chris Gardner incarna il sogno americano e le sue contraddizioni. L'infanzia trascorsa a cercare di difendere se stesso, sua madre e le sorelle da un patrigno ubriaco e violento, l'adolescenza a inseguire le conquiste dei movimenti per i diritti civili nelle parole dei leader neri più carismatici, da Muhammed Ali a Martin Luther King. L'arrivo nella San Francisco tollerante e multiculturale degli anni Ottanta dove, per circostanze imprevedibili, Chris si ritrova da un giorno all'altro tra i tanti senzatetto che vivono ai margini della società, con un misero stipendio da tirocinante e un figlio piccolo da mantenere. Trascinandosi dietro la sua casa in un passeggino blu sgangherato, tra mense per poveri e ricoveri d'emergenza, arrivando a dormire nei bagni della metropolitana, Chris scopre i vincoli di solidarietà spontanei che si creano tra chi vive per strada. È proprio il legame col figlio a dargli la forza e il coraggio di cambiare la sua vita.

Cuori allo specchio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gramellini, Massimo <1960->

Cuori allo specchio / di Massimo Gramellini

Longanesi, 2008

Abstract: Questo libro nasce dall'esigenza di mettere un po' di ordine in ciò che ordine non ha: l'amore. Lo fa con l'aiuto di tanti. Dei lettori, innamorati e non, che da dieci anni raccontano le loro storie alla rubrica Cuori allo specchio. E della persona che pur essendo un uomo ha provato a dare a quelle storie una risposta: dapprima timidamente e poi con un coinvolgimento sempre maggiore. Attraverso le voci degli amici di carta dai 14 agli 80 anni che risuonano in queste pagine, ciascuno di noi avrà la possibilità di immergersi in un'avventura davvero unica: vivere insieme ai protagonisti le situazioni sentimentali più comuni e più varie, specchiandosi nelle esperienze degli altri per trovare una soluzione ai propri problemi. E accorgersi, magari, di custodirla già dentro di sé.

Porto il velo, adoro i Queen
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Abdel Qader, Sumaya <1978->

Porto il velo, adoro i Queen : nuove italiane crescono / Sumaya Abdel Qader

Milano : Sonzogno, 2008

Abstract: Con ironia, comprensione e un pizzico di polemica, la protagonista del romanzo, Sulinda, 30 anni, nata a Perugia, sposata e con 2 figlie, che vive a Milano dove studia lingue all'università, racconta la sua avventura di donna che porta il velo. Tra episodi di intolleranza, ma anche tanta curiosità, e gli incontri della sua vita quotidiana di cittadina e madre, Sulinda mette in luce come le piccole cose nascondono dinamiche profonde e identità variegate e complesse., ma anche pratiche soluzioni.

Leggere Max Weber
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kalberg, Stephen <1945->‏

Leggere Max Weber / Stephen Kalberg

Bologna : Il mulino, copyr. 2008

Abstract: Uno dei maggiori studiosi di Weber a livello internazionale propone questa esemplare guida, già edita in diverse lingue, alla lettura delle opere principali del grande pensatore tedesco. Opere in cui ancora oggi colpisce la straordinaria capacità di mettere a fuoco questioni cruciali per la comprensione della società contemporanea: come nasce il capitalismo moderno? Quali sono le caratteristiche distintive dello sviluppo in Occidente? Che cosa comporta l'affermazione della razionalità formale? La burocratizzazione è una minaccia per la democrazia? E infine, quali valori informano la nostra vita? Una breve introduzione ai problemi centrali delle scienze sociali.

Incontri con il pensiero sociologico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poggi, Gianfranco - Sciortino, Giuseppe <1963->

Incontri con il pensiero sociologico / Gianfranco Poggi, Giuseppe Sciortino

Bologna : Il mulino, copyr. 2008

Abstract: Scritto senza preoccupazioni accademiche e con linguaggio piano, questo libro si propone di avvicinare il lettore alle idee di un ristretto numero di pensatori che hanno offerto contributi profondi e originali alla riflessione sulla società moderna. A ciascuno di essi è dedicato un medaglione interpretativo, espressione con cui si suggerisce una discussione selettiva: non la ricostruzione puntuale delle rispettive teorie, né una rassegna pedante delle critiche di altri studiosi, bensì la risposta più significativa che ogni autore ha dato a una questione centrale: i caratteri distintivi dell'essere umano e dei suoi rapporti sociali, le potenzialità e le vulnerabilità che l'assistono o l'ostacolano nelle relazioni con gli altri.

Il mondo come io lo vedo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Einstein, Albert <1879-1955>

Il mondo come io lo vedo / Albert Einstein ; introduzione di Emanuele Vinassa de Regny

Roma : Newton & Compton, 2008

Abstract: Questo libro costituisce la prima raccolta di lettere e articoli non scientifici di Einstein, pubblicata per la prima volta in Germania nel 1934 e subito tradotta per il pubblico americano. L'antologia mostra gli interventi dello scienziato su temi d'importanza cruciale, quali il rapporto tra scienza e religione, l'asservimento del mondo scientifico tedesco ai dettami di Hitler, il femminismo, il sionismo e l'ebraismo. Chi raccolse questi scritti si propose di illustrare, attraverso di essi, la figura pubblica di un uomo di scienza che senza esitazione prese posizione contro i soprusi della Germania nazista e cercò con i mezzi della ragione di ostacolare la corsa irrazionale che avrebbe portato il mondo alla seconda guerra mondiale.

Se li conosci li eviti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gomez, Peter <1963-> - Travaglio, Marco <1964->

Se li conosci li eviti / Peter Gomez, Marco Travaglio

Milano : Chiarelettere, 2008

Abstract: La carta d'identità dei nostri rappresentanti e la storia di quello che hanno detto e hanno fatto. Per capire quello che potranno fare. Luogo e data di nascita, curriculum, segni particolari, fedina penale, assenze in parlamento e frasi celebri. Il momento peggiore della nostra vita repubblicana. Un libro che è utile avere come guida non solo al parlamento, ma anche all'Italia sfibrata e stravolta di questi anni. Sono più di 150 politici, vecchi e nuovi. Con una piccola schiera di virtuosi (o quasi) che hanno diritto alla citazione. Sono pochi e si notano di più.

Il libretto rosso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mao Zedong <1893-1976>

Il libretto rosso / Mao Tse-tung ; presentato da Federico Rampini

Ed. integrale

Roma : Newton Compton, 2008

Abstract: L'ascesa della Cina come superpotenza mondiale è sotto gli occhi di tutti, con le peculiarità e le contraddizioni che comporta l'innesto di un modo di produzione capitalistico su un regime comunista. Alla radice di questa ascesa è Mao Tse-tung, guida carismatica del partito comunista cinese, a lungo un punto di riferimento per il pensiero marxista-leninista. Operai, contadini, soldati e intellettuali della Cina hanno fatto del suo pensiero una vera e propria Bibbia e tratto dalle sue opere insegnamenti teorici e pratici. Le citazioni che compongono il Libretto rosso consegnano nella sua integrità il credo maoista, uno strumento ideologico che ha infiammato gli animi di milioni di uomini. Quando le masse si saranno impadronite del pensiero di Mao Tse-tung, scrisse Lin Piao, esso diventerà una inesauribile sorgente di forza, una bomba atomica spirituale di potenza senza pari.

Sex and the City
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bushnell, Candace <1958->

Sex and the City / Candace Bushnell ; traduzione di Barbara Casavecchia e Fabio Paracchini

[Milano] : Oscar Mondadori, 2008

Abstract: Un po' soap opera, un po' studio sociologico, un po' scorpacciata di gossip e un po' corso accelerato di seduzione. La rubrica del New York Observer Sex and the City è diventata un vero e proprio cult ispirando un serial tv di successo in tutto il mondo, un film e anche un libro. Un racconto a puntate sulla società degli anni Novanta che descrive con spudorata sincerità la vita sessuale, i vizi, i sentimenti maligni e sotterranei della high society americana avvalendosi delle ricerche sul campo della sua autrice. Per scrivere i suoi pezzi, infatti, la Bushnell ha condotto indagini sulle abitudini sessuali delle donne sposate, ha partecipato ai party più ambiti e si è inserita con l'abilità di una 007 in gonnella (firmata) negli ambienti più esclusivi. Il risultato è un resoconto degli aspetti più segreti dello scintillante jet set che uno scrittore del calibro di Bret Easton Ellis ha definito irresistibile e al tempo stesso inquietante.

Ex and the city
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Heminsley, Alexandra <1976->

Ex and the city : ex e' bello! Ti ha mollato? Ringrazialo! / Alexandra Heminsley

Novara : Istituto geografico De Agostini, [2008]

Abstract: Alexandra Heminsley insegna a ridere della condizione di ex. Ex è bello, ex è un vanto, uno stato a cui aspirare: un vero e proprio trampolino di lancio. Non bisogna temere di rimanere senza qualcuno al proprio fianco, perché essere mollate è la condizione ideale per dare una svolta alla propria vita. Dirsi addio è salutare, è come nascere una seconda volta. Essere mollate è un attimo, certe volte un fulmine a ciel sereno. Si può essere scaricate ovunque: per strada, al ristorante, sul pianerottolo; le situazioni cambiano ma la sofferenza e il disagio sono gli stessi, per noi come per le mollate più famose della storia, da Maria Callas a Madame Butterfly, da Jennifer Aniston a Rossella O'Hara. L'autrice si prende gioco delle frasi più utilizzate dal maschio di turno per troncare: frasi come Dobbiamo parlare, Prendiamoci una pausa di riflessione o Non sei tu, sono io. Ritornelli famigliari... Bene! Non sono più un problema: la fine di un rapporto è il principio, un nuovo inizio. E se proprio ci fosse bisogno di qualcosa con cui consolarsi il libro suggerisce un'ampia gamma di canzoni adatte per qualsiasi umore, per deprimersi, riprendersi oppure per esaltarsi. Ex and the city: un manuale ironico, divertente, dissacrante, ricco di suggerimenti e consigli fondamentali per essere le mollate più cool e trasformare le proprie disavventure nelle vicende più glam di una vita intera!

Mantova e i suoi territori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura <Mantova> : Servizio informazione economica

Mantova e i suoi territori : analisi della struttura socio-economica provinciale / [a cura del Servizio Informazione Economica]

Mantova : Camera di Commercio, 2008

La Jolanda furiosa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Littizzetto, Luciana <1964->

La Jolanda furiosa / Luciana Littizzetto

Milano : Mondadori, 2008

Abstract: Il punto G (ve lo spiego un po' col linguaggio della navigazione) si situa a circa sette, otto centimetri sulla rotta della Jolanda. A l'intérieur. Questo rassicura anche chi ha un Walter mignon, piccolo come il tappo del moscato. Nessuno come Luciana Littizzetto riesce a far ridere prendendo in giro i nostri costumi. E quello che c'è sotto. Insomma, per capirsi, quelle cose lì che ognuno chiama un po' come vuole, ma quando lei le chiama il Walter e la Jolanda la risata è irresistibile, imperiosa, incontinente. Nessuno riesce a rendere sublimi anche gli argomenti più triviali, e a trascinare a terra, a portata di mano e di sbeffeggio, quelli più alti. O forse semplicemente sopravvalutati. Finiscono così sotto una gragnola di guizzi comici la pubblicità, fatta di scoiattoli che spengono gli incendi con una puzzetta o di campioni del calcio (tanto per non fare nomi, Beckham) con un Walter che riempie l'intero cartellone: Avete presente una baguette, un arrosto per dodici persone, un bob a due, l'uovo di Pasqua del bar, quello della lotteria pasquale?. Le banche, con i loro comodissimi codici IBAN: È il numero più lungo del mondo. Un numero lungo come le balle dei cani da caccia. Gli uomini, che girano per casa coi bragoni da ginnastica ascellari o peggio ancora nudi, con una pancetta a meloncino rosa dove l'ombelico pare il buco che si fa per metterci dentro il porto. I politici: Che fine ha fatto Prodi, con l'occhiale montatura Telefunken e il viso a forma di Tetrapak?.

Per chi suona la banana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Travaglio, Marco <1964->

Per chi suona la banana : il suicidio dell'Unione Brancaleone e l'eterno ritorno di Al Tappone / Marco Travaglio

Rist

Milano : Garzanti, 2008 (stampa 2009)

Abstract: Si parte dal marzo del 2007, quando ancora la rubrica di Marco Travaglio sull'Unità si chiamava Uliwood Party, governava, traballando, Romano Prodi. Si arriva al settembre del 2008: la rubrica si chiama Ora d'aria e sgoverna, anzi risgoverna Silvio Berlusconi, riesumato e rianimato dagli errori del centrosinistra. Per chi suona la banana racconta i dodici mesi finali dell'Unione Brancaleone e i primi sei del Berlusconi III. Con cadenza pressoché quotidiana, Travaglio registra fatti e dichiarazioni del teatrino politico-mediatico, richiama i suoi protagonisti alle loro dichiarazioni, denuncia storture e stupidaggini. È la pratica di un giornalismo che ha come linee guida la libertà e l'indipendenza - e infatti gli strali colpiscono imparzialmente a destra e a sinistra. Si tratta in primo luogo di informare, riportando alla memoria il passato e creando nessi illuminanti tra fatti e frasi in apparenza distanti. Per chi suona la banana, finisce per portare alla luce alcune delle dinamiche profonde - e a volte desolanti - della recente storia patria. Solo da qui, tuttavia, solo acquisendo consapevolezza di difetti e storture, è possibile iniziare a cambiare, immaginare un paese e una politica diversi.

Quante tante donne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sarfatti, Anna <1950->

Quante tante donne : le pari opportunita' spiegate ai bambini / Anna Sarfatti ; illustrazioni di Serena Riglietti ; [presentazione di Margherita Hack]

Milano : A. Mondadori, 2008

Abstract: La parità tra maschi e femmine è un principio sancito dalla Costituzione, eppure ancora oggi è un obiettivo lontano. Le disuguaglianze cominciano a diffondersi da quando si è piccoli, il peggio è che crescono insieme a noi. Così le donne accudiscono i bambini e gli uomini vanno a lavorare. Le donne fanno le segretarie e gli uomini i presidenti. Ma non a tutte, e non a tutti, va bene così. Ecco un modo per imparare con le rime e i disegni a lottare per i propri sogni, a capire che da grande si può fare la mamma e la casalinga, ma anche la sindaca e l'inventrice o, perché no, la fotografa di ragnatele e l'accompagnatrice di sirene. Un libro scritto al femminile, ma rivolto anche ai ragazzi e agli uomini che un giorno diventeranno. Presentazione di Margherita Hack Età di lettura: da 7 anni.

Green book
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rogers, Elizabeth - Kostigen, Thomas S.

Green book : guida giornaliera per salvare il pianeta, un passo alla volta / Elizabeth Rogers, Thomas M. Kostigen ; traduzione di Eva Filoramo ... [et al.]

Torino : Codice, 2008

Abstract: Perché separare l'immondizia può salvare il mondo? Il Green Book è stato pensato come punto di partenza per chiunque voglia essere consapevole del proprio impatto ambientale. Si concentra su quattro macro-aree: rifiuti, acqua, energia e tempo risparmiati.

Il cavalier Francesco Bisighini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bocchi, Vittorio

Il cavalier Francesco Bisighini : ritorno a Buenos Aires = El cavalier francesco bisighini : regreso de Buenos Aires / Vittorio Bocchi ; traduccion directa de Gladys Sac

Reggio Emilia : Antiche porte, c2008

L'altra casta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Livadiotti, Stefano <1958->

L'altra casta / Stefano Livadiotti

Milano : Bompiani, 2008

Abstract: I sindacati sono oggi nel pieno di una profonda crisi di legittimità, che rischia di cancellare anche i loro meriti storici. L'autore sostiene che lo strapotere e l'invadenza delle tre grandi centrali confederali, e le sempre più scoperte ambizioni politiche dei loro leader, hanno prodotto nel paese un senso di rigetto. Lo documentano i più recenti sondaggi d'opinione: solo un italiano su venti si sente pienamente rappresentato dalle sigle sindacali e meno di uno su dieci dichiara di averne fiducia. L'immagine del sindacato come di un soggetto responsabile, capace di interpretare gli interessi generali, si è dunque dissolta. E ha lasciato il posto a quella di una casta iperburocratizzata e autoreferenziale che ha perso via via il contatto con il paese reale, quello delle buste paga sempre più leggere e delle fabbriche dove si muore troppo spesso. Un apparato che, in nome di una concertazione degenerata in diritto di veto, pretende di avere l'ultima parola sempre e su ogni cosa. Che si presenta come il legittimo rappresentante di tutti i lavoratori. Ma bada in realtà solo agli interessi dei suoi iscritti, che valgono ormai meno di un quarto dell'intero sistema produttivo nazionale. E perciò si mette puntualmente di traverso a qualunque riforma in grado di mettere in discussione uno status quo fatto di privilegi.

Il mondo senza di noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weisman, Alan

Il mondo senza di noi / Alan Weisman ; traduzione di Norman Gobetti

Torino : Einaudi, 2008

Abstract: Cosa succederebbe se gli esseri umani sparissero dalla terra? Secondo Alan Weisman, dopo solo 48 ore le metropolitane sarebbero inondate, dopo un anno l'asfalto si spaccherebbe man mano che l'acqua nelle crepe si congela, dopo 4 il ciclo gelo-disgelo sgretolerebbe i palazzi non piú riscaldati, dopo 5 basterebbe un fulmine a incendiare intere città. Solo dopo 500 anni le foreste avanzerebbero con prepotenza, dopo 15.000 il ghiaccio si estenderebbe fino a dare inizio a una nuova era glaciale, e dopo 10 milioni di anni sulla terra non ci sarebbe piú testimonianza dell'umanità. Ma tra 5 miliardi di anni, quando il sole si espanderà in una stella infuocata inglobando tutti i pianeti, forse frammenti di Dna potrebbero muoversi nello spazio, creando le basi per una nuova vita...

La principessa schiava
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pascarl, Jacqueline <1963->

La principessa schiava / Jacqueline Pascarl

Casale Monferrato : Piemme, 2008

Abstract: Jacqueline a 17 anni convolò a nozze con Bahrin, membro della famiglia reale della Malesia. Lo aveva conosciuto a Melbourne, dove lui studiava architettura. Un sogno per lei, che aveva dovuto affrontare l'abbandono del padre, gli abusi del patrigno con la connivenza della madre. Lo amava, e pensava che quello bastasse per superare il cambiamento di patria e cultura. Non sembrava molto legato ai principi della sua religione, quando si frequentavano in Australia e facevano l'amore senza essere sposati. Ma in Malesia il suo romantico e premuroso marito si trasforma. La prima notte di nozze la violenta, la prende senza nessuna dolcezza, le dice che lei è un suo oggetto. Dell'uomo aperto che aveva conosciuto non rimane niente. Lui, marito padrone, la umilia, le ripete che è inutile e stupida, la maltratta. Lei vive in quella prigione dorata, facendosi forza sull'amore per i figli che nel frattempo sono arrivati, stringendo i denti davanti alle prevaricazioni, perfino davanti all'arrivo di una seconda moglie. Un giorno trova il coraggio di fuggire con i suoi figli e ricominciare a respirare. La sua vita riprende, crede di essersi lasciata alle spalle il peggio. Ma Bahrin le lancia una jihad, una guerra santa. Per Jacqueline si spalanca un nuovo inferno.