Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2012
× Soggetto Sec. XXI
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2008
× Materiale A stampa
× Soggetto Società
× Editore Rizzoli <casa editrice>

Trovati 2 documenti.

Mostra parametri
Boom
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Colombo, Fausto <1955->

Boom : storia di quelli che non hanno fatto il '68 / Fausto Colombo

[Milano] : Rizzoli, 2008

Abstract: Che cosa caratterizza i cinquantenni di oggi? Tanto per cominciare un'insana passione per la giovinezza, alimentata dall'industria della moda e dell'intrattenimento. I baby boomers sono stati infatti i giovani per eccellenza. E ancora oggi continuano a vivere e comportarsi come eterni Peter Pan, mentre fra i loro eredi senza lavoro né pensione montano la frustrazione, la collera, l'antagonismo. Questa è la loro prima biografia corale, l'autobiografia collettiva di chi si è affacciato alla Storia dopo il Sessantotto, e ne ha visto con sgomento, passione e speranza, le svolte più insperate, curiose, drammatiche.

Il lato oscuro della rete
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carr, Nicholas <1959->

Il lato oscuro della rete : liberta', sicurezza, provacy / Nicholas Carr ; prefazione all'edizione italiana di roberto Masiero

Milano : Rizzoli : Etas, 2008

Abstract: Circa 100 anni fa le imprese smisero di produrre la propria energia e cominciarono a rifornirsi dalla nuova rete elettrica. Questo cambiamento diede vita al mondo moderno. Oggi si sta verificando una rivoluzione simile. Le imprese smantellano o stanno per smantellare i propri sistemi informatici privati e si rivolgono a servizi disponibili su Internet che li sostituiscono. La svolta sta già ridisegnando l'industria informatica, portando alla ribalta nuovi soggetti come Google e minacciando le imprese tradizionali come Microsoft e Dell. Ma gli effetti andranno molto più in là. In questo libro, Carr - da alcuni definito catastrofista - mette insieme storia, economia e tecnologia per spiegare perché il computer sta cambiando, diventando unico e globale (ciò che lui chiama il World Wide Computer - WWC) e che cosa ciò significa per tutti noi, per la nostra sicurezza, la nostra privacy e, in ultima analisi, la nostra libertà. Tra gli argomenti caldi trattati dall'autore, il rischio dell'impoverimento culturale, il pericolo del terrorismo online, la schedatura dei dati personali.