Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Editore Editori Laterza <Roma, Bari>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2007
× Editore Giulio Einaudi editore <Torino>

Trovati 25 documenti.

Mostra parametri
Armi, acciaio e malattie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Diamond, Jared <1937->

Armi, acciaio e malattie : breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni / Jared Diamond ; introduzione di Luca e Francesco Cavalli-Sforza

Nuova ed. accresciuta

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Perché gli europei hanno assoggettato gran parte degli altri popoli? Secondo Diamond le diversità culturali affondano le loro radici in diversità geografiche, ecologiche e territoriali sostanzialmente legate al caso. Armato di questa idea, l'autore può lanciarsi in un appassionante giro del mondo, alla ricerca di casi esemplari con i quali illustrare e mettere alla prova le sue teorie. Attingendo alla linguistica, all'archeologia, alla genetica molecolare e a mille altre fonti di conoscenza, Diamond riesce a condurre questo tour de force storico-culturale con sorprendente maestria, affiancando aneddoti personali a racconti drammatici o a spiegazioni di complesse teorie biologiche, che affronta con abilità di divulgatore.

L'indifferenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zamperini, Adriano <docente di psicologia>

L'indifferenza : conformismo del sentire e dissenso emozionale / Adriano Zamperini

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: La società attuale appare ai più popolata di passanti distratti e noncuranti, affetti dall'indifferenza dell'uomo verso l'uomo, dotati di una moralità precaria e asservita all'interesse personale. Lasciando dietro di sé la visione dell'indifferenza come malattia psicologica, il libro devia dagli usuali sentieri d'indagine per risalire alle spalle dell'indifferenza. In particolare, attraverso un'approfondita ricognizione nel mondo dei sentimenti, analizza la disciplina socio-normativa delle emozioni come produttore di indifferenza. Una prospettiva da cui emerge il ruolo della dissidenza emozionale come forma di trasgressione rispetto all'imperativo dell'indifferenza. Lungi dall'essere una mera trattazione teorica, il saggio è impreziosito da storie di vita.

La ragazza del secolo scorso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossanda, Rossana <1924->

La ragazza del secolo scorso / Rossana Rossanda

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Questo non è un libro di storia. È quel che mi rimanda la memoria quando colgo lo sguardo dubbioso di chi mi è attorno: perché sei stata comunista? Perché dici di esserlo? Che intendi? Senza un partito, senza cariche, accanto a un giornale che non è più tuo? È una illusione cui ti aggrappi, per ostinazione, per ossificazione? La vicenda del comunismo e dei comunisti del Novecento è finita così malamente che è impossibile non porsi questi interrogativi. Cosa è stato essere un comunista in Italia dal 1943? Comunista come membro di un partito, non solo come un momento di coscienza interiore con il quale si può sempre cavarsela: In questo o in quello non c'entro. Comincio dall'interrogare me. Senza consultare né libri né documenti ma non senza dubbi.

I dannati della terra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fanon, Frantz

I dannati della terra / Frantz Fanon ; prefazione di Jean-Paul Sartre ; a cura di Liliana Ellena

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Nell'opera di Fanon, e in particolare in questo suo libro, si è realizzata la presa di coscienza del significato universale della rivoluzione dei popoli coloniali e dell'avvento del terzo mondo come protagonista della nuova storia. Anche se il libro getta le sue radici nella rivoluzione algerina, e si alimenta della sua straordinaria esperienza, esso trascende di gran lunga l'ambito di una particolare nazione, per studiare l'intero processo su un piano internazionale, che tende a dare alla storia un'universalità effettiva e a fare dell'umanità intera il suo soggetto consapevole. La prefazione è di Jean-Paul Sartre.

Il perdente radicale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Enzensberger, Hans Magnus <1929->

Il perdente radicale / Hans Magnus Enzensberger

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Con la forza intellettuale e l'acume che lo hanno reso celebre, Enzensberger disegna il profilo del perdente radicale di ogni tempo. Ieri il combattente nazista, oggi il terrorista islamico. Colui che ha resuscitato la tradizione del nichilismo autolesionista, amalgamando istanze religiose, politiche e sociali in una strategia di distruzione a vasto raggio. Contro l'America, contro il capitale internazionale, contro il sionismo, contro gli infedeli. Perché il perdente radicale non conosce la soluzione del conflitto, il compromesso. E quanto più è assurdo il suo progetto, tanto più fanaticamente lo persegue. Come era accaduto con Hitler, il suo vero obiettivo non è la vittoria ma lo sterminio, non è il controllo ma il dissolvimento, non è la vita ma il suicidio collettivo e la fine con orrore. Convinto della propria superiorità e animato da cieco vittimismo, l'islamista chiede a gran voce rispetto per sé senza riconoscerlo agli altri. Riservando solo alla propria minoranza di eletti la salvezza da un mondo che condanna alla morte.

La globalizzazione che funziona
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stiglitz, Joseph E. <1943->

La globalizzazione che funziona / Joseph E. Stiglitz ; traduzione di Daria Cavallini

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: La globalizzazione non è un male e va abbracciata. A sostenere questa tesi è Stiglitz, autorevole sostenitore della critica alla globalizzazione liberista. Si tratta forse di una ritrattazione del Premio Nobel? In realtà, è il frutto di una constatazione: se la globalizzazione è un processo inevitabile, è possibile farla funzionare in direzione del benessere dei paesi più arretrati e dei cittadini dei paesi avanzati attraverso un mix di politiche di solidarietà e di intervento delle istituzioni internazionali.

Volevo la luna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ingrao, Pietro <1915-2015>

Volevo la luna / Pietro Ingrao

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Queste memorie sono in qualche modo la ricostruzione di una vicenda personale e sociale nelle insanguinate vicende del mio tempo. Ma - anche per il memorialista - non è proprio certo che le cose siano andate così, e con tale ordine sotteso. L'accaduto forse diverrà più sicuro, quando saranno appurati nessi ed eventi che a tutt'oggi, almeno per chi scrive, risultano ambigui o ancora nel farsi, o ancora troppo personali e segreti. Quell'evento fu cosi, come sta aggrappato nella mia dolce, dolorosa memoria? O si è consumata la chiave, ammesso che ci sia in campo una chiave, sia pure per una raccolta di frammenti? Essendo incerta la lingua, come si dà e si legittima la memoria? E perché temiamo tanto che la memoria si perda? E la vanità di stare ancora e per sempre sulla scena o un tentativo di salvezza? O forse è la memoria di una soggezione ad altri, tale che non può reggere il silenzio.

Scrivere di se'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Loewenthal, Elena <1960->

Scrivere di se' : identita' ebraiche allo specchio / Elena Loewenthal

Torino : Eianudi, [2007]

Abstract: L'autobiografismo è un aspetto peculiare dell'identità ebraica, che accomuna gli scritti della tradizione biblica alla letteratura contemporanea. Elena Loewenthal percorre questo filo, riflettendo sulla consapevolezza di sé del mondo ebraico e muovendosi tra Ezechiele e Philip Roth, Umberto Saba e Amos Oz, Arthur Miller e Saul Bellow. La prospettiva che cerca è quella della fuoriuscita dal compiacimento addolorato della storia ebraica; i temi che incontra sono quelli dell'ebraismo politico e culturale contemporaneo. Il tono è, nonostante l'importanza e complessità del tema, anche ironico e leggero, nel tentativo di muoversi à la Chagall sopra la volatile identità ebraica.

Dove abitano le emozioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Botta, Mario <1943-> - Crepet, Paolo <1951->

Dove abitano le emozioni : la felicita e i luoghi in cui viviamo / Mario Botta e Paolo Crepet con Giuseppe Zois

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Da quando esiste l'uomo, esiste la necessità di un rifugio: la storia della casa e degli spazi in cui le persone si muovono, lavorano, si divertono è anche la storia dell'umanità. Lo psicologo Paolo Crepet e l'architetto Mario Botta, rispondendo alle domande di Giuseppe Zois, raccontano il percorso ideale e reale dei luoghi in cui le persone vivono: la casa, le scuole, gli uffici, i bar, i luoghi deputati al gioco e allo sport, gli ospedali, i luoghi di culto, il carcere, le strade, i cimiteri. Le emozioni dipendono anche dai luoghi che le persone attraversano durante la loro giornata: i colori, la luce e la disposizione degli ambienti possono generare solitudine, benessere, disagio o stimolare la creatività.

Nel mondo grande e terribile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gramsci, Antonio <1891-1937>

Nel mondo grande e terribile : antologia degli scritti 1914-1935 / Antonio Gramsci ; a cura di Giuseppe Vacca

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Questa antologia offre un'idea complessiva del pensiero di Gramsci attraverso una selezione mirata dagli scritti giornalistici e dai Quaderni del carcere: Ne scaturisce il profilo di un classico del pensiero politico del Novecento, che ha messo a fuoco in modo esemplare i mutamenti del mondo della prima metà del secolo passato.

Piena disoccupazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaggi, Massimo <1953-> - Narduzzi, Edoardo

Piena disoccupazione : vivere e competere nella societa' del quaternario / Massimo Gaggi, Edoardo Narduzzi

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Dominata da servizi innovativi e ad alto valore aggiunto, destinata a far tramontare la cultura del lavoro salariato, la società della piena disoccupazione è un fenomeno che spaventa e genera polemiche. Alle classi dirigenti spetta prendere atto che il problema non è combattere il precariato, ma garantire opportunità di lavoro e protezione sociale per chi deve affrontare una vita lavorativa più frammentata. Con i nuovi meccanismi di produzione del quaternario il lavoro resterà necessariamente flessibile e volatile. Per la politica la sfida è complessa e ineludibile. Solo le comunità capaci di adattarsi al cambiamento, anche rivoluzionando l'organizzazione dello Stato sociale, riusciranno a ottenere benefici dall'avvento della società dei servizi personalizzati. Mentre i mercati del terzo mondo sfruttano la disoccupazione per affermare le proprie merci nei mercati aperti mondiali, nell'Occidente avanzato molti sono disoccupati perché sempre in formazione, imprenditori a rischio di fallimento o di spiazzamento competitivo, in cerca di un nuovo lavoro, con un assegno minimo, disoccupati perché lavoratori part-time o stagionali o a contratto a termine. Ma la strada intrapresa dalla politica economica per garantire crescita e sviluppo può paradossalmente dare al lavoratore più potere e porre alla politica nuovi e assillanti problemi.

Lavoratori di tutto il mondo, ridete
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ovadia, Moni <1946->

Lavoratori di tutto il mondo, ridete : la rivoluzione umoristica del comunismo / Moni Ovadia

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Rivoluzione, comunismo, utopia, tragedia, ma anche risate e satira. Dopo l'umorismo ebraico, Moni Ovadia racconta la grande epopea comunista attingendo al tesoro della diceria popolare, della canzonatura, dell'aneddoto, della storiella autodelatoria. La gigantesca macchina della retorica di regime mostra qui il suo volto irrimediabilmente patetico di fronte alla scheletrica guizzante intelligenza del motto di spirito.

Breve storia dell'autobomba
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Davis, Mike <sociologo>

Breve storia dell'autobomba : dal 1920 all'Iraq di oggi : un secolo di esplosioni / Mike Davis ; traduzione di Silvia Maglioni

Torino : Einaudi, 2007

Abstract: Nel settembre del 1920 Mario Buda fa esplodere in piena Wall Street un carro trainato da cavalli e imbottito di dinamite e pezzi di metallo, l'esplosione uccide 40 persone e inaugura quella che sarebbe diventata una delle più micidiali armi da guerriglia urbana, l'autobomba. Il prototipo messo a punto dall'anarchico italiano, tempo qualche decennio, diventerà l'arma del terrorismo globale. Rileggendo la storia del secondo dopoguerra, Davis ripercorre l'uso, le trasformazioni, gli scopi di un ordigno povero che ha esiti molto più devastanti dei missili da milioni di dollari e che ha modificato totalmente l'idea stessa di guerra. Se un tempo eserciti e armamenti erano convenzionali, la maggior parte degli attuali conflitti sul pianeta hanno carattere di guerriglia e nell'autobomba l'arma più efficace e a buon mercato.

In fuga dalle tenebre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pougala, Jean-Paul

In fuga dalle tenebre / Jean-Paul Pougala

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: In Camerun Jean-Paul Pougala è figlio di un notabile, ma è obbligato a lasciare l'Africa a metà degli anni Ottanta. Ora è un piccolo imprenditore che lavora tra l'Africa, Torino e la Cina. In questo libro racconta la sua storia, ma ha anche modo di denunciare le condizioni di vita africane: Pougala è nato in una società patriarcale, suo padre ha trenta figli da varie mogli. Quando con la madre è cacciato di casa decide di tentare la via dell'emigrazione e si ritrova a studiare in Italia, all'Università di Perugia. Ma anche in Italia sperimenta condizioni di vita non sempre agevoli. Al suo arrivo si sente isolato dai compagni di università per le paure di quegli anni legate all'AIDS. E non è quella l'unica forma di apartheid subdolo e pervasivo che sarà costretto a subire, e che per un certo periodo della sua vita ha prevalso persino sull'immagine che egli aveva di sé. Il percorso di un uomo nuovo, una storia di vera globalizzazione personale.

La nazione più odiata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Markovits, Andrei S. <1948->

La nazione più odiata : l'antiamericanismo degli europei / Andrei S. Marcovits ; traduzione di Paola Pace

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: L'antipatia e il risentimento contro gli Stati Uniti hanno rappresentato una componente importante della cultura europea sin dai tempi della Rivoluzione americana, molto prima che l'America diventasse quella che è oggi. Per secoli l'antiamericanismo è stato un elemento cruciale, talvolta dominante, tra le élite europee. Oggi, con la presidenza di George W. Bush e la risposta americana agli attacchi terroristici dell'11 settembre, assistiamo ad un imponente aumento dell'ostilità contro gli Stati Uniti da parte dei rappresentanti dell'opinione pubblica europea. E per la prima volta dopo la seconda guerra mondiale, il risentimento che le élite coltivano da tempo contro gli Stati Uniti si è mescolato a sentimenti popolari dando origine ad una tempesta perfetta di natura politica e culturale.

King Kong girl
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Despentes, Virginie <1969->

King Kong girl / Virginie Despentes ; traduzione di Camilla Testi

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: In questo libro si parla di stupro, di prostituzione, di pornografia, di sesso e non solo in modo astratto. Si respirano dolori, ferite, sconfitte personali. Partendo dalla propria esperienza di ex prostituta, di donna stuprata, di regista di film porno, la Despentes passa dall'asprezza dell'invettiva alla tenerezza dei ricordi. E scrivendo con verità e con stile delle donne trent'anni dopo l'era della liberazione sessuale, si è messa nelle condizioni di farsi odiare sia dai filosofi che dagli psicotici, sia dalle chieriche del femminismo pret-à-porter, che dalle protettrici della morale.

Antisemitismo a sinistra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Luzzatto Voghera, Gadi <1963->

Antisemitismo a sinistra / Gadi Luzzatto Voghera

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Gli ebrei europei sanno che la Shoàh fu frutto della cultura di destra, razzista e nazionalista. Le cose si sono però modificate e complicate col tempo. Continua a esistere, drammatico, un antisemitismo di destra, ma è tornato in superficie anche un antisemitismo di sinistra, sul quale si sono innestati nuovi temi germogliati da vecchie radici, mai del tutto estirpate. Per capire quale linguaggio si carica di elementi di antisemitismo bisogna conoscere un po' di storia. Cosi come bisogna saper leggere il passato per capire le ragioni che ne hanno diffuso l'ombra anche tra chi è al di sopra di ogni sospetto. In cento pagine, Luzzatto Voghera affronta un tema di altissima complessità con un linguaggio limpido e appassionato.

Fabbriche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galdo, Antonio <1957->

Fabbriche : storie, personaggi e luoghi di una passione italiana / Antonio Galdo

Torino : Einaudi, c2007

Abstract: Sono state le fabbriche della follia. Di una lucida, accecante pazzia che ha stravolto i connotati dell'Italia, fino a trasformare un Paese di agricoltori e di mezzadri in una opulenta potenza industriale. Una generazione di imprenditori si è tuffata a capofitto nel vortice della produzione in serie, delle catene di montaggio, delle ciminiere. Non avevano soldi, e sono andati a prenderli ovunque: anche sotto i materassi dei contadini che nascondevano i risparmi di un raccolto generoso, di una buona vendemmia. Serviva spazio, e lo hanno trovato ingoiando le campagne, avvicinandole ai centri urbani, e attrezzando delle gigantesche company town. È un viaggio nell'Italia di ieri e di oggi, quello attraverso il quale ci conduce Antonio Galdo. Una galleria di luoghi e personaggi nei quali riconosciamo i segni di un Paese in perenne trasformazione lungo il filo di una stessa passione oggi quasi dimenticata. Da Sesto San Giovanni a Borgo Panigale, da Alberto Pirelli a Pietro Barilla, da Aristide Merloni a Pilade Riello, dai primi capannoni della Fiat alla Technogym. Fino ai call center dell'Atesia, regno metafisico del post-operaio.

Fabbriche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galdo, Antonio <1957->

Fabbriche : storie, personaggi e luoghi di una passione italiana / Antonio Galdo

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Sono state le fabbriche della follia. Di una lucida, accecante pazzia che ha stravolto i connotati dell'Italia, fino a trasformare un Paese di agricoltori e di mezzadri in una opulenta potenza industriale. Una generazione di imprenditori si è tuffata a capofitto nel vortice della produzione in serie, delle catene di montaggio, delle ciminiere. Non avevano soldi, e sono andati a prenderli ovunque: anche sotto i materassi dei contadini che nascondevano i risparmi di un raccolto generoso, di una buona vendemmia. Serviva spazio, e lo hanno trovato ingoiando le campagne, avvicinandole ai centri urbani, e attrezzando delle gigantesche company town. È un viaggio nell'Italia di ieri e di oggi, quello attraverso il quale ci conduce Antonio Galdo. Una galleria di luoghi e personaggi nei quali riconosciamo i segni di un Paese in perenne trasformazione lungo il filo di una stessa passione oggi quasi dimenticata. Da Sesto San Giovanni a Borgo Panigale, da Alberto Pirelli a Pietro Barilla, da Aristide Merloni a Pilade Riello, dai primi capannoni della Fiat alla Technogym. Fino ai call center dell'Atesia, regno metafisico del post-operaio.

Tecnologia e democrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gallino, Luciano <1927-2015>

Tecnologia e democrazia : conoscenze tecniche e scientifiche come beni pubblici / Luciano Gallino

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Grazie alla tencologia e alle cosnoscenze scientifiche che incorpora, un terzo della popolaziona mondiale gode oggi di condizioni e di una durata della vita enormemente migliorate rispetto a un secolo fa. Gli altri due terzi del mondo vivono invece come un secolo fa, o peggio, perché di tecnologie non dispongono, o di esse hanno conosciuto solo i costi ambientali e umani.