Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Lingue Francese
× Soggetto Sec. XXI
× Data 2008
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2005
× Nomi Segre, Umberto

Trovati 4 documenti.

Mostra parametri
Vol. 1: Dalla liberazione alla fine del Centrismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Segre, Umberto

Vol. 1: Dalla liberazione alla fine del Centrismo / Umberto Segre ; a cura di Vera Segre e Paolo Mugnano

Vol. 2: Dall'esperienza del centro-sinistra al compromesso storico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Segre, Umberto

Vol. 2: Dall'esperienza del centro-sinistra al compromesso storico / Umberto Segre ; a cura di Vera Segre e Paolo Mugnano

Vol. 1: La democrazia cristiana e il partito comunista italiano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Segre, Umberto

Vol. 1: La democrazia cristiana e il partito comunista italiano / Umberto Segre

Abstract: La storia dei partiti è oggi scaglionata da tappe deliberative di scelta ideologica, tecnica e pratica, di indirizzo programmatico, che sono i Congressi... Il partito moderno definendosi ideologicamente, e venendo perciò a sostituire il veicolo per il quale la cultura storico-giuridica e la situazione dei rapporti sociali si fa organizzazione politica della società, in una certa epoca, rappresenta uno strumento di fondazione e amministrazione del potere, e di continua programmazione del suo contenuto, nel confronto e nella lotta con una pluralità di partiti. E anche quando i partiti sorgono per la difesa di determinati interessi, essi non si presentano mai esclusivamente con questa funzione che non otterrebbe nessuna stima pubblica, ma con propositi generali di regolamento degli interessi di tutti, cioè con una politica che universalizza ed integra il carattere sezionale degli interessi rappresentati. E questo il partito moderno, come forza politica.

Vol. 2: Il partito socialista e gli altri scritti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Segre, Umberto

Vol. 2: Il partito socialista e gli altri scritti / Umberto Segre

Abstract: La storia dei partiti è oggi scaglionata da tappe deliberative di scelta ideologica, tecnica e pratica, di indirizzo programmatico, che sono i Congressi... Il partito moderno definendosi ideologicamente, e venendo perciò a sostituire il veicolo per il quale la cultura storico-giuridica e la situazione dei rapporti sociali si fa organizzazione politica della società, in una certa epoca, rappresenta uno strumento di fondazione e amministrazione del potere, e di continua programmazione del suo contenuto, nel confronto e nella lotta con una pluralità di partiti. E anche quando i partiti sorgono per la difesa di determinati interessi, essi non si presentano mai esclusivamente con questa funzione che non otterrebbe nessuna stima pubblica, ma con propositi generali di regolamento degli interessi di tutti, cioè con una politica che universalizza ed integra il carattere sezionale degli interessi rappresentati. E questo il partito moderno, come forza politica.