Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Lingue Francese
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Storia

Trovati 1087 documenti.

Mostra parametri
La verità sul capitalismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plender, John

La verità sul capitalismo : denaro, morale e mercato / John Plender ; traduzione di Susanna Bourlot

Torino : Bollati Boringhieri, 2016

Saggi. Storia

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Storicamente, il capitalismo è stato oggetto di una diffusa e radicata ostilità. Eppure, nel corso della sua ormai lunga storia, ha indubbiamente sollevato dalla miseria molti milioni di persone: in Occidente, grazie alla deprecata economia di mercato, il benessere è costantemente cresciuto e, in Oriente, i paesi emergenti hanno conosciuto negli ultimi decenni uno straordinario sviluppo economico che ha finito per trascinare il mondo intero verso una sempre maggiore prosperità. Eppure, nononostante tutto, il capitalismo continua a essere messo in discussione. Ci sono gli insoddisfatti, gli oppositori moderati, i critici radicali e i nemici giurati, in tutte le molteplici declinazioni, ma in genere quando si pensa al capitalismo non si pensa certo a qualcosa di buono. Denaro e morale difficilmente vanno a braccetto nell'immaginario collettivo. John Plender esplora i paradossi e le insidie di questo sistema economico straordinariamente dinamico, e lo fa partendo da lontano, dalle sue origini nella Venezia mercantile medievale, fino alle bolle speculative del XXI secolo, nelle quali siamo tutt'ora immersi. Lungo il viaggio incontriamo tutti i momenti chiave della storia del capitalismo, come ad esempio la strana vicenda della prima bolla finanziaria della storia - quella dei tulipani nell'Olanda del Seicento - le speculazioni nel mondo dell'arte contemporanea, fino alla recentissima crisi dei mutui subprime di cui ancora oggi i mercati mondiali pagano le conseguenze.

Sovrane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Buttarelli, Annarosa <1956->

Sovrane : l'autorita' femminile al governo / Annarosa Buttarelli

Milano : il Saggiatore, 2013

Abstract: Sarà possibile per donne e uomini provare a rigovernare il mondo se la pianta della democrazia crescerà nel terreno preparato dall'autorità femminile. Mai come in questo momento, le istituzioni della rappresentanza e le forme della politica appaiono bloccate nella loro agonia. Vivono una crisi globale che, secondo Annarosa Buttarelli, non si potrà risolvere finché la democrazia continuerà ad affondare le proprie radici nel patriarcato. Nuove forme di convivenza e politica possono nascere solo con una rivoluzione del concetto stesso di sovranità, ricollocato sul terreno fecondo dell'esperienza sovrana delle donne e della loro amicizia con il popolo in grado di contrastare il populismo. Da Ildegarda di Bingen, attraverso le Preziose per arrivare alle operaie tessili di Brescia, l'autrice mostra che in tutta la storia fino al presente esiste un modo differente di fare politica senza la forza bruta e di governare senza idolatrare il potere e il denaro.

Le montagne della patria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Armiero, Marco <1966->

Le montagne della patria : natura e nazione nella storia d'Italia : Secoli 19. e 20. / Marco Armiero ; traduzione di Francesco Peri

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Nonostante la montagna in Italia goda di una centralità geografica (con il 35 per cento del territorio, a cui si somma il 42 della collina), essa è rimasta marginale nella storia e nella memoria del Paese. Eppure, a partire dall'unificazione del 1861, i regimi statali hanno nazionalizzato le montagne "ridefinendo i confini tra selvatico e addomesticato, razionale e irrazionale, bello e brutto" e ne hanno fatto non solo una risorsa, ma anche un simbolo delle conquiste del nostro Paese. Dai campi di battaglia della Prima guerra mondiale alla contraddittoria politica di rimboschimento del regime fascista, compressa tra repressione e celebrazione dei montanari; dalle proteste dei No TAV in Val di Susa alla modernizzazione idroelettrica che, cinquant'anni fa, portò alla "strage annunciata" del Vajont. (www.goodbook.it)

Lo zuccherificio a Legnago
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Occhi, Francesco

Lo zuccherificio a Legnago : una storia da non dimenticare / Francesco Occhi ; testimonianze di Cesare Leoni ... [et al.]

[S.l. : s.n.], stampa 2013 (Legnago : Grafiche Stella)

Il comunismo spiegato ai bambini capitalisti (e a tutti quelli che lo vogliono conoscere)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Thomas, Gérard <1966->

Il comunismo spiegato ai bambini capitalisti (e a tutti quelli che lo vogliono conoscere) / Gerard Thomas ; illustrazioni di Alfredo Vullo

Firenze : Clichy, 2013

Abstract: Appena pubblicato in Francia, è un libro che racconta una delle più grandi avventure della storia dell'uomo e ci fa capire più di tanta retorica perché quello che abbiamo intorno non è l'unico dei mondi possibili. Dai sumeri a Gesù Cristo, da Rousseau a Marx, da Che Guevara a Pasolini, dalle rivolte contadine medievali alla Rivoluzione Francese, dal luddismo al Sessantotto, il racconto semplice e immediato - ma anche storicamente documentato e coerentemente politico - sull'idea comunista e il suo sviluppo. Partendo dal presupposto che quando nascono, tutti i bambini sono comunisti. Poi a un certo punto succede qualcosa nella loro testa e invece di continuare a essere dei bambini uguali a tutti gli altri diventano dei bambini capitalisti, ma anche che per spiegare il comunismo la cosa più semplice è raccontare la sua storia, che è una storia avventurosa e anche un po' paurosa. E soprattutto una storia molto lunga. È una storia che comincia con la comparsa dell'uomo, circa ventimila anni fa, e anche se ha avuto delle vicende piuttosto complicate, è una storia che non è ancora finita. Per un motivo molto semplice: il comunismo è un'idea che appartiene agli esseri umani, più naturalmente e semplicemente del capitalismo.

L'Italia delle migrazioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonifazi, Corrado

L'Italia delle migrazioni / Corrado Bonifazi

Bologna : Il mulino, 2013

Abstract: Per circa un secolo tra i maggiori paesi d'emigrazione, l'Italia è diventata negli anni recenti una delle principali mete delle migrazioni internazionali. Non meno rilevanti sono stati i flussi interni, che hanno ridisegnato la geografia umana del paese, spostando masse ingenti dalle campagne alle città, dalle aree economicamente svantaggiate a quelle più dinamiche. Il volume ricostruisce le tappe principali e i caratteri più significativi delle migrazioni italiane dall'Unità ad oggi, considerando cinque grandi periodi: l'Ottocento preunitario; la prima globalizzazione e l'emigrazione di massa (1861-1914); la fase tra le due guerre; gli anni della ricostruzione e del miracolo economico (1946-1975); la seconda globalizzazione e l'immigrazione straniera.

In fondo a destra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Polito, Antonio <1956->

In fondo a destra : cent'anni di fallimenti politici / Antonio Polito

[Milano] : Rizzoli, 2013

Abstract: A meno di cinque anni dal maggio 2008 (quando il Popolo della Libertà conquistò il governo del Paese e, tra altre, le città di Roma e Milano), il bilancio della destra italiana è disastroso. È in frantumi il berlusconismo che l'ha assorbita e inquinata. Sulla scena locale sono fallite le amministrazioni di Storace, Alemanno e Letizia Moratti, sul piano nazionale non è mai decollato il progetto di Fini di costruire una destra liberale, alternativa a quella di Berlusconi. In questa analisi spietata e disillusa, Polito dimostra che la parabola tragica degli ultimi mesi non è che la conclusione di una lunga serie di sconfitte: dalla Destra storica fino al fascismo, dalla Repubblica Sociale al crollo dell'Msi negli anni Settanta. E lo fa toccando molti nervi scoperti della classe politica nel suo insieme e della società civile.

Storia dell'antisemitismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poliakov, Léon

Storia dell'antisemitismo : dalle origini del cristianesimo all'Europa del Cinquecento / Leon Poliakov ; introduzione di David Bidussa

[Milano] : BUR Rizzoli, 2013

Abstract: Scritta negli anni immediatamente successivi al processo di Norimberga, l'opera di Poliakov costituisce ancora oggi la più completa meditazione complessiva sulla storia e le ragioni dell'antisemitismo. Attraverso una ricca documentazione e l'indagine di un vasto arco cronologico, l'autore mostra l'evoluzione delle forme di persecuzione contro gli ebrei nel corso dei secoli e svela in che modo l'intreccio di fattori sociali, economici e religiosi ha portato allo sviluppo della questione ebraica proprio nelle società occidentali dominate dalle religioni figlie dell'ebraismo, il cristianesimo e l'islam. In questo volume Poliakov esamina la diffusione dell'antisemitismo dall'antichità pagana ai primi secoli cristiani, dall'alto Medioevo al Rinascimento, e porta alla luce le radici del fanatismo che ha colpito l'Europa contemporanea. Prefazione di David Bidussa.

L'invenzione dei soldi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marzo Magno, Alessandro <1962->

L'invenzione dei soldi : quando la finanza parlava italiano / Alessandro Marzo Magno

Milano : Garzanti, 2013

Abstract: L'invenzione dei soldi ci racconta in maniera approfondita e divertente, con tanti aneddoti e curiosità, la storia di un'Italia all'avanguardia nel momento in cui per la prima volta la moneta si trasforma in merce e il mercante può così diventare banchiere. È infatti proprio tra Genova, la Toscana (Lucca, Siena, Firenze) e Venezia dopo il Mille che nascono le prime società multinazionali ed è da qui che i mercanti partono per costruire colonie commerciali in tutto il Mediterraneo. È in Italia che nascono le banche e le società di assicurazione, che vengono inventati gli assegni e le prime obbligazioni e qui, di conseguenza, avvengono anche i primi reati finanziari, dai rocamboleschi furti con scasso ai danni dei forzieri di prestigiose banche fino alla creazione di vere e proprie zecche clandestine per falsificare monete. È la moneta italiana, con il genovino, il fiorino e il ducato, a dominare per secoli i commerci di tutto il mondo grazie alla fiducia che riscuote e al suo pregio artistico. L'invenzione dei soldi è inoltre un viaggio ricco di personaggi geniali e intraprendenti, capaci di incidere profondamente nella storia moderna, da Fibonacci, che per primo introduce in Occidente lo zero, a Luca Pacioli, che diffonde gli strumenti della contabilità utilizzati ancora ai nostri giorni, fino a John Law, lo scozzese che dà vita alla prima bolla finanziaria della storia, quella della Compagnia del Mississippi, e che finisce la sua vita a Venezia.

Storia culturale del clima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Behringer, Wolfgang

Storia culturale del clima : dall'era glaciale al riscaldamento globale / Wolfgang Behringer ; traduzione di Corrado Bertani

Torino : Bollati Boringhieri, 2013

Abstract: Chi sa quanto sia variabile il clima e quanto sia elastica la reazione culturale dell'uomo ai suoi mutamenti, sarà in grado di comprendere meglio il dibattito che si sta svolgendo in questi anni sul Riscaldamento globale. Gli uomini sono figli dell'Era glaciale: solo quando il freddo intenso dell'ultima glaciazione cominciò a stemperarsi, oltre 10 000 anni fa, iniziò la coltivazione, e con questa l'urbanizzazione e - in definitiva - l'inizio della storia. Può apparire paradossale, ma è stato il riscaldamento del clima a crearci. Nel corso di tutta la storia umana, d'altra parte, il clima non è certo rimasto stabile e i suoi effetti sulle culture sono stati enormi. Non si può prescindere dalle condizioni climatiche nello studio delle civiltà, dei popoli, delle guerre, delle migrazioni, delle carestie, delle religioni e persino dell'arte e della letteratura. Diventa sempre più chiaro che il clima della Terra è parte integrante e motore inconsapevole dello sviluppo storico, politico e culturale dell'uomo.

I secoli del Monte, 1472-1929
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Catoni, Giuliano

I secoli del Monte, 1472-1929 / Giuliano Catoni ; con schede tematiche di Roberto Barzanti ; fotografie di Andrea a e Fabio Lensini

[Siena] : Monte di Paschi di Siena, c2012. -381 p. : ill. color. ; 28 cm.

Ritorno al piccolo regno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Moritz, Michael

Ritorno al piccolo regno : Steve Jobs e la Apple alle origini del mito / Michael Moritz ; traduzione di Paola Bonini

Milano : Il Saggiatore, 2012

Abstract: Sul monte Rushmore dell'informatica, il profilo affilato di Steve Jobs si staglia contro il cielo per l'eternità. Profeta del pensiero laterale, visionario, caparbio, umorale, venditore persuasivo come pochi, Jobs è una delle figure più affascinanti e discusse dei nostri tempi. Michael Moritz conosce Jobs all'inizio degli anni ottanta, quando è un giornalista di Time inviato in California per seguire l'attività di una giovane società di elettronica, Apple Computer, Inc. Dalla sua esperienza di infiltrato nasce The Little Kingdom, in cui Moritz ricostruisce le tappe fondamentali del piccolo regno della mela. Le radici affondano nella baia di San Francisco, a Cupertino, dove Steven Jobs e Stephen Wozniak, due ragazzi patiti di elettronica, immaginano il mondo salvato da un computer. Apple I nasce nel garage di casa Jobs, nel 1976, assemblato con chip di fortuna. È la prima macchina Apple e l'esordio di una storia straordinaria. Dall'esperimento rivoluzionario di Apple II a Lisa, il primo pc con interfaccia grafica a icone, fino al Macintosh. Poi la separazione da Woz e lo strappo al vertice. Bandito dall'azienda che lui stesso aveva fondato, Steve Jobs si lancia in nuove sfide - come la creazione di NeXT e l'acquisizione di Pixar, poi venduta per cifre stellari alla Disney. Finché, nel 1996, Apple è a un passo dal crollo: Jobs torna e imprime la svolta definitiva.

Storia della violenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Muchembled, Robert

Storia della violenza : dal Medioevo ai giorni nostri / Robert Muchembled ; traduzione Marco Pegoraro

Bologna : Odoya, 2012

Abstract: Dal XIII al XXI secolo, tuttavia, la violenza fisica e la brutalità dei rapporti umani seguono una traiettoria discendente in tutta l'Europa occidentale. In controtendenza rispetto al pensiero sociale dominante, lo storico Robert Muchembled ci mostra come nel corso dei secoli gli atti violenti siano passati dallo status di "normale linguaggio collettivo creatore di legame sociale" a quello di tabù sociale.

Affari e lussuosa sobrieta'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tonelli, Giovanna

Affari e lussuosa sobrieta' : traffici e stili di vita dei negozianti milanesi nel 17. secolo : (1600-1659) / Giovanna Tonelli

Milano : FrancoAngeli, 2012

Abstract: La sede del Museo Poldi Pezzoli, palazzo Durini, palazzo Annoni, palazzo Clerici nel centro di Milano; palazzo Vidoni a Roma, il Battesimo di Gesù del Nuvolone alla Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano, la Strage degli Innocenti di Rubens alla Art Gallery dell'Ontario, Il Nunzio ricevuto in palazzo Ducale della bottega del Canaletto alla National Gallery di Washington, la festa di Cleopatra di Jordaens all'Ermitage sono soltanto alcuni esempi di opere che oggi possiamo ammirare e che rimandano alla Milano secentesca degli affari. Proprietari o committenti di questi beni erano infatti grandi negozianti milanesi del tempo o uomini che dovevano la loro fortuna all'attività di intermediazione commerciale esercitata dai loro avi nel Seicento. Questo studio ricostruisce l'operato economico e delinea il profilo sociale e gli stili di vita di questi grandi negozianti attivi nella Milano dei primi sessant'anni del XVII secolo, quando la capitale della Lombardia spagnola appare avviata ad assumere quella fisionomia di città del terziario più che della produzione, quale era stata sino ad allora, che l'avrebbe caratterizzata nei secoli successivi.

Le avventure della lira
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cipolla, Carlo M. <1922-2000>

Le avventure della lira / Carlo M. Cipolla

Nuova ed

Bologna : Il Mulino, 2012

Abstract: La storia della lira inizia dalla libbra romana, una misura di peso equivalente a circa 325 grammi. Fu la riforma di Carlo Magno a trasformarla in unità del sistema monetale. La moneta di quel sistema era il denaro; le zecche ricevevano una libbra d'argento e dovevano cavarne 240 denari. La lira inizia la sua vita come unità virtuale, cui non corrisponde una moneta, e tale resterà per la maggior parte della sua storia, moneta fantasma, multiplo delle piccole monete che circolavano negli stati italiani, in rapporti variabili a seconda dei periodi di crisi o di prosperità. Seguendo di città in città, di moneta in moneta, le avventure della lira, Cipolla compone così una piccola storia monetaria d'Italia, dal Medioevo all'inizio dell'Italia unitaria.

Istruzione e sviluppo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cipolla, Carlo M. <1922-2000>

Istruzione e sviluppo : il declino dell'analfabetismo nel mondooccidentale / Carlo M. Cipolla

Bologna : Il mulino, c2002 (stampa 2012)

Abstract: Il saggio percorre la storia dell'istruzione occidentale dall'età classica alle soglie del Novecento, fornendo nella misura del possibile una valutazione quantitativa del grado di alfabetizzazione presente nelle diverse epoche, e individuando l'istruzione quale fattore decisivo per il progresso economico.

Industria come continuazione della politica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fragiacomo, Paolo

Industria come continuazione della politica : la cantieristica italiana 1861-2011 / Paolo Fragiacomo

Milano : Franco Angeli, 2012

Abstract: La vicenda storica della cantieristica, unico settore di proprietà dello Stato che non è stato possibile privatizzare, può essere interpretata come un caso esemplare per comprendere la parabola discendente delle partecipazioni statali. Per il modo stesso con cui si è formata tra fine '800 e inizio '900, nel contesto dell'affermazione del protezionismo, la cantieristica ha infatti di gran lunga anticipato e incarnato in modo paradigmatico quegli elementi di degenerazione che si sono poi estesi all'intero complesso dell'impresa pubblica, portandolo al collasso. Questo libro costituisce il primo tentativo di sintesi della storia di un'industria che ha rivestito un ruolo di primaria importanza, economico ma anche sociale e persino simbolico, in alcune regioni (Liguria, Venezia Giulia, Campania) e città costiere della penisola. In una visione di lungo periodo, e attraverso un ampio confronto con l'esperienza di altri Paesi, l'analisi è qui condotta seguendo una chiave di lettura esplicita: il rapporto con lo Stato e con la politica, con una particolare attenzione all'interazione tra centro e periferia, per il fortissimo radicamento dei cantieri nei sistemi di potere locale, che sono riusciti a condizionare pesantemente tutti i tentativi di direzione unitaria.

Storia della disabilita'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schianchi, Matteo <1972->

Storia della disabilita' : dal castigo degli dei alla crisi del welfare / Matteo Schianchi

Roma : Carocci, 2012

Abstract: Dal mostro del mondo greco-romano alla teratologia ottocentesca, dalle pedagogie speciali sviluppatesi a partire dal Seicento agli stermini della Germania nazista, la disabilità fa parte da sempre della storia del genere umano. Nel libro se ne ricostruisce l'articolato percorso storico fino a segnalare il rischio che la crisi dello Stato sociale ci riporti oggi a un welfare caritatevole noncurante dei diritti e si registra, al contempo, l'attuale protagonismo di persone e associazioni.

Debito
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Graeber, David <1961->

Debito : i primi 5000 anni / David Graeber ; traduzione di Luca Larcher e Alberto Prunetti

Milano : Il saggiatore, 2012

Abstract: In uno stile colloquiale e diretto, attraverso l'indagine storica, antropologica, filosofica, teologica, Graeber ribalta la versione tradizionale sulle origini dei mercati. Mostra come l'istituzione del debito sia anteriore alla moneta e come da sempre sia oggetto di aspri conflitti sociali: in Mesopotamia i sovrani dovevano periodicamente rimediare con giubilei alla riduzione in schiavitù per debiti di ampie fasce della popolazione, pena la deflagrazione di tutta la società. Da allora, la nozione di debito si è estesa alla religione come cifra delle relazioni morali (rimetti a noi i nostri debiti) e domina i rapporti umani, definendo libertà e asservimento. Mercati e moneta non sorgono automaticamente dal baratto, come sostengono gli economisti fin dai tempi di Adam Smith, ma vengono creati dagli stati, che tassano i sudditi per finanziare le guerre e pagare i soldati. Gli ultimi 5000 anni di storia hanno visto l'alternarsi di fasi di moneta aurea e moneta creditizia, fino al definitivo abbandono dell'oro come base del sistema monetario internazionale nel 1971. Graeber esplora infine la crisi attuale, nata dall'abuso di creazione di strumenti finanziari da parte delle grandi banche deregolamentate, e sostiene la superiorità morale di cittadini e stati indebitati rispetto a creditori corrotti e senza scrupoli che vogliono ridurre libertà e democrazia alla misura dello spread sui titoli pubblici.

La liberta' fragile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Godart, Louis <1945->

La liberta' fragile : l'eterna lotta per i diritti umani / Louis Godart

Milano : Mondadori, 2012

Abstract: Intorno al 2110 a.C. il re mesopotamico Ur-Nammu promulga un sistema di leggi che sancisce i diritti dei membri più deboli della società: orfani, vedove e poveri. Tre secoli dopo il sovrano babilonese Hammurabi emana un codice in cui viene riconosciuta agli schiavi e alle donne la personalità giuridica. Nel 1222 Sundjata Keïta, primo imperatore del Mali, proclama ai quattro angoli del mondo l'abolizione della schiavitù e il rispetto dei valori inalienabili della vita umana, della libertà individuale, della giustizia e della solidarietà. Sono occorsi molti secoli e diverse rivoluzioni perché questi princìpi di validità universale fossero ripresi dall'Occidente e riformulati nelle varie Dichiarazioni dei diritti dell'uomo, che hanno profondamente segnato la formazione della coscienza collettiva contemporanea. Eppure, ancora oggi nelle nostre democrazie, che si fregiano di Carte costituzionali liberali e garantiste, non mancano scenari desolanti di brutale sfruttamento dell'uomo sull'uomo e di diritti calpestati, mentre stanno nascendo nuove forme di schiavitù, più subdole ma non meno disumane di quelle di un tempo. Convinto che solo alla luce del passato è possibile guardare in modo costruttivo al presente, Louis Godart, studioso di civiltà antiche, ripercorre le fasi cruciali della guerra millenaria condotta dagli apostoli dell'homo socialis contro ogni tipo di sopraffazione e di ingiustizia.