Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Soggetto Condizioni socioeconomiche
× Genere Testo non letterario
× Nomi Galimberti, Fabrizio
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2012
× Target di lettura Adulti, generale

Trovati 66 documenti.

Mostra parametri
Una su cinque non lo fa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cirant, Eleonora <giornalista>

Una su cinque non lo fa : maternità e altre scelte / Eleonora Cirant

Angeli, 2012

Abstract: Questo libro non è un elenco di buone pratiche per vivere felici senza figli e non offre nessun consiglio. Si pone, invece, come testimone di una domanda. L'autrice si interroga sule scelte di una generazione di donne, quella fra i trenta e i quarant'anni, a partire dall'esperienza di chi madre non è (non ancora, forse domani, o sicuramente mai). Una generazione che non è stata segnata da una presenza forte del movimento femminista, ma che dà per scontate opzioni impensabili solo trent'anni fa, come quella di preservare lo spazio di una stanza tutta per sé. Che vive il precariato come condizione materiale ed esistenziale e che lotta per l'autonomia economica. Ma che allo stesso tempo avverte la pressione di un immaginario in cui la femminilità è strettamente legata al materno. Mentre svela le ambivalenze del desiderio di maternità e mentre afferma che si è donne prima che madri, il libro indaga un tipo di scelta che sembra portare il segno meno: senza figli. E che proprio per la natura negativa di quel segno appare a molti e molte, spesso anche agli occhi delle donne che la compiono, una non scelta, una scelta meno libera dell'altra. Arricchiscono il volume numerose testimoniane di donne che, con sincerità e partecipazione, raccontano la loro storia, coinvolgendo i lettori nei vari perché di una scelta libera.

Ve lo do io Beppe Grillo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scanzi, Andrea <1974->

Ve lo do io Beppe Grillo / Andrea Scanzi ; [con una prefazione di Marco Travaglio]

Milano : Mondadori, 2012

Frecce

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Come è stato possibile che un comico, da solo e contro tutti, abbia messo in scacco un'intera classe politica? Qual è la strada che conduce dal Festival di Sanremo al blog, tra i più cliccati al mondo, e al recente boom elettorale? Perché Grillo è assurto al rango di "leader" politico? Come ha fatto a divenire il "megafono" del Movimento 5 Stelle, che secondo i sondaggisti è già la seconda forza elettorale del Paese, a neanche tre anni dalla sua fondazione? Questo libro, uscito nel 2008 e ora aggiornato, è assieme la prima inchiesta su un fenomeno assolutamente nuovo e anomalo della politica italiana e l'accurata biografia dell'artista genovese. È un'analisi ricca di retroscena, interviste e fatti inediti. Andrea Scanzi, quasi un insider, ha seguito prima da spettatore e poi da giornalista tutti gli snodi della carriera di Grillo, ricostruendo la storia di un incursore non allineato: un portatore sano della tracimante indignazione degli italiani. Il libro segue l'intero suo percorso, dagli esordi Rai agli spot pubblicitari, dagli spettacoli teatrali alla fugace carriera cinematografica, focalizzando l'attenzione sulla "scoperta" della Rete, il linguaggio del blog e il popolo dei "grillisti", fino al successo delle ultime elezioni amministrative e alla conquista di Parma. Un cortocircuito carico di elettricità, che ha proiettato Grillo al centro dell'attenzione politica. Con una prefazione di Marco Travaglio.

Relazione tecnico-finanziaria sull'attività del Consorzio nel periodo 2006-2012
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Consorzio di Bonifica Navarolo Agro Cremonese Mantovano

Relazione tecnico-finanziaria sull'attività del Consorzio nel periodo 2006-2012 / Consorzio di Bonifica Navarolo Agro Cremonese Mantovano

Casalmaggiore : Consorzio di Bonifica Navarolo, 2012

Non è il vino dell'enologo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dottori, Corrado

Non è il vino dell'enologo : lessico di un vignaiolo che dissente / Corrado Dottori ; con le prefazioni di Jonathan Nossiter e Giampaolo Gravina

Roma : DeriveApprodi, 2012

Abstract: Corrado Dottori è un vignaiolo che produce Verdicchio e non solo sulle colline marchigiane. È approdato alla vigna dopo essersi licenziato da un posto garantito in una grande banca internazionale. E oggi fa il contadino. Cosa significa fare ed essere un agricoltore agli albori del Terzo millennio? Come si fa agricoltura? Cos'è un ambiente? Quali sono le relazioni tra un coltivatore e un sistema vivente quale la vigna? Quale vino produrre? Con quali tecnologie e per ottenere quale gusto? Questo lessico per un'altra "contadinità" ne è la risposta. Un viaggio dentro il mondo della vigna e dentro la vita di chi se ne prende cura. Che passa per la cantina e gli scaffali di vendita. Per la critica del gusto e la storia della produzione viti-vinicola nel Novecento. Per l'enologia e Luigi Veronelli. Per le grandi fiere del vino e i terroir. Una riflessione lungo i sentieri che partono dalla "natura" e sfociano in un prodotto di "artificio" quale una bottiglia di vino. Articolato nella forma di un lessico, questo libro è anche il racconto di ciò che definisce il mondo del vino ma che non trova spazio nelle guide o nei manuali sul bere. E per leggerlo, non serve essere esperti, conoscitori, bevitori o sommelier, basta lasciarsi andare alla linfa che scorre in queste pagine e che ci trascina da un tralcio di vite a una diversa visione dell'ambiente e della natura, a un'ecologia tutta da costruire.

Il ghiaccio era sottile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tarì, Marcello

Il ghiaccio era sottile : per una storia dell'Autonomia / Marcello Tarì

Roma : DeriveApprodi, 2012

DeriveApprodi ; 100

Abstract: Nel turbinio dei sommovimenti sociali e politici degli anni Settanta, l'Autonomia è riuscita a mettere insieme Marx con l'antipsichiatria, la Comune di Parigi con la controcultura, il dadaismo con l'insurrezionalismo, l'operaismo con il femminismo e molto altro con molto altro ancora. Ma, soprattutto, nel suo agire l'Autonomia ha rappresentato una discontinuità profonda con le pratiche del Movimento operaio ufficiale. Essa non è stata un'organizzazione, bensì una molteplicità che si organizzava a partire da dove viveva, da dove lavorava o studiava. Nell'Autonomia hanno infatti convissuto tante specifiche autonomie: degli operai, degli studenti, delle donne, degli omosessuali, dei prigionieri, di chiunque scelse - a partire dalle proprie contraddizioni - la via della lotta contro il lavoro salariato e lo Stato, la via della sovversione della vita. Se il Movimento degli anni Settanta finì per soccombere alle forze congiunte della macchina statale e del Partito comunista, la storia dell'Autonomia è quella di un'avventura rivoluzionaria la cui incandescenza è più che mai attuale.

Mani legate
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Mani legate : 1992-93 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

La Repubblica prima
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

La Repubblica prima : 1981-85 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

I tempi del caf
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

I tempi del caf : 1986-90 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

Le riforme del kaiser
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Le riforme del kaiser : 2004-05 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

La irresistibile ascesa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

La irresistibile ascesa : 2000-03 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

Il pontefice romano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Il pontefice romano : 1996-99 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

La scesa in campo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

La scesa in campo : 1994-95 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

Porcellum
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Porcellum : 2008-10 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

Prodi due
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Prodi due : 2006-08 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

Il picconatore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giannelli, Emilio <1936->

Il picconatore : 1990-92 / [Emilio Giannelli]

Ed. speciale per Corriere della sera

Corriere della sera, 2012

La costituzione degli Ateniesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.> - Aristoteles <384/83 a.C.-322 a.C.>

La costituzione degli Ateniesi / Aristotele ; traduzione e note di Mario Bruselli ; prefazione di Luciano Canfora

Milano : Corriere della Sera, c2012

Siate affamati, siate folli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jobs, Steve <1955-2011>

Siate affamati, siate folli : Steve Jobs in parole sue / a cura di George Beahm

BUR, 2012

Abstract: Il 24 agosto 2011 Steve Jobs ha annunciato pubblicamente l'intenzione di abbandonare la carica di CEO di Apple: nonostante la sua riservatezza tutto il mondo sapeva che le sue condizioni di salute erano peggiorate; e tutti sono rimasti con il fiato sospeso in attesa degli sviluppi della malattia sino all'annuncio della sua morte. Dopo aver contribuito a fondare Apple nel 1976, Jobs è tornato alla direzione della sua creatura alla fine degli anni Novanta, traghettandola verso il nuovo millennio con una serie di innovazioni e prodotti che sono diventati un'icona e che hanno fatto di lui, per dirla con il Wall Street Journal, l'uomo più influente della prima decade del XXI secolo. Il suo segreto, ciò che lui chiamava la "vision thing": la sua abilità senza uguali di immaginare, e di portare con successo sul mercato, prodotti che i consumatori trovano semplicemente irresistibili. Composto da una raccolta delle sue parole, pronunciate in più di tre decenni, questo libro - che sarà pubblicato in 19 paesi - offre il meglio del pensiero di Jobs: una lettura essenziale per tutti coloro che cercano soluzioni innovative da applicare al business e un omaggio alla memoria di un uomo che secondo Barack Obama può essere annoverato "tra i più grandi innovatori americani".

ˆL'‰ immaginazione economica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nasar, Sylvia <1947->

ˆL'‰ immaginazione economica : i geni che hanno creato l'economia moderna e hanno cambiato la storia del mondo / Sylvia Nasar

Milano : Garzanti, 2012

Abstract: All'inizio dell'Ottocento, Thomas Malthus prevedeva che l'incremento demografico incontrollato avrebbe portato l'umanità al disastro. Romanzieri come Charles Dickens descrivevano le terribili condizioni di vita delle classi lavoratrici, donne e bambini compresi. Le leggi dell'economia e del capitalismo, si diceva, portavano inevitabilmente ingiustizia, miseria, malattie. Da allora, i grandi geni dell'economia - Karl Marx, Joseph Schumpeter, Alfred Marshall, John Maynard Keynes, Friedrich Hayek, Milton Friedman, Paul Samuelson, Amartya Sen - si sono impegnati a salvare l'umanità da questo terribile destino. Sylvia Nasar descrive la loro straordinaria avventura intellettuale, ricordando che il loro lavoro ha cambiato la vita di gran parte dell'umanità. L'immaginazione economica racconta l'epopea dei paladini della "scienza triste", che sono riusciti a immaginare un mondo migliore: più prospero e più giusto per molti, se non (ancora) per tutti.

Uguaglianza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caporali, Riccardo

Uguaglianza / Riccardo Caporali

Bologna : Il mulino, 2012

Abstract: L'autore ripercorre la storia millenaria del concetto di "Uguaglianza", una storia che si svolge tra luminose speranze e contraddizioni cocenti. Nel mondo antico l'uguaglianza è limitata dalla differenza gerarchica, fino al paradosso di Atene, culla della democrazia europea e, insieme, luogo di schiavitù. Più tardi, proprio dall'uguaglianza la cultura cristiano-medievale muove nei termini di una fratellanza universale, salvo ricavarne la necessità della subordinazione dell'uomo nella vita terrena. E ancora la filosofia politica moderna costruisce lo Stato partendo dall'assioma di un'uguaglianza naturale tra gli individui, che però nella realtà si trova a fare i conti con coppie dialettiche quali cittadino straniero, proprietario-proletario, padrone-schiavo, uomo-donna. Infine, l'oggi: un tempo incerto, caratterizzato dai fenomeni globali che sfidano l'uguaglianza sul terreno della sua contraddittoria universalità.

L'austerità è di destra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brancaccio, Emiliano <1971-> - Passarella, Marco

L'austerità è di destra : e sta distruggendo l'Europa / Emiliano Brancaccio, Marco Passarella

Milano : Il Saggiatore, 2012

La cultura ; 762

Abstract: Merkel, Sarkozy, Monti, Draghi, tutti a ripetere lo stesso mantra: austerità, pareggio di bilancio, taglio della spesa pubblica. E intanto la grande recessione ci rituffa nell'incertezza totale del settembre 2008, quando la Lehman Brothers crollò gettando i mercati finanziari nel panico. Se allora erano le banche a dover passare sotto le forche caudine della speculazione, adesso è la volta degli Stati, specialmente quelli europei, indebitati fino al collo per far fronte alla crisi e costretti a sottomettere il proprio debito al giudizio giornaliero dei mercati e alle bizze delle agenzie di rating. Dopo Grecia e Irlanda, anche Spagna e Italia sono arrivate a un passo dal baratro, mentre la politica monetaria appare impotente nell'impedire la frantumazione dell'Europa. Ma se l'austerità fosse il rimedio che aggrava la crisi invece di risolverla? Se i tagli e l'aumento delle tasse invece di risanare il bilancio deprimessero ulteriormente l'economia e quindi il gettito fiscale? Emiliano Brancaccio e Marco Passarella, rinnovando la lezione di Keynes, ci spiegano perché, di fronte a una crisi di domanda come la nostra, la linea dell'austerità va combattuta, in quanto conservatrice, antisociale e quindi antidemocratica. Perché l'austerità è di destra, anche se in bocca a politici di tutti gli schieramenti.