Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Soggetto Condizioni socioeconomiche
× Editore Il *Mulino <casa editrice>
× Data 2005
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2007
× Soggetto Donne

Trovati 36 documenti.

Mostra parametri
Figlie dell'Islam
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gruber, Lilli <1957->

Figlie dell'Islam : la rivoluzione pacifica delle donne musulmane / Lilli Gruber

Milano : Rizzoli, [2007]

Abstract: Come è possibile la democrazia nel mondo arabo-musulmano, se metà della popolazione - quella femminile - è emarginata e oppressa? Per questo le donne che si battono per i loro diritti sono il fermento essenziale per far progredire la modernità in un Islam che cambia, e sostenere la loro lotta, secondo l'autrice, è il modo più efficace per esportare la democrazia. Per questo Lilli Gruber ha deciso di andare alla scoperta del femminismo islamico. Il suo viaggio parte dalla penisola arabica, culla dell'Islam ma anche dell'interpretazione del Corano, e la conduce in Egitto, Turchia, Marocco, Qatar.

Dare forma al silenzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossi-Doria, Anna <1938-2017>

Dare forma al silenzio : scritti di storia politica delle donne / Anna Rossi-Doria

Roma : Viella, 2007

Abstract: Il silenzio delle donne, malgrado i secolari stereotipi sul loro troppo parlare, è antico, profondo, tenace, per certi versi più ancora in età contemporanea che in età moderna, con una sola, grande eccezione: la letteratura. Esso è stato particolarmente pesante nella sfera politica, che fu a lungo, insieme al diritto, il luogo della massima esclusione femminile. Nella prima e più ampia parte di questo libro vengono ricostruiti alcuni momenti in cui le donne lottarono per l'accesso alla politica e per la sua ridefinizione, ponendo al centro il nesso tra lotta per l'uguaglianza e rivendicazione della differenza e trovando così parole nuove per dare appunto forma al silenzio. Vi sono raccolti saggi su temi di storia dell'Ottocento (le leggi di protezione del lavoro femminile in Inghilterra, il suffragismo in quel paese e negli Stati Uniti) e del Novecento (l'entrata delle donne nella sfera politica agli inizi della Repubblica e il neofemminismo in Italia, la recente lotta sovranazionale per i diritti delle donne come diritti umani).Nella seconda parte sono inseriti alcuni scritti degli anni Ottanta, legati al lavoro dell'autrice nel femminismo, per indagare il rapporto tra quest'ultimo e le sue successive ricerche di storia delle donne.

Il velo della paura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shariff, Samia

Il velo della paura / Samia Shariff ; traduzione di Claudia Lionetti

Milano : Sperling & Kupfer, [2007]

Abstract: La storia in prima persona di una donna che da sola è riuscita a spezzare le catene che la imprigionavano e raccontare al mondo la sua storia di violenza e abusi. Samia nasce a Parigi, da genitori algerini benestanti. A 7 anni la famiglia decide di tornare alle proprie radici, in quella Algeri sedotta dall'ideologia islamista. Samia, colpevole di essere nata femmina, cresce fra violenze fisiche e psicologiche, perpetrate tanto dal padre quanto dalla madre. A 16 anni è costretta a sposare un uomo più vecchio di lei, violento e crudele, da cui subisce abusi sessuali, minacce di morte, angherie di ogni tipo. Samia è una donna, e come tale non ha scelta: deve obbedire e sottomettersi. Il suo inferno durerà molti anni, fino a quando riuscirà a fuggire alla volta del Canada, insieme ai suoi figli. Verso una vita nuova.

La schiava bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bah, Diaryatou

La schiava bambina / Diaryatou, con la collaborazione di Sylvia Tabet ; traduzione di Raffaella Asni

Casale Monferrato : Piemme, 2007

Abstract: È l'ottobre del 2003. In un monolocale di quindici metri quadri, in un sobborgo alle porte di Parigi, una ragazza infreddolita fissa assente un piccolo televisore. Sullo schermo scorrono le immagini, ma lei non le vede, i suoi occhi sono vuoti, il suo cuore batte ma non sente più nulla. Persino i lividi non le fanno più male. Passano i giorni. Nella dispensa c'è solo pane e latte. E quello che resta di cento euro che - così ha detto partendo il marito della donna - devono durare due mesi. D'un tratto, la ragazza sente una voce. È una voce che potrebbe essere la sua, e racconta la sua stessa vita. Sposata dai genitori a 14 anni a un uomo di trent'anni più vecchio di lei, deportata in Europa dall'Africa per essere stuprata, picchiata e umiliata, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, in un incubo senza fine. Ma la voce di donna che viene dalla televisione racconta anche qualcosa di inimmaginabile: da una vita così si può fuggire. Si può chiedere aiuto, si può scappare. La giovane donna ora sa cosa deve fare. Deve alzarsi, uscire, parlare, piangere, spiegare. E ricominciare a vivere. Solo così potrà ricordare chi è, ritornare al suo villaggio in Guinea, chiudere gli occhi e rivivere i giorni felici con la nonna, che l'ha cresciuta come una vera madre, anche se non ha saputo evitare che le venisse inflitta l'usanza spietata dell'infibulazione. Solo così potrà cercare di curare quelle ferite che urlano tutto il suo dolore.

La donna e l'Africa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ribotto, Milena

La donna e l'Africa : il colore nel deserto / Milena Ribotto ; a cura di Monica Bianchi

Mantova : Edizioni Il Cartiglio Mantovano, [2007]

Bruciata viva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Suad

Bruciata viva / Suad ; con di Marie-Therese Cuny ; traduzione di Luciana Crepax

Casale Monferrato : Piemme, 2007

Abstract: Suad, giovane cisgiordana, sta facendo il bucato nel cortile di casa quando sente sbattere una porta alle sue spalle. È il cognato, che le rivolge una frase scherzosa. Suad si volta per replicare ma all'improvviso il suo corpo è intriso di un liquido freddo che in meno di un secondo diventa fuoco. Bruciare viva, è questa la punizione inflittale dalla famiglia per aver commesso il peggiore dei peccati, essere rimasta incinta prima del matrimonio. Nonostante le ustioni di terzo grado che la ricoprono, Suad riesce a salvarsi. Con l'aiuto di un'organizzazione umanitaria, fugge in Europa. Da qui, con indosso una maschera che protegge e nasconde il suo viso deturpato, racconta al mondo la sua storia, sfidando la legge degli uomini e la loro sete di vendetta.

Ragazze non troppo perbene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gilman, Susan Jane

Ragazze non troppo perbene : se vuoi una cosa, prendila! / Susan Jane Gilman

Casale Monferrato : Piemme, 2007

Abstract: Questo è un libro per donne toste, o per quelle che vogliono diventarlo. L'autrice invita all'astensione le ragazze perfettine, quelle sempre troppo per bene, le fanatiche oltranziste della dieta o quelle che dubitano delle teorie di Darwin ma credono ciecamente che una cremina al coenzima Q10 possa fermare il tempo. Queste pagine sono per i milioni di altre donne che vogliono opporre resistenza al bombardamento di chi le vuole in ogni momento perfette, toniche e produttive, ma anche sottomesse e conformate. Un libro per quelle che si sentono femminili anche con qualche chilo in più, che vogliono godere del tempo libero, della singletudine o della vita di coppia, ma che sanno di essere minacciate dai miliardi di messaggi negativi che i giornali, la tv, le aziende, e anche i famigliari moltiplicano. Sono pagine che insegnano a coltivare il meglio che c'è in ognuna, a prendere quello che si vuole con il sorriso sulle labbra.

Diritti delle donne e multiculturalismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Okin, Susan Moller <1946-2004>

Diritti delle donne e multiculturalismo / Susan Moller Okin ; a cura di Joshua Cohen, Matthew Howard e Martha C. Nussbaum ; edizione italiana a cura di Antonella Besussi e Alessandra Facchi

Milano : R. Cortina, 2007

Abstract: La femminista radicale Susan Moller Okin discute assieme a quindici interlocutori, del calibro di Martha Nussbaum e Saskia Sassen, su temi legati al multiculturalismo e al femminismo. È giusto obbligare le altre culture a conformarsi ai nostri standard di uguaglianza sessuale? O bisogna rispettare le tradizioni culturali e le credenze religiose degli altri gruppi etnici? I saggi che compongono il volume, tutti molto incisivi e di facile lettura, affrontano la questione da punti di vista eterogenei, obbligandoci a mettere da parte i nostri pregiudizi e a considerare anche le ragioni degli altri.

La schiava bambina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bah, Diaryatou

La schiava bambina / Diaryatou, con la collaborazione di Sylvia Tabet

Casale Monferrato : Piemme, 2007

Abstract: È l'ottobre del 2003. In un monolocale di quindici metri quadri, in un sobborgo alle porte di Parigi, una ragazza infreddolita fissa assente un piccolo televisore. Sullo schermo scorrono le immagini, ma lei non le vede, i suoi occhi sono vuoti, il suo cuore batte ma non sente più nulla. Persino i lividi non le fanno più male. Passano i giorni. Nella dispensa c'è solo pane e latte. E quello che resta di cento euro che - così ha detto partendo il marito della donna - devono durare due mesi. D'un tratto, la ragazza sente una voce. È una voce che potrebbe essere la sua, e racconta la sua stessa vita. Sposata dai genitori a 14 anni a un uomo di trent'anni più vecchio di lei, deportata in Europa dall'Africa per essere stuprata, picchiata e umiliata, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, in un incubo senza fine. Ma la voce di donna che viene dalla televisione racconta anche qualcosa di inimmaginabile: da una vita così si può fuggire. Si può chiedere aiuto, si può scappare. La giovane donna ora sa cosa deve fare. Deve alzarsi, uscire, parlare, piangere, spiegare. E ricominciare a vivere. Solo così potrà ricordare chi è, ritornare al suo villaggio in Guinea, chiudere gli occhi e rivivere i giorni felici con la nonna, che l'ha cresciuta come una vera madre, anche se non ha saputo evitare che le venisse inflitta l'usanza spietata dell'infibulazione. Solo così potrà cercare di curare quelle ferite che urlano tutto il suo dolore.

Cultura e genere: un binomio per il cambiamento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carnevali, Stefania

Cultura e genere: un binomio per il cambiamento / Stefania Carnevali ; a cura di Grazia Cotti Porro

[S.l. : s.n.], stampa 2007 (Mantova : Publi Paolini)

La spada di fuoco
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vianello, Mino

La spada di fuoco : il ruolo delle donne nella nuova democrazia / Mino Vianello ; prefazione di Elisabetta Addis

Bari : Dedalo, [2007]

Abstract: Partendo dall'affermarsi di correnti di pensiero, sopratutto femminili, che sottolineano l'importanza dell'empatia come patrimonio precipuo della psiche umana, preservato principalmente dalle donne proprio a causa dell'emarginazione cui sono state soggette, si prospetta la necessità d'una riformulazione del concetto di cittadinanza che si fondi sul comunitarismo, reso oggi possibile in forma nuova dai progressi in campo informatico.

Le vere signore non parlano di soldi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Talò, Anna

Le vere signore non parlano di soldi / Anna Talo'

Milano : A. Mondadori, 2007

Abstract: Le donne sanno gestire benissimo i soldi: a loro tocca solitamente far quadrare i conti in famiglia, loro sono deputate agli acquisti per la casa. Ma spesso non sanno parlarne. Hanno conservato un curioso pudore, quasi che i tempi in cui una vera signora non trattava di denaro, perché era inelegante, non fossero passati. Eppure di ragioni per mettere sul tavolo la questione apertamente ce ne sarebbero: per esempio la discriminazione salariale, che le porta a guadagnare il 25 per cento in meno dei colleghi maschi; così come il rischio di diventare povere, che corrono in una percentuale doppia rispetto agli uomini. A discutere di quattrini, di cosa rappresentino per loro e di quali comportamenti le donne dovrebbero adottare per migliorare la propria posizione economica parlano 14 donne che hanno raggiunto grandi risultati nella professione. Ma ci sarà anche un uomo, a raccontare come le vedono loro, l'altra metà del cielo.

Una vita meno ordinaria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Halder, Baby

Una vita meno ordinaria : diario di una domestica indiana / Baby Halder ; traduzione di Vincenzo Vega

Milano : Bompiani, 2007

Abstract: In una grande casa di Delhi, una domestica sta spolverando i libri dell'imponente biblioteca di un docente di antropologia in pensione. Comincia a sfogliarne uno, a leggere le prime pagine, quando il vecchio professore la sorprende. Ma invece del temuto rimprovero, arriva un incoraggiamento a continuare la lettura, e il regalo di un quaderno e di una penna su cui scrivere i propri ricordi. A volte basta così poco per cambiare una vita. Davanti a Baby Halder si spalanca un mondo nuovo: scopre che affidare alla carta un passato di maltrattamenti, disgrazie e umiliazioni è un'esperienza liberatoria, ma non può immaginare che nel giro di qualche mese i suoi scritti diventeranno il caso letterario più amato e discusso dell'India, oltre a venir tradotti in dieci lingue. Ad avere toccato una corda profonda nei lettori di tutto il mondo è l'autobiografia di una bambina abbandonata dalla madre, costretta a sopportare prima l'indifferenza della matrigna e di un padre assente, poi la brutalità di un uomo sposato a dodici anni e di quattordici più vecchio di lei. Una donna che un giorno ha deciso di fuggire con i suoi figli, tentando la fortuna nella grande città per riscattarsi dall'infimo livello della gerarchla sociale indiana e dal destino di rinuncia e sottomissione cui sembrava condannata. Una storia vera che ha il sapore di una favola moderna sulla speranza, il coraggio, il riscatto e il potere della letteratura.

La scomparsa delle donne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Terragni, Marina <giornalista>

La scomparsa delle donne : maschile, femminile e altre cose del genere / Marina Terragni

Milano : A. Mondadori, 2007

Abstract: L'autrice lancia un allarme, un appello e una sfida a tutte le donne. Si deve e si può tornare a praticare la propria femminilità senza perdere nulla, e anzi guadagnando in libertà e felicità. Vivere pienamente la differenza è il solo modo di essere davvero pari. Il rischio, come avverte il titolo, è quello della scomparsa, dell'estinzione delle donne e dell'omologazione sessuale. E adesso che anche gli uomini sono in crisi, come scorticati dalla fine del patriarcato, ma forse proprio per questo più interessanti, è il momento di distogliere le energie dalla rincorsa del modello maschile globale e investirle nella ricerca di una civiltà femminile, per il bene delle donne e degli uomini: Il mondo è pieno di tracce di questo universo femminile, di indizi che aspettano solo che qualcuna li scopra, e questo libro vuole scoprirne qualcuno. Si tratta di saper vedere quello che c'è e di farlo fiorire. Ci sono tracce di un mondo femminile nelle parole che usiamo, in certi scarti della lingua da cui trapela inaspettatamente qualcosa d'altro. Nelle cose che insistiamo a fare e in quelle che invece ci ostiniamo a non voler fare, per esempio la politica com'è comunemente intesa. Nel fatto che siamo sempre in cerca di qualcosa che ancora non si vede, eppure siamo sicure che c'è. Un testo che cerca di calare nel nostro quotidiano tutte le questioni legate ai rapporti fra i generi.

Le donne diventano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Le donne diventano / Lilia Beretta ... [et al.]

[S.l.] : CGIL Lombardia, stampa 2007

Sfigurata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

al-Baz, Rania

Sfigurata / Rania al-Baz

Milano : Sonzogno, 2007

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il 4 ottobre 2004 Rania al-Baz, una delle pochissime giornaliste televisive dell'Arabia Saudita, giovane, bella e senza velo, viene massacrata di botte dal secondo marito. Le foto con il suo viso fratturato in 14 punti fanno il giro del mondo e lei diventa una nuova bandiera per chi combatte per i diritti delle donne nei Paesi islamici. Con questo libro Rania vuole lanciare un messaggio forte: Uomini, fermate la violenza. Un storia drammatica, comune però a tante altre donne di fede musulmana: l'infanzia con un padre padrone, il primo matrimonio combinato a 15 anni, l'onta del divorzio, la solitudine e la fatica per ricostruirsi una nuova vita professionale e coniugale, la violenza del marito. La ribellione, in nome della libertà, ma anche la paura.

Essere donne al tempo delle nuove tecnologie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Essere donne al tempo delle nuove tecnologie : psicologia di comunita' ed empowerment / Bianca Rosa Gelli, Gioacchino Lavanco, Monica Mandalà (a cura di) ; con un saggio introduttivo di Angela Maria Di Vita e Paola Miano ; con i contributi di Lucia Attolico ... [et al.]

Milano : Angeli, 2007

Abstract: Un volume che narra il progresso sociale e professionale della donna e le strategie di azione al femminile adottate all'interno dei contesti (familiare, lavorativo, sociale) in cui la donna è presente. L'analisi dei processi di escalation sociale femminile viene affrontata, nei diversi contributi presenti, attraverso un punto di vista interdisciplinare, proprio della psicologia di comunità. Le ricerche e gli apporti teorici proposti dagli autori intervengono a rendere esplicita la legittimazione del ruolo femminile all'interno dei diversi settori occupazionali, in cui è frequente l'uso dell'informatica e sintetizzano una raccolta che intende approfondire il tema delle pari opportunità, a partire da un'attenta analisi dell'universo femminile e delle possibili forme di cambiamento sociale dettate dall'avvento dell'era delle tecnologie. Diviso in tre parti, si propone come un percorso scientifico che accompagna l'azione progettuale e le finalità dell'Iniziativa Comunitaria EQUAL nata in una realtà siciliana con lo scopo di promuovere attività per colmare il gender digital divide.

Contro le donne nei secoli dei secoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ballestra, Silvia <1969->

Contro le donne nei secoli dei secoli / Silvia Ballestra

Milano : Il saggiatore, [2006]

Abstract: Un nuovo movimento al femminile ha inaugurato il 2006: tantissime donne hanno aderito all'appello Usciamo dal silenzio e sono tornate in piazza. Molte di loro sono ex militanti e molte giovanissime. Grande assente è la generazione che oggi ha tra i trenta e i quarant'anni. Perché? Perché gli slogan, il linguaggio e le modalità di lotta degli anni sessanta e settanta non parlano più alle donne di oggi. Eppure i feroci attacchi da parte del Vaticano, la negazione delle quote rosa dentro il Palazzo e uno sciovinismo sempre più subdolo nel mondo del lavoro segnalano che la situazione è grave. Silvia Ballestra scatta un'istantanea delle donne italiane oggi: i modelli demenziali imposti dal mercato e dai media (non solo le veline ma anche le cosiddette conduttrici impegnate); le maternità sempre più difficili; il confronto con le straniere; l'arretratezza della politica italiana. Nessuna soluzione consolatoria all'orizzonte, ma una presa di coscienza dello spaesamento, dell'assenza di riferimenti, della necessità di cominciare da capo.

Fallocrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Davi, Klaus <1965->

Fallocrazia / Klaus Davi

Milano : Rizzoli, 2007

Abstract: Secondo l'autore, la politica italiana, e la società che la esprime, sono ossessionate dal culto dalla virilità. Per questo la percentuale rosa nelle stanze del potere in Italia è tra le più basse in Europa. Questo libro provocatorio passa in rassegna con ironia le molte facce del maschilismo di lotta e di governo e rigira il coltello nella piaga sociale della discriminazione professionale. E spiega una volta per tutte perché le donne, in Italia, ai posti di comando non ci arriveranno mai.

Il futuro del maschio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Salzman, Marian - Matathia, Ira - O'Reilly, Ann

Il futuro del maschio / Marian Salzman, Ira Matathia e Ann O'Reilly

Milano : Corbaccio, [2007]

Abstract: Tre sociologi americani noti in tutto il mondo per aver proposto la definizione di maschio metrosexual descrivono in questo libro le tendenze che portano a una nuova definizione di identità maschile. La conclusione è che la mascolinità oggi non ha nulla a che fare neppure con quella di pochi anni fa e ha un significato molto più ampio, soprattutto in termini di libertà e possibilità per l'uomo. L'uomo cosiddetto metrosexual, attento allo stile, alla cura del proprio corpo e più incline allo shopping di quanto non sono le donne, ma interiormente conservatore e prevaricatore, sembra ormai tramontato per dar vita all'uomo iiber-sexual, curato nell'aspetto, ma non fanatico dell'esteriorità, e soprattutto portato al dialogo con l'universo femminile, senza ricadere nello stereotipo lagnoso dell'anti-macho. Due icone per esemplificare? Beckham contro Clooney. Attraverso un viaggio affascinante nei costumi e nei consumi degli uomini, questo libro mette in luce i cambiamenti che stanno avvenendo, mostra come sta evolvendo il ruolo del maschio e quale impatto ciò avrà nell'ambito dei consumi, della cultura e della società.