Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Soggetto Condizioni socioeconomiche
× Soggetto Donne
× Genere Saggi
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2012
× Soggetto Italia

Trovati 73 documenti.

Mostra parametri
Green Italy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Realacci, Ermete

Green Italy / Ermete Realacci ; prefazione di Ivan Lo Bello ; postfazione di Alberto Meomartini

Milano : Chiarelettere, 2012

Abstract: Possiamo battere la crisi? Non sarà facile, ma la risposta è sì. Se sapremo guardare l'Italia con occhi diversi da quelli delle agenzie di rating, con l'affetto e la curiosità necessari a cogliere i nostri tanti talenti. Ermete Realacci prova a farlo. Racconta, dal Nord al Sud, storie di un'alleanza tra imprese e comunità, tra ambiente e nuovi modi di vivere che possono traghettarci verso un paese più desiderabile e più competitivo. E Green Italy. Dove la green economy sposa le vocazioni nazionali, tiene insieme le tradizioni con l'elettronica e la meccanica di precisione. Punta su qualità, ricerca e conoscenza per produrre un'economia più sostenibile e innovativa. Si apre ai mercati globali e rinsalda i legami con il territorio, facendosi forte della coesione sociale e del capitale umano. È la via di un patriottismo dolce che può cambiare l'Italia. Un'idea di futuro per l'economia, la società, la politica. Prefazione di Ivan Lobello, postfazione di Alberto Meomartini.

Scusi, quanto costa l'escursione termica?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Narici, Daniela

Scusi, quanto costa l'escursione termica? : agenzie di viaggio sull'orlo di una crisi di nervi / Daniela Narici ; illustrazioni originali di Renzo Bodio

Roma : Robin, 2012

Abstract: Un breviario delle domande più assurde e divertenti rivolte alle agenzie di viaggio dai loro clienti. Coppie in viaggio di nozze, giovani in cerca d'avventura, vecchietti arzilli. Questi i protagonisti dei brevi e divertenti episodi in cui si racconta la costruzione del viaggio; dalla scelta della destinazione all'analisi delle offerte per arrivare, infine, alla partenza in aeroporto. "Scusi, quanto costa l'escursione termica?" è la diffusione di tanti sorrisi raccolti negli anni, la descrizione di inediti "dietro le quinte" nell'incontro tra viaggiatori e agenti di viaggio.

Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua / a cura di Andrea Segre' e Luca Falascono

Milano : Edizioni Ambiente, 2012

Abstract: Ogni giorno utilizziamo grandi quantità di acqua per bere, cucinare e lavare, ma quella che impieghiamo, in modo indiretto, per produrre il cibo di cui ci nutriamo è molta di più. Dietro ai pasti che consumiamo quotidianamente ci sono enormi quantità di acqua: circa 3.600 litri per un'alimentazione a base di carne e 2.300 litri per una dieta vegetariana. Fino a quando il cibo che produciamo serve per sfamarci, tutto - o quasi - può trovare una giustificazione, ma possiamo dire la stessa cosa quando utilizziamo acqua per produrre cibo che, per mere ragioni commerciali, non raggiungerà mai la nostra tavola? Buttare via 200 grammi di carne rossa equivale a sprecare 3.000 litri di acqua che sono stati impiegati principalmente per nutrire l'animale; gettare una tazzina di caffè è come buttare in pattumiera 140 litri di acqua. Un vero spreco nello spreco. Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua, rapporto a cura di Last Minute Market realizzato nell'ambito della campagna Un anno contro lo spreco, propone un'analisi documentata, dettagliata e aggiornata per fare chiarezza e spronarci a cambiare i nostri stili di vita e di consumo.

Privilegium
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ainis, Michele <1955->

Privilegium : l'Italia divorata dalle lobby / Michele Ainis

Milano : Rizzoli, 2012

Abstract: I figli dei bancari ereditano il posto del padre. Le mogli dei ferrovieri viaggiano in treno gratis. I sindacalisti sono esentati dai contributi pensionistici. I giornalisti non pagano nei musei. Piccole cose, rispetto agli scandali dei nostri conti pubblici? Tutt'altro: sono i segni rivelatori di una rete di privilegi e ingiustizie, in gran parte sommersa, che copre l'intero Paese e blocca ogni riforma. Così paghiamo conti salatissimi imposti dai cartelli delle varie categorie. Così lo Stato foraggia - con le nostre tasse notai, giornalisti, farmacisti e mille altre lobby. Così uno spaventoso 53 per cento degli italiani rimane intrappolato nel suo ceto d'origine e dagli anni Ottanta la disuguaglianza sociale è cresciuta del 33 per cento. E l'Italia si disgrega in mille rivoli di interessi privati. In questo libro documentato e appassionato, Michele Ainis individua il ganglio fondamentale su cui si gioca la prossima, decisiva, partita dell'Italia: liberarci dalla dittatura degli interessi privati per diventare un Paese dinamico e competitivo. Come? Grazie a una vera liberalizzazione, con leggi ferree e senza eccezioni. Come scrive Ainis, Non resta che la rivoluzione. Pacifica, ordinata; ma senza dispense né indulgenze, senza salvacondotti per i vecchi vassalli e valvassori. Di eccezioni, fin qui, ne abbiamo sperimentate troppe. Ora è il tempo della regola.

Tipi sinistri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pansa, Giampaolo <1935->

Tipi sinistri : i gironi infernali della casta rossa / Giampaolo Pansa

Milano : Rizzoli, 2012

Abstract: Esiste ancora la sinistra in Italia? Sembra di sì, e non so dire se sia un bene o un male. Qualche amico proverà orrore perché oso scriverlo e penserà che abbia davvero cambiato campo. Ogni tanto qualcuno mi accusa: Pansa, sei diventato di destra! Di solito sono signori che non hanno digerito i miei libri revisionisti sulla guerra civile. Adesso troveranno qui una conferma dei loro sospetti. Li capisco. Tipi sinistri è il ritratto dei vizi che uccidono il progressismo italiano, una descrizione fondata sulle figure dei suoi capi e capetti. Ho imparato da tempo una verità: le idee camminano sulle gambe degli esseri umani. È un principio che vale anche per i partiti. Se vogliamo capire di quale pasta sono fatti, bisogna osservare i personaggi che ne occupano le prime file. Tipi sinistri dipinge senza riguardi i big rossi. Ma soprattutto li colloca in una sequenza di gironi infernali che spiega molte delle loro disgrazie. Si va dagli Invincibili agli Sconfitti, dai Superstiti agli Isterici, dagli Apprendisti agli Indignati, per approdare ai Bolliti, ai Dispersi, ai Rinati e agli Inguaiati. (...) Concludo avvertendo che nella catastrofe delle sinistre ho saputo distinguere. Giorgio Napolitano non assomiglia certo a tante eccellenze rosse. Lo stesso vale per Carlo De Benedetti: l'Ingegnere è meglio di molti dei soloni che scrivono sui suoi giornali. (Giampaolo Pansa)

Il paese leggero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Colombo, Fausto <1955->

Il paese leggero : gli italiani e i media tra contestazione e riflusso (1967-1994) / Fausto Colombo

Roma ; Bari : Laterza, 2012

Abstract: Fra la fine degli anni Sessanta e la metà degli anni Novanta l'Italia cambia due volte pelle, corpo, anima. Prima scopre la partecipazione, l'egualitarismo, la modernizzazione della sensibilità e della cultura, il femminismo; poi si riconosce nell'individualismo, nella micro imprenditorialità, nel diritto al consumo e nella seduzione del benessere e della moda. La domanda di fondo è: "com'è stato possibile passare dalla contestazione al riflusso?". La risposta è da cercare in un'analisi trasversale del racconto dei media di quegli anni (stampa, cinema, fumetti, radio e televisione).

Microcredito
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Microcredito : dimensioni e prospettive del prestito sociale e imprenditoriale in Italia : 6. rapporto sul microcredito (2009-2010) / a cura di c.borgomeo&co

Roma : Donzelli, 2012

Abstract: La crisi economica ha fatto emergere prepotentemente anche in Italia l'importanza del microcredito, strumento che negli ultimi anni si è affermato come mezzo efficace e diffuso per contrastare le conseguenze di questa fase delicata. Ciò è avvenuto sia attraverso lo sviluppo delle micro-imprese e del lavoro autonomo, sia attraverso le politiche di welfare, con l'inclusione finanziaria e sociale dei cosiddetti "non bancabili". La varietà degli interventi sul territorio, insieme al crescente numero dei soggetti che operano nel settore, testimonia la validità del microcredito e, insieme, la necessità di comprendere a fondo i meccanismi che ne sono alla base. Lo studio, condotto da c.borgomeo

Il movimento femminista in Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lussana, Fiamma <1954->

Il movimento femminista in Italia : esperienze, storie, memorie (1965-1980) / Fiamma Lussana

Roma : Carocci, 2012

Abstract: Una storia del movimento femminista italiano non è stata mai scritta. Il motivo principale di questa lacuna storiografica è che la maggior parte dei gruppi, sorti nel nostro paese fin dalla metà degli anni sessanta, ha scelto la reticenza, l'anonimato, una memoria non detta. Colmare questo silenzio è possibile oggi grazie ai Centri di documentazione e di ricerca sulla storia delle donne. Il volume ricostruisce le ragioni e il percorso del femminismo all'interno della storia del nostro paese ricomponendo la vita dei diversi gruppi à partire dalle contraddizioni dell'Italia post-miracolo fino alla svolta degli anni ottanta e novanta quando, dopo la cupa stagione degli anni di piombo, il femminismo si ripensa e cambia rotta.

Senza chiedere il permesso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zanardo, Lorella <1957->

Senza chiedere il permesso : come cambiamo la TV (e l'Italia) / Lorella Zanardo

Milano : Feltrinelli, 2012

Abstract: Il corpo delle donne è stato un fenomeno dirompente: il documentario e il libro hanno mostrato a milioni di persone quanto in Italia un certo tipo di tv fosse diventato pervasivo e nocivo, e davvero non più tollerabile. Ma dalla denuncia occorre passare all'azione e Lorella Zanardo con questo libro racconta come si può concretamente lavorare per cambiare i media. E con i media, la società. Innanzitutto i giovani: sono loro che possono inventarsi il futuro, senza chiedere il permesso alle generazioni che hanno costruito il mondo così com'è. In centinaia di incontri nelle scuole, Zanardo ha conosciuto tantissime ragazze e ragazzi, e proprio dai loro pensieri e dalle loro domande nasce la sua riflessione sul sistema dei media in Italia. Reclamando una vera e propria ecologia della mediasfera, l'autrice smonta il mito dell'audience, cerca di andare oltre la sterile diatriba sulla qualità televisiva, indaga le responsabilità, analizza le possibilità del servizio pubblico e mette al centro del gioco il cittadino spettatore. E con il percorso per il consumo attivo della tv Nuovi occhi per i media, scritto insieme a Cesare Cantù, fornisce uno strumento chiaro e accessibile per tutti coloro che non vogliono subire più il marketing televisivo, ma intendono riappropriarsi della loro capacità di comprendere, discriminare, criticare. Perché sono i cittadini consapevoli, pronti a rivendicare i propri diritti che possono cambiare la tv, i media e la società tutta.

Palacinche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sansone, Caterina - Tota, Alessandro <1982->

Palacinche : storia di un'esule fiumana / Caterina Sansone, Alessandro Tota

Roma : Fandango, 2012

Abstract: Una ricostruzione a quattro mani del peregrinare di un’esule giuliano-dalmata in Italia a seguito del consolidarsi del regime di Tito e dell’annessione di Fiume alla ex Jugoslavia. È quanto hanno fatto la fotografa Caterina Sansone e il fumettista Alessandro Tota. I due autori hanno percorso a ritroso il viaggio che la madre della Sansone, Elena, e la sua famiglia hanno intrapreso nel 1950 e che li ha impegnati in un lungo pellegrinaggio durato dodici anni.

A regola d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Riboldi, Riccardo

A regola d'arte : storia dell'artigianato in Italia / Riccardo Riboldi ; prefazione di Sergio Silvestrini

Genova : Erga, [2012]

Abstract: Da sempre l'artigianato risponde in modo flessibile ai grandi processi di trasformazione, traducendo i propri valori in un linguaggio imprenditoriale al passo con i tempi. Ciò dipende dalla capacità delle nostre imprese di aggiornare un patrimonio antico e sfruttare al meglio le condizioni in cui la divisione estesa del lavoro interagisce con la tradizione e l'ambiente sociale. Regole di reputazione e qualità del prodotto distinguono la manifattura italiana fin dagli albori dell'età moderna. Regole di comportamento e rapporti collaborativi caratterizzano i sistemi locali di piccola impresa tanto nelle città medievali quanto nelle aree distrettuali del secondo dopoguerra. Oggi, nell'era globale, il gusto e la ricercatezza si accompagnano al bisogno di sobrietà, di compatibilità e rispetto per la società e l'ambiente. Produrre artigianalmente significa riconoscersi nei valori e nelle istanze di chi sostiene un modello di sviluppo più attento al rinnovamento e alle esigenze del mondo contemporaneo.

Le parole e i fatti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Monti, Mario <1943->

Le parole e i fatti / Mario Monti ; a cura e con un'intervista di Federico Fubini

Milano : Rizzoli, 2012

Abstract: I posti di lavoro improduttivi ostacolano la creazione di posti produttivi e perciò impediscono a molti giovani di trovare un impiego. La solidarietà falsa è quella erogata con modalità che causano minori investimenti, maggiore inflazione, minore crescita, costi per le generazioni future, mentre il Trattato di Maastricht non pone limiti alla possibilità di erogare solidarietà vera: dare ad alcuni oggi togliendo ad altri oggi, non togliendo alle generazioni future. Se respingiamo l'idea di voler competere con i Paesi più produttivi perché non siamo disposti a inseguire troppo l'efficienza a scapito della solidarietà, senza volerlo prepariamo l'Italia a un futuro di disoccupazione. Ma non occorre abbandonare i valori profondi della nostra società: basta affidarne l'attuazione a strumenti che non ostacolino troppo l'efficienza del sistema produttivo. Queste frasi provengono da articoli scritti da Mario Monti per il Corriere della Sera nel 1993, ma potrebbero essere utilizzate per spiegare la sua azione attuale di presidente del Consiglio. Derivano infatti da una visione generale - quella dell'economia sociale di mercato - che ha sempre guidato il pensiero e l'azione di Monti: da economista, da commissario europeo, da tecnico chiamato a fermare la corsa dell'Italia (e dell'Europa) verso l'abisso della crisi. Questo libro raccoglie gli interventi più significativi di Monti dal gennaio 1992 alla presentazione del decreto salva-Italia nel dicembre 2011.

Falsi amici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ginori, Anaïs <1975->

Falsi amici : Italia-Francia. Relazioni pericolose / Anais Ginori

Roma : Fandango, 2012

Abstract: Quando si studia il francese, una delle prime cose che s'imparano sono i cosiddetti fauxamis, Falsi Amici. Quei termini che assomigliano a qualcosa e che invece significano tutt'altro. Un eterno difetto di traduzione che diventa parabola della millenaria relazione fra Italia e Francia. La vicinanza ha sempre creato tra i due paesi un'illusione di conoscenza e comunanza. Nel tricolore italiano c'è il verde al posto del blu. I due popoli si chiamano confidenzialmente cugini si contendono da secoli il primato enogastronomico convinti di primeggiare sull'altro nelle classifiche mondiali del gusto e dell'eleganza. Nonostante la reale convergenza di culture ed esperienze, a intervalli regolari riemergono, però, nervi scoperti tra i due popoli. Le affinità culturali e storiche non impediscono incomprensioni ed equivoci. Dall'inimicizia fra Silvio Berlusconi e Nicolas Sarkozy alla vittoria socialista di Frangois Hollande che fa sognare la riscossa della sinistra anche in Italia. Dalla mancata estradizione di Cesare Battisti che riattualizza il dibattito sulla dottrina Mitterrand alle rivalità sportive che puntellano periodicamente le storie nazionali, fino ad arrivare ai recenti contenziosi sulle politiche di riduzione dell'immigrazione, la messa in discussione del trattato di Schengen e il diverso approccio alla crisi economica che ha investito il mondo occidentale negli ultimi anni.

La concorrenza nella ricerca scientifica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Magris, Francesco

La concorrenza nella ricerca scientifica : il caso dell'economia / Francesco Magris

Milano : Bompiani, 2012

Abstract: Lo stato della ricerca scientifica in Italia desta da qualche anno preoccupazione. Drastici tagli ai fondi destinati agli enti di ricerca e sistemi di cooptazione baronali sono giornalmente denunciati da attenti osservatori, i quali invocano delle riforme volte a introdurre un sistema di Incentivi che stimolino una tensione concorrenziale fra i ricercatori. Tuttavia, l'idea che la produzione scientifica possa sottostare alle stesse leggi che regolano la produzione dei beni ordinari, si presta a una serie di critiche. In questo saggio, l'autore evidenzia la natura intrinsecamente non mercantile dell'attività di ricerca e la difficoltà di poterla assimilare alle attività economiche più tradizionali. È la stessa pluralità creativa del mercato a richiedere approcci molteplici e diversi. Prendendo spunto dal dibattito in corso nell'ambito della scienza economica, l'autore perviene a svelare paradossi e contraddizioni insite in un sistema culturale fondato talora acriticamente sul paradigma maggioritario e sulle tendenze vincenti della scienza economica, a scapito del pluralismo così vitale per ogni ramo del sapere.

Affari nostri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Affari nostri : diritti umani e rapporti Italia-Argentina 1976-1983 / a cura di Claudio Tognonato

Roma : Fandango, 2012

Abstract: Affari nostri è il1 frutto di un'indagine internazionale sui rapporti tra i diversi poteri economici, politici, militari italiani e la dittatura argentina. Con il passare degli anni alcuni militari sono stati arrestati, giudicati e condannati per i gravi crimini commessi durante il regime. Le testimonianze della loro feroce repressione hanno lasciato una profonda cicatrice nella storia del ventesimo secolo. Questo libro vuole andare oltre le accuse, oltre le condanne ai diretti responsabili dei singoli delitti per capire fino in fondo come tutto ciò sia stato possibile. La denuncia si è concentrata sugli autori materiali la cui azione, però, non avrebbe potuto svolgersi indisturbata se non fosse stata favorita anche dalla comunità internazionale. A questo proposito Claudio Tognonato raccoglie le ricerche di storici, sociologi e accademici per ricostruire le convergenze non sempre lecite nei rapporti fra Italia e Argentina durante gli anni della dittatura. Accordi commerciali che hanno visto protagonista lo Stato italiano e aziende private, dalla Rizzoli alla Pirelli, dalla Techint-Dalmine alla Selenia; l'emergere della strategia internazionale della P2; il ruolo di Licio Gelli nei rapporti politico-economici con l'Argentina dei militari; l'importanza dell'immagine all'estero nella strategia del regime e quindi la copertura della stampa italiana di quegli anni. Un'indagine che apre un capitolo inedito nel vasto racconto della dittatura argentina.

La rivoluzione delle tasse
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tinti, Bruno <1942->

La rivoluzione delle tasse / Bruno Tinti

Milano : Chiarelettere, 2012

Abstract: Un patto scellerato. Quello tra lo Stato e gli evasori. Se il 93 per cento del totale del gettito tributario lo pagano i lavoratori dipendenti e i pensionati vuol dire che troppi italiani vivono a sbafo: sono i possessori di partita Iva e i tanti professionisti che denunciano molto meno di quanto guadagnano. Intanto lo Stato li protegge: o non controllandoli, o con iniziative ad hoc come i condoni (uno ogni quattro anni), o con leggi specifiche (abolizione del falso in bilancio). Il messaggio è chiaro: rubare si può. Ecco la testimonianza di chi ha provato a far pagare le tasse, anche con la proposta di una nuova legge tributaria approdata in parlamento ma affossata dal partito trasversale degli evasori. E ora? La vera rivoluzione di Monti sarebbe quella di far pagare le tasse a tutti. 160 miliardi da recuperare, altro che finanziaria. Potremmo essere più ricchi: come dimostra Bruno Tinti, basterebbe poco per raggiungere un risultato straordinario. Ma bisogna volerlo e non aver paura di perdere il voto degli evasori.

Le trappole della meritocrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barone, Carlo <1975->

Le trappole della meritocrazia / Carlo Barone

Bologna : Il mulino, 2012

Abstract: In un paese come il nostro, in cui prevale l'ereditarietà sociale e il talento fatica a emergere, la questione della meritocrazia è cruciale. Ma in che cosa consiste l'ideale meritocratico? Il volume presenta diverse declinazioni della meritocrazia e ne illustra i rispettivi punti di forza, ma anche le possibili debolezze. Vengono discussi poi gli inconvenienti degli incentivi al merito, ad esempio l'indebolimento delle motivazioni intrinseche: ci si impegna per vincere un premio, non per realizzare un progetto. Meritocrazia può significare però anche pari opportunità: l'indagine, dati alla mano, evidenzia il ruolo fondamentale dell'istruzione come ascensore sociale per chi proviene dal basso e approfondisce temi assai dibattuti quali la riforma delle scuole e delle università o le liberalizzazioni del commercio e delle professioni.

Scarti di famiglia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Missaglia, Daniela

Scarti di famiglia : storie di separazioni conflittuali e di figli calpestati / Daniela Missaglia

Milano : Rizzoli, 2012

Abstract: Avvocato matrimonialista di lunga esperienza, Daniela Missaglia racconta in queste pagine, dure ma emozionanti, dodici storie ispirate a casi reali per lanciare un doloroso allarme: nelle separazioni conflittuali molto spesso sono i figli - piccoli o adolescenti - a pagare il prezzo più alto. Si tratta purtroppo di un fenomeno tragicamente attuale, dal momento che, in Italia, il 66,4% delle separazioni e il 60,7% dei divorzi riguardano coppie con figli e che spesso le aule di Giustizia diventano arene dove si combattono guerre per l'affidamento di bambini e ragazzi calpestando in modo brutale le loro esigenze affettive e la loro sensibilità. Con una narrazione coinvolgente che ci accompagna dentro questi vissuti, l'autrice cerca di sbrogliare i mille dubbi di coscienza che possono assalirci in situazioni simili, e di dare un senso alle sofferenze cui ha assistito. Al tempo stesso presenta personaggi vividi che simboleggiano realtà sempre più comuni nella nostra società. Donne annichilite e schiacciate da anni di conflitti matrimoniali e umiliate dal marito, come Salirne, costretta a subire violenze fisiche e psicologiche quotidiane e a lottare per dimostrare di essere una buona madre. Ma anche uomini, come il signor Mantovani, che hanno perso tutto e non possono più nemmeno svegliarsi la mattina insieme con i propri figli... E soprattutto figli cresciuti all'ombra della follia di un padre e una madre che si odiano almeno quanto si sono amati e che li usano...

The Full Monti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Makkox <1965->

The Full Monti / Makkox

[Milano] : Rizzoli Lizard, 2012

Abstract: Non una banale raccolta, bensì un vero e proprio super-racconto in cui Makkox - attraverso la sequenza di vignette pubblicate per il Post nell'anno compreso tra il settembre 2011 e il settembre 2012 - racconta la tragicomica vita del nostro Paese: Full Monti è un ritratto impietoso un'Italia meravigliosamente ridicola, stupefacente nelle sue mille contraddizioni. Lo scandalo del bunga bunga e le intercettazioni, la caduta di Berlusconi e il nuovo governo tecnico, Bossi e Formigoni, il Papa e il Dalai Lama, la manovra finanziaria e la diplomazia internazionale, ma anche un reportage in diretta da Sanremo e, naturalmente, gli Europei di calcio 2012: Makkox non risparmia niente e nessuno.

Il gusto delle donne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Granello, Licia

Il gusto delle donne : il mestiere della tavola in venti storie al femminile / Licia Granello

Milano : Rizzoli, 2012

Abstract: Nutrire è un atto esclusivamente femminile. Nella lingua italiana esiste soltanto la nutrice, non il nutore, così come c'è la balia ma non il balio. Per una donna, quello dell'alimentazione è una sorta di codice genetico che si tramanda da millenni. Quando gli uomini si sono affacciati al mondo dell'alta gastronomia, hanno adottato il titolo di chef, ovvero capo in francese. Un bel salto di qualità rispetto a chi, come le cuoche, fa semplicemente da mangiare. Tuttavia, sono sempre donne le vere artefici del piacere a tavola. Donne che, con dolcezza e intransigenza, curano la qualità assoluta dei cibi, ricercano sapori antichi e nuovi. Lo dimostra questa galleria di ritratti di venti grandi signore del gusto. Madri e nonne, single e sposate, hanno coltivato spesso nell'ombra ma con passione inesorabile ciascuna la propria vocazione, chi per il vino, chi per il Parmigiano Reggiano, chi per l'accoglienza e la ristorazione. Come Annie Féolde che, giunta molti anni fa dalla Francia in Toscana per fare la ragazza alla pari, fu lasciata sulla strada dalla facoltosa famiglia di Fiesole che l'aveva chiamata, ma reagì con tanta forza e talento da diventare, qualche anno dopo, l'anima dell'Enoteca Pinchiorri. Oppure come Margherita Mastromauro che ha saputo conciliare la passione per il pastificio di famiglia e per la politica. O ancora come José Rallo, prima donna alla guida dell'azienda vinicola Donnafugata, che ha sposato l'amore per il vino con quello per la musica.