Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Soggetto Società
× Editore Chiarelettere <casa editrice>
× Data 2007
× Soggetto Donne
× Nomi Pasquino, Gianfranco <1942->
× Data 1994
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Politica
× Editore Feltrinelli <casa editrice>

Trovati 28 documenti.

Mostra parametri
Popolo vs democrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mounk, Yascha <1982->

Popolo vs democrazia : dalla cittadinanza alla dittatura elettorale / Yascha Mounk ; traduzione di Francesca Pe'

Milano : Feltrinelli, 2018

Serie bianca

Abstract: Negli ultimi anni sembra che la politica abbia subito un'inquietante accelerazione. Nei paesi in cui l'adesione di tutti i cittadini al sistema di valori della democrazia era considerata un'ovvietà, il consenso per i partiti di estrema destra e per i populismi aumenta a ogni tornata elettorale. Per di più, la degenerazione del discorso politico è sopravvissuta alla fine della crisi economica. In Europa e negli Stati Uniti, infatti, sono chiari i segni della ripresa eppure la richiesta di costruire muri, di respingere i flussi migratori, di ripristinare misure protezionistiche è sempre più forte da parte dei cittadini. Il legame tra liberalismo e democrazia, spiega Yascha Mounk, non è più così indissolubile come credevamo. Siamo entrati in una nuova era politica, con la quale chi ancora crede nella sovranità del popolo in democrazia dovrà fare i conti. Come dimostra l'elezione di Donald Trump, la divaricazione della cultura dei diritti dal sistema della partecipazione democratica è possibile. Mentre le istituzioni si riempiono di milionari e tecnocrati, i cittadini conservano i propri diritti civili e le proprie libertà economiche, ma vengono esclusi dalla vita politica. D'altra parte, il successo di Orbán in Ungheria, di Erdo?an in Turchia e di Kurz in Austria è il segno di una democrazia che si priva sempre più della capacità di garantire diritti ai propri cittadini e si trasforma in una tirannia della maggioranza.

Shock politics
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Klein, Naomi <1970->

Shock politics : l'incubo Trump e il futuro della democrazia / Naomi Klein ; traduzione di Giancarlo Carlotti

Milano : Feltrinelli, 2017

Serie bianca

Abstract: "Noi non scivoliamo in stato di shock quando succede qualcosa di brutto e grosso, deve essere qualcosa di brutto e grosso che ancora non comprendiamo. Lo stato di shock subentra quando si spalanca un baratro tra i fatti e la nostra capacità iniziale di spiegarli. Tantissimi di noi, quando si trovano in una situazione del genere, diventano vulnerabili alle autorità o alle figure autoritarie che ci dicono che dobbiamo temerci l'un l'altro e rinunciare ai nostri diritti per il bene superiore. Oggi è un fenomeno globale, non è limitato agli Stati Uniti." L'elezione di Donald Trump segna una pericolosa crescita di tensione in un mondo sempre più afflitto dalla crisi della politica. Secondo Naomi Klein, sbaglia chi considera un caso soltanto americano il programma del nuovo presidente, che prevede protezionismo e deregulation per favorire gli interessi delle grandi multinazionali, una guerra totale al cosiddetto "terrorismo radicale islamico" e un cieco rifiuto delle politiche climatiche. Trump rappresenta un fenomeno globale, una tendenza già presente in tutte le democrazie occidentali. Una visione distorta della politica che ha la potenza di un brand. E che sarà ben presto all'origine di una catena di crisi in economia, nella sicurezza nazionale e per l'ambiente. Infatti, spiega Klein, il fenomeno Trump non è tanto un'aberrazione, ma piuttosto la logica estensione degli orientamenti politici ed economici più pericolosi dell'ultimo mezzo secolo. In una lucida analisi delle dinamiche che hanno portato alla diffusione globale di questo fenomeno, Klein pone le basi per un movimento di massa capace di opporsi al militarismo, al razzismo e al corporativismo che stanno crescendo nel mondo occidentale. E dimostra che il concetto di resistenza è tutt'altro che obsoleto.

La fine del dibattito pubblico
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Thompson, Mark <1957->

La fine del dibattito pubblico : come la retorica sta distruggendo la lingua della democrazia / Mark Thompson ; traduzione di Giancarlo Calotti

Milano : Feltrinelli, 2017

Serie bianca

Abstract: In un mondo dell'informazione sconvolto dalle tecnologie digitali, in cui le notizie si rincorrono incessantemente e hanno una vita sempre più breve, i commenti sono sempre più a caldo e privi di approfondimento, ogni possessore di un cellulare dice la sua sui social network su qualunque argomento e la politica sembra incapace di affrontare i veri problemi del mondo, come si fa ad avere un luogo in cui discutere seriamente dei temi importanti, prendere decisioni in modo ponderato e condiviso, formare un'opinione pubblica? Nato da un ciclo di lezioni tenute a Oxford sulla retorica (antica e contemporanea) e nutrito di fatti, esperienze e dettagli di una vita passata al vertice assoluto dell'informazione mondiale, "Le parole della politica" rappresenta un contributo di riflessione fondamentale sul mondo di oggi.

Indagine sul ventennio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deaglio, Enrico <1947->

Indagine sul ventennio / Enrico Deaglio

Milano : Feltrinelli, 2014

Abstract: Se avevo avuto una percezione abbastanza chiara del probabile successo di Berlusconi, non ne avevo però immaginato una durata così lunga. Parola di Romano Prodi, nell'intervista inedita contenuta in questo libro. E invece Berlusconi è durato (almeno) per un ventennio. Abbastanza per una vita intera, abbastanza per cambiare un paese, abbastanza per non ricordare più bene come eravamo prima. Cos'è stata l'Italia degli ultimi vent'anni? Un regime parafascista? Un paese della cuccagna che si è svegliato rovinosamente? Enrico Deaglio segue l'evoluzione degli scenari politici, tratteggia le storie personali degli eroi e dei miracolati, racconta i retroscena di cui all'epoca non sapevamo nulla, presta attenzione alle nuove parole che hanno popolato il chiacchiericcio quotidiano, affronta senza paura le zone più controverse e male illuminate del Ventennio: dalle ragioni e gli antefatti della discesa in campo alla mirabolante apoteosi della gnocca, dal sottovalutato razzismo leghista all'incomprensibile subalternità della sinistra, fino a un rapporto riservatissimo inviato dalla Dia alla vigilia delle elezioni del 1994. A fare da sfondo alla sua ricostruzione, numerose interviste, esclusive e inedite, a protagonisti e osservatori d'eccezione. Con dodici interviste inedite a: Silvia Ballestra, Ivan Carozzi, Mario Deaglio, Andrea Jacchia, Gad Lerner, Fausto Melluso, Peppino Ortoleva, Marcelle Padovani, Romano Prodi, Massimo Recalcati, Roberto Saviano, Adriano Sofri.

Pericolo Pakistan
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rashid, Ahmed <1948->

Pericolo Pakistan / Ahmed Rashid ; traduzione di Bruno Amato

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: La prima istantanea ritrae i Black Hawk americani che calano silenziosi su Abbottabad, Pakistan. Ventitré militari penetrano nel compound che nasconde Osama bin Laden, lo finiscono con una pallottola alla testa e una al petto, catturano la sua famiglia, si allontanano portando con loro il corpo del terrorista, cinque computer, vari hard disk, più di cento memorie flash. Allargando lo sguardo, Ahmed Rashid ricostruisce uno scacchiere su cui si muovono tre protagonisti. Da un lato gli Stati Uniti di Barack Obama, divisi tra la promessa di pacificazione della regione e le derive di un'azione contraddittoria, gestita da lobby politiche e militari in lotta. Dall'altro l'Afghanistan, un paese oppresso dal regime talebano, devastato da trent'anni di guerre ininterrotte, segnato da un intervento americano militarmente inefficace e politicamente incapace di costruire le basi per un'alleanza futura. E infine il Pakistan. Formalmente alleato degli Usa. Di fatto preda di un'élite corrotta, militari spietati, servizi segreti doppiogiochisti. E transfughi jihadisti sistematicamente accolti e sostenuti nella loro azione. Solo un impegno finalmente coerente da parte degli Stati Uniti, questa la tesi di Rashid, potrà risollevare una popolazione martoriata e stabilizzare una nazione e un'area esplosiva. Un'area dalle cui sorti dipendono il destino della potenza americana, il suo posizionamento rispetto a Cina e India, il suo effettivo contributo a un nuovo equilibrio mondiale.

Politica a 5 stelle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Biorcio, Roberto

Politica a 5 stelle : idee, storia e strategie del movimento di Grillo / Roberto Biorcio, Paolo Natale

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: È un bene o un male per la nostra democrazia che esista un movimento come quello promosso e guidato da Beppe Grillo? Siamo alla riedizione di un'avventura qualunquistica? A una vera alternativa al sistema dei partiti? Per lungo tempo considerato come una stravaganza semifolkloristica, in questo libro il Movimento 5 Stelle viene analizzato con rigore e competenza politologica. È così possibile ripercorrere la storia dei suoi passi falsi e delle sue imprese di successo, ricostruire il profilo dei suoi attivisti, dei suoi simpatizzanti, dei suoi elettori, evidenziare gli elementi positivi e negativi nell'impostazione politica e nell'organizzazione interna. Beppe Grillo è riuscito a coagulare attorno a sé un vero movimento politico, giocando contemporaneamente su tre componenti che in Italia non si erano mai combinate insieme: l'utilizzo nell'arena politica di una notorietà da uomo di spettacolo, la capacità di organizzare un'efficace comunicazione sulla Rete e di usarla come base per la presenza sul territorio, la raccolta e la gestione della protesta contro i partiti e la casta. Ma perché Grillo e il M5S sono diventati così forti in così poco tempo? Le soluzioni a queste questioni offerte dalle pratiche sperimentate dal M5S non sono esenti da difficoltà e contraddizioni: ma vanno considerate con molta attenzione, come esplorazioni di possibili vie per il cambiamento della politica italiana, per superare la continua oscillazione fra rabbia, frustrazione e sentimenti di impotenza.

Autobiografia di una repubblica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Crainz, Guido <1947->

Autobiografia di una repubblica : le radici dell'Italia attuale / Guido Crainz

Milano : Feltrinelli, 2012

Abstract: Dove affonda le sue radici l'Italia di oggi? Guido Crainz cerca le risposte a questa e a altre domande non in vizi plurisecolari del paese ma nella storia concreta della Repubblica, muovendo dall'eredità del fascismo, dalla nascita della repubblica dei partiti e dagli anni della guerra fredda. L'analisi si sofferma soprattutto sulla grande trasformazione che ha inizio negli anni del miracolo e prosegue poi nei decenni successivi: con la sua forza dirompente, con le sue contraddizioni profonde, con le tensioni che innesca. In assenza di un governo reale di quella trasformazione, e nel fallimento dei progetti che tentavano di dare ad essa orientamento e regole, si delinea una mutazione antropologica destinata a durare. Essa non è scalfita dalle controtendenze pur presenti - di cui il '68 è fragile e contraddittoria espressione - e prende nuovo vigore negli anni ottanta, dopo il tunnel degli anni di piombo e il primo annuncio di una degenerazione profonda. Mutazione antropologica e crisi del Palazzo - per dirla con Pier Paolo Pasolini vengono così a fondersi: in questo quadro esplode la crisi radicale dei primi anni novanta, di cui il tumultuoso affermarsi della Lega e l'esplosione di Tangentopoli sono solo un sintomo. Iniziò in quella fase un radicale interrogarsi sulle origini e la natura della crisi, presto interrotto dalle speranze in una salvifica Seconda Repubblica: speranze destinate a lasciare presto un retrogusto amaro.

La provincia e l'impero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Franzinelli, Mimmo <1954-> - Giacone, Alessandro

La provincia e l'impero : il giudizio americano sull'Italia di Berlusconi / Mimmo Franzinelli, Alessandro Giacone ; prefazione di Giorgio Galli

Milano : Feltrinelli, 2011

Abstract: La trafugazione dagli archivi statunitensi di centinaia di migliaia di documenti ha rivoluzionato nel 2010 il panorama informativo mondiale, imponendo il caso WikiLeaks all'attenzione generale. Gli inconfessabili retroscena dell'invasione dell'Iraq e i reali motivi della presenza militare in Afghanistan costituiscono solo una parte dei dispacci diplomatici centrati sulla politica estera statunitense, ovvero sul sistema di potere che condiziona gli assetti internazionali. La valanga di materiale desecretato in un modo così inusuale e massiccio coinvolge un decennio di vicende italiane: dai rapporti italo-statunitensi alle valutazioni sul personaggio Berlusconi, alla politica interna ed estera del nostro governo. Franzinelli e Giacone a partire dai precedenti di WikiLeaks (come la clamorosa pubblicazione dei Pentagon Papers sulla guerra in Vietnam che nel 1971 ne svelò errori e menzogne sulla base di documenti governativi trafugati) analizzano il significato della pubblicazione di queste fonti segrete da parte di Julian Assange. Dall'interpretazione critica dell'imponente documentazione si delinea la visione della politica italiana negli Stati Uniti, vengono ricostruite le strategie dei politici italiani per blandire il potente alleato e utilizzarlo nello scontro tra centrodestra e centrosinistra. Se ne ricava, tra l'altro, l'interpretazione americana del fenomeno mafioso, dei rapporti italo-russi, dell'amicizia tra Berlusconi e Gheddafi.

La guerra civile fredda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Luttazzi, Daniele <1961->

La guerra civile fredda / Daniele Luttazzi

Milano : Feltrinelli, 2009

Abstract: Dopo aver introdotto il concetto di golpe al rallentatore Luttazzi aggiorna il quadro con l'esame satirico della tappa successiva: la guerra civile fredda. Essa è il risultato del progetto reazionario, creatore di disuguaglianze e gerarchie, in atto da un ventennio nel Paese. Se risulta paradossale l'appoggio che col loro voto i cittadini italiani stanno dando alle politiche classiste che da anni li danneggiano, una spiegazione tuttavia c'è. Che Berlusconi e la Lega continuino a vincere le elezioni; An si fonda col PDL; Di Pietro cresca nei sondaggi; il PD resti inconcludente; Prodi abbia battuto Berlusconi per due volte; la Chiesa attragga fedeli da duemila anni; e Grillo riempia i palazzetti e le piazze coi suoi meet up lo si deve innanzitutto al potere di una forte tecnica di persuasione: la narrazione emotiva. Le strategie del marketing politico Usa insegnano che l'elettorato non vota in modo razionale, ma in base a suggestioni emotive. Il programma elettorale diventa secondario, se non sai come raccontarlo. Nella nuova realtà politica, la popolarità sostituisce la legittimazione; la vittoria la credibilità; e i sondaggi l'ideologia. La satira di Luttazzi esplora i cinque elementi della narrazione emotiva con una serie di casi tratti dalla cronaca più recente, mostrando come l'analisi narratologica riesca non solo a spiegare certi fatti, ma anche a prevederli. In appendice, la raccolta di vignette Cow Crucis del disegnatore Massimo Giacon.

America in pugno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

George, Susan

America in pugno : come la Destra si è impadronita di istituzioni, cultura, economia / Susan George ; traduzione di Roberta Scafi

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: Quando George Bush lascerà la Casa Bianca all'inizio del 2009, gli Stati Uniti torneranno forse alla normalità? Il prossimo presidente potrà governare alla luce di una nuova visione, in grado di far riassumere agli Usa un ruolo positivo nello sviluppo del pianeta? Per Susan George questo non potrà assolutamente succedere, o almeno sarà un percorso difficile e pieno di ostacoli. Da ormai più di trent'anni, infatti, la destra americana è protagonista di una lunga marcia che le ha consentito di conquistare tutte le principali casematte ideologiche del paese: una vera e propria guerra culturale che ha inciso in profondità sui contenuti e le forme del dibattito politico americano. Alla base della sua strategia le cosiddette quattro 'M': money, media, marketing e management, a cui bisognerebbe aggiungere però il senso di missione che ha ispirato ogni atto della politica estera. Il risultato è un'alleanza eterogenea ma non per questo meno formidabile, che comprende fondazioni private, lobby, think-thank specializzati in ogni genere di questioni, un vasto arcipelago di pubblicazioni, tv via cavo religiose, avvocati, organizzazioni politiche con un'immediata capacità di mobilitazione. Chiunque sia, il prossimo presidente degli Stati Uniti non potrà fare a meno di confrontarsi con questa realtà, in cui poco o nulla è rimasto dei valori liberai che avevano ispirato l'epoca dell'affirmative action negli anni sessanta.

Zapatero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Calamai, Marco <dirigente sindacale CGIL, giornalista> - Garzia, Aldo <1954->

Zapatero : il socialismo dei cittadini : intervista al premier spagnolo / di Marco Calamai e Aldo Garzia

Milano : Feltrinelli, 2006

Abstract: José Luis Rodríguez Zapatero, il giovane primo ministro spagnolo (44 anni) del più giovane governo europeo (8 ministri uomini e 8 ministri donne, età media meno di 50 anni) è un premier politicamente anomalo. Le sue scelte internazionali (ritiro dall'Iraq, critica alla politica imperiale di Bush, dialogo con il mondo musulmano, forte impegno nella cooperazione con i paesi in via di sviluppo) e quelle interne (matrimonio per i gay, legge integrale contro la violenza maschile, divorzio più facile, rilancio dell'istruzione pubblica, nuove normative sull'aborto e la procreazione assistita, riforma della tv pubblica per renderla indipendente dai governi) hanno suscitato grande entusiasmo nella società civile spagnola ma anche perplessità.

Ci sara' un'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Prodi, Romano <1939->

Ci sara' un'Italia : dialogo sulle elezioni piu' importanti per la democrazia italiana / Romano Prodi ; con Furio Colombo

Milano : Feltrinelli, 2006

Abstract: Vincitore della prima campagna elettorale dell'Ulivo, nel 1996, e presidente del governo che ha portato l'Italia in Europa, presidente della Commissione europea negli anni 2000-2005, Romano Prodi conversa con Furio Colombo, direttore dell'Istituto italiano di cultura a New York e del quotidiano L'Unità fino all'inizio del 2005, sul mondo, la guerra, il terrorismo, i pericoli planetari e quelli quotidiani, sul costo della vita, sull'angoscia delle famiglie, sull'esclusione dei giovani e la ghettizzazione degli anziani, sul lavoro sempre più debole e scarso, sulle imprese che sembrano incapaci di competere, su un'economia in cui la finanza divora l'industria, sulle ragioni che hanno motivato la sua attività politica.

Al Qaeda, la vera storia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Burke, Jason <1970->

Al Qaeda, la vera storia / Jason Burke ; traduzione di Bruno Amato

Milano : Feltrinelli, 2004

Abstract: Che cos'è esattamente Al-Qaeda? Il catalizzatore di uno scontro tra mondo occidentale e islamico o semplicemente un simbolo? Il saggio mostra come la minaccia del terrorismo islamico non provenga né da un uomo solo né da un gruppo, ma da un movimento con profonde radici nella politica, nelle società e nella storia del mondo islamico. Attraverso centinaia di interviste e documenti, l'autore dimostra quanto Al-Qaeda sia una conveniente etichetta applicata malamente a un esteso, diverso e disorganizzato movimento che ha lo scopo di condurre una battaglia cosmica contro l'Occidente. Le ragioni che lo motivano persistono in tutto il mondo islamico. Continuare a non capirle permetterà al fenomeno Al-Qaeda di continuare a crescere.

Duemilauno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cacciari, Massimo <1944->

Duemilauno : politica e futuro / Massimo Cacciari ; colloquio con Gianfranco Bettin

Milano : Feltrinelli, 2001

Abstract: In questo confronto con Gianfranco Bettin, Massimo Cacciari sostiene che la transizione italiana deve finire. La sinistra e il centosinistra sono alle prese con le sfide più importanti della loro storia: perdere può significare la smobilitazione. Ma si può vincere se si definiscono i percorsi del cambiamento in un senso radicalmente riformista, resistendo alle tendenze più selvagge e alle inerzie che segnano le società contemporanee. Cacciari affronta e sviluppa alcune domande cruciali: è possibile pensare la cittadinanza in termini diversi? Quale può essere lo spazio di pensiero e di azione politica nell'epoca più drammatica dell'allarme ambientale? E in Italia come arrivano gli schieramenti alle elezioni politiche di primavera?

Il principe senza scettro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Basso, Lelio <1903-1978>

Il principe senza scettro / Lelio Basso ; prefazione di Stefano Rodota

Milano : Feltrinelli, 1998

Abstract: E' il 1958, e questo libro di Lelio Basso coglie la Costituzione italiana come sospesa tra due epoche. Da una parte i lunghi anni dell'inattuazione costituzionale, cominciata all'indomani stesso dell'entrata in vigore della Costituzione e della quale Basso dà una descrizione giustamente impietosa, dall'altra i segni dell'incipiente 'disgelo costituzionale', che avvierà una stagione nuova e consentirà di tornare alla Costituzione con spirito e occhi diversi. L'analisi di Basso è ispirata da una convinzione che va al di là delle contingenze: il rispetto della legalità costituzionale è un valore in sé, l'attuazione dei diritti riconosciuti è un imperativo politico e morale. Dalla Prefazione di Stefano Rodotà

L' inclusione dell'altro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Habermas, Jürgen <1929->

L' inclusione dell'altro : studi di teoria politica / Jurgen Habermas ; a cura di Leonardo Ceppa

Milano : Feltrinelli, 1998

Abstract: Il volume presenta una raccolta di saggi politici che ruotano tutti intorno alla stessa domanda: quali sono le conseguenze prodotte dall'universalismo dei principi repubblicani? L'indagine dell'autore viene condotta con particolare riferimento alle società pluralistiche in cui si inaspriscono i contrasti multiculturali, agli stati-nazione in via di trasformazione definitiva verso entità di carattere sovranazionale e ai cittadini sempre più costretti in una globalizzata società del rischio. Lo scopo teorico di Habermas è di approdare alla definizione di un universalismo sensibile alle differenze, in cui inclusione non significa accaparramento assimiliatorio né chiusura verso il diverso.

La sinistra nell'Italia che cambia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

D'Alema, Massimo <1949->

La sinistra nell'Italia che cambia / Massimo D'Alema ; a cura di Roberto Gualtieri

Milano : Feltrinelli, 1997

Dire la verita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Said, Edward W. <1935-2003>

Dire la verita : gli intellettuali e il potere / Edward W. Said ; traduzione di Maria Gregorio

Milano : Feltrinelli, 1995

Abstract: E' nel dissenso che l'avventura, l'interesse, la sfida della vita intellettuale vanno cercati. E se è vero che gli mancano regole stabilite alle quali ispirarsi per sapere cosa dire o fare, è altrettanto certo che l'intellettuale che non voglia tradire la sua missione non ha né cariche da difendere, né territori da consolidare o custodire: è un esiliato e un emarginato, un dilettante che possiede la capacità di sfruttare appieno le rare opportunità di discorso concesse, sa conquistare l'attenzione del pubblico, è pronto alla battuta e al dibattito più dei suoi avversari. E' soprattutto, autore/attore di un linguaggio che dice la verità al potere.

Le radici della politica assoluta e altri saggi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pizzorno, Alessandro <1924->

Le radici della politica assoluta e altri saggi / Alessandro Pizzorno

Milano : Feltrinelli, 1993

Abstract: Il volume raccoglie una serie di saggi ormai considerati universalmente come veri e propri classici delle scienze sociali. Ognuno di essi sviluppa o applica categorie di una teoria politica unitaria, una teoria a cui l'autore lavora da anni e che costituicse uno degli esiti più interessanti della sua ricerca. L'opera è divisa in due parti. La prima è di saggi esplicitamente teorici. La seconda parte comprende saggi in cui la teoria presentata viene applicata a situazioni storiche specifiche e recenti. Vengono trattati soprattutto il degrado e la trasformazione dei partiti e la natura dei cicli di protesta collettiva. Si conclude con un saggio appena scritto su alcune categorie teoriche per l'interpretazione della crisi italiana.

Un indimenticabile '89
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Occhetto, Achille <1936->

Un indimenticabile '89 / Achille Occhetto ; a cura di Massimo De Angelis

Milano : Feltrinelli, 1990