Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2012

Trovati 456 documenti.

Mostra parametri
Il segreto del mio turbante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ghulam, Nadia - Rotger, Agnes

Il segreto del mio turbante / Nadia Ghulam, Agnes Rotger ; traduzione di Hado Lyria

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2012

Abstract: La vita della piccola Nadia scorre felice tra i banchi di scuola e i giochi all'aria aperta: Kabul le appare gioiosa e sempre in festa, con la musica che rallegra le strade e gli aquiloni che colorano il cielo. Ma quando scoppia la guerra civile, la sua famiglia precipita nell'orrore: una bomba distrugge la loro abitazione e la vita di Nadia ne è segnata per sempre. A soli otto anni rimane gravemente ustionata. Mentre la bambina è sottoposta a una lunga serie di interventi chirurgici, l'amato fratello Zelmai viene ucciso e il padre, reso pazzo dal dolore, diventa incapace di sostenere i suoi cari. Nel Paese dei talebani, che escludono le donne dalla società, una famiglia senza un uomo non può sopravvivere. È allora che Nadia prende l'unica decisione che può cambiarle un tragico destino: nasconde i capelli sotto un turbante, si fascia il petto, indossa abiti maschili e si fa chiamare con il nome del fratello morto. Diventa così Zelmai, un ragazzino intraprendente, furbo e determinato che, pur di dar da mangiare ai suoi cari, sfida la sorveglianza del regime arrivando addirittura a lavorare a stretto contatto con i talebani. Fino a quando, dopo dieci anni, qualcuno scopre il suo segreto... Questa storia vera è il resoconto autentico e sorprendente del dolore di una ragazzina; ma è anche una testimonianza di forza e determinazione eccezionale, che commuove a ogni pagina.

Le donne sono umane?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mackinnon, Catherine-Anne - MacKinnon, Catharine A.

Le donne sono umane? / Catharine A. MacKinnon ; a cura di Antonella Besussi e Alessandra Facchi

Roma ; Bari : Laterza, 2012

Abstract: Se noi donne fossimo umane, saremmo trasportate come merce pronta a essere venduta dalla Thailandia al bordelli di New York? Saremmo date in sposa ai sacerdoti, in cambio di denaro per espiare i peccati della nostra famiglia, o per migliorare le prospettive terrene della nostra famiglia? Ci sarebbe impedito di imparare a leggere e a scrivere? Avremmo così poca voce in capitolo nelle deliberazioni pubbliche e nel governo del paesi in cui viviamo? Saremmo sessualmente molestate all'interno delle nostre famiglie? Saremmo stuprate durante i genocidi per terrorizzare, espellere e distruggere le nostre comunità etniche, o stuprate durante la guerra non dichiarata che si svolge ogni giorno e in ogni paese del mondo nel cosiddetto tempo di pace? E, se fossimo umane, e queste cose accadessero, non ci sarebbe nulla da fare in proposito?: Catharine A. MacKinnon non ha dubbi, quel che accade alle donne ha poco a che fare con i diritti umani e c'è ancora moltissimo da fare, perché nonostante i buoni propositi e le normative, la società resta sessista e a molte, troppe donne è negata la dignità oltre che l'eguaglianza. MacKinnon, avvocatessa e ordinaria di Diritto alla University of Michigan Law School è da decenni impegnata a modificare un diritto che riflette il potere maschile. Questa raccolta di scritti copre un ampio spazio temporale, dai primi anni '80 fino al 2000.

"E' l'Europa che ce lo chiede!" (Falso!)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Canfora, Luciano <1942->

"E' l'Europa che ce lo chiede!" (Falso!) / Luciano Canfora

[Roma ; Bari] : Laterza, 2012

Abstract: Aumenta il profitto di pochi e si riduce il reddito di molti. Il dogma qual è? Che il profitto non si tocca, è sacro, così come è diventato sacro lo strapotere bancario e speculativo. Non c'è quasi più bisogno di contese elettorali. È qui la lezione amara. È qui che l'europeismo d'accatto perde la maschera.

Italiani di domani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Severgnini, Beppe <1956->

Italiani di domani : otto porte sul futuro / Beppe Severgnini

[Milano] : Rizzoli, 2012

Abstract: L'Italia deve pensare in avanti. Non è un lusso, è una necessità. Con questo libro Beppe Severgnini ci spinge a riprogrammare noi stessi e il nostro Paese (brutto verbo, bel proposito). E offre agli italiani di domani questione di atteggiamento, non solo di anagrafe - otto suggerimenti: semplici, onesti, concreti. Sono le otto T del tempo che viene, otto chiavi per aprire le porte del futuro. Talento Tenacia Tempismo Tolleranza Totem Tenerezza Terra Testa. Siate brutali, Siate pazienti, Siate pronti, Siate elastici, Siate leali, Siate morbidi, Siate aperti, Siate ottimisti. Dietro le otto porte non c'è necessariamente il successo, ma di sicuro c'è una vita - e un'Italia migliore.

Sii bella e stai zitta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marzano, Michela <1970->

Sii bella e stai zitta : perché l'Italia di oggi offende le donne / Michela Marzano

Milano : Oscar Mondadori, 2012

Abstract: "Questo libro è un atto di resistenza. Di fronte alle offese e alle umiliazioni che subiscono oggi le donne in Italia, in quanto filosofa, ho sentito il dovere di abbandonare la torre d'avorio in cui si trincerano spesso gli intellettuali per spiegare le dinamiche di oppressione che imprigionano la donna italiana. Lo scopo è semplice: si tratta di dare a tutte coloro che lo desiderano gli strumenti critici necessari per rifiutare la sudditanza al potere maschile. Perché le donne continuano a cedere alla tentazione dei sensi di colpa e, per paura di essere considerate 'madri indegne', abbandonano ogni aspirazione professionale? Perché tante donne vengono giudicate 'fallite' o 'incomplete' quando non hanno figli? Perché molte adolescenti pensano che l'unico modo per avere successo nella vita sia 'essere belle e tacere'? Perché il corpo della donna continua a essere mercificato? Perché stiamo assistendo al ritorno di un'ideologia retrograda che vorrebbe spostare l'orologio indietro e rimettere in discussione le conquiste femminili degli anni Sessanta e Settanta? La filosofia è un'arma efficace e potente, l'unico strumento capace di aiutare le donne a riappropriarsi della propria vita e non permettere più a nessuno di umiliarle o zittirle." (Michela Marzano)

Ci vogliono le palle per essere una donna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Moran, Caitlin <1975->

Ci vogliono le palle per essere una donna / Caitlin Moran ; traduzione di Sara Chiappara

Milano : Sperling & Kupfer, 2012

Abstract: A tredici anni, Caitlin Moran è una ragazzina cicciottella, senza amici, perennemente presa in giro dai maschi. E il giorno del suo compleanno, tra una torta/baguette con il Philadelphia e una lista delle cose da fare prima dei diciotto anni, ecco che la assale il dubbio da un milione di sterline: ma come si fa a diventare una donna? Oltre vent'anni dopo, ripercorrendo le esperienze che l'hanno aiutata a crescere, Caitlin prova a rispondere a quell'interrogativo. Partendo da un dato di fatto: non c'è mai stato un momento migliore nella storia per essere una donna. C'è il diritto di voto, la pillola anticoncezionale, e bruciare le streghe sul rogo è ormai decisamente poco glamour. Ma allora: abbiamo ancora bisogno del femminismo, oggi? Sì, se il femminismo non è quello delle accademie e dei talk-show in seconda serata. Sì, se il femminismo si occupa non solo di cose (importanti, per carità) come la disparità di retribuzione, la circoncisione femminile nel Terzo Mondo, la violenza domestica, ma anche di questioni più banali e quotidiane come la masturbazione, la depilazione, le micro-mutandine, l'irresistibile attrazione per il cioccolato, le borsette da mille euro e le tette rifatte. Sì, perché ogni donna non può che essere femminista, e perché il femminismo secondo Caitlin è decisamente divertente. Come questo libro.

Dieci donne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Severini, Marco <1965->

Dieci donne : storia delle prime elettrici italiane / Marco Severini

Macerata : Liberilibri, 2012

Castiglione delle Stiviere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zanotti, Patrizia <editore>

Castiglione delle Stiviere : la storia industriale / di Patrizia Zanotti ; illustrazioni di Elisa Cherubini

[Castiglione delle Stiviere] : Zanotti, 2012

I secoli del Monte, 1472-1929
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Catoni, Giuliano

I secoli del Monte, 1472-1929 / Giuliano Catoni ; con schede tematiche di Roberto Barzanti ; fotografie di Andrea a e Fabio Lensini

[Siena] : Monte di Paschi di Siena, c2012. -381 p. : ill. color. ; 28 cm.

L'infiltrato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Salas, Antonio <giornalista> - Salas, Antonio <giornalista>

L'infiltrato / Antonio Salas

Roma : Newton Compton, 2012

Abstract: Si è creato un'identità fittizia, è diventato il braccio destro di famigerati terroristi internazionali, è stato iscritto nell'elenco dei ricercati a livello mondiale, per sei anni ha vissuto sotto mentite spoglie. Questa è la storia vera di Antonio Salas, giornalista investigativo capace di infiltrarsi nelle reti terroristiche di tutto il mondo per svelarne dall'interno i retroscena più misteriosi. Ha scoperto le connessioni tra Chávez, l'ETA, le FARC, Hamas e al-Qaeda, ha agito sotto copertura in Venezuela, Palestina, Cuba, Libano, Marocco, Egitto, e ha provato sulla sua pelle quanto pesano i pregiudizi su chi abbraccia l'Islam, soprattutto dopo gli attentati alle Torri Gemelle, Londra e Madrid. Mettendo a rischio la sua stessa vita, Antonio Salas ha recitato le preghiere dell'Islam, ha sofferto, pianto e gioito fianco a fianco con gli uomini più pericolosi del pianeta (un nome su tutti: Carlos lo Sciacallo, l'uomo che ha fatto tremare il mondo). Ha conosciuto la rabbia cieca che può spingere un uomo a imbracciare un fucile o a cercare il martirio. Ha valicato una frontiera del giornalismo che nessuno aveva mai avuto il coraggio di superare. Perché lui è Muhammad Alí Tovar Abdallah. Perché lui è Antonio Salas. L'infiltrato.

Gianetto Patacini: un protagonista del modello emiliano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gianetto Patacini: un protagonista del modello emiliano / a cura di Glauco Bertani ; testi di Nadia Caiti ... [et al.]

Reggio Emilia : Consulta LibrieProgetti, 2012

Abstract: Gianetto Patacini (1926-1982) è stato partigiano, dirigente della Confederterra, iscritto al PCI, sindaco di San Martino in Rio e fino al 1982 ha occupato posti di rilievo nella Provincia e nella Regione Emilia-Romagna, ove ha dato particolare impulso all'affermarsi del "modello emiliano" nella gestione delle pubbliche istituzioni e del partito comunista.

Guido Viale: dalla crisi economica e ambientale alla conversione ecologica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Predaroli, Laura

Guido Viale: dalla crisi economica e ambientale alla conversione ecologica : tesi di laurea / Relatore Gianluca Solla ; Laureanda Laura Predaroli

Verona ; Università degli studi di Verona, 2012

Pettegolezzi e reputazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cavazza, Nicoletta <docente di psicologia sociale>

Pettegolezzi e reputazione / Nicoletta Cavazza

Bologna : Il mulino, 2012

Abstract: Il pettegolezzo è potente e pervasivo, la reputazione altrui è il suo vero bersaglio. Proprio come gli attori, ciascuno di noi vive una vita davanti e una dietro le quinte: scoprire cosa nasconde il retroscena degli altri senza rivelare il nostro può essere un gioco divertente quanto spietato. Di questo gioco tratta il libro. È vero che partecipano più le donne rispetto agli uomini? E quanta verità passa attraverso il gossip? In realtà sia il pettegolezzo sia la reputazione svolgono anche funzioni importanti nel rafforzare i legami sociali, rendere prevedibile la realtà e promuovere comportamenti cooperativi.

Acabemos ya con la crisis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Krugman, Paul <1953->

Acabemos ya con la crisis / [Paul Krugman]

Barcelona : Critica, 2012

Siamo tutti minatori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Siamo tutti minatori : come e perché evitare di sprecare le risorse

2. ed

Crespellano : Gruppo Fiori, 2012

Azione popolare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Settis, Salvatore <1941->

Azione popolare : cittadini per il bene comune / Salvatore Settis

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Indignarsi non basta. Contro l'indifferenza che uccide la democrazia, contro la tirannia antipolitica dei mercati dobbiamo rilanciare l'etica della cittadinanza. Puntare su mete necessarie: giustizia sociale, tutela dell'ambiente, priorità del bene comune sul profitto del singolo. Far leva sui beni comuni come garanzia delle libertà pubbliche e dei diritti civili. La comunità dei cittadini è fonte delle leggi e titolare dei diritti. Deve riguadagnare sovranità cercando nei movimenti civici il meccanismo-base della democrazia, il serbatoio delle idee per una nuova agenda della politica.

Femminile esorbitante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Turozzi, Chiara

Femminile esorbitante / Chiara Turozzi

San Bonifacio : L'Iguana, 2012

Grazie no
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bocca, Giorgio <1920-2011>

Grazie no : sette idee che non dobbiamo piu accettare / Giorgio Bocca

Milano : Feltrinelli, 2012

Abstract: Forse in questi anni ci siamo abituati: cose che dovrebbero farci indignare passano sotto silenzio, discorsi che non si dovrebbero sopportare diventano moneta corrente, idee come minimo discutibili vengono invece comunemente accettate. Giorgio Bocca però non si è mai arreso, e in questo pamphlet alza la voce per denunciare le scorciatoie del pensiero unico, che certo non scomparirà con un cambio di governo e a cui si deve rispondere con un sonoro e liberatorio: Grazie, no!. E se è ormai quasi un'abitudine anche l'indignazione, anche il cinico e soddisfatto luogo comune secondo cui l'Italia è ormai perduta, vittima delle sue ataviche tare e dei suoi vizi inestirpabili, Bocca ci ricorda, con l'autorità del testimone e la vividezza del grande cronista, che già altre volte (ultima la guerra partigiana, così vicina e così preziosa) l'Italia fu sul punto di soccombere, ma gli italiani hanno saputo trovare in loro stessi la forza di salvarsi.

Lezioni di cittadinanza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lezioni di cittadinanza : per diventare più umani / a cura di Oscar Farinetti ; con interventi di Alessandro Baricco ... [et al.]

Torino : Gruppo Abele, 2012

Abstract: Undici interventi, undici nomi, undici riflessioni da non perdere. Per una progettazione concreta, per una cittadinanza attiva. Il libro voluto e costruito da Oscar Farinetti, è un atto di resistenza e di fiducia. Di resistenza contro la crisi e il declino che ci circondano; di fiducia nella possibilità di un futuro migliore, fondato su alcuni valori fondamentali analizzati e attuati da undici protagonisti della nostra storia: donne e uomini della cultura, della chiesa, dell'imprenditoria, della medicina, della filosofia, della letteratura, della politica, della magistratura. E' uno strumento per mettere in campo una nuova forma di umanesimo, di cui abbiamo tutti un grande bisogno. Con interventi di A. Baricco, C. Bastioli, M. Calabresi, G.C. Caselli, S. Chiamparino, L. Ciotti, F. Enrichens, O. Farinetti, C. Petrini, A. Scurati, G. Vattimo.

Minori in giudizio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Minori in giudizio : la Convenzione di Strasburgo / a cura di Giulia Contri

Milano : Angeli, 2012

Abstract: La Convenzione Europea sull'esercizio dei diritti dei minori, adottata dal Consiglio d'Europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996, vuole "promuovere, nell'interesse superiore dei minori, i loro diritti, concedere loro diritti azionabili e facilitarne l'esercizio facendo in modo che essi possano, essi stessi o tramite altre persone od organi, essere autorizzati a partecipare ai procedimenti in materia di famiglia che li riguardano dinanzi a un'autorità giudiziaria". Essa costituisce un progresso della cultura e del diritto: il minore in possesso di discernimento infatti è riconosciuto nella vicenda giudiziaria come interlocutore al pari di tutti gli altri. Alle diverse professionalità del giudice, dell'avvocato, dello psicologo, dell'assistente sociale, degli operatori a vario titolo dell'ambito giudiziario, questo testo pone un interrogativo: come predisporsi ad applicare questa convenzione? Pensando di trovarsi di fronte al minore come soggetto debole, oppure, caso per caso, riconoscendogli una capacità di autonomia nell'orientarsi e nel determinarsi nelle proprie scelte? Ponendosi come tutori del minore, che in giudizio parleranno in suo nome e al suo posto, o come promotori di una sua capacità in atto? Il dibattito intorno all'autonomia del minore non interessa solo una ristretta cerchia di professionisti, ma un più vasto pubblico.