Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 1998
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Italia
× Soggetto Storia

Trovati 218 documenti.

Mostra parametri
I ribelli degli stadi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Spagnolo, Pierluigi <1977->

I ribelli degli stadi : una storia del movimento ultras italiano / Pierluigi Spagnolo ; prefazione Enrico Brizzi

Odoya, 2017

Abstract: C'è chi li etichetta come teppisti e facinorosi. E chi li dipinge come sostenitori colorati e passionali. Come i padroni violenti del calcio, oppure come gli ultimi romantici in un mondo che ha perso gran parte della sua genuinità. Nel bene e nel male, gli ultras degli stadi hanno scritto pagine importanti nella storia del calcio italiano. Rappresentano quasi mezzo secolo di aggregazione e passione, di originalità e folklore. Purtroppo anche di episodi di teppismo e violenza. Per cercare di comprendere cosa siano gli ultras, bisognerebbe innanzitutto abbandonare la zavorra dei pregiudizi e considerarli come un'aggregazione spontanea, trasversale ed eterogenea, con una forte connotazione ribelle e antagonista al sistema, che incarna le logiche di una dicotomia forte che filtra il mondo attraverso le lenti della contrapposizione amico/nemico. Un multiforme insieme di uomini e donne che amano follemente una squadra e che, insieme alla squadra, amano la città che quella squadra rappresenta, la maglia e i colori che i giocatori portano addosso. Questo volume racconta e spiega il mondo delle curve italiane, mescolando le esperienze dirette con l'analisi di saggi e studi sul movimento ultras, proponendo le autorevoli opinioni di chi ha già studiato il fenomeno e mescolandole con le voci dei protagonisti. Con rigore storico e un pizzico di passione.

Italiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capocasa, Marco <dottore di ricerca in antropologia>

Italiani : come il DNA ci aiuta a capire chi siamo / Giovanni Destro Bisol, Marco Capocasa

Roma : Carocci, 2016

Città della scienza ; 13

Abstract: Ma noi italiani chi siamo? È una domanda che nasce da due bisogni connaturati alla natura umana: definire una nostra identità e sentirci parte, al tempo stesso, di una comunità. Gli autori offrono ai lettori una risposta lontana dagli stereotipi correnti, guardando con attenzione ai segni lasciati nel nostro DNA dagli eventi passati senza perdere di vista i contesti storici e culturali. Ne scaturisce una nuova chiave di lettura che mette in evidenza l'analogia tra la variabilità della genetica e quella delle lingue parlate dagli italiani. Tenendo insieme informazione scientifica e attualità sociale, il libro affronta i temi dell'identità e della diversità anche in relazione ai cambiamenti demografici in atto nel nostro paese.

Vicini e lontani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chiti, Vannino

Vicini e lontani : l'incontro tra laici e cattolici nella parabola del riformismo italiano / Vannino Chiti

Roma : Donzelli, 2016

Abstract: Al centro del libro sono i rapporti di contrapposizione, di scontro, ma anche di interlocuzione e di incontro, che gli esponenti del pensiero politico «laico» hanno maturato in Italia nei confronti del mondo cattolico, nel corso di una lunga storia, originata dalle particolari condizioni con cui si realizzò l’unificazione nazionale.

Senza lavoro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alberti, Manfredi <1984->

Senza lavoro : la disoccupazione in Italia dall'Unità a oggi / Manfredi Alberti

Roma [etc.] : GLF Laterza, 2016

Abstract: Al momento dell'Unità il lavoro era molto spesso un'esperienza discontinua. Ci si adattava trovando fonti alternative di sostentamento, esercitando diverse attività o spostandosi alla ricerca di un'occupazione. A fine Ottocento nasce una nuova consapevolezza: la mancanza di lavoro è una forma di ingiustizia contro cui occorre lottare. Chi non ha lavoro, e non per sua volontà, non tollera più di essere additato come ozioso o vagabondo. Più tardi il fascismo favorirà il mantenimento di bassi salari e la lotta alla disoccupazione diventerà poco più che uno slogan propagandistico. Sarà solo dopo il disastro della seconda guerra mondiale, in un'Italia con milioni di disoccupati, che l'intero ordinamento giuridico del paese verrà rifondato sul principio del diritto al lavoro, in vista dell'obiettivo quasi sempre disatteso della piena occupazione. Il libro incrocia dati economici, sociali, politici e culturali, proponendo un'analisi originale e completa del fenomeno che da sempre rappresenta una piaga per il nostro paese

Sberleffi di campanile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schizzerotto, Giancarlo - Schizzerotto, Giancarlo

Sberleffi di campanile : per una storia culturale dello scherno come elemento dell'identità nazionale dal Medioevo ai giorni nostri / Giancarlo Schizzerotto

Firenze : Olschki, 2015

Storia del lavoro in Italia
0 0 0
Monografie

Storia del lavoro in Italia / diretta da Fabio Fabbri

[Roma] : Castelvecchi

Storia erotica d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giorgio, Cinzia <1975->

Storia erotica d'Italia : gli amori, gli scandali, il sesso e la vita privata: la storia d'Italia che avreste sempre voluto leggere e nessuno ha mai osato raccontare / Cinzia Giorgio

Roma : Newton Compton, 2014

Abstract: Gli amori, gli scandali, il sesso e la vita privata: la storia d'Italia che avreste sempre voluto leggere e che nessuno ha mai osato raccontare. Una versione inedita del nostro Paese dai fasti dell'impero romano, dove convivevano castità forzata e orge, al Medioevo boccaccesco, per arrivare al Rinascimento e alla lussuria dei Borgia. E poi ancora il mito di Casanova e, proseguendo nel tempo, il divorzio scandaloso della contessa Lara. Infine, passati gli amori di Benito Mussolini e Gabriele D'Annunzio, si toccano le vicende della cronaca contemporanea: dalla legge Merlin al caso Pasolini, dal video shock che ha coinvolto Piero Marrazzo fino agli eccessi di Silvio Berlusconi culminati nel Rubygate...

Le montagne della patria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Armiero, Marco <1966->

Le montagne della patria : natura e nazione nella storia d'Italia : Secoli 19. e 20. / Marco Armiero ; traduzione di Francesco Peri

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Nonostante la montagna in Italia goda di una centralità geografica (con il 35 per cento del territorio, a cui si somma il 42 della collina), essa è rimasta marginale nella storia e nella memoria del Paese. Eppure, a partire dall'unificazione del 1861, i regimi statali hanno nazionalizzato le montagne "ridefinendo i confini tra selvatico e addomesticato, razionale e irrazionale, bello e brutto" e ne hanno fatto non solo una risorsa, ma anche un simbolo delle conquiste del nostro Paese. Dai campi di battaglia della Prima guerra mondiale alla contraddittoria politica di rimboschimento del regime fascista, compressa tra repressione e celebrazione dei montanari; dalle proteste dei No TAV in Val di Susa alla modernizzazione idroelettrica che, cinquant'anni fa, portò alla "strage annunciata" del Vajont. (www.goodbook.it)

L'Italia delle migrazioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bonifazi, Corrado

L'Italia delle migrazioni / Corrado Bonifazi

Bologna : Il mulino, 2013

Abstract: Per circa un secolo tra i maggiori paesi d'emigrazione, l'Italia è diventata negli anni recenti una delle principali mete delle migrazioni internazionali. Non meno rilevanti sono stati i flussi interni, che hanno ridisegnato la geografia umana del paese, spostando masse ingenti dalle campagne alle città, dalle aree economicamente svantaggiate a quelle più dinamiche. Il volume ricostruisce le tappe principali e i caratteri più significativi delle migrazioni italiane dall'Unità ad oggi, considerando cinque grandi periodi: l'Ottocento preunitario; la prima globalizzazione e l'emigrazione di massa (1861-1914); la fase tra le due guerre; gli anni della ricostruzione e del miracolo economico (1946-1975); la seconda globalizzazione e l'immigrazione straniera.

In fondo a destra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Polito, Antonio <1956->

In fondo a destra : cent'anni di fallimenti politici / Antonio Polito

[Milano] : Rizzoli, 2013

Abstract: A meno di cinque anni dal maggio 2008 (quando il Popolo della Libertà conquistò il governo del Paese e, tra altre, le città di Roma e Milano), il bilancio della destra italiana è disastroso. È in frantumi il berlusconismo che l'ha assorbita e inquinata. Sulla scena locale sono fallite le amministrazioni di Storace, Alemanno e Letizia Moratti, sul piano nazionale non è mai decollato il progetto di Fini di costruire una destra liberale, alternativa a quella di Berlusconi. In questa analisi spietata e disillusa, Polito dimostra che la parabola tragica degli ultimi mesi non è che la conclusione di una lunga serie di sconfitte: dalla Destra storica fino al fascismo, dalla Repubblica Sociale al crollo dell'Msi negli anni Settanta. E lo fa toccando molti nervi scoperti della classe politica nel suo insieme e della società civile.

L'invenzione dei soldi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marzo Magno, Alessandro <1962->

L'invenzione dei soldi : quando la finanza parlava italiano / Alessandro Marzo Magno

Milano : Garzanti, 2013

Abstract: L'invenzione dei soldi ci racconta in maniera approfondita e divertente, con tanti aneddoti e curiosità, la storia di un'Italia all'avanguardia nel momento in cui per la prima volta la moneta si trasforma in merce e il mercante può così diventare banchiere. È infatti proprio tra Genova, la Toscana (Lucca, Siena, Firenze) e Venezia dopo il Mille che nascono le prime società multinazionali ed è da qui che i mercanti partono per costruire colonie commerciali in tutto il Mediterraneo. È in Italia che nascono le banche e le società di assicurazione, che vengono inventati gli assegni e le prime obbligazioni e qui, di conseguenza, avvengono anche i primi reati finanziari, dai rocamboleschi furti con scasso ai danni dei forzieri di prestigiose banche fino alla creazione di vere e proprie zecche clandestine per falsificare monete. È la moneta italiana, con il genovino, il fiorino e il ducato, a dominare per secoli i commerci di tutto il mondo grazie alla fiducia che riscuote e al suo pregio artistico. L'invenzione dei soldi è inoltre un viaggio ricco di personaggi geniali e intraprendenti, capaci di incidere profondamente nella storia moderna, da Fibonacci, che per primo introduce in Occidente lo zero, a Luca Pacioli, che diffonde gli strumenti della contabilità utilizzati ancora ai nostri giorni, fino a John Law, lo scozzese che dà vita alla prima bolla finanziaria della storia, quella della Compagnia del Mississippi, e che finisce la sua vita a Venezia.

Le avventure della lira
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cipolla, Carlo M. <1922-2000>

Le avventure della lira / Carlo M. Cipolla

Nuova ed

Bologna : Il Mulino, 2012

Abstract: La storia della lira inizia dalla libbra romana, una misura di peso equivalente a circa 325 grammi. Fu la riforma di Carlo Magno a trasformarla in unità del sistema monetale. La moneta di quel sistema era il denaro; le zecche ricevevano una libbra d'argento e dovevano cavarne 240 denari. La lira inizia la sua vita come unità virtuale, cui non corrisponde una moneta, e tale resterà per la maggior parte della sua storia, moneta fantasma, multiplo delle piccole monete che circolavano negli stati italiani, in rapporti variabili a seconda dei periodi di crisi o di prosperità. Seguendo di città in città, di moneta in moneta, le avventure della lira, Cipolla compone così una piccola storia monetaria d'Italia, dal Medioevo all'inizio dell'Italia unitaria.

Industria come continuazione della politica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fragiacomo, Paolo

Industria come continuazione della politica : la cantieristica italiana 1861-2011 / Paolo Fragiacomo

Milano : Franco Angeli, 2012

Abstract: La vicenda storica della cantieristica, unico settore di proprietà dello Stato che non è stato possibile privatizzare, può essere interpretata come un caso esemplare per comprendere la parabola discendente delle partecipazioni statali. Per il modo stesso con cui si è formata tra fine '800 e inizio '900, nel contesto dell'affermazione del protezionismo, la cantieristica ha infatti di gran lunga anticipato e incarnato in modo paradigmatico quegli elementi di degenerazione che si sono poi estesi all'intero complesso dell'impresa pubblica, portandolo al collasso. Questo libro costituisce il primo tentativo di sintesi della storia di un'industria che ha rivestito un ruolo di primaria importanza, economico ma anche sociale e persino simbolico, in alcune regioni (Liguria, Venezia Giulia, Campania) e città costiere della penisola. In una visione di lungo periodo, e attraverso un ampio confronto con l'esperienza di altri Paesi, l'analisi è qui condotta seguendo una chiave di lettura esplicita: il rapporto con lo Stato e con la politica, con una particolare attenzione all'interazione tra centro e periferia, per il fortissimo radicamento dei cantieri nei sistemi di potere locale, che sono riusciti a condizionare pesantemente tutti i tentativi di direzione unitaria.

L'Italia diversa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Salari, Gabriele

L'Italia diversa : l'ambientalismo nel nostro paese : storia, risultati e nuove prospettive / Gabriele Salari ; curatore della parte "Le sfide che vi attendono" Luca Carra

Milano : Gribaudo, 2011

Abstract: A 35 anni dal disastro di Seveso, associazioni quali il Fondo Ambiente italiano (FAI), Italia Nostra, Touring Club italiano, WWF Italia e LIPU raccontano la storia del movimento ambientale dal 1976 a oggi, facendo un bilancio delle tante vittorie e delle sconfitte. Questo volume riccamente illustrato è suddiviso in quattro parti. La prima, di taglio storico, evidenzia le tappe fondamentali dell'ambientalismo a livello internazionale; la seconda presenta interviste a importanti protagonisti dell'associazionismo ambientale, che spiegano come hanno contribuito a cambiare l'Italia; la terza si focalizza su temi specifici e successi sul campo come l'istituzione di aree protette, l'ampliamento delle risorse boschive e la tutela della biodiversità. Nella quarta parte, 12 studiosi fanno il punto dei problemi attuali e pongono le basi per prospettive future: dal cambiamento climatico alla civiltà dello spreco, dalla salute dei mari all'agricoltura, dal futuro del paesaggio al destino dei beni comuni.

Paesaggi agrari: l’irrinunciabile eredita' scientifica di Emilio Sereni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Paesaggi agrari: l’irrinunciabile eredita' scientifica di Emilio Sereni / a cura di Massimo Quaini ; con la collaborazione di Gabriella Bonini, Claudio Cerreti, Luisa Rossi, Chiara Visentin]

Cinisello Balsamo : Silvana, 2011

Abstract: Il volume, speculare alla mostra nata come itinerario iconografico per illustrare la Storia del paesaggio agrario italiano a cinquant'anni dalla sua pubblicazione, per effetto della persistente vitalità di Emilio Sereni si è progressivamente trasformato nello strumento utile a meglio comprenderne la ricchezza dell'opera, dell'archivio e della biblioteca. Gli autori, afferenti a diversi settori scientifici, sono concordi nel riconoscere l'attualità dello studioso che nella sua vita operosa ha saputo riunire non solo impegno politico e ricerca ma anche tante discipline (e relativi metodi di indagine) senza averne mai professato accademicamente una sola! Non è un caso se torniamo a interrogarci sull'eredità di Emilio Sereni a cinquant'anni dalla Storia del paesaggio agrario italiano (Laterza, 1961): in un momento storico in cui il lungo addio dell'agricoltura e della civiltà contadina (di cui il paesaggio è la parlante fisionomia) non ci appare più come il processo fatale e irreversibile di fronte al quale non resta che la rassegnazione. Il fallimento della rivoluzione verde a scala globale e i guasti dell'agroindustria a scala nazionale e regionale ci costringono a rileggere il passato secondo una linea che ci impone, non solo di recuperare i saperi locali di una cultura contadina che la storia sembrava aver condannato a un ruolo di subalternità se non di estinzione, ma anche di recuperare, in termini patrimoniali ed economici, i paesaggi rurali di interesse storico...

Breve storia del sindacato in Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bruno, Roberto

Breve storia del sindacato in Italia : lavoro, conflitto ed emancipazione / Roberto Bruno ; prefazione di Piero Bevilacqua

Roma : Ediesse, 2011

Abstract: Il libro si propone come strumento didattico sulla storia del sindacato in Italia dalle origini ai giorni nostri, con un approccio sintetico che guarda con occhio comparativo sia ai modelli che alle principali esperienze storiche in campo europeo. La prima parte si concentra sulle formulazioni teoriche elaborate da Marx, Lenin, Sorel, dai coniugi Webb e dagli americani Perlman e Tannenbaum, che forniscono il quadro in cui si sono affermati i differenti modelli organizzativi: dal peculiare modello britannico al modello rivoluzionario e a quello riformista, con un focus sulle esperienze corporativistiche tipiche dei regimi dittatoriali e totalitari (Italia, Spagna, Francia e Germania). Prosegue con l'analisi della fase che va dalla nascita delle federazioni di mestiere e delle Camere del lavoro in Italia, all'affermazione del modello confederale, con la fondazione nel 1906 della CGdL, mentre nel Paese matura il processo di industrializzazione. La seconda parte del libro è invece dedicata alle vicende sindacali dell'Italia repubblicana alla luce dei principali avvenimenti storici, dalla ricostruzione al miracolo economico, dalla grande mobilitazione del '68-69 alla crisi degli anni '80, sino ai giorni nostri, contraddistinti dalla massiccia immissione della flessibilità e della precarietà nel mercato del lavoro. Prefazione di Piero Bevilacqua.

Le cooperative
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ianes, Alberto

Le cooperative / Alberto Ianes

Roma : Carocci, 2011

Abstract: Che cos'è l'impresa cooperativa? Quali sono le ragioni della sua nascita, nei settori tradizionali di credito, consumo, agricoltura, costruzioni? Quali gli sviluppi più recenti, nei settori del welfare, con le cooperative sociali, e del commercio equo e solidale? Una riflessione a tutto tondo su un fenomeno ancora minoritario, ma che propone un modo alternativo di fare economia, basato non sul profitto ma sulla centralità della persona e sull'aspirazione all'uguaglianza.

Storia dell'ambientalismo in Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Della Valentina, Gianluigi

Storia dell'ambientalismo in Italia : lo sviluppo insostenibile / Gianluigi Della Valentina

Milano : Mondadori, 2011

Abstract: Oggi molti governi del mondo occidentale ammettono l'importanza e l'utilità '| di strategie, economiche sostenibili e rispettose dell ambiente. In questa Fonda- | mentale presa di coscienza hanno giocalo un ruolo cruciale i gruppi sociali § che operano per la difesa e il miglioramento ambientale, non tratti distintivi g peculiari, che rimandano alla geografia e alle vicende storielle del Paese di appartenenza.Il libro di Della Valentina si concentra sulla situazione italiana e sui processi attraverso i quali si sono definiti i soggetti (movimenti, partiti, istituzioni) eie politiche ambientali (centrali, periferiche, comunitarie) nel loro intreccio con le trasformazioni economico-sociali. Si mettono in luce accelerazioni e discontinuità, tratti culturali di lungo periodo e caratteristiche immutabili. L'ambientalismo è un teina spesso al centro dell'attenzione dei media. L'autore ci offre la prima opera che lo affronta nel suo percorso storico in Italia, rivolgendosi, oltre che a studiosi e studenti, a tutti i lettori interessati ai temi della sostenibilità e della tutela ambientale.

Storia del turismo in Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berrino, Annunziata

Storia del turismo in Italia / Annunziata Berrino

Bologna : Il mulino, 2011

Abstract: Che cosa porta la società occidentale fra Otto e Novecento a elaborare la categoria culturale del turismo? Che cosa legittima quella condizione leggera, quasi beata, propria dei turisti, nella quale è consentito allontanarsi dal quotidiano e, talora, persino spogliarsi della propria identità? Questo libro racconta la storia del turismo in Italia attraverso la descrizione dell'immaginario e delle pratiche di viaggio e di soggiorno, e ricostruisce la contemporanea evoluzione del sistema dei servizi, delle istituzioni e delle politiche turistiche dall'inizio dell'Ottocento a oggi. Nelle infinite località turistiche italiane - città d'arte o termali, in montagna, al mare o ai laghi - processi culturali, mode, organizzazioni e consumi si trasformano a ritmo incalzante, fino all'impetuosa diffusione del turismo di massa, che rende oggi questo settore una delle realtà economiche cruciali del nostro paese.

La politica estera dell'italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mammarella, Giuseppe <1929-> - Cacace, Paolo <1945->

La politica estera dell'italia : dallo Stato unitario ai giorni nostri / Giuseppe Mammarella, Paolo Cacace

Nuova ed. ampliata

Roma ; Bari : Laterza, 2010

Abstract: Vistosamente arretrata rispetto al resto dell'Europa occidentale, nell'arco di poco più di un secolo dall'Unità nazionale l'Italia è riuscita a raggiungere e in alcuni momenti a superare il gruppo delle nazioni leader del continente. Un successo incontestabile, ottenuto nonostante l'incerto e talvolta drammatico percorso della sua politica estera, partita da premesse inadeguate e nell'affannosa e spesso velleitaria ricerca di uno status internazionale di prestigio. La discontinuità delle scelte e dell'impegno, l'improvvisazione e la mancanza di una chiara visione dell'interesse nazionale sono fattori che hanno caratterizzato negativamente il ruolo internazionale del nostro paese dalle origini a oggi. Dopo la ricostruzione politica ed economica seguita al secondo conflitto mondiale, la politica estera italiana ha avuto fasi di equilibrio e di iniziative anche lungimiranti. Ma il quadro odierno non è confortante, con l'Italia che oscilla tra acritico consenso alle politiche della strapotenza americana e un'adesione episodica e priva di progettualità ai problemi dell'integrazione europea. Giuseppe Mammarella e Paolo Cacace delineano le ragioni storiche di una crisi di identità che impedisce all'Italia di assumere un profilo internazionale di concreto spessore.