Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2008
× Nomi Catamo, Luciana
× Editore Il *Mulino <casa editrice>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Economia
× Paese Italia
× Editore Rizzoli <casa editrice>

Trovati 22 documenti.

Mostra parametri
È l'economia che cambia il mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Varoufakis, Yanis <1961->

È l'economia che cambia il mondo : quando la disuguaglianza mette a rischio il mostro futuro / Yanis Varoufakis

[Milano] : Rizzoli, 2015

Abstract: Com'è nato il denaro? Da quando il lavoro è una merce? Che ruolo ha avuto il debito nelle società di mercato? In una lettera appassionata alla figlia adolescente, il ministro delle Finanze del governo Tsipras ripercorre le tappe fondanti della storia dell'umanità alla ricerca delle origini della disuguaglianza, attraversando i grandi temi dell'economia "per consentire al lettore di vedere la crisi con occhi diversi e di capire le vere ragioni per cui i governi si rifiutano caparbiamente di prendere le decisioni che porterebbero alla liberazione delle nostre società, in Europa, in Grecia e in tutto il mondo". Economista radicale e militante anti austerity, Yanis Varoufakis si rivela anche un narratore, capace di raccontare l'economia come un'epopea in cui i contadini senza terra e gli eroi dell'"Iliade", gli operai inglesi e Oscar Wilde lottano fianco a fianco per un'idea di società alternativa a quella imposta dal capitale. "È incredibile la facilità con cui tendiamo a considerare 'logica', 'naturale' e 'giusta' la distribuzione della ricchezza che abbiamo sotto gli occhi, specialmente se ci favorisce. Quando ti sembra di propendere per questo tipo di pensieri, ricorda: tutti i bambini nascono nudi, ma per alcuni è già stata pronunciata la condanna alla fame, allo sfruttamento e alla miseria. Non cedere mai alla tentazione di accettare una spiegazione logica per le disuguaglianze che finora, da ragazza che sei, hai ritenuto inaccettabili."

Ammazziamo il Gattopardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Friedman, Alan <1956->

Ammazziamo il Gattopardo / Alan Friedman

Milano : Rizzoli, 2014

Abstract: Perché l'Italia è precipitata nella crisi peggiore degli ultimi trent'anni? La colpa è della Germania, dell'austerity imposta dall'Europa, della moneta unica? O della mediocrità della classe dirigente? Esiste una via d'uscita, una ricetta per rifare il Paese? Per rispondere a queste domande, Alan Friedman, forse il giornalista straniero che conosce meglio la realtà italiana, parte da quegli anni Ottanta in cui l'Italia era la quinta potenza economica del mondo e pareva avviata verso una vera modernizzazione per arrivare fino alle drammatiche vicende degli ultimi anni. Attraverso conversazioni con i protagonisti dell'economia e della politica, da cinque ex presidenti del Consiglio (Giuliano Amato, Romano Prodi, Silvio Berlusconi, Massimo D'Alema, Mario Monti) a Matteo Renzi, Friedman fa luce su retroscena che nessuno ha finora raccontato. Il racconto delle vicende politiche degli ultimi anni assume una nuova luce, rivelando ciò che spesso è stato omesso o taciuto. E si combina con un ambizioso e sorprendente programma in dieci punti per rimettere il Paese sul binario della crescita e dell'occupazione. Il tempo delle mezze misure è finito, e Friedman, in questo libro coraggioso, offre una ricetta di riforme di vasta portata.

Intelligenza ecologica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Goleman, Daniel <1946->

Intelligenza ecologica / Daniel Goleman ; traduzione di Daniele Didero

Milano : Rizzoli, 2009

Abstract: È più dannoso per l'ambiente usare un bicchiere di carta o uno di plastica? Stappare una bottiglia di vino arrivata dalla Francia via terra o dalla Spegna via mare? La risposta non è mai ovvia, e spesso l'acquisto verde è un miraggio: i pomodori prodotti localmente a Montreal, in Canada, vengono selezionati in Francia, crescono in Cina e germogliano in Ontario prima di arrivare nelle serre del Quebec. Su ogni oggetto che compriamo è nascosto un cartellino del prezzo aggiuntivo: sono i costi che paga il pianeta, e quindi la nostra salute. Ma ci è impossibile valutarli correttamente, perché non ce ne accorgiamo: il nostro cervello non è attrezzato per farlo. Non basta quindi un'informazione trasparente per diventare i consumatori consapevoli di un mercato ecosostenibile. Occorre un radicale cambiamento cognitivo, che ci permetta di reagire a una vernice al piombo con la stessa istintiva percezione di pericolo che da millenni proviamo alla vista di un predatore. Daniel Goleman introduce con questo libro un concetto rivoluzionario: la cura per l'ambiente non è un movimento o un'ideologia, è il nostro prossimo gradino evolutivo. È l'intelligenza ecologica, da sviluppare come specie, non come individui, indispensabile per affrontare sfide troppo complesse per vincerle da soli. Perché l'uomo è un animale con una nicchia ecologica particolare da salvaguardare. L'intero pianeta Terra.

Spiriti animali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Akerlof, George A. <1940-> - Shiller, Robert J. <1946->

Spiriti animali / George A. Akerlof, Robert J. Shiller ; traduzione di Ilaria Katerinov

[Milano] : Rizzoli, 2009

Abstract: Già all'indomani del crollo del 1929, John Maynard Keynes metteva in guardia contro la teoria classica secondo cui solo la perfetta razionalità guida il comportamento economico: al contrario, diceva, anche la natura umana, sotto forma di tendenze psicologiche, influenza le nostre azioni. Sono gli spiriti animali, e da essi bisogna ripartire per comprendere la crisi in corso. Dalla fede cieca nel fatto che i prezzi delle case saliranno sempre, fino alla rassegnata sfiducia del risparmiatore di fronte alla corruzione nei mercati azionari, gli spiriti animali sono il vero motore dell'economia. Su questa base, gli autori rispondono a una serie di domande fondamentali sul presente e soprattutto sul futuro: come mai ci sono persone che non trovano lavoro? Perché è così difficile risparmiare? Cosa determina le depressioni economiche e le oscillazioni dei mercati immobiliari? Akerlof e Shiller sintetizzano il lavoro di anni in un'analisi limpida e autorevole che cambierà il modo di pensare alle recessioni, alla disoccupazione e alla povertà e ai mutui. Spiegano perché l'ignoranza del vero funzionamento dell'economia abbia condotto al crollo dei mercati del credito e la conseguente minaccia di un collasso economico globale. Ricordando che, per risollevarsi dalle sventure finanziarie, i governi dovranno avere la saggezza di sfruttare le forze potenti dell'emotività umana, anziché continuare a ignorarle.

L'economia della truffa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galbraith, John Kenneth <1908-2006>

L'economia della truffa / John Kenneth Galbraith ; prefazione di Mario Deaglio

[Milano] : Biblioteca universale Rizzoli, 2009

Abstract: Crisi economica, scandali finanziari, multinazionali al collasso. Come siamo entrati nell'era dei grandi crack? Secondo Galbraith la radice di questi mali sarebbe da cercare nello strapotere ormai senza limiti delle grandi corporation e dei top manager che, andando ben al di là del terreno a loro proprio, sono in grado di forzare tanto le scelte quotidiane dei cittadini quanto le grandi decisioni politiche. Progressivamente si è affermato un sistema che distorce a suo piacimento la verità, che ha trasformato la speculazione in forma d'ingegno e l'economia del libero mercato nell'antidoto alle disgrazie del mondo. Con ironia e indignazione, Galbraith ci mostra come siano rovinosamente crollati i fondamenti dell'analisi economica che davamo per scontati, dalla sovranità del consumatore alla distinzione tra pubblico e privato, all'idea che il taglio delle tasse rilanci l'economia. E come passo dopo passo si sia affermata una perversa economia della truffa: oggi legalizzata e soprattutto socialmente accettata.

Rapaci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rizzo, Sergio <1956->

Rapaci : il diastroso ritorno dello stato nell'economia italiana / Sergio Rizzo

[Milano] : Rizzoli, 2009

Abstract: Un fantasma si aggira per l'Europa: quello del nuovo statalismo. Spinto dal vento della crisi che soffia dagli Stati Uniti, ha investito la Gran Bretagna, la Francia, l'Olanda, la Germania. E l'Italia? Nel nostro Paese quel fantasma è sempre stato di casa. Trasformandosi, negli ultimi anni, in una manomorta pubblica che ammorba l'economia. A cominciare dalle migliaia di imprese locali, controllate dai Comuni, dalle Regioni e dalle sempre più inutili Province. Società per fare autodromi di Formula uno, per amministrare le eredità lasciate ai ciechi, perfino per comprare agenzie di pompe funebri dai privati. Imprese locali dai bilanci traballanti che sponsorizzano profumatamente squadre di basket. Aziende comunali per gestire casinò e gioco d'azzardo. Per non parlare dello Stato centrale. Dove in vent'anni si sono sperperati più di 5 miliardi dei nostri euro nell'Alitalia. Dove si resuscitano società morte e sepolte soltanto per piazzare amici e famiglie. E ne nascono di nuove a ritmo continuo: per distribuire soldi pubblici allo spettacolo, per fare la carta d'identità elettronica, per realizzare centri benessere, perfino per affidare consulenze senza gare. Il tutto con la presenza, incombente e oppressiva, della politica nelle imprese pubbliche: migliaia di posti da occupare nei consigli di amministrazione, manager scelti in base alle parentele partitiche e stipendi d'oro indipendenti dai risultati e dal merito.

Shock Economy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Klein, Naomi <1970->

Shock Economy / Naomi Klein ; traduzione di Ilaria Katerinov

[Milano] : Rizzoli, 2007

Abstract: Che cos'hanno in comune l'Iraq dopo l'invasione americana, lo Sri-Lanka post-tsunami, New Orleans dopo l'uragano Katrina, le dottrine ultraliberiste della Scuola di Chicago e alcuni esperimenti a base di elettroshock finanziati negli anni Cinquanta dal governo americano? Secondo Naomi Klein, l'idea che sia utile cancellare un intero tessuto sociale per costruire da zero un'utopia, quella dell'ultraliberismo. L'autrice denuncia un capitalismo di conquista che sfrutta cinicamente i disastri.

<<Il mio paese>>
0 0 0
Materiale linguistico moderno

<<Il mio paese>> / Daniele Vicari

Abstract: Tra il 1959 e il 1960 uno dei più grandi documentaristi della storia del cinema, Joris Ivens, raccontava in bianco e nero lo sforzo di industrializzazione di un paese alla vigilia del boom economico. Un lavoro commissionato da Enrico Mattei che confluì nel documentario L'Italia non è un paese povero. Cosa è rimasto oggi di quel sogno? Tra il 2005 e il 2006 Daniele Vicari ha ripercorso l'Italia per raccontare un presente segnato da crisi economica e perdita di competitività: dai complessi industriali di Gela e Termini Imerese al petrolchimico di Porto Marghera, passando per gli stabilimenti tessili di Prato e l'Enea di Roma. Un costante raffronto tra passato e presente, tra paralizzanti incertezze, stanchezza morale, ma anche risolutivo disincanto e voglia di reagire.

Il mio paese
0 0 0
Monografie

Il mio paese : libro + DVD / Daniele Vicari

Milano : Rizzoli, 2007

Abstract: Tra il 1959 e il 1960 uno dei più grandi documentaristi della storia del cinema, Joris Ivens, raccontava in bianco e nero lo sforzo di industrializzazione di un paese alla vigilia del boom economico. Un lavoro commissionato da Enrico Mattei che confluì nel documentario L'Italia non è un paese povero. Cosa è rimasto oggi di quel sogno? Tra il 2005 e il 2006 Daniele Vicari ha ripercorso l'Italia per raccontare un presente segnato da crisi economica e perdita di competitività: dai complessi industriali di Gela e Termini Imerese al petrolchimico di Porto Marghera, passando per gli stabilimenti tessili di Prato e l'Enea di Roma. Un costante raffronto tra passato e presente, tra paralizzanti incertezze, stanchezza morale, ma anche risolutivo disincanto e voglia di reagire.

Economia emotiva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Motterlini, Matteo <1967->

Economia emotiva : che cosa si nasconde dietro i nostri conti quotidiani / Matteo Motterlini ; con la collaborazione di Chiara Somajni

Milano : Rizzoli, 2006

Abstract: Nella vita di tutti i giorni non siamo quei razionali, fulminei e infallibili calcolatori di utilità che popolano i modelli economici. Grazie a un campionario di esempi, test, paradossi e a un linguaggio semplice e accessibile il testo insegnerà a riconoscere (e a correggere) i comportamenti irrazionali; e allo stesso tempo a non contare troppo sulla razionalità e a diffidare dei modelli troppo astratti degli economisti.

L'economista mascherato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Harford, Tim <1973->

L'economista mascherato : l'insospettabile logica che fa muovere i soldi / Tim Harford

Milano : Rizzoli, 2006

Abstract: Dietro la vetrina di un bar uno strano personaggio sorseggia il suo cappuccino. Confuso nella folla di un aeroporto, nascosto tra gli scaffali di un supermercato o sotto la scrivania di un agente immobiliare, ovunque ci sia puzza di truffa l'economista mascherato accorre, per salvare l'ingenuo consumatore dalle quotidiane trappole del commercio. Al semplice cittadino, bombardato da raffiche di notizie e dati quasi sempre fuorvianti e parziali, non resta che imparare i trucchi del mestiere: disincanto, competenza tecnica e spirito d'osservazione. Sono le armi che l'economista mascherato impugna contro le congenite storture della legge del profitto, nella strenua battaglia per un mercato più equo ed efficiente, contrario alle logiche del gioco a somma zero, in cui il guadagno di una parte comporta una perdita per l'altra. Un mercato che preveda per ognuno la libertà di accedere alle informazioni. Dal prezzo del caffè alla spesa pubblica, dal miracolo cinese all'e-commerce e alle origini del divario tra Paesi ricchi e Paesi poveri, Tim Harford mette a nudo gli ingranaggi del libero mercato e, facendo ricorso a economisti come Ricardo o alla teoria dei giochi, ci svela con garbo e ironia le logiche che regolano il mondo del denaro e del business.

Monopoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Floris, Giovanni <1967->

Monopoli : conflitti d'interesse, caste e privilegi dell'economia italiana / Giovanni Floris ; a cura di Vittorio Amedeo Alessio

Milano : Rizzoli, 2005

Abstract: Autore e conduttore su RaiTre di Ballarò, Giovanni Floris analizza le vicende dell'economia italiana degli ultimi dieci anni. Dal caso Telecom all'Alitalia, dalla privatizzazione delle aziende energetiche locali alla legge sulle televisioni, emerge un Paese sull'orlo del tracollo finanziario a causa dell'incapacità di chi governa di compiere davvero un salto liberale. Riforma dopo riforma, Floris denuncia una classe politica che, pur dicendosi liberale, tutela gli interessi privati a danno di quelli dei cittadini. Al di là delle liberalizzazioni di facciata, l'economia italiana è dominata - in settori vitali come le banche, la telefonia fissa, la distribuzione dell'energia - da monopoli e oligopoli.

L'economia della truffa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galbraith, John Kenneth <1908-2006>

L'economia della truffa / John K. Galbraith ; traduzione di Stefano Galli

[Milano] : Rizzoli, 2004

Abstract: John Galbraith, collaboratore di Roosevelt ai tempi del New Deal, consigliere economico e amico di John F. Kennedy e allievo di Keynes, affronta in questo saggio il tema della truffa fisiologica che è ormai penetrata nell'economia legale. Il terreno d'elezione di quella che Galbraith definisce frode innocente - perché ormai accettata sia da chi la compie sia da chi la subisce - sono le grandi corporation, che appartengono alla massa degli azionisti, ma in pratica sono governate esclusivamente dai manager, che deformano a loro vantaggio le regole della gestione aziendale. Quelle che vengono presentate come leggi dell'economia in realtà sono convenzioni plasmate dagli interessi in gioco.

Le paure degli italiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Castronovo, Valerio <1935->

Le paure degli italiani / Valerio Castronovo

Milano : Rizzoli, 2004

Abstract: Per anni ci siamo illusi che la tranquilla opulenza di cui godeva il ceto medio sarebbe stata perenne. Poi il tracollo: la nostra economia sta andando a rotoli, come dimostrano i recenti crack di Parmalat e Cirio. La linea d'ombra della povertà relativa è sempre più vicina, lo Stato sembra assente, i cittadini disincantati. Sono andati distrutti i capisaldi dell'economia nazionale - risparmio, titoli di Stato, azienda Italia, posto fisso di lavoro - perché il nostro Paese non è riuscito a stare al passo con i tempi e con i mutamenti di scenario portati dalla globalizzazione e dalla rivoluzione tecnologica. E questa volta non basterà appellarsi al mito del genio italico per riparare le falle.

Maledetti economisti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ricossa, Sergio <1927-2016>

Maledetti economisti : le idiozie di una scienza insesistente / Sergio Ricossa. - Milano : Rizzoli, 1996

244 p. ; 23 cm

Abstract: Partendo da un provocatoria affermazione di Pareto, l'autore ha scritto questo libro in cui denuncia come gli economisti forniscano alle follie dei politici l'apparenza della scientificità. Ogni ideologia politica, per quanto sia insensata, ha i suoi economisti pronti a garantirne la verità. Ricossa ha raccolto un'imponente massa di documenti tragicomici da Adam Smith ai nostri giorni, i quali testimoniano le confessioni degli economisti scettici, gli insulti di cretinismo che si scambiano quelli iracondi, le balordaggini dei premi Nobel, gli inganni di quelli disonesti. Un vero e proprio giro turistico dietro l'austera facciata della pseudo-scienza dell'economia.

Come si manda in rovina un Paese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ricossa, Sergio <1927-2016>

Come si manda in rovina un Paese / Sergio Ricossa

Milano : Rizzoli, 1995

Cose viste
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galbraith, John Kenneth <1908-2006>

Cose viste / John Kenneth Galbraith ; traduzione di Paola Brivio

Milano : Rizzoli, 1995

Impariamo l'economia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ricossa, Sergio <1927-2016>

Impariamo l'economia / Sergio Ricossa

Milano : Biblioteca universale Rizzoli, 1994

Storia della economia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galbraith, John Kenneth <1908-2006>

Storia della economia / John Kenneth Galbraith ; traduzione di Fausto Ghiaia

3. ed

Milano : Biblioteca universale Rizzoli, 1993

Cento trame di classici dell'economia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ricossa, Sergio <1927-2016>

Cento trame di classici dell'economia / Sergio Ricossa

Milano : Rizzoli, 1991