Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Data 2008
× Nomi Catamo, Luciana
× Editore Il *Mulino <casa editrice>
× Editore Franco Angeli <casa editrice>
× Soggetto Capitalismo
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Economia
× Paese Italia
× Editore Rizzoli <casa editrice>
× Soggetto Italia

Trovati 7 documenti.

Mostra parametri
Ammazziamo il Gattopardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Friedman, Alan <1956->

Ammazziamo il Gattopardo / Alan Friedman

Milano : Rizzoli, 2014

Abstract: Perché l'Italia è precipitata nella crisi peggiore degli ultimi trent'anni? La colpa è della Germania, dell'austerity imposta dall'Europa, della moneta unica? O della mediocrità della classe dirigente? Esiste una via d'uscita, una ricetta per rifare il Paese? Per rispondere a queste domande, Alan Friedman, forse il giornalista straniero che conosce meglio la realtà italiana, parte da quegli anni Ottanta in cui l'Italia era la quinta potenza economica del mondo e pareva avviata verso una vera modernizzazione per arrivare fino alle drammatiche vicende degli ultimi anni. Attraverso conversazioni con i protagonisti dell'economia e della politica, da cinque ex presidenti del Consiglio (Giuliano Amato, Romano Prodi, Silvio Berlusconi, Massimo D'Alema, Mario Monti) a Matteo Renzi, Friedman fa luce su retroscena che nessuno ha finora raccontato. Il racconto delle vicende politiche degli ultimi anni assume una nuova luce, rivelando ciò che spesso è stato omesso o taciuto. E si combina con un ambizioso e sorprendente programma in dieci punti per rimettere il Paese sul binario della crescita e dell'occupazione. Il tempo delle mezze misure è finito, e Friedman, in questo libro coraggioso, offre una ricetta di riforme di vasta portata.

Rapaci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rizzo, Sergio <1956->

Rapaci : il diastroso ritorno dello stato nell'economia italiana / Sergio Rizzo

[Milano] : Rizzoli, 2009

Abstract: Un fantasma si aggira per l'Europa: quello del nuovo statalismo. Spinto dal vento della crisi che soffia dagli Stati Uniti, ha investito la Gran Bretagna, la Francia, l'Olanda, la Germania. E l'Italia? Nel nostro Paese quel fantasma è sempre stato di casa. Trasformandosi, negli ultimi anni, in una manomorta pubblica che ammorba l'economia. A cominciare dalle migliaia di imprese locali, controllate dai Comuni, dalle Regioni e dalle sempre più inutili Province. Società per fare autodromi di Formula uno, per amministrare le eredità lasciate ai ciechi, perfino per comprare agenzie di pompe funebri dai privati. Imprese locali dai bilanci traballanti che sponsorizzano profumatamente squadre di basket. Aziende comunali per gestire casinò e gioco d'azzardo. Per non parlare dello Stato centrale. Dove in vent'anni si sono sperperati più di 5 miliardi dei nostri euro nell'Alitalia. Dove si resuscitano società morte e sepolte soltanto per piazzare amici e famiglie. E ne nascono di nuove a ritmo continuo: per distribuire soldi pubblici allo spettacolo, per fare la carta d'identità elettronica, per realizzare centri benessere, perfino per affidare consulenze senza gare. Il tutto con la presenza, incombente e oppressiva, della politica nelle imprese pubbliche: migliaia di posti da occupare nei consigli di amministrazione, manager scelti in base alle parentele partitiche e stipendi d'oro indipendenti dai risultati e dal merito.

<<Il mio paese>>
0 0 0
Materiale linguistico moderno

<<Il mio paese>> / Daniele Vicari

Abstract: Tra il 1959 e il 1960 uno dei più grandi documentaristi della storia del cinema, Joris Ivens, raccontava in bianco e nero lo sforzo di industrializzazione di un paese alla vigilia del boom economico. Un lavoro commissionato da Enrico Mattei che confluì nel documentario L'Italia non è un paese povero. Cosa è rimasto oggi di quel sogno? Tra il 2005 e il 2006 Daniele Vicari ha ripercorso l'Italia per raccontare un presente segnato da crisi economica e perdita di competitività: dai complessi industriali di Gela e Termini Imerese al petrolchimico di Porto Marghera, passando per gli stabilimenti tessili di Prato e l'Enea di Roma. Un costante raffronto tra passato e presente, tra paralizzanti incertezze, stanchezza morale, ma anche risolutivo disincanto e voglia di reagire.

Il mio paese
0 0 0
Monografie

Il mio paese : libro + DVD / Daniele Vicari

Milano : Rizzoli, 2007

Abstract: Tra il 1959 e il 1960 uno dei più grandi documentaristi della storia del cinema, Joris Ivens, raccontava in bianco e nero lo sforzo di industrializzazione di un paese alla vigilia del boom economico. Un lavoro commissionato da Enrico Mattei che confluì nel documentario L'Italia non è un paese povero. Cosa è rimasto oggi di quel sogno? Tra il 2005 e il 2006 Daniele Vicari ha ripercorso l'Italia per raccontare un presente segnato da crisi economica e perdita di competitività: dai complessi industriali di Gela e Termini Imerese al petrolchimico di Porto Marghera, passando per gli stabilimenti tessili di Prato e l'Enea di Roma. Un costante raffronto tra passato e presente, tra paralizzanti incertezze, stanchezza morale, ma anche risolutivo disincanto e voglia di reagire.

Monopoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Floris, Giovanni <1967->

Monopoli : conflitti d'interesse, caste e privilegi dell'economia italiana / Giovanni Floris ; a cura di Vittorio Amedeo Alessio

Milano : Rizzoli, 2005

Abstract: Autore e conduttore su RaiTre di Ballarò, Giovanni Floris analizza le vicende dell'economia italiana degli ultimi dieci anni. Dal caso Telecom all'Alitalia, dalla privatizzazione delle aziende energetiche locali alla legge sulle televisioni, emerge un Paese sull'orlo del tracollo finanziario a causa dell'incapacità di chi governa di compiere davvero un salto liberale. Riforma dopo riforma, Floris denuncia una classe politica che, pur dicendosi liberale, tutela gli interessi privati a danno di quelli dei cittadini. Al di là delle liberalizzazioni di facciata, l'economia italiana è dominata - in settori vitali come le banche, la telefonia fissa, la distribuzione dell'energia - da monopoli e oligopoli.

Le paure degli italiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Castronovo, Valerio <1935->

Le paure degli italiani / Valerio Castronovo

Milano : Rizzoli, 2004

Abstract: Per anni ci siamo illusi che la tranquilla opulenza di cui godeva il ceto medio sarebbe stata perenne. Poi il tracollo: la nostra economia sta andando a rotoli, come dimostrano i recenti crack di Parmalat e Cirio. La linea d'ombra della povertà relativa è sempre più vicina, lo Stato sembra assente, i cittadini disincantati. Sono andati distrutti i capisaldi dell'economia nazionale - risparmio, titoli di Stato, azienda Italia, posto fisso di lavoro - perché il nostro Paese non è riuscito a stare al passo con i tempi e con i mutamenti di scenario portati dalla globalizzazione e dalla rivoluzione tecnologica. E questa volta non basterà appellarsi al mito del genio italico per riparare le falle.

Come si manda in rovina un Paese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ricossa, Sergio <1927-2016>

Come si manda in rovina un Paese / Sergio Ricossa

Milano : Rizzoli, 1995