Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
× Lingue Francese
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Piemme <casa editrice>
× Paese Italia
× Data 2005

Trovati 10 documenti.

Mostra parametri
I peggiori crimini del comunismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chiesa, Giulietto <1940-> - Vauro <1955->

I peggiori crimini del comunismo / Giulietto Chiesa, Vauro

2. ed. aggiornata

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: «Queste sono pagine per stomaci forti, perché non c'è limite all'abiezione dei comunisti di cui ci occuperemo. Si pensi a Giuliano Ferrara, uno dei più preclari. La sua diabolica abilità lo ha portato ad essere membro del PCI e informatore della CIA. Riteniamo che la CIA abbia subito per questo danni incalcolabili. Si pensi a Sandro Bondi, già sindaco comunista. A Ferdinando Adornato, Renzo Foa, Tiziana Maiolo, Gianni Pilo... E solo un parziale elenco dei pericolosi comunisti che sono riusciti a infiltrarsi nei gangli dello Stato. Queste pagine rappresentano la prova irrefutabile della perdurante pericolosità del comunismo.»

Lettera a mia figlia che vuole portare il velo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Djitli, Leila

Lettera a mia figlia che vuole portare il velo / Leila Djitli con Sophie Troubac

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: Aicha è una donna franco-algerina che si è battuta per l'integrazione e la libertà: indossa i jeans ed è orgogliosa della sua emancipazione. Nawel è una ragazza di diciassette anni che riscopre testardamente la tradizione: per ribellione, rivalsa, bisogno di protezione. E di colpo ha deciso: Voglio portare il velo. Pronunciate sottovoce, le parole della figlia tagliano l'aria, paralizzano i preparativi per la cena, fanno crollare le certezze. La madre inghiotte la rabbia, trova la forza di dominare la delusione, rinuncia a proibire. E, invece, scrive. La sua è una lettera intima, che ribalta i luoghi comuni e rifiuta gli stereotipi. Una fiction-verità che illumina i grandi temi del rapporto uomo-donna, dell'indipendenza, dell'integralismo, della fede.

Murata viva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leila

Murata viva : prigioniera della legge degli uomini / Leila ; con la collaborazione di Marie-Therese Cuny

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: È mezzanotte. Leila, giovane marocchina cresciuta in Francia, sta dormendo della piccola stanza che condivide insieme ai fratelli, quando la madre la sveglia. Le ordina di mettersi il suo vestito più bello e di preparare il tè per l'uomo seduto sul divano della sala: lo deve accogliere come fosse un re. Leila non lo conosce. Eppure tra pochi giorni quell'uomo diventerà suo marito. Perché così ha deciso suo padre e, se lei oserà ribellarsi, la punizione sarà terribile. Per Leila è l'inizio di un incubo. Suo marito la tratta come una schiava, la picchia, la umilia. Per tre volte Leila tenta il suicidio. Solo la nascita di suo figlio Ryad le dà la forza di ribellarsi. A costo di essere ripudiata dalla famiglia, Leila chiede la separazione.

Il libro nero dei primi appuntamenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cameron, Amy

Il libro nero dei primi appuntamenti / Amy Cameron

Casale Monferrato : Piemme, [2005]

Abstract: La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti può capitare diceva Forrest Gump. E quando si tratta di appuntamenti galanti, mai frase fu più vera. Ogni appuntamento è un salto nel buio, un terno al lotto sulla ruota della fortuna, dove pare che tutte le altre facciano Jackpot tranne voi. E allora, volete chiudervi in casa e condurre una vita monacale? Sì, ma soltanto per essere più belle per il prossimo invito.

Gli schiavi invisibili
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giojelli, Giancarlo <1956->

Gli schiavi invisibili / Giancarlo Giojelli

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: Sono milioni gli uomini che ogni anno vengono comprati e venduti come macchine da lavoro; altrettante le donne in regime di schiavitù costrette a prostituirsi o allo stupro sistematico in tempo di guerra; e un esercito di piccoli schiavi sono tutti quei bambini sfruttati senza alcun riguardo, fino alla morte. Ma esempi di privazione totale di libertà sono anche la vendita dei bimbi destinati a combattere negli eserciti del Terzo Mondo o costretti a rubare o ceduti a bande che li usano come merce sessuale o come materia prima per il traffico d'organi. Un reportage sconvolgente, che dà voce ad alcuni di quei pochissimi che hanno riacquistato la libertà e che ricordano al mondo intero che non può dimenticarsi di quanti ancora oggi vivono in schiavitù.

Erotismo e violenza nell'antica Roma
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Canali, Luca <1925-2014>

Erotismo e violenza nell'antica Roma / Luca Canali ; collaborazione di Maria Pellegrini

Piemme, 2005

Abstract: Messalina, giovane sposa dell'anziano imperatore Claudio, usciva nottetempo per andare a prostituirsi e, come scrive Giovenale, quando infine si allontanava sfiancata dai maschi ma ancora non sazia, portava nel talamo imperiale il lezzo del bordello. E, secondo Petronio, la matrona di Efeso, vedova inconsolabile decisa a lasciarsi morire nella tomba con il marito, si lasciò poi consolare dal soldato di guardia al sepolcro. Le donne in generale non fanno una bella figura nelle pagine degli autori romani, profondamente misogini. In realtà sono molte le ombre che attraversano l'Impero e, come sottolinea Canali, la violenza, la morte, l'insistenza sugli aspetti sordidi della vita attraversano come un fiume sotterraneo la sensibilità romana.

Tutto quello che le donne (non) dicono
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Reggiani, Francesca <1959-> - Lupo, Valter <sceneggiatore>

Tutto quello che le donne (non) dicono / Francesca Reggiani con Valter Lupo

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: L'amore è una cosa meravigliosa? Da single è il massimo? Chi trova un'amica trova un tesoro? La chirurgia estetica fa miracoli? Ci sono cose che alle donne non dicono e cose che le donne non dicono. Alle altre. Agli uomini. A se stesse. Ma se dopo anni di baci e bacetti il vostro principe si ostina a non diventare azzurro, perlomeno cambiate rospo. Francesca Reggiani ha ottenuto grande successo in TV grazie a programmi come La tv delle ragazze, Avanzi, Tunnel, Cocktail d'amore e Convenscion. Ha recitato con Proietti, per Fellini, per Sordi e spesso per se stessa. Questo è il suo primo libro. Vorrebbe poter dire che tutto quello che racconta è pura fantasia e che i riferimenti a fatti e personaggi reali sono assolutamente casuali. Ma non è così.

La democrazia del grande fratello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chomsky, Noam <1928->

La democrazia del grande fratello / Noam Chomsky

Casale Monferrato : Piemme, [2005]

Abstract: Lo aveva profetizzato George Orwell. Lo aveva intuito Orson Welles. Ma il cinico protagonista di Quarto potere fa sorridere se paragonato ai nuovi colossi dei media denunciati in questi scritti dedicati a uno dei gangli vitali della democrazia: il pluralismo dell'informazione e la libertà di stampa. La macchina da indottrinamento al servizio di potentissimi, e occulti, poteri finanziari è per Noam Chomsky il vero Grande Fratello della società americana e occidentale. Un sistema di propaganda perfetto che si regge su due pilastri. Il primo sforna fiction, soap, reality show e sport per distrarre gli interessi della gente dai problemi reali. Il secondo indirizza le opinioni di lettori e spettatori, formando convenientemente le nuove classi dirigenti.

Bruciata viva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Suad

Bruciata viva / Suad ; con la collaborazione di Marie-Therese Cuny ; traduzione di Luciana Crepax

Casale Monferrato : Piemme, 2005

Abstract: Suad, giovane cisgiordana, sta facendo il bucato nel cortile di casa quando sente sbattere una porta alle sue spalle. È il cognato, che le rivolge una frase scherzosa. Suad si volta per replicare ma all'improvviso il suo corpo è intriso di un liquido freddo che in meno di un secondo diventa fuoco. Bruciare viva, è questa la punizione inflittale dalla famiglia per aver commesso il peggiore dei peccati, essere rimasta incinta prima del matrimonio. Nonostante le ustioni di terzo grado che la ricoprono, Suad riesce a salvarsi. Con l'aiuto di un'organizzazione umanitaria, fugge in Europa. Da qui, con indosso una maschera che protegge e nasconde il suo viso deturpato, racconta al mondo la sua storia, sfidando la legge degli uomini e la loro sete di vendetta.

Il velo strappato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bin Ladin, Carmen

Il velo strappato : la mia vita nel clan dei Bin Laden / Carmen Bin Laden ; traduzione di Maria Clara Pasetti

Casale Monferrato : Piemme, c2005

Abstract: Carmen Dufour Bin Laden è l'unica donna occidentale ad aver vissuto per nove lunghi anni dentro la famiglia Bin Laden. Sposata con il fratello del tristemente noto Osama, si porta addosso il peso di un cognome che, per l'intero Occidente, rappresenta il male assoluto. Carmen racconta la sua storia. A cominciare dal giorno in cui, a Ginevra, conosce Yeslam futuro padre delle sue figlie. Bello, ricchissimo e pieno di fascino, Yeslam Bin Laden sembra un principe delle favole. Ma la realtà che attende Carmen a Jeddah, città d'origine del marito, di favoloso non ha proprio nulla. Anzi, dal primo istante, l'Arabia Saudita le appare come un luogo da incubo, dai contorni scoloriti e indistinti oltre la spessa coltre del chador.