Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Memorie
× Editore Piemme <casa editrice>

Trovati 43 documenti.

Mostra parametri
Il velo strappato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bin Ladin, Carmen

Il velo strappato : la mia vita nel clan dei Bin Laden / Carmen Bin Laden

Casale Monferrato : Piemme, 2004

Abstract: Carmen Dufour Bin Laden è l'unica donna occidentale ad aver vissuto per nove lunghi anni dentro la famiglia Bin Laden. Sposata con il fratello del tristemente noto Osama, si porta addosso il peso di un cognome che, per l'intero Occidente, rappresenta il male assoluto. Carmen racconta la sua storia. A cominciare dal giorno in cui, a Ginevra, conosce Yeslam futuro padre delle sue figlie. Bello, ricchissimo e pieno di fascino, Yeslam Bin Laden sembra un principe delle favole. Ma la realtà che attende Carmen a Jeddah, città d'origine del marito, di favoloso non ha proprio nulla. Anzi, dal primo istante, l'Arabia Saudita le appare come un luogo da incubo, dai contorni scoloriti e indistinti oltre la spessa coltre del chador.

Afghanistan, dove Dio viene solo per piangere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakib, Siba

Afghanistan, dove Dio viene solo per piangere / Siba Shakib

Casale Monferrato : Piemme, 2002

Abstract: Shirin-Gol ricorda ancora le montagne dell'Indu Kusch non devastate dalle bombe. Viveva, da bambina, in uno sperduto villaggio di montagna a cui era stato dato il nome di Dolce Fiore e la sua vita pareva già fissata. Poi arrivarono i russi e iniziò una guerra stupida che si portò via padri, fratelli, mariti. Da allora Shirin-Gol non ha smesso di fuggire: dalla fame, dalla miseria, dalla negazione dei più elementari diritti umani, dai soldati dell'Armata Rossa, dai Mujahedin, dai Talebani, da decenni di efferate faide fratricide che hanno devastato l'anima del suo paese. Data in moglie a quattordici anni per onorare un debito di gioco ha dato alla luce i suoi figli, ha lottato per la sua famiglia, ha imparato a leggere, a scrivere, a pensare. Siba Shakib, regista e documentarista, racconta da anni la vita del popolo afgano e la condizione delle donne: dalla sua esperienza nei campi profughi è nato questo libro che mostra perché, da sempre, il fanatismo religioso è terrorizzato dalla serena forza delle donne.

Ritratto di un terrorista da giovane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morucci, Valerio <1949->

Ritratto di un terrorista da giovane / Valerio Morucci

Casale Monferrato : Piemme, 1999

Abstract: Come e perché si diventa terroristi? Cosa spinge un ragazzo romano a unirsi al gruppo eversivo più duro e determinato, quello delle Brigate Rosse, responsabile del clima di terrore instauratosi in Italia negli anni Settanta? In questo libro Valerio Morucci racconta i suoi primi anni da ribelle, gli anni del liceo e dell'università, in quell'atmosfera di pseudo libertà dove tutto sembrava possibile e la parola rivoluzione riempiva le frasi e i pensieri di molti giovani. Un racconto diretto, immediato, una sorta di come eravamo, che si ferma con una scelta precisa, prima dei terribili anni di piombo.