Biblioteca "Franco Messora" - Gonzaga

Biblioteca "Franco Messora" - Gonzaga

Parole d'autore

Quando
17 July 2020
Orario
21:15 — 22:30
Dove
Arena Estiva (Cortile EX Scuole Elementari), Via Montessori, Gonzaga (MN)
Altre date
07 August 2020 28 August 2020
Categorie
Libri, Spettacoli

 

Venerdì 17 Luglio 2020, Arena Estiva (Cortile EX Scuole Elementari), ore 21.15

Mal di libri

Reading per sola attrice, a cura di Laura Torelli (Charta)

Quando la biblioteca chiude, arrivano le donne delle pulizie. L’Aurelia è una di loro e con il suo sproloquiare semiserio, ingenuo e appassionato, farcito di aneddoti veri e inventati, ci racconta l’amore per i libri e la lettura. Un’ora di parole affidate a un’attrice che, alternandole fra loro, interpreta le riflessioni di un'inconsueta ragazza delle pulizie e alcune pagine di saggi e romanzi che hanno come tema comune i libri, il mondo delle biblioteche e il senso e la funzione della lettura.

 

Venerdì 7 Agosto 2020, Arena Estiva (Cortile EX Scuole Elementari), ore 21.15

Ragazze

Incontro con Manuela Daolio

Ognuno di noi ha una storia, che inizia ancora prima del nostro venire al mondo, una storia che inizia nella pancia della nostra mamma. Recconti di donne diverse per età , provewnienza e storie di vita. Racconti narrati quasi per caso, che colpiscono il lettore per il loro carico di umanità, emozioni e ricordi. Storie che sarebbe stato un peccato perdere. Un puzzle di vite intensamente vissute.

Dialoga con l'autrice Carla Ferrari  (Vicesindaco e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Gonzaga)

 

Venerdì 28 Agosto 2020, Arena Estiva (Cortile EX Scuole Elementari), ore 21.15

L'amore puzza d'odio

Incontro con Massimiliano Boschini

L'amore puzza d'odio è un ossimoro solo apparente: dove l'amore stravolge i sensi e la ragione, l'odio verso l'oggetto amato non è che l'altra faccia della medaglia, il lato oscuro della luna, un apostrofo nero nel rosa del romanticismo. "L'amore puzza d'odio" racconta dal punto di vista maschile la nascita, la passione, il declino e la fine di una storia d'amore, attraverso la scansione allegorica delle stagioni. E con il passare del tempo, lo stile muta, invecchia e si ripiega su se stesso: da scanzonate e romantiche, le pagine virano al nero, alla tristezza e alla rabbia, senza perdere di vista quella spudorata ruffianeria che spariglia le carte e fa saltare i canoni classici della poesia. Musica, arte, fumetti, romanzi, cultura pop, il retaggio di mille emozioni e immagini conservate in qualche angolo polveroso dell'animo, fanno capolino tra le righe accompagnando il lettore dove nemmeno Charles Bukowski si spinse: a parlare di amore e di stelle.

Dialoga con l'autore Fabio Veneri (giornalista)