#QuiContinuaLaLettura (Gruppo di Lettura Adulti)

Il Gruppo di Lettura di Gonzaga inizia a incontrarsi nel febbraio 2007 con l’adesione al progetto QuiContinuaLaLettura. Da allora il Gruppo continua ad incontrarsi regolarmente.

Gli incontri si tengono l'ultimo mercoledì di ogni mese in Biblioteca.

[Illustrazione di Marco Petrella]

 

 

 

 

 

 

Il Gruppo di Lettura ha finora letto:

Trovati 79 documenti.

Piccoli crimini coniugali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schmitt, Eric-Emmanuel <1960->

Piccoli crimini coniugali / Eric-Emmanuel Schmitt ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

Roma : E/O, [2004]

Abstract: Gilles è vittima di un misterioso incidente. Ritorna a casa dall'ospedale con la moglie Lisa. Ha perduto la memoria. Lui chi è? E chi è Lisa? Com'era la loro vita di coppia? A partire da ciò che lei gli racconta, Gilles cerca di ricostruire la propria vita. Ma se Lisa mentisse? Lui è proprio così come lei lo descrive? E lei è veramente sua moglie? Attraverso il serrato dialogo e i continui colpi di scena si fa strada una verità inattesa. Una commedia nera dalla suspense sorprendente, ma anche una riflessione sulla madre di tutte le guerre: quella dentro la coppia.

Una testa selvatica
0 1 0
Materiale linguistico moderno

Roger, Marie-Sabine <1957->

Una testa selvatica / Marie-Sabine Roger ; traduzione di Francesco Bruno

Milano : Ponte alle grazie, [2009]

Abstract: Qui si racconta la storia di Germain, lo scemo del villaggio. Centodieci chili di muscoli per sorreggere una testa selvatica, un passato di mancata educazione sentimentale e un presente di conta dei piccioni e pomeriggi spesi al bar. Qui si racconta di un incontro straordinario nel più ordinano dei luoghi, un parco pubblico. Si traccia il delicato resoconto della più improbabile delle complicità, quella tra un gigante semi analfabeta e una vecchina con i capelli viola e la passione per i libri. Si dimostra che l'intelligenza è altra cosa dalla cultura. Quando le vite di Germain e Margueritte si accomodano sulla medesima panchina, ogni cosa, dentro e fuori, comincia a cambiare. E così questa può anche essere una storia che parla di avventure o di amore... o di indiani. Perché no? I sentimenti, come le parole, non sono innati. Bisogna acquisirli, piano piano. E quando sbocciano non conta più il vuoto che c'è ancora da riempire, ma tutto il pieno che invade il cuore e la testa come gramigna che non si può più estirpare. Il mondo in cui pianta le sue radici un'altra selvatichezza, fatta di affetti, fatta di parole. Come quella di Germain e Margueritte, e del vocabolario che ne riscrive i destini.

Il calore del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Némirovsky, Irène <1903-1942>

Il calore del sangue / Irene Nemirovsky ; traduzione di Alessandra Berello ; con una nota di Olivier Philipponnat e Patrick Lienhardt

Milano : Adelphi, [2008]

Abstract: E' inutile ribadirlo e tantissimi lettori lo sanno bene: Irene Nemirovsky non delude mai e anzi riesce sempre a sorprendere per la scrittura precisa e misurata e le storie perfette in tutte le loro componenti che riesce a tessere. Anche in questo breve romanzo non risparmia il suo talento nel rappresentare quello che c'è al di là delle apparenze più convenzionali. Come nella storia del matrimonio tra due giovani e brillanti rappresentanti della piccola borghesia di campagna della provincia francese, che si apprestano a seguire un percorso apparentemente già tracciato e privo di insidie. Ma sarà davvero così?

La scuola degli ingredienti segreti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bauermeister, Erica <1959->

La scuola degli ingredienti segreti / Erica Bauermeister

Milano : Garzanti, 2009

Abstract: È lunedì, nel ristorante di Lillian è giorno di chiusura, e come ogni settimana si tengono le lezioni del corso di cucina. Circondata dagli allievi, Lillian muove delicatamente le mani, sta per aggiungere l'ultimo tocco, l'ingrediente segreto, e poi la torta sarà pronta. Nessuno meglio di Lillian conosce la magia degli ingredienti, nessuno meglio di lei sa che a volte basta una tazza di cioccolata per cambiare un po' la vita. Era solo una bambina quando, grazie a una misteriosa ricetta donatale da Abuelita, la donna della bottega delle spezie, ha salvato sua madre. Sono passati anni da allora, anni in cui ha combattuto, ha sofferto, si è ribellata, a volte ha perso ogni certezza, tranne una: la fiducia nella magica alchimia del cibo. È per questo che il suo ristorante è un luogo speciale, dove si ritrovano ricordi perduti, si stringono promesse d'amore o nasce un'amicizia. Lo sanno bene gli allievi del corso di cucina, tutti alla ricerca dell'ingrediente segreto che ancora manca alla loro vita. Come Claire, giovane madre insicura, o Tom, che ha appena perso la moglie; Chloe, ragazza maldestra e vitale; Isabelle, che non ricorda nulla tranne le ricette. Per tutti loro Lillian ha la soluzione: sa che le tortillas restituiscono il gusto piccante dell'avventura, che una soffice glassa può far dimenticare un tradimento e che un ragù schiude le porte di un nuovo amore. Quello che non sa è la ricetta giusta per lei. Potrà trovarla solo se accetterà di mettersi alla prova, almeno una volta.

Gli occhi gialli dei coccodrilli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pancol, Katherine <1954->

Gli occhi gialli dei coccodrilli / Katherine Pancol ; traduzione di Roberta Corradin

Milano : Baldini Castoldi Dalai, [2009]

Abstract: Un romanzo al femminile tradizionale ma anche la divertente vicenda di un libro acquistato ancora prima di essere scritto. Forse l'autrice poteva risparmiarci qualche pagina ma nel complesso la lettura di Gli occhi gialli dei coccodrilli è avvincente come promette il risvolto di copertina. E alle fine le vicende di tre generazioni di donne molto diverse tra loro ma accomunate dal desiderio di non arrendersi mai, lascia nel lettore il piacere di avere passato delle ore in buona compagnia.

A voce alta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schlink, Bernhard <1944->

A voce alta = The Reader / Bernhard Schlink ; traduzione e nota di Rolando Zorzi

[Milano] : Garzanti, 2009

Abstract: Siamo negli anni Cinquanta e Michael Berg attraversa i primi turbamenti dell'adolescenza. Quando un giorno, per la strada, si sente male, viene soccorso da Hannah, che ha da poco superato la trentina. Colpito da questa donna gentile e sconosciuta, irresistibilmente attratto dalla sua misteriosa e profonda sensualità, Michael riesce a rintracciarla. Tra loro nasce un'intensa relazione, fatta di passioni e di pudori. Presto, però, Michael intuisce che nella vita di Hannah, nel suo passato, ci sono altri misteri: qualcosa che lei non può rivelargli e che segnerà per sempre il destino di entrambi.

Amiche per la pelle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wadia, Laila <1966->

Amiche per la pelle / Laila Wadia

Roma : Edizioni e/o, [2007]

Abstract: Via Ungaretti, nel centro storico di Trieste, è una strada immaginaria dimenticata sia dal sole sia dal Comune. La casa è abitata da quattro famiglie di immigrati, cinesi, indiani, bosniaci, albanesi, ansiosi di integrarsi nella città d'adozione. Il romanzo parla di quattro straniere alle prese con l'apprendimento della cultura e della lingua italiana, così ardua da sembrare quasi inventata per scoraggiare l'integrazione. Con fatica e con alcuni buffi scivoloni, le donne cercano di costruire una rete di amicizie perché unite si è più forti e insieme si può cercare di respingere la spada di Damocle di un imminente sfratto.

La briscola in cinque
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malvaldi, Marco <1974->

La briscola in cinque / Marco Malvaldi

Palermo : Sellerio, [2007]

Abstract: La rivalsa dei pensionati. Da un cassonetto dell'immondizia in un parcheggio periferico, sporge il cadavere di una ragazza giovanissima. Siamo in un paese della costa intorno a Livorno, l'immaginaria Pineta, diventata località balneare di moda a tutti gli effetti, e quindi la Pro Loco sta inesorabilmente estinguendo le categorie dei vecchietti rivoltandogli contro l'architettura del paese: dove c'era il bar con le bocce hanno messo un discopub all'aperto, in pineta al posto del parco giochi per i nipoti si è materializzata una palestra da body-building all'aperto, e non si trova più una panchina, solo rastrelliere per le moto. L'omicidio ha l'ovvio aspetto di un brutto affare tra droga e sesso, anche a causa della licenziosa condotta che teneva la vittima, viziata figlia di buona famiglia. E i sospetti cadono su due amici della ragazzina nel giro delle discoteche. Ma caso vuole che, per amor di maldicenza e per ammazzare il tempo, sul delitto cominci a chiacchierare, discutere, contendere, litigare e infine indagare il gruppo dei vecchietti del BarLume e il suo barista. In realtà è quest'ultimo il vero svogliato investigatore. I pensionati fanno da apparato all'indagine, la discutono, la spogliano, la raffinano, passandola a un comico setaccio di irriverenze. Sicché, sotto all'intrigo giallo, spunta la vita di una provincia ricca, civile, dai modi spicci e dallo spirito iperbolico, che sopravvive testarda alla devastazione del consumismo turistico modellato dalla televisione.

Cartoline dalla terra di nessuno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chambers, Aidan <1934->

Cartoline dalla terra di nessuno / Aidan Chambers ; traduzione di Alessandra Padoan

Milano : Fabbri, 2007

Abstract: Jacob Todd, inglese, per la prima volta all'estero da solo, arriva ad Amsterdam per la commemorazione della battaglia di Arnhem, in cui suo nonno combatté cinquant'anni prima. Geerti Wesseling, anziana signora molto malata, racconta nel suo diario una storia straordinaria di amore e tradimento. Grazie a questa storia la sua famiglia e quella di Jacob sono legate in un modo insospettabile e sorprendente. Tra cene e vagabondaggi per la città, incontri a sorpresa e pellegrinaggi letterari, la visita di Jacob ad Amsterdam si rivelerà molto più che una vacanza. Età di lettura: da 14 anni.

Olive Kitteridge
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strout, Elizabeth <1956->

Olive Kitteridge / Elizabeth Strout ; traduzione di Silvia Castoldi

Roma : Fazi, 2009

Abstract: Un villaggio del Maine, diventa simbolicamente l'ombelico del mondo. A reggere i fili di questo, "romanzo in racconti”, e' Olive Kitteridge, insegnante in pensione, che grazie al suo sguardo critico ci racconta tutto dei suoi concittadini. La Strout, che vince il Pulitzer nel 2009 con questo romanzo, regala ai lettori un affresco a volte spietato, ma sempre onesto, delle varie declinazioni dell'animo umano.

Boccamurata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Agnello Hornby, Simonetta <1945->

Boccamurata / Simonetta Agnello Hornby

Milano : Feltrinelli, 2007

Abstract: Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a sparire, come ha sempre detto il padre Gaspare? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza di una vecchia zia: zia Rachele ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo. A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all'improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c'è chi sospetta oscuri moventi. Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d'amore.

Gli ultimi incantesimi
5 0 0
Materiale linguistico moderno

De Mari, Silvana <1953->

Gli ultimi incantesimi : romanzo / Silvana De Mari

Milano : Salani, [2008]

Abstract: Un libro che vi rimarrà dentro per sempre, per la scrittura serrata e la storia che anche se sembra animata da figure fantastiche parla del vostro io più profondo e dei sentimenti più nascosti. Giustizia, voglia di riscatto, di libertà di essere e di vivere per quello che si è veramente. Dopo gli elfi e gli orchi sono le regine protagoniste del nuovo libro di Silvana de Mari. Regine in quanto madri e depositarie di destini, che dovranno imparare a combattere e a vincere, perché il futuro del mondo passa dalla libertà e dalla forza delle madri e dal coraggio di eroi involontari, improvvisati, minori, i brutti, i deboli, i qualsiasi.

Il gioco delle tre carte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malvaldi, Marco <1974->

Il gioco delle tre carte / Marco Malvaldi

Palermo : Sellerio, [2008]

Abstract: Dopo la divertente prima avventura de "La briscola in cinque", tornano gli investigatori dall'età media più alta, impegnati in un nuovo caso. I nostri pensionati dovranno abbandonare i tavolini del bar per indagare sulla morte di un professore giapponese durante un congresso.

L'uomo che piantava gli alberi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giono, Jean <1895-1970>

L'uomo che piantava gli alberi / Jean Giono ; presentazione di Franco Tassi ; con una nota sull'autore di Leopoldo Carra ; illustrazioni di Simona Mulazzani

Nuova ed

Milano : Salani, 2008

Abstract: E’ la storia di un’enorme foresta di querce nata dalla pazienza e dall’amore di un uomo solo, piccolo e speciale. Una fiaba sul rapporto uomo-natura, per ritrovare la consapevolezza che si può fare, che basta poco, basta un gesto.

Ne parliamo a cena
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bertola, Stefania <1952->

Ne parliamo a cena : romanzo / Stefania Bertola

4. ed

Milano : TEA, 2006

Abstract: Sofia è appena stata piantata dal marito e quel fetente, non contento di spassarsela con una collega, pretende anche di toglierle la casa. È il momento, dunque, di radunare le cugine-amiche per una cena di consulto. C'è Costanza, la voce narrante, che non si è mai sposata perché l'uomo che ama è già sposato; Bibi, divorziata ma che sogna di riconciliarsi col marito; Irene, sempre sul punto di separarsi, ma che non si decide mai, e Veronica, l'unica senza problemi e per questo terrorizzata che tanta felicità non possa durare in eterno.

Pesca al salmone nello Yemen
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Torday, Paul <1946-2013>

Pesca al salmone nello Yemen / Paul Torday ; traduzione di Annamaria Raffo

Roma : Elliot, 2012

Abstract: Alfred Jones, un oscuro e timido ittiologo londinese che lavora per l'ente statale di tutela della pesca, viene incaricato da un ricchissimo sceicco yemenita di collaborare al progetto di introdurre il salmone tra le aride montagne dello Yemen. Alfred, consapevole dell'assurdità del progetto, all'inizio rifiuta, ma poi viene esortato ad accettare l'incarico - pena il rischio di licenziamento - dai suoi superiori, e quindi addirittura dal portavoce del Primo ministro inglese, convinto in questo modo di poter sviare l'attenzione dell'opinione pubblica dalle tensioni della guerra in Iraq. Così Fred viene trascinato controvoglia in quest'impresa bizzarra e apparentemente impossibile insieme al carismatico e visionario sceicco e alla sua giovane assistente Harriet. È solo l'inizio di una serie di avventure e disavventure esilaranti e tragicomiche che lo vedranno protagonista tra politici spregiudicati, terroristi islamici, nazionalisti scozzesi, pescatori lobbisti e dubbi sentimentali: Alfred, infatti, partirà per lo Yemen lasciandosi alle spalle un noioso matrimonio senza amore e molte delle certezze che lo hanno guidato fino a quel momento lungo la strada di una vita ordinaria e priva di sorprese. Pesca al salmoni nello Yemen, straordinario successo internazionale, è il romanzo che ha rivelato il talento letterario di uno degli scrittori inglesi più originali e amati di questi anni.

Stoner
4 1 0
Materiale linguistico moderno

Williams, John <1922-1994>

Stoner / John Williams ; postfazione all'edizione italiana di Peter Cameron ; traduzione di Stefano Tummolini

Roma : Fazi, 2012

Abstract: William Stoner ha una vita che sembra essere assai piatta e desolata. Non si allontana mai per più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato, mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita, per quasi quarantanni è infelicemente sposato alla stessa donna, ha sporadici contatti con l'amata figlia e per i suoi genitori è un estraneo, per sua ammissione ha soltanto due amici, uno dei quali morto in gioventù. Non sembra materia troppo promettente per un romanzo e tuttavia, in qualche modo, quasi miracoloso, John Williams fa della vita di William Stoner una storia appassionante, profonda e straziante. Come riesce l'autore in questo miracolo letterario? A oggi ho letto Stoner tre volte e non sono del tutto certo di averne colto il segreto, ma alcuni aspetti del libro mi sono apparsi chiari. E la verità è che si possono scrivere dei pessimi romanzi su delle vite emozionanti e che la vita più silenziosa, se esaminata con affetto, compassione e grande cura, può fruttare una straordinaria messe letteraria. È il caso che abbiamo davanti. (Dalla postfazione di Peter Cameron)

Non dirmi che hai paura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Catozzella, Giuseppe <1976->

Non dirmi che hai paura / Giuseppe Catozzella

Milano : Feltrinelli, 2014

Abstract: Samia è una ragazzina di Mogadiscio. Ha la corsa nel sangue. Mentre intorno la Somalia è sempre più preda dell'irrigidimento politico e religioso, mentre le armi parlano sempre più forte la lingua della sopraffazione, Samia guarda lontano, e avverte nelle sue gambe magre e velocissime un destino di riscatto per il paese martoriato e per le donne somale. Gli allenamenti notturni nello stadio deserto, per nascondersi dagli occhi accusatori degli integralisti, e le prime affermazioni la portano, a soli diciassette anni, a qualificarsi alle Olimpiadi di Pechino. Arriva ultima, ma diventa un simbolo per le donne musulmane in tutto il mondo. Il suo vero sogno, però, è vincere. L'appuntamento è con le Olimpiadi di Londra del 2012. Ma tutto diventa difficile. Gli integralisti prendono ancora più potere, Samia corre chiusa dentro un burqa ed è costretta a fronteggiare una perdita lacerante. Rimanere lì, all'improvviso, non ha più senso. Una notte parte, a piedi. Rincorrendo la libertà e il sogno di vincere le Olimpiadi. Sola, intraprende il Viaggio di ottomila chilometri, l'odissea dei migranti dall'Etiopia al Sudan e, attraverso il Sahara, alla Libia, per arrivare via mare in Italia.

La saga dei Cazalet. Gli anni della leggerezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Howard, Elizabeth Jane <1923-2014>

La saga dei Cazalet. Gli anni della leggerezza / Elizabeth Jane Howard ; traduzione di Manuela Francescon

Roma : Fazi, 2015

Abstract: È l'estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le vacanze. È un mondo dalle atmosfere d'altri tempi, quello dei Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa sta cominciando a cambiare. Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti. L'affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l'uno dei desideri dell'altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con Zoe, un'attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni della madre di famiglia; infine Rachel, devota alla cura dei genitori, che non si è mai sposata per un motivo ben preciso. E poi ci sono i nipoti, descritti mirabilmente nei loro giochi, nelle loro gelosie e nei loro sogni, in modo sottile e mai condiscendente, dalle ingenuità infantili alle inquietudini adolescenziali. Ma c'è anche il mondo fuori...

Come parlare di luoghi senza esserci mai stati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bayard, Pierre <1954-> - Bayard, Pierre <1954->

Come parlare di luoghi senza esserci mai stati / Pierre Bayard

Milano : Excelsior 1881, 2012

Abstract: Non è affatto impossibile discorrere in modo appassionante di luoghi dove non abbiamo mai messo piede, soprattutto grazie alla lettura dei romanzi. Quindi indossate le pantofole e preparatevi a viaggiare!