Trovati 453717 documenti.

Poesie (1974-1992)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cavalli, Patrizia

Poesie (1974-1992)

Einaudi, 28/10/2014

Abstract: Questo libro riunisce i due precdenti volumetti di Patrizia Cavalli (Le mie poesie non cambieranno il mondo, 1974, e Il cielo, 1981) ai quali si aggiunge una nuova, più ampia raccolta intitolata L'io singolare proprio mio. Autrice lodevolmente parca, Patrizia Cavalli, dunque, rende conto della sua poesia una volta per decennio evitando l'inflazione dello sfogo lirico. Anche se così distanziate nel tempo, o forse proprio per questo, queste tre sillogi testimoniano un'esperienza poetica di ampia portata, segnata da un forte filo di continuità e da un marchio di stile inconfondibile, fatto di ironia e di musicalità, ma anche di velocissima concetrazione di pensiero e di arguzia epigrammatica.

L'ordine del discorso e altri interventi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Foucault, Michel - Fontana, Alessandro - Bertani, Mauro - Zini, Valeria

L'ordine del discorso e altri interventi

Einaudi, 28/10/2014

Abstract: L'ordine del discorso è il testo della lezione inaugurale di Michel Foucault al Collège de France, e costituisce ancor oggi, pur nella sua brevità, un documento di grande importanza per comprendere l'inflessione che il cantiere foucaultiano avrebbe conosciuto a partire dagli anni settanta. In esso, infatti, l'autore pone al centro delle proprie preoccupazioni teoriche, per la prima volta in maniera esplicita, la questione dei rapporti tra discorso, verità e potere, delineando il progetto critico e genealogico che avrebbe sviluppato e approfondito negli anni successivi. Ne L'ordine del discorso Foucault analizza in particolare le varie forme in cui in ogni società la produzione del discorso è al tempo stesso controllata e selezionata, in modo da scongiurarne i poteri e i pericoli, e poterlo cosí padroneggiare. Questione piú che mai di drammatica attualità. Alla riedizione del testo si è aggiunta la plaquette di candidatura al Collège de France, intitolata Titoli e lavori, nella quale Foucault offre una illuminante sintesi di tutte le sue ricerche anteriori, illustrando il cammino percorso fino ad allora, e delineando alcuni dei problemi e dei campi che avrebbero dovuto essere oggetto delle sue indagini e del suo insegnamento negli anni a venire. A completare il dossier relativo agli esordi dell'avventura foucaultiana, i due interventi con i quali Jules Vuillemin sosterrà la candidatura di Foucault alla prestigiosa istituzione. Nella Postfazione che chiude il volume, infine, Mauro Bertani rievoca alcuni dei temi e dei problemi affrontati da Foucault nel corso dei tredici anni di ricerche febbrili e di insegnamento instancabile, fino a poco prima della morte, al Collège de France.

Se Venezia muore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Settis, Salvatore

Se Venezia muore

Einaudi, 04/11/2014

Abstract: In tre modi muoiono le città: quando le distrugge un nemico spietato, quando un popolo straniero vi si insedia con la forza, o quando perdono la memoria di sé. Venezia può morire se perde la memoria, se non sapremo intenderne lo spirito e ricostruirne il destino. Fragile, antica, unica per il suo rapporto con l'ambiente, Venezia si svuota di abitanti, e intanto è bersaglio di innumerevoli progetti, che per "salvarla dall'isolamento" ne uccidono la diversità e la appiattiscono sulla monocultura di una "modernità" standardizzata, riducendola a merce, a una funzione turistico-alberghiera. Il caso di Venezia, emblematico, permette a Salvatore Settis un ragionamento universale: dall'Aquila a Chongqing - città della Cina che è passata dai 600 000 abitanti del 1930 ai 32 milioni di oggi - mutamenti frenetici imposti da ragioni produttive e di mercato violano il contesto naturale e lo spazio sociale, mortificano il diritto alla città e la democrazia.

Gita al faro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Woolf, Virginia - Nadotti, Anna

Gita al faro

Einaudi, 11/11/2014

Abstract: 1914. La signora Ramsay, serena e materna. Il signor Ramsay, brusco e severo. Insieme a loro, in vacanza sull'isola di Skye, ci sono gli otto figli e una nutrita schiera di amici. Una sera programmano una gita al Faro. Per James, il figlio piú piccolo, quel faro lontano rappresenta una meta magica e sconosciuta, un luogo a lungo sognato. Ma trascorreranno dieci lunghi anni prima che i superstiti della famiglia Ramsay realizzino quel desiderio in una giornata che farà riaffiorare ricordi mai dimenticati e si trasformerà in un ultimo tentativo di riconciliazione. A partire da un episodio all'apparenza insignificante, Virginia Woolf costruisce un romanzo profondo e straordinario, un viaggio nel cuore di una famiglia, tra conflitti sotterranei, alleanze e tensioni che sopravvivono nel tempo. Un esperimento letterario, un'elegia ai fantasmi dell'infanzia, un caleidoscopio di punti di vista e pensieri che la nuova traduzione di Anna Nadotti restituisce in tutta la sua struggente poesia.

Storie di Gap. Terrorismo urbano e Resistenza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Peli, Santo

Storie di Gap. Terrorismo urbano e Resistenza

Einaudi, 04/11/2014

Abstract: I Gap, componente esigua ma rilevante del movimento di Resistenza, occupano un posto marginale nella memoria collettiva e nella storiografia resistenziale. Due ragioni spiegano tale marginalità: da un lato i Gap combattono secondo le modalità classiche del terrorismo, cioè con uccisioni mirate di singoli individui e con attentati dinamitardi; dall'altro sono organizzati e diretti dal Partito comunista, e dunque restano, durante e dopo la Resistenza, connotati politicamente in modo molto piú marcato delle altre formazioni partigiane. Quella dei Gap viene dunque in prevalenza percepita come "un'altra storia", su cui si sono esercitati anatemi con piú virulenza che sulla Resistenza in generale. Nell'immaginario collettivo, alcuni dei piú intricati nodi politici ed etici della lotta resistenziale messi in evidenza dalla pratica del terrorismo urbano continuano, ancor oggi, ad essere schiacciati tra deprecazioni calunniose e acritiche esaltazioni, che prescindono da una reale conoscenza dei fatti. Per la prima volta, origini, sviluppo, difficoltà, successi e fallimenti dei Gap vengono analizzati nell'unico contesto che li rende comprensibili, nella storia della Resistenza. Le condizioni esistenziali e materiali nelle quali i Gap agiscono, le risorse di cui dispongono, la difficile decisione di uccidere a sangue freddo, e i diversi modi in cui si pongono il problema delle rappresaglie, della tortura, della morte, escono finalmente dal mito e dalla demonizzazione liquidatoria. Nell'aprile 1943 Antonio Roasio, uno dei tre responsabili del centro interno del Partito comunista, invia una lettera "strettamente riservata" alle organizzazioni regionali, in cui fa presente a tutte le strutture di partito l'urgente necessità di attrezzare "i militanti alla lotta armata a mezzo dell'organizzazione di "Gruppi di azione patriottica", capaci di condurre azioni di sabotaggio delle attrezzature militari contro i massimi dirigenti del partito fascista". Il primo documento scritto in cui si fa riferimento ai Gap è, con ogni probabilità, proprio questo. A livello pratico, però, le prime iniziative concrete verranno messe in atto solo dopo l'armistizio dell'8 settembre che, imponendo un brusco cambiamento della situazione generale italiana, riportò in primo piano l'esigenza di organizzare concretamente la guerra di liberazione. A partire dal racconto degli attentati piú eclatanti - dal colonnello Gobbi al questore Nicolini Santamaria - Santo Peli ripercorre con rigore e imparzialità l'intera vicenda dei Gap per superare le molte "leggende" e restituire ai lettori una ricostruzione lontana dalla retorica e dalla speculazione. Dai profili biografici dei protagonisti alle questioni cruciali - il rapporto fra gappismo e resistenza armata, il tema della rappresaglia, il problema del consenso fra la popolazione - dalla lotta partigiana alle ripercussioni sul nostro passato recente, questo libro colma una lacuna rilevante nel panorama dell'analisi storica del nostro Paese.

L'uomo di Neanderthal. Alla ricerca dei genomi perduti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pääbo, Svante - Gewurz, Daniele A.

L'uomo di Neanderthal. Alla ricerca dei genomi perduti

Einaudi, 28/10/2014

Abstract: In una notte del 1996 Svante Pääbo riuscí a decifrare le prime sequenze di dna provenienti dai frammenti d'osso di un uomo di Neanderthal. Lui e i suoi collaboratori quasi non ci credevano, erano diventati i protagonisti di un evento eccezionale: nessuno prima di loro aveva mai estratto e analizzato il DNA di una specie umana estinta. Gli sviluppi di quei primi sorprendenti risultati diedero il via a un percorso di ricerca che culminò nel 2010 con il sequenziamento del genoma dell'uomo di Neanderthal. In questo libro Pääbo racconta in prima persona gli eventi, le vicissitudini, i fallimenti e i trionfi di trent'anni di ricerca, e soprattutto la nascita di una nuova disciplina scientifica: la paleogenetica. Basandosi su indizi genetici e fossili, lo scienziato ricostruisce le origini degli esseri umani moderni e il loro rapporto con i cugini di Neanderthal. Descrive l'aspro dibattito intorno alla natura della relazione tra le due specie, chiarendo perché una di esse si estinse. Le sue scoperte non solo ridisegnano il nostro albero genealogico, ma rimodellano i fondamenti della storia umana, identificando le origini biologiche dell'antenato diretto di ognuno di noi. Una storia avvincente che ha per protagonista un esploratore straordinario, impegnato in una ricerca scientifica tra le piú avanzate. Un libro che dà alcune risposte a una delle domande fondamentali della nostra esistenza: chi siamo? "Nel 1856, tre anni prima della pubblicazione dell'Origine delle specie di Darwin, durante gli scavi in un piccola grotta all'interno di una cava nella valle di Neander, circa 11 chilometri a est di Düsseldorf, furono scoperte la parte superiore di un teschio e alcune ossa che sulle prime furono ritenute di orso. Ma nel giro di qualche anno si capí che i resti erano di una forma di essere umano estinta, forse antichissima. Fu la prima volta che venivano descritti resti di questo tipo, e la scoperta scosse l'ambiente dei naturalisti. Nel corso degli anni proseguirono gli studi di queste ossa e ne furono rinvenute molte altre: si cercò di appurare chi erano gli uomini di Neanderthal, come vivevano, perché scomparvero qualcosa come 30 000 anni fa, come interagirono con loro i nostri antenati moderni nel corso delle migliaia di anni di coesistenza in Europa, e se furono amici, o nemici, nostri antenati o semplicemente cugini perduti. Dai siti archeologici emergevano indizi di comportamenti che ci sono familiari: curavano i feriti, avevano riti funebri e forse persino strumenti musicali. I Neanderthal erano quindi molto piú simili a noi di qualunque scimmia vivente. Quanto simili? Erano in grado di parlare? Sono un ramo secco dell'albero genealogico degli ominini? Parte dei loro geni è tuttora nascosta dentro di noi? Questi problemi sono parte integrante della paleoantropologia, la disciplina che si può dire sia nata con la scoperta di quelle ossa nella valle di Neander. E adesso pareva che da quelle ossa riuscissimo a trarre informazioni genetiche".

Il confessore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nesbø, Jo - Cattaneo, Maria Teresa

Il confessore

Einaudi, 04/11/2014

Abstract: Il mondo di Sonny Lofthus è crollato il giorno in cui, tornando a casa, ha trovato il padre, un poliziotto, morto suicida. Ha cominciato a drogarsi. Ora non ha neanche trent'anni ed è in prigione da dodici per duplice omicidio. Eppure c'è qualcosa in lui che ispira fiducia, perché nel carcere di massima sicurezza di Staten i compagni lo considerano una specie di confessore; gli raccontano le loro storie. La sua esistenza è ormai tutta lí, non ha piú sogni né un'idea del futuro. Finché un detenuto gli rivela che in realtà suo padre è stato ucciso. In quel preciso istante Sonny riscopre una ragione per vivere e riacquistare la libertà: ha deciso di punire i colpevoli, uno alla volta. *** "L'autore norvegese di crime del momento. Anzi l'autore di crime del momento, punto". "New York Times Books Review" "Il nuovo, annunciato successo di una formidabile macchina sforna-thriller". "Los Angeles Times"

La storia delle storie dell'arte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rossi Pinelli, Orietta - Rossi Pinelli, Orietta

La storia delle storie dell'arte

Einaudi, 11/11/2014

Abstract: Emergono i profili dei tanti metodi messi in campo per analizzare e interpretare le opere, dall'attribuzione all'iconografia e all'iconologia, dalla critica formalista alla storia sociale dell'arte, dalla ricerca ancorata ai documenti a quella ispirata alla storia delle idee, delle religioni, della cultura, fino all'assunzione di modelli attenti all'antropologia come alle scienze naturali. Un volume che mancava ma di cui si avvertiva la necessità perché, tenendo presente che il mestiere dello storico dell'arte è differente da quello del filosofo di estetica e del teorico, sono stati riannodati gli aspetti del lavoro piú squisitamente storiografico con tutte quelle sollecitazioni attivate dagli stessi oggetti di studio. Le autrici hanno ricostruito infatti la proficua simbiosi tra la scrittura e il lavoro sul campo nei musei, nei territori, nel mercato, nelle collezioni private, nelle esposizioni, nelle scelte di tutela e di restauro. Tutte attività che hanno concorso a valorizzare, conservare e trasmettere alle generazioni a venire la ricchezza di un patrimonio identitario.

Matematica in pausa caffè
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Codogno, Maurizio

Matematica in pausa caffè

Codice Edizioni, 30/10/2014

Abstract: Paradossi in matematica ce ne sono tanti, ma uno su tutti riguarda la sua stessa natura: è una delle materie più odiate a scuola, eppure si presta a innumerevoli giochi e curiosità. Insomma, in apparenza noiosa e distante, la matematica non solo è ovunque nelle nostre vite, ma è anche divertente, a patto di prenderla nel modo giusto. E il modo giusto lo ha sicuramente trovato Maurizio Codogno, che in "Matematica in pausa caffè" ci parla di code nel traffico (se la vostra è sempre la più lenta, un motivo c'è…), di ascensori e di Google, di carte da gioco e di dadi, di file troppo compressi e di scommesse (vinte e perse). In poche parole, di tutto quello di cui parlereste mentre prendete un caffè con un amico.[AUTORE] Matematico e informatico di formazione, Maurizio Codogno è anche blogger (su ilpost.it e xmau.com), traduttore e autore di "Matematica in relax" (Vallardi, 2011) e "Matematica e infinito" (40K, 2013).

L'importante è raccontarlo. Il terremoto distrugge il corpo, la depressione distruge l'anima. Questo libro racconta la mia ricostruzione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schinardi, Andrea

L'importante è raccontarlo. Il terremoto distrugge il corpo, la depressione distruge l'anima. Questo libro racconta la mia ricostruzione

Amico Libro, 20/11/2014

Abstract: Il Panico e la Depressione sono da sempre visti come degli oggetti oscuri e misteriosi da tenere a debita, possibilmente grande, distanza. Andrea in questo lucido racconto autobiografico ci conduce a conoscere la Depressione vissuta in prima persona, quel Terremoto reale e spirituale che ha sconvolto e cambiato la sua vita. Non sempre in peggio. Non solo in peggio. Quello che sorprende è la moltitudine di emozioni e argomenti trattati. L'amore, la tenerezza, la rabbia, il rancore, la passione, l'incomprensione, la poesia, la musica, il tango argentino, la scienza. Più di un racconto autobiografico quindi, più di un racconto sulla Depressione. Andrea Schinardi nasce a Udine il 5 dicembre 1961. Una infanzia tormentata, che impedisce un sereno decollo alla crescita, ad Andrea suscita un profondo interesse per l'Astronomia, la Musica e la Pittura. Una sera di maggio del 1976 un Terremoto distruttivo, che cancella mezzo Friuli portandosi via 1000 persone, sancisce per lui un destino difficile, complicato, drammatico di cui questo libro racconta una autentica ricostruzione. Adolescente, imploso in un carattere e una esistenza priva di luce, scopre l'attitudine verso la Musica attraverso la passione per il pianoforte. Adulto, scopre la Fotografia, il Tango argentino e la composizione musicale. Il suo motto è: "Il Fallimento non è contemplato". "La mia Angioletta sulla Luna", disegno di copertina a cura dell'autore.

La donna farfalla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Brughitta, Roberto

La donna farfalla

Amico Libro, 20/03/2020

Abstract: Lamadrò è il paese con le case dalle tegole larghe, quel paese dove Riccardo, il figlio del maniscalco, non parla ma ascolta, dove Gianluca è il garzone che sa innamorarsi dopo un solo bacio sulle labbra, dove il vento spettina i riccioli di Manuel, dove Monica sa leggere le nuvole. Il lavoro di Roberto Brughitta, "La donna Farfalla", ha la forza della bella narrazione, ovvero quella forza che serve per scrivere una bella storia. Un'opera questa che contiene semplicità, una dose essenziale di incanto e tanta voglia di prendersi sul serio giocando.L'autore nasce nel 1965 a Cagliari, dove trascorre la sua adolescenza esplorando le tombe fenicio-puniche della necropoli di Tuvixeddu. Per anni ha svolto la professione di burattinaio e animatore esibendosi nelle scuole e nelle piazze della Sardegna. Le sue pubblicazioni sono "Il giocattolaio e altri racconti" (2012), "Baci di laguna" (2014). È comparso nell'antologia del concorso Carta Bianca nelle edizioni dal 2011 al 2013. È autore di un racconto sulla pericolosità dell'amianto e un altro, "Trucioli di cuore", scritto con Emanuela Imprescia, presidentessa Dell'ADMO Alto Adige e fondatrice del gruppo Polì Ale "Un midollo per la vita" . "La donna Farfalla" è la sua nuova opera.

Oltre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Biaggi, Max - Scalera, Paolo - Scalera, Paolo

Oltre

BUR, 29/10/2014

Abstract: È uno dei campioni più amati dello sport italiano: Max Biaggi, che si è guadagnato il soprannome di "Corsaro" per i sorpassi decisi, scopre la sella a diciott'anni, per caso o per destino, mentre addenta una brioche al solito bar, ed esordisce in 500, quando ancora non esisteva la MotoGP. Max il perfezionista, che costringe i meccanici a estenuanti riunioni tecniche fino a notte fonda; Max il combattente, che con Valentino Rossi dà vita a una rivalità ormai storica nel mondo dello sport italiano; Max il campione, che in 250 infila quattro mondiali consecutivi tra 1994 e 1997. Questa autobiografia che si legge come un romanzo racconta di un ragazzo che diventa uomo andando sempre così veloce da non avere quasi il tempo di accorgersene. Massimo, chiamato così solo da pochi intimi, dal padre, dal fedele zio Valerio, dalla madre dei suoi figli, Eleonora Pedron, racconta qui la sua storia e quella del motociclismo italiano, che ha conquistato ormai molti fedelissimi appassionati. Un libro toccante, ironico e sincero, un viaggio di oltre vent'anni di sorpassi sulla due ruote.

Assenze
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cocozza, Domenico - Fischer, Adriano - Pagliazzi, Leonardo

Assenze

Enzo Delfino Editore, 30/10/2014

Abstract: Ci sono persone la cui presenza diventa imponente solo in virtù della loro assenza, giorni qualsiasi che acquistano un senso solo quando ritornano improvvisi alla mente, come schegge di un passato rivelatore. Ci sono odori che sembrano incisi nei sensi, pronti a fare risorgere scheletri di un tempo perduto. Quando nulla più rimane, quando chi amiamo è andato e ciò che eravamo è perduto, il ricordo costruisce nuovi paesaggi, eterei e maestosi, abitati da esseri senza tempo, dove passato e presente si confondono e le emozioni si levigano. Alla ricerca di queste immagini poetiche si sono avventurate, nei secoli, carovane di scrittori, filosofi e artisti. Perché l'essenza della vita giace nella ripetizione, in questi piccoli frammenti di eternità che casualmente ritroviamo in una vecchia foto, in un letto disfatto, in un paio di guanti dismessi.

I Guardiani degli Inferi - Oblio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ruggero, Daniela

I Guardiani degli Inferi - Oblio

Lettere Animate Editore, 30/10/2014

Abstract: Racconto extra del libro "i Guardiani degli Inferi - La sposa Oscura"La vita di Adrian sta lentamente andando in pezzi. Sopraffatto dalla brama ha perso ogni altro interesse ed a causa di ciò le sue difese vengono meno. E' una notte come tante, anonima e vuota. Le ore sono scandite dalla smania che lo soffoca. Per ottenere potere lo stregone rinnegato dalla Congrega della Luce stipula un accordo con un vampiro. Abbagliato dalle promesse e dalla bellezza del portatore si distrae quel tanto per essere attaccato da un demone ombra che lo riduce in fin di vita. Sarà Michele che, calpestando gli ordini di Marcus, lo trarrà in salvo donandogli ciò di cui un Guardiano è più geloso: il suo sangue.Il marchio maledetto prenderà vita sull'anima di Adrian il quale, sarà per sempre legato, al fuoco dell'inferno.

Lo strano caso del Dr. Jekyll & Mr. Hyde di Robert L. Stevenson
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Carosini, Gino Andrea

Lo strano caso del Dr. Jekyll & Mr. Hyde di Robert L. Stevenson

Logus mondi interattivi, 30/10/2014

Abstract: Silenziosa, nella nebbia londinese, si aggira l'ombra di un assassino. Il suo nome è Hyde. Prototipo di tutti i serial killer futuri, sinistro anticipatore, egli risveglia le nostre coscienze e tutto ciò che di nero le riempiono. Frutto di un sogno, Stevenson scrisse questo memorabile romanzo breve in poco tempo e lo lesse alla moglie che, indignata dall'argomento, lo bruciò nel caminetto. Lo scrittore non si dette per vinto e lo riscrisse nuovamente donandoci non solo un capolavoro della letteratura horror ma un capolavoro tout-court. In formato fumetto dalla splendida matita penetrante e misteriosa di Gino Carosini, questo è anche il primo ebook della collana ClassiComics, i classici a fumetti.

Meno cinque alla felicità!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bramati, Virginia

Meno cinque alla felicità!

Mondadori, 11/11/2014

Abstract: Costanza Moretti, brillante giornalista in un giornale finanziario di New York, non dovrebbe farlo, e anche il suo capo (nonché amante) è molto contrariato. Ma lei ormai ha deciso: per Natale torna in Italia, a Verate. Sua mamma e sua sorella Eleonora le sembrano troppo strane al telefono, e da quando - pochi mesi fa - il papà è morto la gestione della mitica Trattoria Moretti, nel centro del paese, è tutta nelle loro mani. Non è solo la preoccupazione, però, a indurla a partire, c'è qualcosa di molto più pressante: una voce insistente che da qualche giorno la assilla, decisa a non tacere finché non avrà ottenuto ciò che vuole. Costanza quella voce la conosce bene, da sempre... è la voce di suo padre! Allucinazioni? Non si direbbe. Suo padre ha una missione segreta e lei dovrà aiutarlo a portarla a termine: entro cinque giorni, quelli che mancano al Natale! Approdata a Verate, toccherà a Costanza pensare a tutto: sua madre ed Eleonora stanno lasciando andare la trattoria, ormai servono solo il caffè e a pochi giorni dal Natale non hanno nemmeno messo mano alle decorazioni. La sola cosa di cui si sono occupate è stato allevare le solite tre oche bianche destinate a essere cucinate per il pranzo... ma hanno anche permesso a Nuccia, l'adorata nipotina, di dar loro un nome e giocarci tutto il tempo fino a considerarle le sue migliori amiche. Ma c'è un'altra sgradita sorpresa che attende Costanza: la mamma ha affittato la stanza sopra la rimessa a un uomo di cui nulla si sa se non il nome - Andrej - e il fatto che (forse) lavora come muratore, (forse) è estone e... (sicuramente!) è molto affascinante. Costanza è decisa a riprendersi la stanza mandando via l'uomo misterioso con l'aiuto di Max Bauser, fidanzato dell'amica Annalisa detta Sassi, e si rimbocca le maniche per riuscire a far tutto... Ma molte sorprese ancora l'attendono nei cinque giorni che la separano dal Natale. E intanto, la neve comincia a cadere...

Esperimento utopia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ludlum, Robert - Mills, Kyle - Porteri, Barbara

Esperimento utopia

Rizzoli, 29/10/2014

Abstract: Quando la Dresner Industries presenta la sua ultima creazione, il Merge, un dispositivo destinato a rivoluzionare il mondo e a rendere obsoleti il computer e lo smartphone, il colonnello Jon Smith di Covert-One viene incaricato di valutare la sua possibile applicazione militare.Subito, Smith si rende conto che – grazie al potenziamento della vista, al controllo in tempo reale del campo di battaglia attraverso un display sofisticato, alla garanzia di una mira pressoché perfetta e all'inviolabilità del sistema – il Merge è il precursore e il protagonista assoluto di una tecnologia che cambierà per sempre la nozione stessa di guerra. Una tecnologia che per nessuna ragione dovrà mai cadere in mani nemiche.Intanto, sulle montagne dell'Afghanistan, l'agente della CIA Randi Russell scopre che un villaggio è stato teatro di un massacro e che tutti i miliziani morti erano equipaggiati con tecnologia Merge, ancora sconosciuta all'Intelligence. Russell e Smith cominciano allora a indagare sulla carneficina, ma l'indagine viene prontamente bloccata da qualcuno che sembra far parte dei gradi più alti dell'apparato militare, e che agisce all'insaputa dello stesso Presidente.Il Merge è davvero così sicuro come sostiene il suo ideatore? E perché il Pentagono sembra così ansioso di mantenere il segreto più assoluto sul suo sviluppo? Smith e Russell sono determinati a svelare la verità. Anche a costo della loro stessa vita.

I nuovi bambini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ferri, Paolo

I nuovi bambini

BUR, 29/10/2014

Abstract: I videogiochi sono il peggiore intrattenimento per i nostri figli? Assolutamente no, basta scegliere quelli giusti. Vietare internet ai bimbi? È una battaglia senza senso, meglio educare i più piccoli a sfruttarne le potenzialità e a evitarne i rischi. La tecnologia è un danno per l'apprendimento? Al contrario, se usata correttamente può diventare una grande risorsa.In un volume unico nel suo genere, Paolo Ferri – tra i maggiori esperti in Italia del rapporto tra media e società, nonché padre di un "nativo digitale" – mostra l'infondatezza di pregiudizi e paure che oggi circondano il mondo digitale – da "i videogame rendono stupidi" a "per colpa del web i giovani non hanno più relazioni vere" – e ci aiuta a comprendere cosa significhi nascere e crescere in una realtà permeata dalla tecnologia: dai videogiochi a internet, dai social network agli smartphone, questa guida permette a mamme e papà di risolvere i più comuni "dubbi digitali" e offre consigli e indicazioni pratiche per muoversi insieme ai figli tra rischi e potenzialità dell'"universo tecnologico" senza ansie e preoccupazioni.

La Valle dell'Eden
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Steinbeck, John - Baiocchi, Maria - Tagliavini, Anna

La Valle dell'Eden

Bompiani, 29/10/2014

Abstract: Pubblicato negli Stati Uniti nel 1952 e ora riproposto nella nuova traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini, La valle dell'Eden è il romanzo in cui Steinbeck ha creato i suoi personaggi più affascinanti e ha esplorato più a fondo i suoi temi ricorrenti: il mistero dell'identità, l'ineffabilità dell'amore e le conseguenze tragiche della mancanza d'affetto. Al tempo stesso saga famigliare e moderna trasposizione del mito, La valle dell'Eden è il capolavoro della maturità di Steinbeck, da cui nel 1955 Elia Kazan ha tratto l'omonimo film con James Dean. Nel paese di Nod, a est del giardino dell'Eden, dove la progenie di Caino andò a vivere secondo la leggenda biblica e che nel romanzo di John Steinbeck corrisponde simbolicamente alla valle percorsa dal fiume Salinas nella California settentrionale, si intrecciano le storie di due famiglie, gli Hamilton e i Trask. Protagonisti della saga, che va dalla Guerra civile alla Prima guerra mondiale, da una parte il vecchio Samuel Hamilton, immigrato dall'Irlanda; e, dall'altra, Cyrus Trask insieme ai figli Adam e Charles, e ai nipoti Aron e Caleb, gemelli nati dalla misteriosa Cathy Ames, reincarnazione di Eva e di Satana allo stesso tempo, emblema del male nel mondo, con il quale tutti nel corso della lunga vicenda devono misurarsi.

Corso di sopravvivenza per genitori e insegnanti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Andreoli, Vittorino

Corso di sopravvivenza per genitori e insegnanti

BUR, 29/10/2014

Abstract: Le amicizie e le antipatie, i successi e le delusioni scolastiche, la vita in famiglia e i primi amori: la crescita di ogni ragazzo è fatta di contesti e momenti cruciali che segnano indelebilmente il suo modo di rapportarsi a se stesso e agli altri.Dopo aver osservato e studiato per anni il rapporto tra giovani e adulti dalla prospettiva privilegiata della psichiatria per coglierne gli effetti dannosi, in questo volume Vittorino Andreoli parte dalla sua lunga esperienza con genitori e insegnanti per spiegare come risolvere al meglio i piccoli e grandi problemi della vita dei figli: in un itinerario che attraversa le paure infantili e la scelta del gruppo di amici, la scoperta del proprio corpo e la vita scolastica, le insicurezze e i momenti di ribellione, il grande psichiatra ci accompagna passo dopo passo nel percorso di crescita dei nostri ragazzi, aiutandoci a compiere le scelte migliori per aiutarli a diventare adulti sereni e consapevoli.