Includi: almeno uno dei seguenti filtri
× Classe "A 36-"
× Classe "A 32-"
× Classe "A 33-; 38-; 65-"
× Classe "A 34-; 35-"
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Paese Germania
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2013

Trovati 351 documenti.

Lettera a mia figlia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Socci, Antonio <1959->

Lettera a mia figlia : sull'amore e la vita nel tempo del dolore / Antonio Socci

Milano : Rizzoli, 2013

Abstract: Perché il mondo ha tanta paura della sofferenza? Perché ha così bisogno di chiudere una ferita? si domanda l'autore. Forse perché sconvolge la vita, le nostre visioni, i nostri progetti. La sofferenza chiede amore, tanto amore, e non è facile amare così. La vita di Antonio Socci e della sua famiglia viene travolta nel 2009 dal dramma improvviso della primogenita Caterina, entrata in coma dopo un inspiegabile arresto cardiaco. Tutto sembra perduto, resta solo il grido di una preghiera che coinvolge un mare di persone. E Caterina si risveglia dal coma. Ma la gioia per questo miracolo viene messa alla prova dall'enormità dei problemi che la ragazza si trova ad affrontare. Tuttavia la forza e la fede con cui Caterina percorre un cammino così duro sono travolgenti per il padre, che scopre anche la bellezza di un mondo sconosciuto, eroico e affascinante, fatto soprattutto di giovani, che sono per l'autore la meglio gioventù. E l'incontro con volti di persone normali che l'amore di Gesù Cristo rende capaci perfino di sacrificare silenziosamente la propria esistenza. Storie che testimoniano un coraggio e una letizia più forti del dolore e della morte. Ne scaturisce una lunga lettera in cui l'autore, cristiano controcorrente da sempre, scrive alla figlia non solo per accompagnarne la rinascita, ma anche per raccontare a tutti il miracolo che una giovinezza piena di fede può compiere. Abbiamo bisogno di uomini e donne indomiti scrive Socci.

Droga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bempensante, Andrea

Droga : perche' ci sono strade in cui ti puoi perdere / [testi di Andrea Bempensante]

Milano : Fivestore, 2013

Abstract: Sulla scorta di un'esperienza ventennale e con lo spirito che le contraddistingue, Le Iene indagano il mondo della droga esplorandone ogni aspetto. Questo libro parte da tante domande a cui verranno date esaurienti risposte con un approccio ironico ed un linguaggio chiaro com'è proprio de Le Iene. L'obiettivo è quello di soddisfare la curiosità di ogni lettore, sia esso un ragazzo curioso o un genitore apprensivo, e di creare consapevolezza per comprendere e proteggersi.

Sono graditi visi sorridenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Antonello, Franco - Antonello, Andrea <1993- >

Sono graditi visi sorridenti / Franco e Andrea Antonello

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: Franco e Andrea Antonello sono diventati famosi, personaggi di un romanzo e spesso ospiti in tv. In questo libro si raccontano. Iniziando dalla storia di Franco prima di Andrea: dove nasce, com'è la sua famiglia, quali strade ha percorso e quali scelte ha compiuto prima di diventare un felicissimo papà di un bambino bellissimo. E continuando con quello che è successo dopo che Andrea, quel bellissimo bambino, inizia a sfuggirgli di mano, sempre più intrappolato in un misterioso vortice che solo dopo anni si capirà essere l'autismo. E se nella vita professionale Franco miete successi uno dopo l'altro, nella lotta contro quel terribile nemico sembra non esserci speranza: medici e ciarlatani, guaritori africani e maghi brasiliani, nessuno sembra poter fare niente. Ma quella non è la fine per Franco e Andrea: è solo l'inizio. Insieme scopriranno che non si deve rinunciare ai sogni e alla vita, e che le difficoltà - anche le più tremende - possono essere affrontate, cercando di attenersi alla richiesta di Andrea di avere intorno persone allegre che guardano al lato positivo della vita: Sono graditi visi sorridenti.

Il lupo di Wall Street
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Belfort, Jordan <1962->

Il lupo di Wall Street / Jordan Belfort

Milano : BUR, 2014

Abstract: A Wall Street niente è impossibile, se sei giovane e affamato abbastanza. E nessuno ha più fame di Jordan Belfort, telefonista di una società di brokeraggio. Geniale e temerario, impara in un lampo l'ambigua arte di spostare mucchi di soldi e felicità, e in pochi anni diventa il broker più ricco e di successo sulla piazza, vera divinità di un mondo inquinato dai suoi stessi eccessi. La sua Stratton Oakmont è stata una delle compagnie di intermediazione finanziaria più spericolate d'America, con un fatturato di venticinque milioni di dollari a semestre. A soli ventisei anni Belfort è già multimilionario: di giorno accumula ricchezza, di notte, con la stessa abilità, spende montagne di denaro tra droghe, sesso, viaggi extralusso, Ferrari ed elicotteri personali. Ed è proprio vero, che tutto ha un prezzo: dieci anni dopo è l'FBI a far calare il sipario sulla vita travolgente e inebriante del Lupo. Una storia diventata un film diretto da Martin Scorsese e interpretato da Leonardo DiCaprio.

Ferite a morte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dandini, Serena <1954->

Ferite a morte / Serena Dandini ; collaborazione ai testi e alle ricerche di Maura Misiti

Milano : Rizzoli, 2013

Abstract: Ferite a morte nasce dal desiderio di raccontare le vittime di femminicidio. Ho letto decine di storie vere e ho immaginato un paradiso popolato da queste donne e dalla loro energia vitale. Sono mogli, ex mogli, sorelle, figlie, fidanzate, ex fidanzate che non sono state ai patti, che sono uscite dal solco delle regole assegnate dalla società, e che hanno pagato con la vita questa disubbidienza. Così mi sono chiesta: 'E se le vittime potessero parlare?' Volevo che fossero libere, almeno da morte, di raccontare la loro versione, nel tentativo di ridare luce e colore ai loro opachi fantasmi. Desideravo farle rinascere con la libertà della scrittura e trasformarle da corpi da vivisezionare in donne vere, con sentimenti e risentimenti, ma anche, se è possibile, con l'ironia, l'ingenuità e la forza sbiadite nei necrologi ufficiali. Donne ancora piene di vita, insomma. 'Ferite a morte' vuole dare voce a chi da viva ha parlato poco o è stata poco ascoltata, con la speranza di infondere coraggio a chi può ancora fare in tempo a salvarsi. Ma non mi sono fermata al racconto e, con l'aiuto di Maura Misiti che ha approfondito l'argomento come ricercatrice al CNR, ho provato anche a ricostruire le radici di questa violenza. Come illustrano le schede nella seconda parte del libro, i dati sono inequivocabili: l'Italia è presente e in buona posizione nella triste classifica dei femminicidi con una paurosa cadenza matematica, il massacro conta una vittima ogni due, tre giorni. (Serena Dandini)

Banchieri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rampini, Federico <1956->

Banchieri : storie dal nuovo banditismo globale / Federico Rampini

Milano : Mondadori, 2013

Abstract: La crisi economica scoppiata nel 2008 con il fallimento della banca d'affari americana Lehman Brothers sembra non avere fine, in Italia come nel resto d'Europa: nonostante i governi e gli economisti si arrovellino sulle misure da adottare, le aziende chiudono, la disoccupazione aumenta, i consumi crollano. E la responsabilità della recessione in corso è stata addossata, di volta in volta, al mercato dei mutui statunitensi - i famigerati subprime -, allo strapotere della finanza, al peso schiacciante del debito pubblico. Cambiando decisamente prospettiva, Federico Rampini non si chiede a che cosa imputare la colpa ma piuttosto a chi, e senza alcuna esitazione afferma: I banchieri sono i grandi banditi del nostro tempo. Nessun bandito della storia ha mai potuto sognarsi di infliggere tanti danni alla collettività quanti ne hanno fatti i banchieri. Dall'osservatorio privilegiato degli Stati Uniti, dove la crisi ha avuto inizio, Rampini racconta chi sono i banchieri di oggi, come abbiano potuto adottare comportamenti tanto perversi, assumersi rischi così forti e agire in modo talmente dissennato da provocare un'autentica Pearl Harbor economica, sprofondando l'Occidente nella più grave crisi degli ultimi settant'anni. E tutto questo, contando sempre sulla certezza dell'impunità. A pagare i loro errori sono infatti i cittadini dei paesi sulle due sponde dell'Atlantico, e il prezzo è altissimo: crescenti diseguaglianze, precarietà del presente, paura del futuro.

Prima di dirti addio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Spencer-Wendel, Susan

Prima di dirti addio : l'anno in cui ho imparato a vivere / Susan Spencer-Wendel ; con Bret Witter ; traduzione di Chicca Galli

Milano : Rizzoli, 2013

Abstract: Come può sentirsi una donna ancora giovane quando scopre di avere una malattia che la paralizzerà e la ucciderà nel giro di qualche anno? Pensa ai figli che cresceranno senza di lei, a tutto quello che perderà... Ma invece di abbandonarsi alla disperazione, Susan trasforma la malattia nell'occasione per godere fino in fondo della vita: va con la migliore amica a vedere il sole di mezzanotte, con il marito a coccolarsi in una spa, alla ricerca della madre naturale in un villaggio hippie della California, con la figlia Marina a scegliere il vestito da sposa che non le vedrà indossare. E tante altre avventure, alla scoperta degli affetti più veri, dei momenti di felicità da afferrare finché il cuore e il corpo ce la fanno, dei ricordi da costruire per chi resterà a conservare la memoria di ciò che Susan è stata: una donna profondamente, intensamente viva.

Zero zero zero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Saviano, Roberto <1979->

Zero zero zero / Roberto Saviano

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: Scrivere di cocaina è come farne uso. Vuoi sempre più notizie, più informazioni, e quelle che trovi sono succulente, non ne puoi più fare a meno. Sei addicted. Anche quando sono riconducibili a uno schema generale che hai già capito, queste storie affascinano per i loro particolari. E ti si ficcano in testa, finché un'altra - incredibile, ma vera - prende il posto della precedente. Davanti vedi l'asticella dell'assuefazione che non fa che alzarsi e preghi di non andare mai in crisi di astinenza. Per questo continuo a raccoglierne fino alla nausea, più di quanto sarebbe necessario, senza riuscire a fermarmi. Sono fiammate che divampano accecanti. Assordanti pugni nello stomaco. Ma perché questo rumore lo sento solo io? Più scendo nei gironi imbiancati dalla coca, e più mi accorgo che la gente non sa. C'è un fiume che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall'Africa e si dirama ovunque. Uomini e donne passeggiano per via del Corso e per i boulevard parigini, si ritrovano a Times Square e camminano a testa bassa lungo i viali londinesi. Non sentono niente? Come fanno a sopportare tutto questo rumore? (Roberto Saviano)

Democrazia vendesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Napoleoni, Loretta <1955->

Democrazia vendesi : dalla crisi economica alla politica delle schede bianche / Loretta Napoleoni

[Milano] : Rizzoli, 2013

Abstract: Ai tempi delle grandi dittature del Novecento in Europa si moriva per la libertà, i diritti umani, la giustizia e la democrazia. Oggi si muore per i debiti. Non è una crisi passeggera, è il capitalismo come lo conosciamo che non funziona più. L'euro ha favorito le economie floride del Nord Europa a scapito di quelle periferiche. E ha innescato una spirale distruttiva che sta travolgendo le democrazie del Sud, dove ormai decisioni come le tasse, le pensioni, gli investimenti in istruzione sono guidate da Bruxelles, non dai singoli governi. Peccato che le misure che vengono imposte, sempre le stesse tagli, austerità, sacrifici - si stanno rivelando pesantemente recessive. E se continua a scivolare nella povertà, presto l'Italia diventerà una colonia del Nord Europa: un Paese sottomesso e in miseria in cui esportare le proprie merci e qualche volta andare in vacanza. Era prevedibile tutto ciò? La risposta è sì, come dimostra Loretta Napoleoni in questo libro appassionato, documentato, denso di scomode verità e incursioni nella Storia. È stato previsto? La risposta è no. Dati alla mano, l'autrice spiega come i governi nazionali e le istituzioni internazionali hanno fallito nel loro compito di proteggere i cittadini e oggi insistono nel loro errore.

Un pianeta a tavola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un pianeta a tavola : decrescita e transizione agroalimentare / a cura di Filippo Schillaci

Roma : Edizioni per la Decrescita Felice, 2013

Abstract: Questo libro parla delle azioni che vengono compiute, sul mondo quando la merce che noi acquistiamo è il nostro cibo e cerca di individuare delle vie affinché esse siano il più possibile leggere e affinché i loro effetti collaterali siano tali da rendere migliore, cioè più verde e vivo, il pianeta. Dati numerici ed esperienze concrete ci mostreranno che imprimere alle nostre scelte in campo alimentare una direzione che riesca a rendere il mondo migliore è, almeno secondo ragione, effettivamente molto più facile di quanto non si immagini e soprattutto di quanto loro non vogliano farci credere. Convincersene significa essere già oltre la metà del cammino. Vediamo ora di percorrerlo tutto. Senti spesso parlare dell'enorme potere delle multinazionali. Ma in cosa consiste questo potere? Dove sono i carri armati di Monsanto? Dove sono i bombardieri di McDonald's? Non esistono. Il loro potere, dirai tu, sta nei soldi, un'enorme quantità di soldi. Giusto. Ma da dove vengono questi soldi? Ovvio: dalle tue tasche. Ecco dunque in che mani è l'enorme potere delle multinazionali: nelle tue.

Domanda di grazia
4 1 0
Materiale linguistico moderno

Romagnoli, Gabriele <1960->

Domanda di grazia / Gabriele Romagnoli

Milano : Mondadori, 2013

Abstract: Un giorno Gabriele Romagnoli entra in corte d'assise, a Bologna. È lì per l'imputato: Andrea Rossi. Non lo vede da anni, sa che ha sei figli, ha ereditato dal padre uno studio e fa il commercialista. Ma Romagnoli lo ricorda ancora adolescente, campione di pallavolo, popolare tra le ragazze, pieno di talenti e speranze. Adesso Andrea Rossi è invece accusato dell'omicidio di Vitalina Balani, settantenne ex-infermiera che aveva sposato un ricchissimo imprenditore immobiliare, invalido al 100 per cento. In due anni Vitalina aveva prestato ad Andrea due milioni di euro. Prove non ce ne sono, ma il movente e molti indizi portano gli inquirenti ad abbandonare in fretta le altre piste e a considerare il caso risolto. È assurdo, difficilissimo far combaciare l'immagine di quel ragazzo buono e sempre gentile con quella di uno spietato assassino. Se è lui il colpevole, come può starsene lì seduto, con aria mansueta, proclamandosi innocente? E se davvero è innocente, perché di fatto rinuncia a difendersi degnamente? Romagnoli ricostruisce il caso con la lucidità del reporter, la profondità dello scrittore e l'umanità dell'amico, e dà vita a una riflessione sulla giustizia e sul destino, sulle ragioni e le colpe che intessono l'esistenza umana. Con pazienza smantella ogni certezza, affidando al fallibile giudizio umano il mistero di un delitto e del suo castigo, e chiedendo infine che per Andrea Rossi si apra una possibilità di grazia.

Sardegna giallo e nera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lisai, Gianmichele <1981->

Sardegna giallo e nera / Gianmichele Lisai

Roma : Newton Compton, 2013

Abstract: Quando si parla di criminalità sarda si pensa subito ai sequestri di persona. Sull'isola i rapimenti a scopo di estorsione, negli anni '80 e '90, sono stati una vera e propria piaga nazionale. Casi eclatanti, come quello del piccolo Farouk Kassam, hanno riempito le pagine dei quotidiani internazionali e sconvolto l'opinione pubblica mondiale. Ma negli ultimi trent'anni la cronaca nera locale ha messo al centro diverse forme di delinquenza: faide, attentati terroristici, rapine a mano armata e, soprattutto, omicidi di ogni genere. Questo libro, con un approccio divulgativo e rigoroso al tempo stesso, ripercorre trent'anni di vera storia criminale sarda, studiando non solo i casi eclatanti di cui i media hanno già svelato ogni segreto, ma soprattutto quelli meno noti, che hanno segnato l'isola con ferite forse anche più profonde.

Vaticano massone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Galeazzi, Giacomo <1972-> - Pinotti, Ferruccio <1959->

Vaticano massone : logge, denaro e poteri occulti : il segreto della Chiesa di papa Francesco / Giacomo Galeazzi, Ferruccio Pinotti

Milano : Piemme, 2013

Abstract: Massoneria e Chiesa. Massoneria e finanza. Massoneria e Vatileaks. Massoneria e dittatura argentina. Massoneria e gesuiti. Massoneria e papa Francesco. I legami, il più delle volte occulti e segreti, tra Chiesa e massoneria sono tribolati e controversi, ma pur tra alterne vicende, sempre solidi. Ciò che da più parti si suggerisce e ventila è che dietro ai più recenti e rivoluzionari avvenimenti vaticani a partire dalle dimissioni di papa Benedetto XVI, ci sia la mano delle logge. E nei corridoi dei Sacri Palazzi si mormora che persino l'elezione del nuovo papa sia opera loro. Dopo un papato di chiusura come, quello di Ratzinger, è probabile che siano molti tra gli affiliati a sperare di rinverdire grazie al gesuita Bergoglio le antiche simpatie tra Compagnia di Gesù e massoni. Basata su documenti scottanti - su tutti uno scambio epistolare inedito tra la Santa Sede e i vertici della massoneria - su interviste esclusive a personaggi chiave, come Licio Gelli, e su scrupolose ricostruzioni, un'inchiesta sugli intrecci molto stretti tra Chiesa, massoneria, politica, mafia, finanza. Un'indagine rigorosa che rende imperiosa una domanda: riuscirà il nuovo papa, lambito da sospetti sui contatti (o almeno rumorosi silenzi) con la dittatura argentina, a sua volta fortemente massonica, a rinnovare davvero un'istituzione sulle soglie dell'anarchia?

Guida alla Costituzione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Panizza, Saulle

Guida alla Costituzione : comprenderne il significato, riconoscerne il primato / Saulle Panizza

Santarcangelo di Romagna : Maggioli, 2013

Abstract: Il testo si propone una duplice finalità. La prima è quella di offrire un agile commento aggiornato e con esso una guida alla lettura della Costituzione italiana e alla comprensione del suo significato nel presente. La seconda è quella di far risaltare il primato della Carta sulle altre fonti del diritto, sui vari organi e soggetti, e riaffermare in capo alla Costituzione (pur in un contesto di continua riproposizione del tema delle "riforme costituzionali") il ruolo di guida dell'ordinamento repubblicano. Ogni articolo è analizzato nel suo contenuto essenziale, con linguaggio semplice ma rigoroso, dando conto delle eventuali modifiche avvenute nel corso del tempo. Seguono i collegamenti con altri articoli, per agevolare la comprensione sistematica della Costituzione, l'indicazione di alcune delle fonti che hanno specificamente contribuito all'attuazione della disposizione in via legislativa e il richiamo di pronunce da cui emerge la valenza attribuita a ciascun principio dalla giurisprudenza costituzionale.

La nostra guerra non e' mai finita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tizian, Giovanni <1982->

La nostra guerra non e' mai finita / Giovanni Tizian

Milano : Mondadori, 2013

Abstract: Un corpo irriconoscibile abbandonato come un cane nelle campagne della Locride. L'interminabile, soffocante stagione dei sequestri di persona. E poi, nella nostra carne, le fiamme che divorano il mobilificio di nonno Ciccio, l'omicidio di mio padre. E nessun colpevole. Perché continuare a vivere in una terra che ripagava il nostro amore incondizionato con tanta spietata ferocia? Andarsene via, ovunque, purché lontano da Bovalino, fuori da quei confini diventati così angusti. Approdare in una città accogliente come Modena, nel tentativo di rimuovere, di dimenticare il passato, di trovare una normalità. Nascondendo a tutti, persino a me stesso, la rabbia e la sofferenza. E così ho fatto per tanto tempo, fino a quando, ormai ventenne, ho chiesto in lacrime a mia madre di guidarmi nel doloroso esercizio della memoria. Ho voluto sapere tutto di quella sera del 23 ottobre 1989, di quei colpi di lupara sparati contro la Panda rossa di mio padre. Dopo, per me è stato l'inizio di una nuova vita. Senza più vergogna, senza più sentirmi addosso gli sguardi di commiserazione della gente. Ma ricordare e raccontare sono atti troppo rivoluzionari, troppo scomodi per chi ha costruito il proprio impero sulla menzogna e sull'omertà. Intanto la 'ndrangheta aveva viaggiato più veloce di noi ed era già lì, nell'Emilia terra della Resistenza, a conquistarsi sul campo il predominio della criminalità organizzata e pronta a zittire le mie inchieste giornalistiche. (Giovanni Tizian)

Oss
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cecchetto, Luca - Romeo, Gianluigi

Oss : operatore socio-sanitario : manuale per il concorso : fondamenti di assistenza alla persona, schede e procedure, parole chiave, quiz / Luca Cecchetto, Gianluigi Romeo

Santarcangelo di Romagna: Maggioli, [2013]

Abstract: Luca Cecchetto dal 2003 è fondatore nonché direttore dell’omonimo Studio Infermieristico Associato Cecchetto &Ass. È autore di alcune pubblicazioni sul management infermieristico, relatore e docente a vari convegni e corsi di aggiornamento professionale. Insegna in numerosi corsi di formazione per OSS in Lombardia, a Milano e Varese, e in Toscana. Gianluigi Romeo è Dottore magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche, socio fondatore Studio DMR, Docente in numerosi corsi ECM per infermieri e corsi di formazione OSS - ASA. Si occupa da tempo di formazione del personale infermieristico e del personale di supporto. La finalità del volume è quella di dare uno strumento utile, di facile lettura e consultazione, all’Operatore Socio-Sanitario che vuole prepararsi ai test per un concorso pubblico o privato. Il progetto editoriale adotta la stessa macrostruttura del noto Manuale dell’operatore socio-sanitario, degli stessi autori, volume molto diffuso e adottato in numerosi corsi. È quindi suddiviso in quattro AREE TEMATICHE:- ANATOMIA- AREA SOCIO-CULTURALE, ISTITUZIONALE E LEGISLATIVA- AREA PSICOLOGICA E SOCIALE- AREA IGIENICO SANITARIA E TECNICO-OPERATIVAQueste aree vengono sviluppate attraverso un percorso mnemonico e concettuale, che, mediante una studiata articolazione di: -definizioni -tavole sinottiche -procedure -disegni -parole chiave -schemi -prefissi e abbreviazioni è in grado di facilitare l’apprendimento da parte del lettore.Con queste caratteristiche, l’opera si presenta molto scorrevole, fluida, e al tempo stesso schematica, e va a integrare il manuale generale di studio.Oltre quattrocento domande a risposta multipla costituiscono la seconda parte del volume, e sono il banco di prova a disposizione del lettore per una preparazione seria a un concorso.

Il lato oscuro degli uomini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il lato oscuro degli uomini : la violenza maschile contro le donne : modelli culturali di intervento / a cura di Alessandra Bozzoli, Maria Merelli, Maria Grazia Ruggerini

Roma : Ediesse, 2013

Abstract: Violenza contro le donne: cosa si sta facendo in Italia? Inasprire le norme repressive e isolare i comportamenti violenti maschili - che sono ormai arrivati ad un femminicidio ogni due giorni - facendone casi eccezionali, patologici, lascia inalterati i modelli culturali fondati su quegli equilibri patriarcali di potere contro i quali hanno lavorato fin dagli anni Ottanta i Centri antiviolenza e le Case per donne maltrattate, frutto delle lotte femminili e femministe. Comprendere invece che la violenza sulle donne è prima di tutto un problema degli uomini significa spostare l'attenzione dalle vittime agli autori, a quella questione maschile che tutta la violenza di genere sottende. Il volume coglie, nella parte iniziale, questo cambiamento di ottica attraverso una ricerca - la prima in Italia - che censisce le esperienze d'avanguardia rivolte agli uomini violenti nel nostro paese, nelle carceri e nei centri, in ambito privato e pubblico, e offre un quadro di programmi sviluppatisi a livello internazionale, cui le esperienze italiane fanno riferimento. Nella seconda parte sono presentate le riflessioni e le proposte di studiosi e studiose afferenti a molteplici discipline, e le esperienze di operatrici e operatori con ruoli professionali diversi. In appendice, un'analisi critica del recente decreto legge n. 93/2013 convertito nella legge del 15 ottobre 2013 n. 119.

Se muore il Sud
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stella, Gian Antonio <1953-> - Rizzo, Sergio <1956->

Se muore il Sud / Gian Antonio Stella, Sergio Rizzo

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: Due giovani su tre affogano senza lavoro e la Regione Sicilia butta 15 milioni per 18 apprendisti fantasma. Ci sono treni che marciano a 14 km l'ora e i fondi Ue vanno a sagre, sale bingo e trattorie da Ciccio. Quattrocento miliardi di fondi pubblici speciali spesi in mezzo secolo e il divario col Nord è maggiore che nel dopoguerra. I vittimisti neoborbonici ce l'hanno con tutti a partire da Ulisse e intanto il Meridione si fa sorpassare anche dalla regione bulgara di Sofia. Figurano più braccianti disoccupati a Locri che in tutta la Lombardia ma i soldi vanno ai mafiosi che incassano contributi anche sui terreni confiscati. La Calabria ricava in un anno da tutti i suoi beni culturali 27.046 euro ma i Bronzi di Riace restano per anni sdraiati nell'androne del Consiglio regionale. La Sicilia è la regina del Mediterraneo con 5 siti Unesco ma le Baleari hanno 11 volte più turisti e 14 volte più voli charter. Undici miliardi buttati per l'emergenza rifiuti ma la Campania muore di cancro e a Bagnoli sono avvelenati anche i parchi giochi. Municipalizzate che non girano al fisco le tasse trattenute ai dipendenti ma si prendono il lusso di non sfruttare patrimoni immobiliari enormi. Alti lamenti sugli investimenti esteri ma a Messina una procedura fallimentare si chiude in media dopo 25 anni. Sovrintendenze cieche davanti alla devastazione delle coste e vincoli paesaggistici sul pitosforo di un giardino privato...

Nuovo dizionario di servizio sociale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nuovo dizionario di servizio sociale / diretto da Annamaria Campanini

2. ed

Roma : Carocci Faber, 2013

Abstract: Il Nuovo dizionario di servizio sociale, che esce a distanza di otto anni dal primo, tiene conto del dibattito internazionale e dell'evoluzione dei problemi e delle politiche sociali avvenuti in questo periodo, ma fa anche tesoro dei suggerimenti che sono giunti dalla comunità scientifica e professionale. Si tratta quindi non di un'edizione aggiornata, ma di un testo nuovo, arricchito di 56 nuove voci, e che ha visto la riscrittura o l'integrazione di molte delle voci già presenti per renderle più aderenti al contesto attuale.

Giovanni Falcone, un eroe solo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Falcone, Maria <1936->

Giovanni Falcone, un eroe solo : il tuo lavoro, il nostro presente. I tuoi sogni, il nostro futuro / Maria Falcone con Francesca Barra ; premessa di Leonardo Guarnotta ; ricordo di Loris D' Ambrosio ; postfazione di Sergio Lari

[Milano] : BUR, 2013

Abstract: 23 maggio 1992: la strage di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca e tre uomini della scorta, scosse l'Italia come un terremoto immane, segnando le coscienze e dimostrando l'urgenza di una reazione intransigente e senza tentennamenti contro la mafia, da parte delle istituzioni e della società civile. Da vent'anni Maria Falcone si dedica a mantener viva la memoria di suo fratello con un'attività intensa che serva a tutti, ma specialmente ai giovani, come educazione alla legalità. È un'opera meritoria perché fu proprio grazie al lavoro di Giovanni che lo Stato trovò finalmente il modo per combattere con efficacia il fenomeno mafioso. Eppure - come traspare nelle pagine di questo libro in cui Maria, affiancata dalla giovane giornalista esperta di mafia Francesca Barra, rievoca la vita di suo fratello - Giovanni Falcone si trovò molto spesso solo nel suo cammino. Solo quando insinuarono che si prendeva troppa confidenza con Buscetta. Solo quando i diari di Chinnici furono utilizzati per gettare ombre sul suo operato. Solo quando fu costretto a mettere i piedi sul sangue del mio amico più caro, Ninni Cassarà. E poi fu sempre solo perché rinunciò a una vita normale, tanto da doversi spesso tenere a distanza dall'adorata moglie Francesca, da cui pensò addirittura di divorziare pur di tutelarne l'incolumità. Premessa di Leonardo Guarnotta, ricordo di Loris d'Ambrosio, postfazione di Sergio Lari.