Includi: almeno uno dei seguenti filtri
× Classe 30*
× Classe 32*
× Classe 33*
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Target di lettura Ragazzi, età 11-15
× Soggetto Dizionari
× Nomi Arfé, Gaetano
× Target di lettura Prescolare, età 0-5
× Target di lettura Giovani (in generale)
× Target di lettura Giovani, età 16-19
× Paese Germania
× Nomi Catamo, Luciana
× Nomi Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura <Mantova>
× Materiale Registrazioni musicali
× Materiale Video
× Materiale Registrazioni non musicali
× Materiale Manoscritto, lett. grigia
× Target di lettura Elementari, età 6-10
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Economia
× Soggetto Politica

Trovati 54 documenti.

La ragione e il buonsenso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Bortoli, Ferruccio <1953-> - Rossi, Salvatore <1949->

La ragione e il buonsenso : conversazione patriottica sul'Italia / Ferruccio de Bortoli, Salvatore Rossi

Il Mulino, 2020

Abstract: Caro Salvatore… caro Ferruccio… Due «credenti nella ragione», testimoni d’eccezione dei grandi cambiamenti economici e politici degli ultimi decenni, impegnati in una riflessione fra personale e civile sui travagli del paese, sulle loro cause remote e recenti, sui modi per uscirne. Un dialogo per conoscere e capire, parlando di temi che vanno dal possibile declino dell’economia italiana al rapporto con l’Europa, madre o matrigna, dal concetto di austerità nelle pubbliche finanze agli antichi difetti italiani nel diritto, nell’istruzione, nella concorrenza, nella finanza, dallo sviluppo sostenibile agli elementi di forza che l’economia italiana comunque conserva, dalle convulsioni del nostro sistema politico al circolo vizioso dell’informazione. Modesti nella normalità, eccezionali nell’emergenza: l’Italia si salverà ma la strada ricca di futuro apparterrà a cittadini consapevoli, non a moltitudini vocianti. ...nella storia del nostro paese il finale non è ancora scritto. Si può fare ancora molto. Come? Con il «volontariato della ragione»: intervenire, spiegare, anche educare, passando alle nuove generazioni il testimone della responsabilità collettiva.

Questa non è l'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Friedman, Alan <1956->

Questa non è l'Italia : storie segrete e verità shock dietro il nuovo volto del nostro Paese / Alan Friedman

Roma : Newton Compton, 2019

Controcorrente ; 150

Abstract: Con un taglio saggistico-narrativo Alan Friedman ci racconta in tempo reale quali sono i maggiori cambiamenti cui sta andando incontro il nostro Paese. L'autore ci guida attraverso i temi caldi del momento per districarci tra le innumerevoli informazioni da cui ogni giorno veniamo raggiunti, separando il grano dal loglio. La situazione attuale è molto critica e tante sono le questioni su cui riflettere o interrogarsi. L'immigrazione è veramente un'emergenza nazionale? Le regole della moneta unica possono essere realmente riviste? Il nostro sistema bancario è solido? Quanto è affilata la spada di Damocle del nostro debito pubblico? Rischiamo un'altra crisi? Nella sua lucida analisi, Friedman non ferma il proprio sguardo all'interno dei confini dello stivale, ma si spinge oltre, guardando al futuro dell'Europa, alle mutevoli dinamiche geopolitiche e alle travagliate relazioni tra l'Europa e la Russia, la Cina e gli Stati Uniti di Donald Trump. E le conclusioni potrebbero essere sorprendenti. Un'analisi a tutto tondo del nostro Paese dove, come è successo con "Ammazziamo il Gattopardo", l'autore è capace di mettere a fuoco le questioni che più stanno a cuore ai lettori, dando risposte semplici e chiare. Senza lasciare spazio a inutili catastrofismi, perché le ricette ci sono e basta solo seguirle.

Ho imparato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Letta, Enrico <1966->

Ho imparato : in viaggio con i giovani sognando un'Italia mondiale / Enrico Letta

Bologna : Il mulino, 2019

Contemporanea ; 278

Abstract: "La strada che ha preso l'Italia non mi piace. Vorrei che si cambiasse direzione. In questo libro provo a elaborare idee e lanciare proposte concrete. Per interrompere una sequenza fatta di errori e illusioni, tra sovranismi e rottamazioni, che ha portato a un'Italia sempre più ripiegata su se stessa. Per affrontare le sfide dell'immigrazione, del declino economico e culturale, della sostenibilità ambientale, e per un'Italia davvero protagonista di una nuova Europa. Le mie riflessioni si fondano su tre convinzioni. La prima è che per superare questo presente bisogna innanzitutto capire come ci si è arrivati. La seconda è che si deve superarlo andando avanti e non indietro. La terza, la più importante, è che non c'è niente di più bello che imparare."

Sindrome Calimero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giacalone, Davide <1959->

Sindrome Calimero : per l'Italia che corre contro quella che le sega le gambe / Davide Giacalone

Rubbettino, 2015

Abstract: Se guardi l'Italia dall'esterno sembra impossibile che sia in crisi. Se la guardi dall'interno sembra impossibile che si regga in piedi. Quella che ha saputo cavalcare la globalizzazione cresce. Quella che ha praticato la lamentazione si rattrappisce. La recessione ha prodotto ristrutturazioni e ripartenze, ma anche lo schiumare di rabbie indistinte e il crescere della società gemebonda. Esempi concreti (ILVA, Rtl 102.5, Tabaccai e Zamperla) aiutano a capire come abbiamo aggravato la crisi e perso occasioni. Come rimediare e cogliere opportunità. Calimero è perdente perché si sente tale. Ma non basta la retorica, per dirsi vincenti. Né basterà una lavata. La Sindrome di Calimero va superata con la ragione. Ci vuol più di qualche chiacchiera.

Ammazziamo il Gattopardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Friedman, Alan <1956->

Ammazziamo il Gattopardo / Alan Friedman

Milano : Rizzoli, 2014

Abstract: Perché l'Italia è precipitata nella crisi peggiore degli ultimi trent'anni? La colpa è della Germania, dell'austerity imposta dall'Europa, della moneta unica? O della mediocrità della classe dirigente? Esiste una via d'uscita, una ricetta per rifare il Paese? Per rispondere a queste domande, Alan Friedman, forse il giornalista straniero che conosce meglio la realtà italiana, parte da quegli anni Ottanta in cui l'Italia era la quinta potenza economica del mondo e pareva avviata verso una vera modernizzazione per arrivare fino alle drammatiche vicende degli ultimi anni. Attraverso conversazioni con i protagonisti dell'economia e della politica, da cinque ex presidenti del Consiglio (Giuliano Amato, Romano Prodi, Silvio Berlusconi, Massimo D'Alema, Mario Monti) a Matteo Renzi, Friedman fa luce su retroscena che nessuno ha finora raccontato. Il racconto delle vicende politiche degli ultimi anni assume una nuova luce, rivelando ciò che spesso è stato omesso o taciuto. E si combina con un ambizioso e sorprendente programma in dieci punti per rimettere il Paese sul binario della crescita e dell'occupazione. Il tempo delle mezze misure è finito, e Friedman, in questo libro coraggioso, offre una ricetta di riforme di vasta portata.

Opzione zero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Delzio, Francesco

Opzione zero : il virus che tiene in ostaggio l'Italia / Francesco Delzìo

Soveria Mannelli : Rubbettino, 2014

Abstract: Qual è il "male italiano"? Cosa ci ha trasformato da potenza mondiale a Paese senza speranza? Un virus si è impadronito delle nostre menti. Così pericoloso da aver causato il declino del nostro Paese. Così invisibile che i suoi effetti si vedono soltanto nel lungo termine: dopo anni dalla sua entrata in azione, può accadere che un'intera comunità si blocchi, perda competitività e annulli le sue potenzialità di crescita. È esattamente ciò che è successo all'Italia. Il virus che ha contagiato l'Italia e gli italiani si chiama Opzione Zero. Ma come si è manifestato? Negli ultimi 20 anni, nella gran parte dei casi in cui un ministro, un sindaco, un dirigente pubblico, un grande imprenditore si è trovato di fronte ad una decisione strategica nel nostro Paese, ha scelto in realtà l'Opzione Zero. Ha deciso di non decidere. Per non rischiare. Per non assumersi responsabilità. Per abbattere i costi nel presente, ignorando il futuro. L'0pzione Zero è il virus che ancor oggi tiene in ostaggio il nostro Paese. Se vogliamo rinascere, dobbiamo iniziare a decidere. Resettando tutto ciò che ha bloccato l'Italia negli ultimi due decenni, tutte le "sovrastrutture" che hanno mortificato l'inesauribile creatività e intraprendenza della nostra gente. Perché oggi non abbiamo più scelta.

Il partito dei padroni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Astone, Filippo <1971->

Il partito dei padroni : come Confindustria e la casta economica comandano in Italia / di Filippo Astone

Milano : Longanesi, [2010]

Abstract: Dopo averci raccontato negli Affari di famiglia le molte miserie e la poca nobiltà dei figli dei padroni, Filippo Astone nel suo nuovo libro passa a scoperchiare direttamente la Confindustria, che lui chiama il Partito dei padroni. Per Astone infatti Confindustria è un partito come gli altri, con tanto di scandali, guerre interne, conflitti di interesse, commistioni con mafia e camorra. Diversamente dal sindacato, di Confindustria si è sempre saputo poco o niente. In questo libro, Astone ne esamina la gigantesca struttura e ne svela i meccanismi interni, spiega perché è cosi potente in Italia e come funziona il suo potere, quali sono le leggi e i provvedimenti che ha imposto e in che modo vuole ridisegnare il Paese, delegittimando il sindacato e ottenendo mano libera sui contratti. Inoltre, Astone allarga io sguardo all'intera élite economica della quale Confindustria è espressione, mettendone in luce la mancanza di ricambio, le rendite di posizione, il parassitismo e la tendenza a comportarsi in modo del tutto analogo, se non peggiore, a quello della casta politica.

Rapaci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rizzo, Sergio <1956->

Rapaci : il diastroso ritorno dello stato nell'economia italiana / Sergio Rizzo

[Milano] : Rizzoli, 2009

Abstract: Un fantasma si aggira per l'Europa: quello del nuovo statalismo. Spinto dal vento della crisi che soffia dagli Stati Uniti, ha investito la Gran Bretagna, la Francia, l'Olanda, la Germania. E l'Italia? Nel nostro Paese quel fantasma è sempre stato di casa. Trasformandosi, negli ultimi anni, in una manomorta pubblica che ammorba l'economia. A cominciare dalle migliaia di imprese locali, controllate dai Comuni, dalle Regioni e dalle sempre più inutili Province. Società per fare autodromi di Formula uno, per amministrare le eredità lasciate ai ciechi, perfino per comprare agenzie di pompe funebri dai privati. Imprese locali dai bilanci traballanti che sponsorizzano profumatamente squadre di basket. Aziende comunali per gestire casinò e gioco d'azzardo. Per non parlare dello Stato centrale. Dove in vent'anni si sono sperperati più di 5 miliardi dei nostri euro nell'Alitalia. Dove si resuscitano società morte e sepolte soltanto per piazzare amici e famiglie. E ne nascono di nuove a ritmo continuo: per distribuire soldi pubblici allo spettacolo, per fare la carta d'identità elettronica, per realizzare centri benessere, perfino per affidare consulenze senza gare. Il tutto con la presenza, incombente e oppressiva, della politica nelle imprese pubbliche: migliaia di posti da occupare nei consigli di amministrazione, manager scelti in base alle parentele partitiche e stipendi d'oro indipendenti dai risultati e dal merito.

Quadrare il cerchio ieri e oggi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dahrendorf, Ralf

Quadrare il cerchio ieri e oggi : benessere economico, coesione sociale e liberta politica / Ralf Dahrendorf ; commenti di Lucio Caracciolo ... [et al.]

Roma [etc.] : Laterza, 2009

Abstract: I paesi dell'Ocse, per dirla in modo molto diretto e sbrigativo, hanno raggiunto un livello di sviluppo in cui le opportunità economiche dei loro cittadini mettono capo a scelte drammatiche. Per restare competitivi in un mercato mondiale in crescita devono prendere misure destinate a danneggiare irreparabilmente la coesione delle rispettive società civili. Se sono impreparati a prendere queste misure, devono ricorrere a restrizioni delle libertà civili e della partecipazione politica che configurano addirittura un nuovo autoritarismo. O almeno questo sembra essere il dilemma. Il compito che incombe sul primo mondo nel decennio prossimo venturo è quello di far quadrare il cerchio fra creazione di ricchezza, coesione sociale e libertà politica. La quadratura del cerchio è impossibile; ma ci si può forse avvicinare, e un progetto realistico di promozione del benessere sociale probabilmente non può avere obiettivi più ambiziosi. Ralf Dahrendorf, 1995.

Nord
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berta, Giuseppe <1952->

Nord : dal triangolo industriale alla megalopoli padana, 1950-2000 / Giuseppe Berta

Milano : Mondadori, 2008

Abstract: II Nord Italia, e in particolare quell'area di Nord Ovest polarizzata attorno alle tre città maggiori: Milano, Torino, Genova, è stato, ed è, il motore industriale del Paese, un motore capace di esprimere il potenziale economico che traina l'intera struttura nazionale. Ma il Nord è anche quel territorio su cui si sviluppano linee di tendenza, comportamenti, culture e valori che, col tempo, entrano nel costume italiano. Ciò è vero sia per il periodo successivo alla seconda guerra mondiale, quando il Nord diviene l'epicentro del miracolo economico, sia nelle fasi successive, quando si rivela straordinariamente reattivo alle trasformazioni che interessano l'Occidente sviluppato. In quest'area che prendono forma scelte e orientamenti politici e sociali che influenzano il quadro nazionale e lo condizionano, a volte generando conflitti, anche violenti, ma sempre dando luogo a un dibattito e a un fermento in grado di forgiare l'assetto della modernità italiana. Il libro si propone perciò di ripercorrere oltre mezzo secolo dì storia italiana, raccontando l'avventura di un mutamento ininterrotto e insistendo sul ruolo determinante e cruciale che il Nord ebbe, e continua ad avere, per la società italiana.

Intervista su politica e affari
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tabacci, Bruno

Intervista su politica e affari / Bruno Tabacci ; a cura di Sergio Rizzo

Roma ; Bari : Laterza, 2007

Abstract: Il divaricarsi dei doveri rispetto ai diritti ha mandato il paese letteralmente in tilt. Bruno Tabacci racconta un'Italia dove la politica è soffocata dai conflitti d'interesse e chiusa in un bipolarismo 'muscolare' e ideologico; un'Italia strangolata dalle lobby, dallo strapotere delle banche e da una classe dirigente che non ha più risposte da dare.

Un giorno nella vita dell'economia globale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Altman, Daniel

Un giorno nella vita dell'economia globale / di Daniel Altman ; traduzione di Massimo Pianta

Milano : Longanesi, [2007]

Abstract: Il prezzo del petrolio va su e giù, i tassi di cambio fluttuano, l'economia cinese è in decollo e le nuove tecnologie cambiano il modo di fare affari. Ma come possiamo avvicinarci, da non specialisti, a capire come funziona l'economia della globalizzazione? Altman lo racconta percorrendone una giornata-tipo, nelle cui 24 ore fa compiere al lettore un vero giro del mondo. Ha infatti contattato decine di persone di ogni continente, dal lavoratore immigrato al governatore di una banca centrale, e le ha intervistate partendo da un titolo di giornale emblematico del giorno campione, il 15 giugno 2005. Ne risulta un vivace ritratto grazie al quale il lettore si trova davanti una sintetica guida ai meccanismi dell'economia mondiale, ma soprattutto comprende come i miliardi di decisioni prese da singoli individui possono creare, e cambiare, il futuro.

Globalizzazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zolo, Danilo <1936->

Globalizzazione : una mappa dei problemi / Danilo Zolo

Roma ; Bari : Laterza, 2006

Abstract: Una mappa dei principali problemi che vengono discussi sotto l'etichetta della globalizzazione, nell'intento di limitarne l'uso retorico o puramente ideologico. Un'indagine che si indirizza verso ogni aspetto del fenomeno: l'economia, le comunicazioni di massa, la politica interna e internazionale, il diritto e le strategie militari. L'analisi è arricchita da una carrellata delle posizioni più rilevanti e degli autori più significativi, da Ulrich Beck a Zygmunt Bauman, da Joseph Stiglitz a Luciano Gallino. Il percorso che ha portato dal boom della new economy alla guerra in Iraq e dall'esplosione di Internet alla crisi degli Stati nazionali è valutato come un processo inevitabile, ma governabile per evitare crisi e disuguaglianze.

Elementi di politica economica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Elementi di politica economica : teorie, obiettivi, strumenti

4. ed

napoli : Simone, stampa 2006

Abstract: Il volume esamina i principali argomenti oggetto di analisi della disciplina, impiegando un linguaggio semplice e chiaro, di immediata comprensione per tutti quei lettori che si accingono per la prima volta allo studio di questa materia. Dopo una breve introduzione sui settori e fenomeni d'interesse dell'Economia politica, si sviluppa in sette parti: la domanda; la produzione, prezzi e mercati;; l'analisi del reddito nazionale; la moneta e il credito; la politica economica e la sintesi neoclassica; il commercio internazionale; la dinamica del sistema economico (crescita e ciclo economico, disoccupazione e inflazione).Il testo si chiude con un'appendice dedicata ai più importanti economisti, contemporanei e non.

Democrazia e vertigine finanziaria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Casiccia, Alessandro

Democrazia e vertigine finanziaria : le avventure del cittadino in una societa' proprietaria / Alessandro Casiccia

Torino : Bollati Boringhieri, 2006

Abstract: La società proprietaria, annunciata come un nuovo attraente scenario, è una polis al tempo stesso protomoderna e postmoderna, nella quale ciò che era pubblico diviene privato, ciò che era politico diviene economico, ciò che apparteneva alla produzione decolla nell'etere dell'immateriale. Nei movimenti del mercato azionario si riflettono processi non lineari e determinismi nascosti, ma anche strategie ben calcolate da pochi attori avvantaggiati sul piano dell'informazione e della posizione nel gioco. Gli scandali dei primi anni del Duemila hanno toccato solo la parte più visibile del nuovo capitalismo finanziario globale, che si muove senza luogo né peso, mentre ondate anomale di incertezza minacciano il lavoro e le pensioni, i salari e i piccoli risparmi. Il nuovo accento sulla privatizzazione e sulle opportunità individuali risulta promettente per minoranze privilegiate. La politica può ancora mantenere un ruolo solo cooperando con poteri finanziari che influenzano in penombra gli organismi mondiali e le agende dei governi. Dal controllo democratico possono restare fuori le decisioni davvero importanti per le sorti di tutti, dei lavoratori stabili e di quelli flessibili, dei pensionati e dei piccoli risparmiatori. Ma allora, di fronte a un mutamento di tale portata e profondità, che cosa si può ancora fare per restituire al cittadino una possibilità di partecipare e di agire? E l'interrogativo che si pone questo libro.

Stato, mercato e liberta'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Buchanan, James M.

Stato, mercato e liberta' / James M. Buchanan

Nuova ed

Bologna : Il Mulino, 2006

Abstract: James M. Buchanan, Nobel per l'economia nel 1986, è professore alla George Mason University in Virginia e Direttore del Center for Study of Public Choice. Il suo contributo ha spaziato dalla finanza pubblica di tipo europeo-continentale ai motivi fondamentali del calculus of consent, al costituzionalismo economico. Riscoperto e valorizzato negli ultimi anni, non solo dagli economisti, ha continuato a svolgere un'intensa attività scientifica, ampliando le logiche della sua impostazione di constitutional political economy con percorsi molto innovativi nell'etica, nel campo delle scelte pubbliche e degli anticommons.

Il paese mancato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Crainz, Guido <1947->

Il paese mancato : dal miracolo economico agli anni ottanta / Guido Crainz

Roma : Donzelli, [2005]

Abstract: Dalla fine degli anni sessanta ai primi anni ottanta il paese è attraversato da sommovimenti che coinvolgono le economie e le culture, le produzioni e i consumi, i soggetti sociali e gli immaginari collettivi. Il sopraggiungere del miracolo economico e delle speranze riformatrici del centro-sinistra e il rifluire successivo di entrambi; l'esplosione del movimento studentesco e dell'autunno caldo, gli anni cupi della strategia della tensione e il delinearsi della crisi della Repubblica, in anni che vedono un'offensiva terroristica senza paragoni. Una ricostruzione fatta attraverso le fonti più diverse: i quotidiani e i periodici così come i rapporti di prefetti, polizia e carabinieri ma anche i film, le canzoni, la letteratura, la televisione.

Globalizzazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zolo, Danilo <1936->

Globalizzazione : una mappa dei problemi / Danilo Zolo

Roma ; Bari : Laterza, 2004. VIII, 163 p. ; 18 cm.

Abstract: Una mappa dei principali problemi che vengono discussi sotto l'etichetta della globalizzazione, nell'intento di limitarne l'uso retorico o puramente ideologico. Un'indagine che si indirizza verso ogni aspetto del fenomeno: l'economia, le comunicazioni di massa, la politica interna e internazionale, il diritto e le strategie militari. L'analisi è arricchita da una carrellata delle posizioni più rilevanti e degli autori più significativi, da Ulrich Beck a Zygmunt Bauman, da Joseph Stiglitz a Luciano Gallino. Il percorso che ha portato dal boom della new economy alla guerra in Iraq e dall'esplosione di Internet alla crisi degli Stati nazionali è valutato come un processo inevitabile, ma governabile per evitare crisi e disuguaglianze.

Per un capitalismo dal volto umano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Becattini, Giacomo <1927-2017>

Per un capitalismo dal volto umano : la critica dell'economia apolitica sulle pagine del Ponte (1984-2003) / Giacomo Becattini ; prefazione di Marcello Rossi

Torino : Bollati Boringhieri, 2004

Abstract: Questo volume riunisce una serie di interventi apparsi sulla rivista fiorentina Il Ponte. L'obiettivo è quello di ripercorrere gli ultimi vent'anni del secolo scorso, dalla delusione del socialismo mancato, alle preoccupazioni per l'attuale involuzione democratica. L'autore esamina lo sfaldamento dei regimi dell'Est, la natura del capitalismo contemporaneo, le insufficienze delle tendenze economiche dominanti e alcune preoccupanti vicende italiane.

Globalizzazione, giustizia, solidarieta'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Globalizzazione, giustizia, solidarieta' / a cura di Cosimo Quarta ; scritti di Arrigo Colombo ... [et al.]

Bari : Dedalo, [2004]

Abstract: L'attuale processo di globalizzazione si è rivelato dannoso e ingiusto per l'umanità, producendo effetti destabilizzanti, quali la deregulation, l'abolizione dello Stato sociale, la privatizzazione sfrenata, la precarizzazione del lavoro dipendente, la crescita delle diseguaglianze, il pensiero unico. Questo volume analizza il fenomeno della globalizzazione, prospettandone le grandi potenzialità utopiche per cui, se reimpostata sulla base di rigorosi principi etico-politici, può diventare uno strumento potente per la costruzione di una società giusta, libera, solidale e pacifica a livello planetario.