Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Catamo, Luciana
× Materiale A stampa
× Nomi Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura <Mantova>
× Materiale Video
× Target di lettura Elementari, età 6-10

Trovati 81864 documenti.

X
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mira, Valentina

X

Fandango Libri, 22/04/2021

Abstract: X è un romanzo e una lettera. Valentina scrive al fratello con cui non parla da anni per raccontargli quello che ne è stato di lei e soprattutto quello che non ha avuto il coraggio di dirgli in passato. Torna all'estate del 2010, l'estate della sua maturità. C'è una festa, alcol e nelle casse la musica degli ZetaZeroAlfa, band di riferimento di CasaPound. La musica l'ha messa G., amico di tutti lì, anche di Valentina, ottimo studente della scuola cattolica nonostante la celtica al collo (è pur sempre una croce, del resto, e in quell'ambiente non è grave quanto un orecchino indossato da un ragazzo). G. quella notte diventa uno stupratore. Uno stupratore normale in un quartiere normale di un paese normale: nessun mostro, nessuna martire, nessun livido, solo un po' di sangue sul letto. Valentina non lo denuncerà mai. Esattamente come il novanta per cento delle donne che sono state violentate, quel danno resta taciuto per anni. Con un'unica eccezione, un solo confidente, suo fratello che tuttavia non le crede. Al contrario, si allontana da lei e rimane amico di G., lo stupratore. Dopo quasi dieci anni Valentina decide di riprendersi la propria storia, di spezzare l'omertà e ribaltare la vergogna, dalla violentata al violentatore, restituendola a lui. È questo che ci racconta Valentina Mira in X: il tabù e lo stigma che accompagnano lo stupro, la violenza che porta a sentire il proprio corpo come estraneo. La necessità di una reazione. Scrive un canto di Natale per il fratello che non le ha creduto, lo porta indietro con sé in quella festa di molti anni prima, e poi nel presente in cui nulla funziona perché la violenza è sistemica e non una sfortunata eccezione, infine in un futuro che vede nel diritto a difendersi e ad aggredire l'unica via. Un romanzo di una forza e di una franchezza senza precedenti in cui la potenza letteraria e di racconto lascia disarmati.

Radici nel futuro. La vita di Adele Costa Gnocchi (1883-1967)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Honegger Fresco, Grazia

Radici nel futuro. La vita di Adele Costa Gnocchi (1883-1967)

edizioni la meridiana, 20/10/2021

Abstract: In Grazia Honegger Fresco è sempre stato vivo ciò che lei stessa chiamava "il dovere della memoria" verso l'instancabile opera rivoluzionaria portata avanti da Adele Costa Gnocchi, nei confronti della nascita, dell'infanzia, della vita stessa. Giunta alla vecchiaia, salda il debito di gratitudine con questo libro (pubblicato in prima edizione nel 2001), che è sì la storia di Costa Gnocchi ma, allo stesso tempo, quella di un gruppo pionieristico di giovani donne sbarcato in quel territorio sconosciuto che, nel dopoguerra, erano il neonato e il bambino. Una vicenda appassionante che illumina per il coraggio, la tenacia, l'acume.Se Maria Montessori è stata la lente attraverso cui Grazia Honegger Fresco ha guardato i bambini, Adele Costa Gnocchi è stata la sua maestra. Da lei ha appreso la difficile arte dell'osservazione, l'approccio maieutico nella formazione, il piglio deciso e insieme affettuoso con i genitori. Da lei la convinzione che l'educazione non può che partire da una nascita e da una crescita rispettosa del bambino, in un ambiente calmo, con un'assenza di tensioni, nella libertà di scelta e di seguire i propri ritmi, con la presenza rassicurante di adulti non improvvisati.La speranza è che questo libro venga letto e riletto, soprattutto da chi, giovane come lo era Grazia nel 1947, inizia ora ad affacciarsi al mondo dell'educazione, perché nelle sue pagine è viva quella chiave di cui Adele Costa Gnocchi era sempre in cerca nelle persone che chiamava accanto a sé per portare avanti lo studio sulla lunga infanzia umana.Questa nuova edizione è a cura di Sara Honegger, Fulvio Honegger e Marcello Grifò.

Le regole del pianoforte. 33 note di musica e filosofia per una vita fuori dall'ordinario
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Allevi, Giovanni

Le regole del pianoforte. 33 note di musica e filosofia per una vita fuori dall'ordinario

Solferino, 21/10/2021

Abstract: A suonare il pianoforte si impara. E lo studio del pianoforte, come un'arte marziale, può insegnare ben di più che una sequenza di movimenti e gesti. Insegna a conoscersi più profondamente, ad accettarsi e a dominare le proprie paure. A entrare in risonanza con il mondo e scoprirsi capaci di stupire e sedurre. A valorizzare le differenze e creare sintonie. Ad affrontare incertezze e imprevisti con sangue freddo e un pizzico di follia. A superare i dubbi e gli stereotipi, a ignorare le sirene del successo fine a se stesso. E a mettere d'accordo mani, cervello e cuore, un'impresa non banale nel mondo convulso e confuso in cui viviamo. Quale miglior manuale di filosofia e di crescita personale, dunque, che un manuale di pianoforte? Partendo dai concetti più semplici che hanno a che fare con lo studio della musica – come l'accordatura dello strumento, la coordinazione delle mani, il sentimento del ritmo, il dosaggio del forte e del piano – Giovanni Allevi elabora così un sistema di spunti e di consigli, utili per conoscersi meglio e per vivere meglio. Con un avvertimento: molte di queste regole sono molto diverse da quanto ci potremmo aspettare.

La cancelliera. La vita, la carriera politica, l'eredità
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Weidenfeld, Ursula

La cancelliera. La vita, la carriera politica, l'eredità

Solferino, 21/10/2021

Abstract: Nessuno aveva mai, di propria volontà, rinunciato alla massima carica politica tedesca. Angela Merkel l'ha fatto. Fino alla fine del suo cancellierato, ha riscosso alti indici di consenso, soprattutto per la sua capacità di gestire i momenti di crisi. La dote politica che i tedeschi le riconoscono è il pragmatismo: una qualità che Helmut Schmidt avrebbe avuto volentieri. Le questioni di principio e le domande fondamentali le sono estranee e non le interessano: ha rovesciato diversi idoli della CDU, come il nucleare o l'obbligo di leva. Per questo i detrattori sostengono che il cancellierato fosse il suo unico programma politico. Eppure, così antideologica, così priva di visione, Merkel ha forgiato un'epoca. Gli anni dal 2005 al 2021 sono indubbiamente i "suoi" anni. Ora che l'"era Merkel" si chiude, è il momento di guardarsi indietro e domandarsi: cosa rimane del proverbiale pragmatismo della cancelliera? La sua "strategia dell'esitazione", le sue decisioni dell'ultimo minuto utile hanno portato frutti solo nell'immediato, o messo in moto processi di più lungo periodo di cui vedremo gli esiti solo dopo la fine del mandato? La risposta di Ursula Weidenfeld è sì, Merkel è stata determinante ben oltre il termine della sua carriera politica. E gli effetti del suo governo si faranno sentire nei prossimi anni. Questo libro è molto più di un bilancio. È uno sguardo a tutto tondo sul fenomeno Merkel: la cancelliera, la donna che ha cambiato il destino della Germania. E anche dell'Europa.

Lo scrittore senza nome. Mosca 1966: processo alla letteratura
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mauro, Ezio

Lo scrittore senza nome. Mosca 1966: processo alla letteratura

Feltrinelli Editore, 21/10/2021

Abstract: Andrej Sinjavskij era soltanto la metà di una storia. L'altra metà si chiamava Julij Daniel'. Insieme, i due scrittori russi sfidarono il regime sovietico con l'arma più potente e più temuta – la parola – pubblicando i loro libri in Occidente. Insieme, a soli quattro giorni di distanza, furono arrestati dal Kgb e nel 1966 giudicati in un processo che diventò uno scandalo mondiale, il primo dopo la caduta di Chruščëv e delle illusioni riformiste. Per loro la condanna fu quasi identica, cinque e sette anni di carcere e lavoro forzato nel lager. Su entrambi, l'ultimo giorno del processo risuonarono le parole del giudice istruttore, la sua certezza impenetrabile: "Può darsi che fra vent'anni avrete ragione voi, ma per il momento sono io che ho ragione". Poi il potere sovietico pensò di spezzare il filo di quell'amicizia intellettuale tanto profonda da trasformarsi in politica, e tanto forte da tradurla in opposizione: aprì a Sinjavskij la via dell'esilio, mentre Daniel' restava confinato in patria, in una difficile partita a scacchi col potere. Lui, che dopo il campo era tornato a Mosca, non svolgeva alcuna attività sospetta. Ma la sua vita, il suo nome, la sua identità lo confermavano intellettuale per sempre e dissidente in eterno. Sul suo nome calò un'ombra. Lui, però, continuamente, tra sé e sé ripeteva: Julij Markovič Daniel', scrittore e traduttore, già condannato per attività antisovietiche, uscito dal gulag, residente a Kaluga, vivente a Mosca, via Novaja Pisanaja, ingresso 3, piano secondo, appartamento numero 52.Tutto questo per colpa di due libri.

Prima che tu venga al mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gramellini, Massimo

Prima che tu venga al mondo

Solferino, 21/10/2021

Abstract: La bambinitudine è lo stato di grazia che i bambini possiedono in modo inconsapevole e gli adulti si sforzano per il resto dei loro giorni di ritrovare. Non è un concetto, ma una predisposizione dell'anima alla scoperta. A vivere ogni volta come se fosse la prima. Quando è stata l'ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta? Che avete scoperto qualcosa di inaspettato e avete provato un'emozione nuova? Immaginate un uomo che, superata la soglia dei cinquant'anni, diventa padre quando ormai, in famiglia e sul lavoro, si era adagiato su una perfetta vita da figlio. Che cosa può rompersi o scatenarsi all'improvviso? Questo libro è il racconto di una trasformazione e di un'attesa. Nove capitoli, uno per ogni mese di "gravidanza", che compongono una lunga lettera, emozionante e ironica, destinata a un bambino che non c'è ancora mentre si fanno i conti con un padre che non c'è più. Una storia d'amore e di rinascita che ci ricorda come attraverso gli altri possiamo ritrovare in noi stessi infinite risorse e comprendere ciò che conta davvero. Se "la vita è un gioco e vince chi ritorna bambino", per riuscirci bisogna prima diventare adulti.

Franco Battiato. Come un incantesimo. Le storie dietro le canzoni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Spessato, Carla

Franco Battiato. Come un incantesimo. Le storie dietro le canzoni

Giunti, 20/10/2021

Abstract: Le storie di tutte le canzoni di Franco Battiato e il racconto di tutti gli album e delle sue opere, oltre a un'indagine unica nel suo genere sulle decine di interventi come autore, produttore, interprete in musica, teatro, cinema, letteratura. In appendice la storia inedita del primo album del 1969, mai arrivato nei negozi. Testimonianze esclusive di musicisti e discografici, il diario giorno per giorno delle registrazioni, l'ascolto e il racconto delle canzoni di quell'epoca mai uscite dagli archivi.

Cucinare stanca. Manuale pratico per incapacy
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fabiani, Sofia

Cucinare stanca. Manuale pratico per incapacy

Giunti, 20/10/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Il primo libro di @cucinare_stanca, il profilo che ha conquistato Instagram raccontando il cibo (e non solo) in modo nuovo, rivolgendosi con ironia e irriverenza agli INCAPACY. "Datevi tempo e fidatevi di me: in ognuno di noi c'è un incapacy che aspetta solo di essere svegliato". Svegliare gli incapacy è l'intento di Sofia Fabiani (aka@cucinare_stanca), dando loro gli strumenti per "sopravvivere" in cucina, ma anche negli appuntamenti e nelle relazioni sentimentali, attraverso questo suo primo libro. Un ricettario (anzi, molto di più) suddiviso in tre livelli di incapacity, con cui cimentarsi nei fiori di zucca così come nei cornetti, e costruito con un gioco di collegamenti tra un livello e l'altro, per essere indirizzati a tornare indietro quando si sbaglia o a capire come innalzare la difficoltà di una preparazione. Per ridere, ridere tanto, e imparare grazie anche alle pagine dedicate alle DaD (le Didattiche a Distanza), sempre alla portata di qualsiasi incapacy.

Cucinare il giardino
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mosca, Valeria Margherita

Cucinare il giardino

Giunti, 20/10/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Un ricettario per imparare a utilizzare in cucina ingredienti vegetali di prossimità come erbe, radici, semi e cortecce. Sessanta preparazioni distribuite sui dodici mesi dell'anno. Un manuale corredato dalle schede dedicate alle botaniche più comuni. Grazie alla sua passione di ricercatrice, ambientalista e forager, Valeria Margherita Mosca ci conduce in un mondo affascinante e sorprendentemente accessibile, quello che all'interno dei nostri cortili di casa, giardini o parchi ci offre, anche nei centri urbani, una grande varietà di ingredienti di origine vegetale per arricchire le nostre tavole in modo salutare e sostenibile. In questo libro Valeria ci apre le porte della sua cucina e ci svela come realizzare tante originali ricette utilizzando tutti gli elementi che la natura intorno a noi può offrirci. Completo di indicazioni sulle tecniche di raccolta e sulla stagionalità, è arricchito da una sezione dedicata alle specie botaniche utilizzate, per consentire a tutti di sperimentare un'alimentazione sana cucinando i prodotti raccolti con le proprie mani.

Il vero Sesto Cajo Baccelli. Guida all'agricoltore. Lunario per l'anno 2022
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

AA.VV.

Il vero Sesto Cajo Baccelli. Guida all'agricoltore. Lunario per l'anno 2022

Giunti, 20/10/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Anche in versione digitale lo storico lunario tascabile intitolato allo ''strolago'' fiorentino di Brozzi: un appuntamento annuale da non perdere. Ogni anno, infatti, intorno al primo di novembre torna il mitico libretto celeste, compagno fedele dei coltivatori e di quanti amano la natura e la tradizione più vera. In apertura si trovano le immancabili sestine, seguite dall'elenco delle eclissi e dal calendario con l'indicazione delle fasi lunari, consigli e indicazioni sui lavori da fare nell'orto, nel giardino e nel frutteto. Completano l'opera gli articoli a tema agricolo e astronomico, l'oroscopo, le barzellette dal sapore toscano e la sezione dedicata alle Fiere, Sagre e Mercati della Toscana, con tutti gli eventi organizzati dai Comuni durante l'anno.

Luoghi del mistero in Italia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pinotti, Roberto

Luoghi del mistero in Italia

De Vecchi, 20/10/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Oggi, in una civiltà avanzata materialista e secolarizzata, tutti restiamo colpiti e pervasi dal fascino dell'insolito e dell'ignoto, atto a schiuderci nuove forme di conoscenza. Un approccio che va oltre il comune e il conosciuto e che guarda la realtà con altri occhi al di là di ogni pregiudizio, ideologia e convenzione. Questo libro, scritto da un divulgatore serio e consapevole, privilegiando la dimensione della conoscenza e dello sviluppo interiore, vuole accompagnare il lettore alla scoperta della "Grande bellezza" dell'Italia, in un viaggio che lo metta a contatto con siti e contesti legati a realtà meno note ma straordinarie e ricche di significato. Un viaggio che parte dall'Italia preistorica, con gli antichi miti di giganti e uomini venuti dal cielo, e ci guida attraverso i misteri di Roma, i luoghi dei Templari e del Graal, i mondi sotterranei, l'Italia esoterica, alchemica e massonica e molto altro. Nella convinzione che questa lettura possa contribuire ad arricchirci. In tutti i sensi.

La scatola magica. Uno strumento per facilitare le relazioni con il bambino
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Parimbelli, Giovanna

La scatola magica. Uno strumento per facilitare le relazioni con il bambino

edizioni la meridiana, 19/10/2021

Abstract: La scatola magica, offrendo al bambino la possibilità di immergersi nel suo mondo interiore, permette di osservare l'altro e farlo proprio attraverso l'imitazione consentendo anche il conflitto come esperienza di arricchimento.Non serve spiegare come svolgerla, né esiste un modo universale per farlo; sarà l'educatore che, in momenti diversi della giornata, utilizzerà in assoluta autonomia la sua scatola personale che ogni volta gli permetterà di essere unico, scegliendo di estrarre e narrare ciò che in quel momento può condividere in modo autentico.L'autrice, lavorando da oltre vent'anni con minori da 0 a 6 anni e non solo, in ambito educativo prima e psicologico poi, ha allargato l'utilizzo della scatola magica anche alla sfera psicopedagogica perché è la magia, che pian piano si genera, a portare i bambini ad avvicinarsi e prendere posto per restare in attesa di ciò che uscirà dalla scatola dando il via al processo di relazione.Non si tratta quindi della semplice estrazione di un oggetto e di qualche canzone cantata, ma del contenuto che veicola significati più ampi e profondi sviluppando il pensiero magico del bambino, poiché ogni cosa all'interno della scatola magica è per lui viva e animata da sentimenti. Così la macchinina sarà arrabbiata o felice, e il maialino spaventato o triste, finché progressivamente i bambini comprendono azioni e prevedono reazioni agli oggetti in un'ottica di sviluppo di pensiero. Si potrà allora affrontare con loro una moltitudine di argomenti quali il lutto, l'identità di genere, l'intelligenza, il bilinguismo e tutto ciò che il bambino riuscirà ad esprimere.La magia scaturita della scatola magica, intesa come il semplice piacere di assistere ad una sorta di spettacolo o alla lettura di un libro narrato con trame sempre diverse, si può difficilmente raccontare a parole. Bisogna usarla.

Dio non c'è, dorme
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Czarnomorska, Jolanta Maria

Dio non c'è, dorme

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Ormai da molti anni Teresa ha lasciato il suo paese di origine, la Polonia, per trasferirsi a Milano. Nel chiassoso e caotico capoluogo lombardo non le è stato facile adattarsi ad abitudini diverse, superare la nostalgia per la famiglia. Poi, l'incontro con Fausto, medico in pensione, deciso a tornare nella sua Sardegna. Teresa lo segue senza rimpianti e nel pittoresco paesino sardo, non lontano dal capoluogo dell'isola, dove si stabiliscono trova finalmente una sua dimensione sia sentimentale sia professionale. Don Carlo, un amico di infanzia del marito, la convince a svolgere la sua attività di psicologa, presso la comunità InVita, che il sacerdote ha creato e dirige. Una sorta di centro di accoglienza per ragazzi, alcuni da poco usciti dalla tossicodipendenza e troppo deboli per affrontare da soli la vita, altri inviati dai tribunali, altri ancora stranieri provenienti dall'Africa all'Europa dell'Est, con alle spalle esperienze disgraziate nonostante la giovanissima età.Un giorno arriva in comunità una giovane russa, Irina, accusata di omicidio e in attesa di processo. Tra le due donne scatta subito una evidente sintonia. A vederle mentre passeggiano nel giardino all'ombra di tre magnolie, paiono madre e figlia o due sorelle. Le accomuna la provenienza dalla stessa parte del mondo e l'amore per l'arte. Irina parla della sua fede ritrovata e di una violenza subita; Teresa è un'ascoltatrice paziente e comprensiva. Nel tentativo di ricostruire l'evento delittuoso, di cui la giovane pare non avere memoria, Teresa inizia a riflettere sul passare del tempo, sull'invecchiamento e la morte. Finché a un certo punto, i ruoli di psicologa e di assistita si confondono, così come si alternano i ruoli di vittime e colpevoli.

Fantasy blues
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bottaccini, Loredana

Fantasy blues

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Il ritmo cadenzato del blues sembra guidarci nel mondo profondo di Loredana Bottaccini, che con versi puliti, frementi, immediati rivela le due anime della sua poetica. Se ama infatti perdersi in paesaggi brumosi che richiamano descrizioni dal sapore gotico, non trascura di certo momenti in cui affetti e sentimenti irrompono sinceri e coinvolgenti.Davanti ai nostri occhi si dipanano così immagini di vita lontana, ricordi ancestrali, paesaggi di un'Africa solitaria o dell'Irlanda, terra amata e desiderata; la natura si popola di fanciulle che danzano lievi, i capelli al vento, lo sguardo ridente, farfalle capaci di colmare la sua solitudine, rondini che migrano verso oltremare…Non è possibile rimanere insensibili a questo grido d'amore e ci accorgiamo di provare le stesse emozioni, di condividere lo stesso moto di meraviglia di fronte al creato.Corrispondono anche all'animo della poetessa prati e giardini in cui crescono senza controllo piante e fiori selvatici. Una vita apparentemente fragile, alla ricerca continua di un calore regalato dal sole, metafora dell'amore che scalda il suo animo, altrimenti gelido e solitario. Solo l'amore, infatti, è capace d'infondere gioia, nella consapevolezza che la pace può nascere solo dalla capacità di leggere dentro noi stessi.

Fuori dall'ordinario
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bertelli, Francesco

Fuori dall'ordinario

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: La tranquilla cittadina di Ponticello, sulla costa della Maremma Toscana, è sconvolta nel giro di poche settimane da quattro eventi delittuosi: la morte violenta di tre giovani donne e la scomparsa di un bambino. Le testate giornalistiche, locali e nazionali, ne danno ampio risalto. Si parla da un lato di un serial killer capace di colpire senza lasciare traccia alcuna e dall'altro di possibili scenari che variano dalla fuga volontaria alla pedofilia.Il quotidiano locale Il Golfo è diretto da un giornalista di eccellenza, Aldo Nardi, che dopo essersi occupato per anni di cronaca nazionale, si è ritirato in provincia per scollegarsi da politiche editoriali che non condivide. Con l'istinto del vero segugio, grazie a una fonte anomala, affronta un'indagine parallela rispetto a quella della procura. Nardi si interroga sulla possibilità che, sia gli omicidi sia la scomparsa del piccolo Giacomo, coinvolgano interessi locali e personaggi di alto profilo.Nel frattempo, compare a Ponticello uno sconosciuto, stranamente abbigliato in nero e un cappello Galvin in testa, la cui identità diventa un'ossessione per il giornalista, chiamato a decidere se la ricerca della verità vale sempre il prezzo richiesto.Francesco Bertelli sa catturare il lettore e tenerlo incollato alle pagine senza mollarlo più, facendogli attraversare una storia piena di colpi di scena e di misteri, ma anche di personaggi diversi. E di sentimenti intensi, che a volte arrivano alla commozione. La sua caratteristica principale, infatti, sta nel modo di raccontare, nello stile preciso e limpido.

Il destino di un poeta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Ruocco, Vittorio

Il destino di un poeta

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Silloge intensa, originale e profonda, in cui i temi si rincorrono, creando intrecci e immagini che colpiscono l'animo e la mente del lettore in una ridda di emozioni e visioni toccanti.Con la sensibilità profonda che lo caratterizza, il poeta ci guida nei meandri cupi della migrazione o nella notte scura, o ancora nel vortice di una sofferenza, dove ogni riferimento è vano e la mancanza di parole diventa un ostacolo, una tempesta di vento che cancella il sentiero e rende arduo il viaggio della vita; viaggio reale e al contempo metaforico, che ognuno si trova prima o poi ad affrontare.La vita, suggerisce il poeta, è un affiorare silenzioso di ricordi, spesso bagnati di lacrime, di sogni che cadono in frantumi. La linea del tempo segna lo scorrere degli anni fino a diventare eternità, dove il silenzio sancisce l'essere insieme e l'abbandono tra le braccia dell'essere amato dà la forza di superare ogni tristezza, alla ricerca di una difficile pace, di un futuro, arricchito di bellezza.Solo le parole ritrovate permettono allora di esprimere sensazioni, sentimenti e la Poesia diventa strumento salvifico che disperde il dolore e combatte l'oblio di chi rimane.

Il ponte tibetano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tamborini, Giusi

Il ponte tibetano

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Cuasso al Monte, provincia di Varese.Nevica. L'aria è freddissima, un vento fastidioso sibila in sottofondo.Altrettanto fa il ponte tibetano. E secondo una credenza popolare ciò è foriero di sventura.Nell'ospedale di montagna, già ex convento dei carmelitani scalzi, chiamato il Deserto, è una notte in cui si susseguono tanti piccoli inconvenienti. Dapprima squilla in corsia un campanello che fa capo all'obitorio, dove non c'è nessuno. Poi, una paziente girovaga per i corridoi, entra nelle camere, si avvicina ai malati che dormono e ne apre a forza la bocca. Infine, viene ritrovato, senza vita, il corpo del primario.A investigare sulla sua morte, la procura invia un abile ispettore di polizia, riservato e di poche parole, dotato della necessaria sensibilità per comprendere la sacralità che il luogo emana. Nel corso delle indagini, incontra una giovane ricercatrice coinvolta in un progetto sperimentale per la ricerca di energia pulita, che ha come oggetto e fulcro un batterio sconosciuto.Giusi Tamborini riesce a trasmettere ai lettori una misterica inquietudine molto piacevole da assaporare.

Il picnic delle storie
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Minigrilli, Silvana - Reboa, Giovanna

Il picnic delle storie

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: La silloge è un interessante e anomalo esperimento di scrittura condivisa. Due amiche settantenni, una in Italia l'altra in Scozia, decidono di combattere il blues del lockdown scrivendo racconti. Ognuna delle autrici ha lavorato separatamente su una storia dallo stesso titolo, tutte lette e commentate a distanza via Skype la domenica pomeriggio.Le protagoniste delle storie sono in prevalenza donne e, anche laddove rivestono un ruolo all'apparenza secondario, ne sono il fulcro.Donne, più o meno giovani, che vorrebbero poter cancellare o risolvere i conti con il passato schiacciando un pulsante e altre che partono per lunghi viaggi in cerca di se stesse. Si narra di avvenimenti tragici rimediabili solo con un finale distopico, e di aderenze politiche che non riescono a risultare coerenti. Si parla di giustizia intesa come catarsi più che di applicazione alla lettera di un codice di leggi. È un panorama soprattutto di donne che lottano, amano e si fanno sentire, appassionate di vita.

Creature
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mambretti, Andrea

Creature

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Sergio Maletti è un giovane ingegnere, che si divide tra il lavoro, le uscite con l'amica Vittoria e qualche relazione sentimentale di scarsa importanza.Una sera, in un locale della movida milanese, incontra Mara: donna bellissima e sensuale. Il loro è un amore travolgente, tanto che appena pochi mesi dopo, si sposano con rito civile alla presenza degli amici e dei parenti di Sergio. Mara, che ha confessato al fidanzato di essere rimasta sola al mondo, non invita nessuno. La loro storia assume ben presto i connotati della favola: sono giovani, sono belli, sono felici, hanno un lavoro che li gratifica.Durante la luna di miele, però, i primi segnali che forse qualcosa non è esattamente come appare. Chi è infatti la splendida creatura che ha conquistato Sergio? E come si interseca l'ossessione di Mara per una vecchia casa, fulcro di misteriose scomparse ed episodi inspiegabili?Nonostante il tentativo di giustificare gli anomali comportamenti della moglie, l'evidenza assume i contorni dell'incubo, a cui occorre decidere se assoggettarsi o reagire.La narrazione in soggettiva, il solo e unico punto di vista è quello di Sergio, scompensa in modo intrigante e avvince.

Il mallo verde
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Colomberotto, Sandra

Il mallo verde

Giovane Holden Edizioni, 10/05/2021

Abstract: Alla notizia della scomparsa della nonna Assunta, quattro sorelle accompagnano la loro mamma nel paesino sperduto nella campagna intorno a Benevento dove viveva l'anziana.Sono donne molto diverse tra loro, abituate alla vita frenetica e concreta della grande città. Nella casa della nonna hanno passato la loro infanzia, e i ricordi hanno un gusto dolceamaro.Ma quella è anche una terra intrisa di antiche leggende ancora radicate nel profondo. Come quelle sulle janare, le misteriose streghe della tradizione contadina.Se ne rende bene conto Danila, che spinta forse solo dal caso o forse da qualche gioco del destino, fa delle curiose scoperte rovistando tra gli oggetti appartenuti a Assunta. Ecco che trova un ciondolo con un albero di noce, simbolo del legame tra il reale e il sovrannaturale, e un misterioso unguento dal profumo insopportabile. E in un attimo, la ragazza si ritrova in cielo, a volare sopra i tetti e sopra i campi, libera ed esterrefatta.Ma come è possibile? Quale segreti si nascondono nella storia di sua nonna? E che parte ha lei nel mito oscuro delle janare?Da lì in poi, la vita di Danila prende una piega del tutto imprevedibile, e i luoghi che hanno ospitato i suoi sogni candidi di bambina divengono teatro di un nuovo, incredibile capitolo. Là non troverà solo la magia, perché dietro uno sguardo speciale, per lei ci sarà pure un inaspettato e travolgente amore. Ma non sarà affatto semplice venire a capo di tutta la faccenda, perché gli accadimenti la metteranno alla prova, e la curiosità dovrà scontrarsi col bigottismo della gente impaurita.