LUCA TOFFALINI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Più fiori che opere di bene - Annalisa Strada

Bel giallo con una nuova investigatrice/fioraia molto simpatica e impicciona.
Annalisa Strada ha creato un nuovo personaggio letterario che farà sicuramente divertire.
In questa storia la trama del giallo è lasciata un po' a margine della storia, a favore della caratterizzazione dei personaggi che credo verranno sviluppati in altri episodi.
Ottima lettura di svago.

Re: In viaggio contromano - Michael Zadoorian

Anch'io alcuni anni fa lo lessi e mi deluse.
L'ho riletto ora per il Circolo di Virgilio e l'ho apprezzato, magari sono passati gli anni e mi sento più vicino agli anziani protagonisti! Ne ho colto forse l'idea che vuole comunicare l'autore di rubare ancora qualche attimo di vita, di poter ancora decidere il proprio destino e di farlo per ricordare i bei momenti che furono e senza la frenesia della giovinezza.
Forse non è un testo semplice da accettare, in alcuni punti è crudo e non risparmia molto sugli aspetti della malattia e delle difficoltà che crea, ma secondo me è un libro che può emozionare.

Re: Le variazioni Lucy - Sara Zarr

Molto bello. Ho apprezzato l'intensità della storia.
Poi io non capisco i lettori che disprezzano la letteratura per ragazzi senza nemmeno aver letto nulla, secondo me alcune opere hanno lo stesso valore della letteratura definita "per adulti".

Il consolatore - romanzo di Gaarder Jostein

Ho letto molti dei libri di Gaarder, alcuni davvero coinvolgenti come "la ragazza delle arance" o "l'enigma del solitario".
Non posso dire altrettanto di questo romanzo, ma è chiaro che questo non è un libro per amanti dell'azione.
A regnare è la profonda solitudine del protagonista che nella sua vita non è in grado di crearsi un vero rapporto di coppia e una famiglia perciò cerca di mischiarsi ad altri gruppi familiari proprio in occasioni di cerimonie funebri che nella tradizione nordica ed anglosassone ricordano il defunto con banchetti desueti nella cultura latina.
Jakob in particolare ritrova spesso la famiglia di un suo ex professore universitario e fra i vari parenti e conoscenti incontra il vero amore che nel testo non sarai mai completamente espresso, ma sembra donargli stabilità ed equilibrio.
Non metterei questo libro fra i preferiti, però mi ha permesso di conoscere tradizioni e territori molto diversi dai nostri che esprimono fascino. Una lettura un po' lenta e sentimentale.

La fine della storia - Luis Sepúlveda

L'ultimo lavoro di Sepulveda è un libro che vuole raccontare di un'epoca passata, di guerra fredda, dei regimi che hanno insanguinato il Sud America ed in particolare il Cile. Si parla soprattutto di guerriglieri mercenari. Il protagonista infatti era stato addestrato nell'ex Unione Sovietica e viene contattato per un lavoro sotto traccia. Non può rifiutare per via del suo passato che continua a perseguitarlo e la storia segue una piega abbastanza scontata. Il ritmo del libro infatti è abbastanza lento e questo è l'appunto negativo che posso muovere, però l'autore riesce a far entrare chi legge nel mistero delle operazioni segrete, nelle spy story e nell'animo turbolento di chi lavora sempre sul filo del rasoio.
Quindi la scrittura è degna di un autore come Sepulveda, la trama forse poteva offrire qualcosa in più.

Quello che non sai di me - Meg Wolitzer

Per chi ama i romanzi ambientati attorno alla scuola.
Personalmente non sono mai rimasto deluso da libri ambientati in classe e questo romanzo per giovani adulti non smentisce la mia teoria.
La trama è ben riassunta sopra, quindi non mi dilungo.
La scrittura dell'autrice è molto poetica ed esalta la potenza dei libri, della lettura e della scrittura.
E' un libro sentimentale che però lascia col fiato sospeso fino alle ultime righe.
Consigliatissimo.

Il nido - Kenneth Oppel

Libro davvero coinvolgente dalla trama molto particolare. Racconta la storia di un ragazzino che combatte con alcune paure adolescenziali e deve affrontare l'arrivo di un fratellino con problemi di salute. Tutta la famiglia vive giorni di ansia. Nella mente del ragazzo iniziano a piombare strani sogni di api che vogliono guarire il piccolo. L'ape regina da angelo però, si trasforma in demone. I sogni iniziano a farsi sempre più reali, il confine fra realtà e finzione sempre più sottile.
Kenneth Oppel riesce benissimo a far entrare il lettore nei labirinti della mente con una storia dolce e terribile al tempo stesso, scritta per giovani lettori, ma appassionante per ogni età.
Consigliatissimo.

Cinque indagini romane per Rocco Schiavone - Antonio Manzini

Raccolta di racconti sulle indagini romane di Rocco Schiavone, già pubblicate da Sellerio nei vari libri "Natale in giallo, Ferragosto in giallo ecc.". Il ViceQuestore Rocco Schiavone lavora nella sua Roma quindi nella sua città d'origine con i suoi amici d'infanzia. Amo molto il suo personaggio dalla doppia personalità.
Colgo l'occasione per chiedere ai gestori di questo portale di ripristinare la sezione novità del materiale in prestito che era molto utile per vedere i nuovi acquisti delle biblioteche.

L'arte del camminare - Luca Gianotti

Un bel librettino, utile ed affascinante per chi desideri intraprendere un'avventura in cammino. Ci sono molti consigli utili, ed anche molti suggerimenti per come vivere un'esperienza fisica e di meditazione. Luca Toffalini #TRC

La morte a Venezia - Thomas Mann

L’undici di maggio il circolo “legger…mente” si è ritrovato per commentare un classico di Thomas Mann, “La morte a Venezia”. Scusate il ritardo, ma chi vi scrive è sbadato e dimenticava sempre gli appunti presi.
Laura, bibliotecaria e moderatrice della serata, ha introdotto l’incontro informando su alcune belle iniziative in calendario, cioè un paio di serate il 20 e 27 di maggio dalle 18.30 alle 20.00, sul tema della lettura ad alta voce ai bambini, curate da Lucia Cipriani; Una imperdibile lezione d’arte tenuta dal nostro impagabile Maurizio che verterà sul commento della Camera degli Sposi del Mantegna, con particolare cura della spiegazione del soffitto, spesso tralasciato, che invece può svelare molte sorprese; sul finire di giugno, poi, si prevede di organizzare un tuor in bicicletta verso il forte asburgico di Pietole. Sicuramente vi terremo aggiornati!
Tornando a Thomas Mann, i commenti sono stati abbastanza simili, il libro è stato apprezzato, ma non è entrato nel cuore del circolo.
Elisa ha commentato che il protagonista, un grande scrittore tedesco, diventa la controfigura di se stesso per cercare di ritrovare la giovanile bellezza, perduta con l’età.
Anche Ilaria ha annuito, seppur il libro non le sia proprio piaciuto a causa dell’atmosfera cupa; ha però apprezzato la scrittura e la descrizione della laguna e ha notato che in tutto il racconto si esalta il concetto classico di bellezza e di perfezione con cui il protagonista cerca di creare un legame.
Miriam è rimasta affascinata dalla sottile ironia con cui viene descritto lo scrittore, in un linguaggio che lei ha definito aulico, simile all’atmosfera di sospensione e di mistero che ha accompagnato tutta la storia, portando il lettore a vivere quasi un sogno/incubo.
Viceversa Laura non ha molto riconosciuto la descrizione di Venezia curata da Thomas Mann ed anche Renata e Serena non hanno molto apprezzato il testo, trovandolo difficle e macchinoso.
Io (Luca) ne ho letto solo una metà per ragioni di tempo e mi sono limitato a sottolineare la bellezza dello stile di Mann nel costruire atmosfere in cui vaga la mente del suo protagonista.
Maurizio infine ha ricordato un commento alla radio di Bonaventura Tecchi (grande scrittore dimenticato di inizio novecento) che definì Thomas Mann uno scrittore complesso e commentò il libro scrivendo che il protagonista vive una dissoluzione spirituale a causa di un amore impossibile, frutto anche della passione per i classici greci del grande autore tedesco, che esaltavano la morte in giovane età nel pieno del vigore, al contrario del perire di vecchiaia che altro non era che l’inevitabile deperimento e dissoluzione sia fisica che mentale.
Fra i libri letti nel mese e consigliati dal circolo “Legger…mente”, ricordo: Credevo di essere un killer invece ero incinta di Federica D’Ascani – Diario minimo di un attore di Dario Fo (Miriam); La ruga del cretino di Andrea Vitali (Elisa); L’audace colpo dei quattro di Rete Maria che sfuggirono alle Miserabili Monache di Marco Marsullo – Troppo non è mai abbastanza un graphic novel di Ulli Lust (Ilaria); Inheritance un fantasy di Christopher Paolini e Tristano di Thomas Mann (Serena); Chi manda le Onde di Fabio Genovesi (Luca); il maestro Maurizio poi consiglia i libri dimenticati di Bonaventura Tecchi, in particolare Villa Tauri, Idilli moravi, Un’estate in campagna, Valentina Velier, Storie di bestie, Baracca 15C.
Nella prossima serata a giugno, prima del congedo estivo, si commenteranno alcuni autori tedeschi contemporanei, vi aspettiamo!
Luca Toffalini #TRC

Chi manda le onde - Fabio Genovesi

Il libro parte un po' in sordina, però, col passare delle pagine, l'autore scopre tutti i personaggi, inizia a far entrare il lettore nelle vie e nei luoghi di una Forte dei Marmi sconosciuta, deserta perchè è inverno, quasi a voler sottolineare il tenore della storia un po' amara e malinconica che ruota intorno ad una generazione di 40enni un po' perduti e mai cresciuti. Tutto ruota intorno a questi figli degli anni settanta, mai sposati, senza un lavoro stabile, ancora in casa dei genitori, magari anche sfortunati come Serena che deve crescere due figli senza un padre, ed ognuno dei personaggi ha un lato negativo ed uno positivo. La storia scorre con alterne vicende, regolata dai due piccoli personaggi, Luna, albina, figlia di Serena e Zot, povero orfano di Chernobyl, accudito dal nonno Ferro, burbero e divertente toscanaccio che difende la sua proprietà dai compratori russi che oramai hanno saccheggiato la Versilia, e che, paradossalmente se ne ritrova uno in casa. Il romanzo alterna momenti di riflessione e disperazione, a divertenti dialoghi. Dopo aver terminato la storia, i personaggi restano impressi, segno che l'autore ha fatto un buon lavoro, e viene da riflettere: Forse sono loro (i protagonisti) ad essersi emarginati, o magari è la nostra società standardizzata a non accettarli per come sono? Il libro è fra i candidati allo Strega 2015. #TRC

La società letteraria di Sella di Lepre - Pasi Ilmari Jaaskelãinen

Mi intrigava molto il titolo del libro, ed anche la sua copertina. Anche la trama sembrava accattivante, ed in effetti il libro di Pasi Ilmari Jaaskelainen non è così male. Lo definirei un miscuglio di giallo, horror, thriller e fantasy, con anche l'aggiunta di un pizzico di amore e di saggistica. Forse tutto questo materiale ha un po' fatto perdere il senso del romanzo, la storia fila via abbastanza scorrevole, ma io sono arrivato alla fine senza davvero aver capito cosa l'autore volesse dire. Questa società letteraria era stata creata da una famosa scrittrice per ragazzi, con lo scopo di formare nuovi scrittori, fra i migliori talenti di Sella di Lepre, però lei durante una festa scompare nel nulla, durante un improvviso temporale che invade la sua casa. Fra misteri, visioni e malintesi, si vivono i riti di questa confraternita, ma, ripeto, si arriva ad un finale solo parziale... #TRC

Il mistero del London Eye - Siobhan Dowd

Da molto volevo leggere questo famoso romanzo per ragazzi ed ho pensato che il viaggio in treno fosse perfetto per la lunghezza di questo testo. La storia è un giallo, una sparizione di un ragazzino sulla famosa ruota panoramica di Londra: lui sale, ma alla fine del giro non scende, scompare. I suoi cugini lo aspettavano, ma lui è sparito. Ted, autistico, ha una mente brillante, solamente che funziona con un sistema operativo diverso dagli altri, perciò, con la sorella, inizia a ragionare ed a indagare, analizzando le varie possibilità, per ritrovare Salim. Inizia una splendida avventura, ma la grandezza di questo lavoro sta nelle molte chiavi di lettura del testo che mette impietosamente a confronto il mondo degli adulti con quello dei ragazzi, all'apparenza vicini, ma assai lontani per la difficoltà di capirsi e di ascoltarsi reciprocamente. Infine vi è l'amara riflessione che ci ricorda che le colpe dei genitori spesso si abbattono anche sui figli, e poi il libro ci permette di conoscere Londra, la ruota panoramica, la sua infinita rete di metropolitane, la sua multietnicità, il suo clima...imparerete tantissimo sul clima...ted vuole diventare meteorologo da grande. Un bellissimo libro. #TRC

Il trattamento Ridarelli - Roddy Doyle

Se cercate un libro da leggere ai vostri bambini per creare un momento di puro divertimento, non esitate a provare questa storia di Roddy Doyle! Mia figlia l'ha letto con grande entusiasmo ed ha assolutamente voluto scoprire anche i due successivi capitoli. Io una sera, per curiosità l'ho sfogliato ed ho iniziato la lettura, poi l'ho condiviso ad alta voce con la più piccola, ed è stato uno spasso! In alcuni passaggi è davvero esilerante e non si riesce a non piegarsi dalle risate. Ciò nonostante, non stiamo parlando di banali battute, perchè l'autore è riuscito a costruire una storia in equilibrio fra reale e assurdo, creando situazioni davvero divertenti per un bambino, ma comunque istruttive e con una velata morale, se lette con maturità. #TRC

Non è stagione - Antonio Manzini

Antonio Manzini ha oramai creato un personaggio familiare per tutti i suoi lettori, ed il Vice Questore Rocco Schiavone non delude anche in questa nuova storia, ricordando a tutti che l'indagine sul groppone è la rottura di coglioni massima nella sua personale scala di valori! Ed in questo poliziesco di carne al fuoco ce n'è parecchia, dalla morte di due persone per incidente stradale, al presunto rapimento di una ragazza, dall'usura, fino all'evasione di un carcerato. Ma come nei libri di Camilleri o in quelli di Malvaldi, il succo dell'opera è negli splendidi affreschi che l'autore ci regala della vita quotidiana di Rocco, le sue fugaci amanti, i suoi colleghi, la vita in Questura, i profumi ed i colori delle strade di Aosta, le sua personalissima concezione di giustizia. Davvero un buon libro. Luca #TRC

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate